Archivi tag: Villa Sormani

Villa Sormani: giusto l’acquisto. Gli sbagli sono avvenuti dopo

«A distanza di anni, confermo che acquisire Villa Sormani è stata una scelta corretta e lungimirante». Savina Marelli, capogruppo di minoranza del Pd, era vicesindaco ai tempi dell’operazione: «Quello che abbiamo fatto noi è diverso dal nulla che ha concluso Turati: la nostra scelta è stata quella di annettere al patrimonio pubblico un bene che non si è certo svalutato nel tempo, semmai il contrario, mentre loro hanno speso 600 mila euro in progetti che non hanno portato a niente». Sul perché si sia arrivati a questo punto,la Marelliha un’idea precisa: «Perché dopo aver vinto le elezioni nel 2004, il centrodestra voleva dimostrare che tutto quello che aveva fatto l’amministrazione precedente era sbagliato. Se invece di farsi travolgere dalla frenesia, avessero avuto la pazienza di guardare nel merito del concorso di idee, forse a quest’ora avremmo già potuto avere la nuova biblioteca». Perché la strada per trovare i soldi c’era senza bisogno di edificare nuova volumetria come proposto dai progetti della giunta Turati: «Bisognava coinvolgere i privati per riqualificare gli immobili tra via Palestro e piazza Roma, inclusa Villa Besana» conclude Marelli.

da La Provincia , 10.10.2012

Pubblicato in Notizie dalla Provincia | Taggato , , | Lascia un commento

Mariano Comense: Ex Astor, errori e sprechi

Nel programma elettorale di Pedrana, c’era la trasformazione di Villa Sormani in un polo tecnologico dove far confluire le eccellenze delle imprenditorialità della Brianza: si sarebbe potuto mettere a disposizione un’unica vetrina per rapportarsi con il mercato globale, mentre il Partito Democratico ha sempre spinto per costruire una biblioteca. «Questo avrebbe dovuto essere il volano di rilancio e di aggregazione per il centro della città – attacca la capogruppo Savina Marelli - e non portare nuova volumetria privata in un contesto già saturo. Al cuore di Mariano serve una programmazione di rilancio urbanistico, viabilistico e commerciale, visione che la maggioranza non ha mai avuto». Anche perché secondola Marelli «Turati ha commesso troppi errori per colpa della mancata analisi dei bisogni in origine, travolto dalla frenesia del fare e del distinguersi rispetto a chi aveva amministrato prima di lui». Con risultati dubbi: «Quando si procede in questo modo, poi è inevitabile che lievitino i costi e che ci siano degli sprechi: quando si parla di soldi pubblici, però, non si può procedere a tastoni perché si creano dei danni».

 (dal quotidianoLa Provincia- 9 ottobre 2012)

Pubblicato in Notizie dalla Provincia | Taggato , , , | Lascia un commento