Archivi tag: commissario

Pianeta Lombardia

consiglio-regionale-457016_610x431In una settimana breve e senza seduta di Consiglio, quella appena trascorsa, la decisione più importante è maturata in commissione Affari istituzionali, dove la maggioranza ha deliberato l’avvio di una indagine conoscitiva sui conti di Expo. È una scelta del tutto strumentale, finalizzata solo a mettere in cattiva luce l’ex commissario Sala. Il bilancio di Expo srl, tra l’altro, sarà sottoposto all’assemblea dei soci in aprile, come avviene nella generalità delle società commerciali, ed alla sua approvazione concorrerà anche Regione Lombardia in qualità di azionista. Casomai sarebbe risultata più utile una verifica delle azioni intraprese e dei soldi spesi direttamente dalla Regione, a partire dalla gestione di Pianeta Lombardia, che a pieno titolo potrebbe aspirare alla nomination per il più brutto padiglione dell’intera Esposizione.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Aler Milano: il “buco” era già noto. Bastava leggere le carte

Il Presidente Maroni  ha chiesto la parola l’altro giorno durante la seduta di consiglio regionale per una comunicazione urgente, al di fuori dell’ordine del giorno.
La comunicazione ha riguardato lo stato di quasi dissesto finanziario dell’Aler di Milano, con debiti di oltre 80 milioni, tali da mettere in discussione la capacità di soddisfare i creditori e perfino gli stipendi dei dipendenti.
Tale quadro emergerebbe dalla relazione inviata dal Commissario straordinario fresco di nomina, l’ex prefetto Lombardi. Tra le cause del “buco” le due più rilevanti sarebbero la morosità degli inquilini ed il peso fiscale dell’IMU, moltiplicato rispetto a quello dell’ICI.
Maroni  ha voluto così avvalorare la scelta  di non procedere al rinnovo dei consigli di amministrazione scaduti delle Aler ma di nominare commissari straordinari, in attesa di una nuova legge di riforma.
La stampa ha dato ampio risalto a questa comunicazione, come a dire che il prefetto-commissario ha scoperto in poche settimane ciò che prima era nascosto.
Le cose non stanno così: basta leggere i bilanci e le relazioni di amministratori e sindaci. Tutto era già abbondantemente noto, cifra per cifra.
Maroni ha semplicemente, e furbescamente, ancora una volta giocato d’attacco con una comunicazione efficace, per figurare come il salvatore e moralizzatore.
Dimenticando però di sottolineare che alla guida dell’Aler milanese da anni figurano uomini espressione del centro-destra. Inoltre la sua proposta di riforma, per concentrare tutte le Aler lombarde in un’unica agenzia, suona oggi come il tentativo di far pagare alle province sane il debito milanese.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento