Archivi categoria: Territorio

La Pedemontana

PedemontanaTre province (Varese, Como, Monza Brianza), decine di comuni, due problemi unificanti: l’inadempienza della società Pedemontana rispetto agli impegni assunti con l’accordo di programma per le opere compensative e l’eccessivo costo del pedaggio che scoraggia l’uso dei tratti già in esercizio e riversa traffico sulla viabilità ordinaria. Il PD regionale sta raccogliendo in un dossier queste criticità e le presenterà al ministro Delrio che si è reso disponibile ad un incontro a breve. Dal Governo deve arrivare un forte richiamo a Maroni, principale responsabile dell’opera, affinchè chiarisca come intende procedere, con quali risorse e con quali tempi. Il pericolo è che nel frattempo si continuino a drenare gli unici soldi disponibili da Serravalle, indebolendo di molto questa società da cui le province di Milano e Monza ricavavano buona parte del necessario alla manutenzione della propria rete viaria.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Diario della crisi: la Star

Star AgrateIl neo-capitalismo, si sa, ormai non ha più bisogno di base produttiva per crescere: brand, finanza e comunicazione hanno messo all’angolo gli operai. Così non stupisce che la Star sia tornata da qualche tempo a pubblicizzare i suoi prodotti sui media nazionali e contemporaneamente annunci un piano che prevede un pesante ridimensionamento dei suoi organici. La notizia della settimana è di imminenti licenziamenti nel sito di Agrate, già ridotto ad una sorta di deserto industriale. Gli spagnoli di Gallina Blanca, subentrati nella proprietà alla famiglia Fossati, hanno imparato in fretta ad utilizzare le risorse pubbliche italiane (abbondante cassa integrazione) ed a rinnegare gli impegni presi. Il PD si sta muovendo sia a livello nazionale che regionale affinché le nostre istituzioni si adoperino per farli rispettare.

Pubblicato in Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Di cosa parliamo quando diciamo consumo di suolo

002Il principale equivoco del progetto di legge della maggioranza di centrodestra in Regione sul consumo di suolo sta nelle definizioni. Non si può limitare il tema alla sola trasformazione di aree ritenute agricole dai piani di governo del territorio, senza tener conto dello stato di fatto. Non si può inoltre escludere dal computo quel che viene destinato alle infrastrutture: strade, ferrovie, impianti. La questione non è di natura giuridica, ma sostanziale: quale che sia la ragione che comporta l’impermeabilizzazione di un terreno oggi naturale deve essere valutata con estrema attenzione, ed assentita solo in assenza di alternative. I disastri provocati dalle piogge di questi giorni evidenziano la necessità di una svolta radicale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Estate bagnata…

MaltempoIl maltempo estivo ha provocato danni un po’ dappertutto in Lombardia. La Regione ha chiesto ai Comuni di segnalarli, ma i fondi a disposizione sono scarsi. La proposta del PD è quindi quella di destinare a questo fine i soldi previsti per l’inutile referendum sullo Statuto speciale. Con quei trenta milioni si possono fare molti lavori.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Diario della crisi (di nervi): la Pedemontana a Macherio

002Cleaf spa è un’industria che produce materiali per il settore del mobile e dell’arredamento in genere. Occupa 182 dipendenti in tre siti produttivi distinti ma vicini, due a Lissone ed uno a Macherio. Quest’ultimo stabilimento, di 16.000 mq coperti, ha la sfortuna di essere sul tracciato della Pedemontana. Deve quindi essere abbattuto. Nel 2009 la Pedemontana SPA ha dichiarato la pubblica utilità di questo sito, stipulando in seguito un preliminare di cessione volontaria. La Cleaf si è quindi impegnata nell’acquisto di altri terreni e macchinari per rispettare l’impegno assunto che prevedeva il trasferimento entro l’inizio del 2014. A gennaio la società autostradale, con le casse vuote, ha annullato il contratto. Il progetto autostradale, però, resta immutato. Il sito produttivo è comunque espropriabile, il proprietario non può tornare ad investirci. Nè avrà i soldi per andare altrove. Almeno per ora. A rimetterci, al solito, potrebbero essere i lavoratori.

Pubblicato in Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Prolungamento MM2: subito un Tavolo di lavoro per concordare tempi e modalità di realizzazione

MM2Il Consiglio regionale nella prima seduta del 2014 ha approvato all’unanimità la mozione da me presentata relativa al prolungamento della metropolitana da Cologno Monzese a Vimercate. Si tratta di un’opera che la Brianza aspetta da anni; nonostante sia stato previsto dall’Accordo di programma siglato nel 2007 con il Ministero delle Infrastrutture, il progetto è rimasto al palo per quasi 7 anni. Con la mozione chiediamo alla Giunta di indire tempestivamente un Tavolo di lavoro aperto alle istituzioni e agli enti interessati per concordare congiuntamente con il Ministero delle Infrastrutture i tempi e le modalità di finanziamento necessari per portare a termine il progetto. Non dimentichiamoci che la realizzazione di due importanti opere infrastrutturali quali Pedemontana e Tem doveva procedere di pari passo con quella di opere compensative al fine di smistare il traffico dalla gomma al ferro. Il prolungamento della metro va proprio in questa direzione. Siamo già in ritardo; è per questo necessario che la Giunta si attivi al più presto nei confronti del Ministero per poter passare dal progetto preliminare a quello definitivo.
Leggi la mozione

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Piano regionale del commercio: forti perplessità, non contiene alcuna riforma. A fine anno scade la moratoria dei centri commerciali

Centro_commerciale1Il Partito democratico ha forti perplessità sul piano del commercio regionale, affrontato oggi in un gruppo di lavoro ristretto dalla commissione attività produttive.
Il documento della giunta non è un progetto di legge ma un semplice atto amministrativo che contiene una sorta di studio sullo stato del commercio in Lombardia. A che cosa sono serviti sei mesi di moratoria dei centri commerciali se nel frattempo non si fa una vera riforma? Con un piano così si rischia di illudere i commercianti e gli operatori del settore, che attendono ben altre risposte. Occorre affrontare il riequilibrio tra grande e piccola distribuzione, riconoscendo il ruolo sociale dei negozi di vicinato. Occorre inoltre dire che cosa la Regione vuole fare sui centri commerciali dal primo gennaio, quando scadrà la moratoria tanto sbandierata dall’amministrazione Maroni. Servono strumenti di programmazione su area vasta, coinvolgendo sui grandi insediamenti tutti i comuni interessati, anche per evitare l’assalto al territorio degli ultimi anni. Su questi temi servono risposte che si tramutino in legge entro la fine del 2013, sapendo che presto si dovrà mettere mano anche al testo unico del commercio.
Alla fine tutto il gruppo di lavoro ha condiviso la necessità di ascoltare l’assessore al commercio Alberto Cavalli per avere delucidazioni.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | 1 commento

La cava sul Cornizzolo

mcChi percorre la statale 36 per Lecco ad un certo punto si trova di fronte, nel verde della Brianza, una montagna amputata e scarnificata. È il Cornizzolo, tagliato a fette dalla cava di calcare della Holcim. La cava serve il vicino cementificio di Merone, della medesima azienda. Ora il diniego a proseguire l’estrazione, contenuto nel nuovo piano cave della provincia di Lecco, porta la Holcim a minacciare lo smantellamento dell’impianto produttivo. Il sindaco di Merone è venuto in Regione a perorare la causa del suo comune e dei lavoratori che potrebbero perdere lavoro. Il fatto è che l’azienda, anche nel caso di riattivazione della cava, non garantisce il futuro del cementificio: gli effetti di nuove estrazioni si avrebbero solo nel medio lungo periodo ed il mercato è in forte crisi.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

La settimana in Regione: Ilva, Province, Pedemontana

Il tema dominante è stato il caso Ilva-Riva, con le ripercussioni sugli stabilimenti lombardi di Caronno Perusella, Annone Brianza, Cerveno, della decisione unilaterale della proprietà di sospendere la produzione. Abbiamo impedito alla maggioranza di far passare, nella mozione approvata dal Consiglio, lo scarico sulla magistratura delle responsabilità. Il sequestro dei beni della famiglia Riva non impedisce il proseguio delle attività produttive, unico vero obiettivo al quale dobbiamo lavorare.
Altra discussione accesa c’è stata sul tema province. Pdl e Lega hanno approvato una loro mozione contraria all’abolizione. Intervenendo a nome del Pd ho sostenuto la necessità di lavorare al miglioramento del disegno di legge Del Rio, in discussione in Parlamento, ma senza stravolgerne l’impianto, che prevede la trasformazione in enti di secondo livello, con competenze più limitate e con una forte valorizzazione del ruolo dei comuni. Il Pd inoltre sostiene l’opportunità che ogni Regione all’interno di questo quadro possa poi dotarsi di un proprio modello secondo le condizioni specifiche.
Infine, interessante audizione di Sindaci e comitati ambientalisti della Brianza ovest sul tema di Pedemontana. Torneremo a parlarne presto.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Pedemontana: segnali di abbandono

Sono sempre più insistenti i segnali di abbandono del progetto di Pedemontana da parte della Giunta regionale. A Maroni sembrano importare solo le tratte varesine e comasche, il resto continua ad essere privo di copertura finanziaria e quindi inattuabile. L’ultimo caso si è consumato la scorsa settimana, quando il CdA di Finlombarda ha esaminato la proposta di sottoscrivere un prestito obbligazionario per Brebemi e Tem (la tangenziale esterna milanese). La mancanza di Pedemontana dalla lista è significativa.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento