Archivi del mese: ottobre 2012

In Lombardia al voto subito!

A seguito dell’arresto di Domenico Zambetti, assessore alla casa della Giunta Formigoni, il centrosinistra in Regione Lombardia terrà questo pomeriggio alle 18 un presidio davanti alla sede della Regione, lato via Melchiorre Gioia, per chiedere che si vada subito al voto. Vi aspetto numerosi.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Bene Bersani, bene il PD

La conduzione dell’Assemblea nazionale da parte del Segretario non avrebbe potuto essere migliore di come è stata. Ha anzitutto chiarito che l’unica modifica alle regole da votare era proprio per permettere ad altri iscritti al PD di partecipare alle primarie di coalizione e non per ostacolarli, ristabilendo così una verità stravolta da molti. Ha chiesto quindi ai delegati di riporre le legittime riserve sull’opportunità di questa deroga per evitare spaccature dannose. Chi corre per il governo del Paese non può mostrare timori di confronto con nessuno.
Dall’assemblea di sabato il PD è uscito più forte, e questo era la cosa in assoluto più importante.
Consapevole di questo primario obiettivo ho quindi riposto la mia decisione di votare contro la deroga statutaria. Non avendo però potuto prendere la parola in assemblea (la mia richiesta al pari di altre è stata tagliata per ragioni di tempo) ho preferito non partecipare al voto. Non potevo votare contro la richiesta del segretario che sostengo, ma neppure rinunciare ad un principio per me fondamentale. Uno dei principali motivi di crisi della nostra democrazia è infatti il mancato rispetto delle regole. Fatta una norma non ci si impegna ad applicarla, bensì a derogarla.
Nel momento in cui il PD si candida al governo del Paese deve essere chiaro che così non deve più essere: le cattive leggi si cambiano, ma finché vigono si applicano e si rispettano anche se non le si condivide. È davvero singolare che per molti cultori della legalitá queste fossero ragioni da burocrati impauriti. Non ci può essere buona politica che si ritenga estranea alle regole. Ora ci siamo inventati questa “sospensione transitoria” dello statuto per permettere a Renzi di candidarsi: una concessione alla prepotenza per salvare il partito.
Speriamo che serva.
Ed ora al lavoro per Bersani Presidente per salvare l’Italia.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento