Archivi del mese: gennaio 2011

Presidio con i lavoratori della Devi di Besana Brianza

Il presidio alla Devi

Solidarietà del Partito democratico ai lavoratori della Devi di Besana Brianza (Mb), che lunedì mattina hanno organizzato un presidio davanti all’azienda brianzola di lavorazione di materie plastiche per chiedere il pagamento degli stipendi, versati solo parzialmente dall’azienda, e il rinnovo degli ammortizzatori sociali, scaduti in questi giorni. Insieme al segretario del circolo del PD di Besana, Sergio Cazzaniga, ero presente davanti ai cancelli dell’azienda per esprimere vicinanza e per assumere l’impegno di chiedere conferme a Regione Lombardia sulla proroga, almeno fino a marzo, della cassa integrazione straordinaria. Inoltre, sempre alla Regione chiediamo di convocare i vertici aziendali e le organizzazioni sindacali per trovare soluzioni e per capire anzitutto i motivi della situazione di crisi, dato che sembrerebbe, secondo quanto ci hanno detto i sindacati, che ordini e lavoro non manchino, nonostante il periodo di stagnazione economica generale e una riduzione del fatturato. Su questa vicenda presenterò urgentemente in consiglio regionale un’interrogazione.

Pubblicato in Blog Dem | 1 commento

Villa Reale: centrodestra favorevole alla privatizzazione.

Il centrodestra in Consiglio regionale ha bocciato la mozione da noi presentata per chiedere la sospensione del bando di gara per l’assegnazione dei lavori di ristrutturazione della Villa Reale di Monza. La gara è stata indetta da Infrastrutture lombarde per conto del Consorzio che gestisce la Villa e di cui Regione Lombardia fa parte.
Abbiamo chiesto la sospensione del bando perché prevede l’affidamento ai privati della gestione della Villa per trent’anni in cambio di un affitto irrisorio di 30 mila euro annui, a fronte di un contributo dei privati per i lavori di ristrutturazione pari a poco più di 5 milioni e di un ben più cospicuo finanziamento pubblico di 19 milioni di euro. Per chiedere la sospensione del bando il comitato “La Villa Reale è anche mia” prima di Natale ha consegnato una petizione al presidente del Consiglio regionale Davide Boni firmata da più di 10mila cittadini.
Bocciando la nostra mozione il centrodestra si è dimostrato sordo di fronte alle richieste di migliaia di cittadini e di autorevoli esperti della gestione dei beni culturali. In campo culturale serve un sistema di governance di stampo europeo, in cui i privati abbiano sì un ruolo ma non il controllo totale. Questo bando voluto dalla Regione dà invece il via libera alla privatizzazione vera e propria di un bene di grande valore artistico, culturale e storico.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Idee e politica, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento