Archivi categoria: Mobilità

La Pedemontana

PedemontanaTre province (Varese, Como, Monza Brianza), decine di comuni, due problemi unificanti: l’inadempienza della società Pedemontana rispetto agli impegni assunti con l’accordo di programma per le opere compensative e l’eccessivo costo del pedaggio che scoraggia l’uso dei tratti già in esercizio e riversa traffico sulla viabilità ordinaria. Il PD regionale sta raccogliendo in un dossier queste criticità e le presenterà al ministro Delrio che si è reso disponibile ad un incontro a breve. Dal Governo deve arrivare un forte richiamo a Maroni, principale responsabile dell’opera, affinchè chiarisca come intende procedere, con quali risorse e con quali tempi. Il pericolo è che nel frattempo si continuino a drenare gli unici soldi disponibili da Serravalle, indebolendo di molto questa società da cui le province di Milano e Monza ricavavano buona parte del necessario alla manutenzione della propria rete viaria.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Trenord

tplSettimana d’inferno sui treni che dalla Brianza vanno a Milano. Vagoni gelidi, sovraffollati, treni in ritardo. Ormai non fa più notizia. Intanto Regione Lombardia ha rinnovato in anticipo il contratto di servizio con Trenord, garantendo alla società oltre 400 milioni all’anno di entrate fino al 2020. Secondo l’assessore Del Tenno ciò consentirà alla società di programmare investimenti su un periodo medio-lungo. L’ennesimo scandalo emerso pochi giorni fa per straordinari pagati ma non fatti e che ha portato alla sospensione di 5 dipendenti non lascia ben sperare. Il Pd ha proposto il ritiro della delibera di proroga e l’avvio della ricerca di soluzioni gestionali alternative.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Prolungamento MM2: subito un Tavolo di lavoro per concordare tempi e modalità di realizzazione

MM2Il Consiglio regionale nella prima seduta del 2014 ha approvato all’unanimità la mozione da me presentata relativa al prolungamento della metropolitana da Cologno Monzese a Vimercate. Si tratta di un’opera che la Brianza aspetta da anni; nonostante sia stato previsto dall’Accordo di programma siglato nel 2007 con il Ministero delle Infrastrutture, il progetto è rimasto al palo per quasi 7 anni. Con la mozione chiediamo alla Giunta di indire tempestivamente un Tavolo di lavoro aperto alle istituzioni e agli enti interessati per concordare congiuntamente con il Ministero delle Infrastrutture i tempi e le modalità di finanziamento necessari per portare a termine il progetto. Non dimentichiamoci che la realizzazione di due importanti opere infrastrutturali quali Pedemontana e Tem doveva procedere di pari passo con quella di opere compensative al fine di smistare il traffico dalla gomma al ferro. Il prolungamento della metro va proprio in questa direzione. Siamo già in ritardo; è per questo necessario che la Giunta si attivi al più presto nei confronti del Ministero per poter passare dal progetto preliminare a quello definitivo.
Leggi la mozione

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Legge trasporti: ennesima proroga della Giunta Maroni che costa alla Lombardia 145 milioni di euro di risparmi mancati

tplIn un anno e mezzo, da quando è stata approvata la riforma del trasporto pubblico locale, non sono stati fatti i significativi passi avanti che tutti auspicavamo. Gran parte della responsabilità è di Regione Lombardia che aveva il compito di dirigere e, nel caso, controllare che tutto procedesse secondo quanto prevede la legge. E’ evidente che qualcosa non ha funzionato ma la Giunta ha pensato bene di fare quello che in questi mesi gli riesce meglio: prorogare i termini per l’istituzione delle agenzie senza interrogarsi sui motivi di tale situazione e senza una puntuale identificazione delle cause che hanno rallentato il processo di riforma. Ci troviamo di fronte all’ennesima moratoria di questa legislatura dopo quella sui pgt, sui centri commerciali, sui termovalorizzatori e su Aler. Un rimando nel tempo che non giova per il servizio ferroviario che continua ad essere, nonostante le promesse, inefficiente. E’ quanto ho dichiarato questa mattina in Aula per motivare il voto negativo del gruppo democratico sulla proroga al 31 marzo del 2014 dei termini per la costituzione delle Agenzie del Trasporto pubblico locale.
E’ una riforma che non è decollata, una situazione che noi avevamo già fatto presente a luglio, in occasione dell’ approvazione del bilancio, con un ordine del giorno che la maggioranza ha prontamente bocciato. Ricordo che con la costituzione delle agenzie ci sarebbe stato un risparmio di 145 milioni di euro, risorse che potevano essere investite per migliorare il servizio di trasporto e per implementare il sistema di controllo sui mezzi pubblici. Le sanzioni vanno pagate, su questo non vi sono dubbi, ma allo stesso tempo crediamo che inasprire le multe non serva a risolvere il gravoso problema degli evasori. Una  politica di contrasto all’evasione per essere vincente deve fare leva su nuovi strumenti quali l’istituzione di un titolo unico di viaggio, la presenza di biglietterie elettroniche funzionanti anche nei giorni festivi, problema persistente presso la stazione di Monza, e la predisposizione di efficaci livelli di controllo sui mezzi pubblici.
Il Pd in Aula ha chiesto infine alla Giunta di valutare la possibilità di indire una gara pubblica europea per la gestione del  trasporto pubblico regionale. In più di una occasione l’assessore regionale Del Tenno ha espresso forti perplessità sull’operato di Trenord minacciando in Commissione, d’accordo con il presidente Maroni, di intraprendere nuove strade. Considerato che il 31 dicembre del 2014 scade il contratto di servizio, ci chiediamo se non sia opportuno valutare in maniera seria l’opportunità di voltare pagina e aprirsi al mercato così come sta già facendo l’Emilia Romagna.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Pedemontana: segnali di abbandono

Sono sempre più insistenti i segnali di abbandono del progetto di Pedemontana da parte della Giunta regionale. A Maroni sembrano importare solo le tratte varesine e comasche, il resto continua ad essere privo di copertura finanziaria e quindi inattuabile. L’ultimo caso si è consumato la scorsa settimana, quando il CdA di Finlombarda ha esaminato la proposta di sottoscrivere un prestito obbligazionario per Brebemi e Tem (la tangenziale esterna milanese). La mancanza di Pedemontana dalla lista è significativa.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

SS 36: l’apertura della galleria una conquista ambientale e infrastrutturale. Ora si sblocchino al più presto i pagamenti per le imprese appaltatrici

L’apertura al traffico della galleria di Monza rappresenta una grande conquista per il tutto nostro territorio sotto una doppia veste ambientale e infrastrutturale. Un plauso va all’amministrazione comunale per come ha condotto egregiamente le relazioni con gli enti locali e con i comitati di quartiere. E’ la mia riflessione nel giorno dell’inaugurazione del tunnel che collega Milano con la Brianza. In questa gioia collettiva il mio pensiero va a coloro che hanno permesso tutto ciò e ai quali ancora oggi non è stato riconosciuto il lavoro ovvero le imprese appaltatrici che da più di otto mesi attendono di essere pagati. Ci auguriamo che anche dalla Regione Lombardia ci sia una spinta affinché si sblocchi al più presto questa situazione.

Pubblicato in Economia e lavoro, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Tem: partono i lavori (forse) ma il progetto non va

Dopo continui rinvii pare ormai imminente l’apertura dei cantieri per la costruzione della Tem, la Tangenziale est esterna milanese, destinata a collegare l’autostrada A4 nel comune di Agrate Brianza con l’autostrada A1. Come risulta dal progetto definitivo, sul territorio agratese si dovrà realizzare l’interconnessione tra la Tem, l’A4 e la A51: a tutt’ora non sono stati concordati le modalità e i tempi per questo cruciale snodo strategico.
Tale mancanza rappresenta una fortissima criticità, peraltro già evidenziata in sede di progetto preliminare dallo stesso CIPE che ne chiedeva una risoluzione. Queste le ragioni per cui ho depositato in Commissione un’interrogazione per chiedere a Regione Lombardia e all’assessore compentente una tempestiva soluzione, poichè la mancanza dell’interconnessione creerebbe livelli di congestione di traffico insopportabili nel complesso di svincoli che convergono e insistono sul comune di Agrate Brianza con pesanti interferenze anche nell’attraversamento dell’abitato.
Ad appesantire il quadro va aggiunta la mancata realizzazione del prolungamento della linea metropolitana MM2 da Cologno nord a Vimercate, in violazione degli impegni contenuti nell’accordo di programma.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | 1 commento

Maullo nominato presidente di Tem: è puro risarcimento politico.

Nemmeno un giorno è passato per Stefano Maullu tra il licenziamento dalla giunta Formigoni e la nomina a presidente di Tem Spa, la società partecipata dalla Provincia di Milano attraverso Milano Serravalle e Asam. Si tratta a mio parere di un risarcimento politico dal sapore stantio.
L’operazione è chiara: Stefano Maullu è stato semplicemente risarcito per l’esclusione dalla Giunta Formigoni. Si conferma l’atteggiamento ingordo e sfrontato del centrodestra, che considera le società controllate dal pubblico come proprietà di cui disporre a piacimento al di là di ogni valutazione di merito e di competenza. La nomina è inopportuna anche perché Maullu rimane consigliere regionale e la Tem è un’infrastruttura sulla cui realizzazione egli stesso, in qualità di consigliere, dovrebbe vigilare.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il tram per Limbiate

Il tram che collega Milano a Limbiate è uno degli ultimi rimasti tra quelli che per molto tempo hanno assicurato a lavoratori e studenti un servizio puntuale tra il capoluogo ed alcuni centri della provincia.
Poi è venuta la moda del trasporto su gomma ritenuto più veloce ed economico e diverse linee sono state sostituite dagli autobus.
Così successe a Vimercate una trentina di anni fa. Ora in molti rimpiangiamo il Gamba de legn, magari non comodissimo e veloce, ma certamente meglio del servizio attuale: gli autobus infatti non hanno una propria corsia preferenziale e debbono sottostare alle inesorabili code delle ore di punta.
L’impegno del comune di Limbiate, cui ha positivamente risposto anche il comune di Milano, di difendere la linea oggi messa in discussione è quindi da sostenere con decisione.
Anche la Regione deve fare la sua parte: il modello di mobilità tutto centrato sulle grandi infrastrutture autostradali ha costi economici ed ambientali spropositati.
Da anni i sindaci della Brianza reclamano una più sana cura del ferro.
Quella di Limbiate è l’occasione per metterla in pratica.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

S.S.36 Monza – Cinisello: chi paga gli extra costi?

Dal verbale dell’ultima riunione del tavolo istituzionale sullo stato di avanzamento dei lavori della Strada Statale 36 Monza-Cinisello segnalo: il cronoprogramma prevede l’apertura della galleria di Viale Lombardia entro la fine di Marzo 2013.
I costi dell’opera nel frattempo sono notevolmente lievitati: dall’importo previsto nel progetto iniziale di 136 milioni di euro agli attuali 330 milioni. Chi paghera’ la differenza ?
ANAS propone che venga ripartita tra i soggetti interessati in proporzione alla quota iniziale. La provincia di Monza intende verificare come condividere gli impegni con la provincia di Milano.
Il Comune di Monza e’ disponibile a contribuire solo ai maggiori costi imputabili all’accelerazione del cantiere.
La societa’ Milano Serravalle chiede di riprogrammare gli extra costi.
Per ora si conclude con la proposta di Regione Lombardia di costituire un tavolo tecnico…..

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento