Archivi tag: equitalia

Dall’Equitalia alla brace

Lasciare Equitalia è stato un obiettivo molto vantato da Maroni. L’odiato esattore al soldo di Roma sarebbe stato sostituito da gentili signori che prima di pretendere i pagamenti dovuti avrebbero saputo trattare con garbo i contribuenti. Dopo pochi mesi dall’entrata in servizio, i nuovi affidatari sono però stati oggetto di visita da parte della Guardia di Finanza. Che ha scoperto che, oltre ad essere meno vessatori della società pubblica, gli esattori della Duomo Gpa erano anche meno puntuali nel riversare agli enti quanto riscosso. In breve: le tasse non finivano a Roma ma direttamente nelle tasche dei titolari. Pare siano spariti circa 8 milioni. Occorre cambiare lo slogan: Duomo ladrona!

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Equitalia: con un ente lombardo si ha una duplicazione della spesa. La Regione sostenga il progetto dell’Anci

Sostituire Equitalia con un ente lombardo vuol dire registrare una duplicazione della spesa regionale, di questi tempi inopportuna e dispendiosa. Questo è quanto sosteniamo come PD in merito alla volontà del presidente Maroni, annunciata in aula durante i lavori  del Consiglio regionale, di istituire un nuovo ente di riscossione regionale entro la fine dell’anno. E’ sotto gli occhi di tutti l’urgenza di riformare Equitalia per migliorare il rapporto con i contribuenti  – abbiamo spiegato – ma l’ente pubblico partecipato da Agenzia delle entrate ed Inps attualmente riscuote una quota marginale delle imposte regionali. L’Irap, infatti, viene versata attraverso il modello F24 e il bollo viene pagato tramite il versamento diretto. Attualmente la riscossione per i comuni è già libera da affidare con gara. L’Anci sta già lavorando ad un proprio progetto per il pagamento delle imposte comunali . La regione, che mira a dare un adeguato supporto agli Enti locali, perché non pensa a sostenere l’iniziativa dell’ Anci?

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

La Lega perde la battaglia di Equitalia

La Lega cerca di cavalcare il malessere dei contribuenti lombardi additando Equitalia quale responsabile di pratiche vessatorie nei confronti dei cittadini.
Per questo ha proposto una mozione al fine di costituire una società regionale per la riscossione dei tributi. Al termine della discussione in aula, dopo che l’Assessore Regionale Colozzi ha ben spiegato l’inopportunità di questa scelta che sarebbe molto costosa per i cittadini, i lumbard si sono dovuti accontentare di una più modesta richiesta di “valutare le condizioni organizzative, finanziarie e legislative…”: come dire che non se ne farà niente.
Eppure il problema esiste, ma abbisogna di alcune puntualizzazioni.
In primo luogo per ricordare che Equitalia nacque per volere del governo Berlusconi-Bossi, che stabilì anche il compenso del 9% e le procedure di riscossione, compreso l’uso delle cosiddette ganasce fiscali e dell’iscrizione ipotecaria sugli immobili. Se si vogliono ora rivedere quelle regole (cosa opportuna, soprattutto per l’aggio) non occorre cambiare la società (che è pubblica) ma la legge.
Secondo: dal 2013 i comuni non potranno più servirsi di Equitalia: sia Anci che Legautonomie stanno lavorando ad una società di riscossione degli enti locali. Non ha senso che Regione Lombardia si metta in competizione creando un proprio nuovo carrozzone.
Terzo: la questione di fondo è però l’eccessivo carico fiscale, che è tale anche perché troppi non pagano. Un sistema di riscossione efficiente è quindi nell’interesse di tutti.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento