Archivi del mese: marzo 2012

Una domenica mattina a Cornate d’Adda

Per chi non la conoscesse Cornate d’Adda é una graziosa cittadina, l’unica della provincia di Monza e Brianza affacciata su quel fiume, in uno dei suoi tratti piú belli.
Il territorio é messo a dura prova dal prossimo arrivo di Pedemontana e da un piano di governo della giunta di centrodestra che prevede ulteriore consumo di aree agricole.
Sul versante lavoro le cose non vanno meglio: la Compel, una delle aziende più importanti, facente parte della filiera dell’elettronica del vimercatese, ha annunciato nei giorni scorsi la messa in mobilità di circa 150 dipendenti.
Appena arrivato alla sede del PD dove é prevista la festa del tesseramento il primo incontro é con un cittadino disoccupato da due anni ed in cerca di lavoro.
Questa lunga premessa per arrivare al punto: non é per le ragioni sopra descritte che di Cornate si é parlato in questi giorni. Il paese é stato invaso dai giornalisti per inseguire la segretaria del nostro circolo per via di alcune foto da lei postate su facebook.
Una aggressione personale indegna, condotta da una stampa morbosa ed in malafede.
Per fortuna il PD anche in quel paese è composto da gente seria e concreta: sono bastate poche parole per esprimere fiducia ad Oriana e concentrare invece la discussione sul da farsi. Per tornare ad amministrare la città ed a governare il paese, occupandoci anzitutto di chi occupazione non ha, altro che dei pettegolezzi.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Il congedo di Formigoni (in attesa di quello definitivo).

Ieri il Presidente, come quasi sempre avviene, non si è presentato in Consiglio Regionale. A differenza di altre volte non ha firmato il foglio per la diaria andandosene subito dopo. Stavolta se ne è stato alla larga dal Consiglio, forse presagendo l’aria di burrasca.
Per non perdere la paga ha chiesto però il congedo, per impegni legati al sistema fiera.
Impegni gravosi che non gli hanno impedito di presentarsi nel pomeriggio alla Feltrinelli di piazza Duomo per la presentazione di un libro sulla moralità della politica. Contemporaneamente il Consiglio, in un clima teso dopo le notizie su Boni, discuteva la Legge sul Piano Casa. Non è che il primo dovere morale di un politico sia fare anzitutto ciò per cui si è pagati, posponendo eventuali altri interessi?

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Bond greci: chi paga la svalutazione?

Il prossimo martedì, in occasione della seduta di Consiglio, presenterò una interrogazione all’assessore Colozzi in merito alla vicenda dei bond greci. Il nostro timore è che siano i cittadini lombardi a pagare la svalutazione dei titoli greci.  Di seguito il testo dell’interrogazione.

“Il Comune di Milano ha raggiunto nei giorni scorsi un accordo con le banche sul tema dei derivati, acquisendo al bilancio comunale  complessivi 453 milioni di euro, che eviteranno tra l’altro ai contribuenti milanesi l’aumento dell’addizionale comunale sull’Irpef.
La Regione Puglia ha, a sua volta, rinegoziato con Merril Lynch il contratto relativo al sinking fund connesso al prestito obbligazionario sottoscritto nel 2003 e contenente anche titoli di stato della Grecia.
 CONSIDERATO
Che negli scorsi giorni l’Eurogruppo ha definito l’accordo per evitare il default greco che prevede una svalutazione volontaria per i privati possessori di bond ellenici pari al 53,5%
CHIEDE
Di conoscere se sia in atto anche da parte di Regione Lombardia un’ipotesi di accordo con le banche per evitare di trasferire sui contribuenti lombardi l’onere della suddetta svalutazione.”

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento