Archivi tag: vaccinazioni

#iononrinvio: firmiamo tutti la petizione per il diritto alla salute dei bambini

vacciniSui vaccini la scienza e la medicina indicano con chiarezza la direzione di marcia da seguire, al di là delle posizioni politiche di parte, per garantire sempre meglio la difesa della salute di tutti i bambini, anche di quelli immunodepressi che non possono vaccinarsi, e sconfiggere malattie gravi e mortali. I risultati della legge varata dal governo Gentiloni già si vedono e sono di segno positivo.
Ecco perché il Partito democratico aderisce all’appello “Io Vaccino” delle mamme dei bambini trapiantati e quindi, come conseguenza alla somministrazione dei farmaci post-trapianto, immunosoppressi: la petizione popolare si chiama “#iononrinvio. Vaccini: il diritto alla salute dei bambini non si rinvia”.
È necessario, per questo, dare la più ampia visibilità a questo link https://www.partitodemocratico.it/welfare/vaccini-il-diritto-alla-salute-dei-bambini-non-si-rinvia-firma-la-petizione/
È inaccettabile che oggi chi governa lasci spazio alla disinformazione antiscientifica giocando con la salute dei cittadini e dei bambini in particolare. È inaccettabile l’approssimazione con cui si giustificano scelte pericolose per la salute di tutti. Non si combatte la scienza, si combattono le malattie. Il diritto alla salute dei bambini non si rinvia. Si chiede ai deputati e ai senatori di non dividersi su un tema come questo e, qualunque sia il loro orientamento politico, di tutelare la salute dei nostri figli: il diritto alla salute dei bambini non si rinvia.
Il testo che viene sottoposto ai parlamentari è questo: “Deputati e Senatori, vi chiediamo di retrocedere dalla recente decisione presa dal Parlamento di rinviare l’attuazione della normativa sull’obbligo vaccinale, varata solo un anno fa. È una scelta che riteniamo grave e inaccettabile. Per i nostri cari e per tutti i bambini che vivono in Italia. Il nostro paese ha bisogno di invertire una pericolosa tendenza che ha fatto registrare negli anni un significativo calo delle coperture vaccinali”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Vaccinazioni: l’ASL ha circoscritto il servizio a 9 sole Unità operative su tutta la Provincia

Circoscrivere la possibilità di veder somministrate le vaccinazioni obbligatorie e raccomandate, o quelle per le malattie infettive, esclusivamente in alcune sedi dell’Asl di Como e non più nei diversi ambulatori che fino a qualche mese fa offrivano questo servizio ai bambini della provincia.

E’ quanto sta interessando le famiglie dei piccoli che vengono chiamati a vaccinarsi per la prima volta oppure ad effettuare i diversi richiami a seconda dell’età.

«Se corrisponde al vero, la decisione di circoscrivere questo servizio a poche sedi dell’Asl è stata presa senza tenere nella dovuta considerazione le necessità delle famiglie» sottolinea Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale. Il sito internet www.asl.como.it, nella pagina dedicata alla vaccinazione contro le malattie infettive riporta esclusivamente un elenco di nove Unità Operative Prevenzione che effettuano il servizio su tutto il territorio provinciale oltre ad un numero verde per informazioni, e per posticipare la data della somministrazione che comunque dovrà essere effettuata presso una delle sedi espressamente indicate. «Secondo questo elenco, ad esempio, tutti coloro che abitano nei comuni della bassa comasca, da Locate Varesino a Carbonate, a Mozzate ora sembra debbano far riferimento non più all’ambulatorio di Mozzate bensì a Fino Mornasco, cosa del resto confermata dalle lettere inviate alle famiglie nel comunicare la data della vaccinazione dei propri bambini da parte della stessa ASL. Allo stesso ambulatorio devono far riferimento, ad esempio, anche i bambini che abitano nei paesi dell’appianese. A questo punto mi piacerebbe sapere dall’Asl di Como se le vaccinazioni saranno effettuate esclusivamente nei centri indicati dall’elenco pubblicato sul loro sito internet e, in caso di risposta affermativa, quali sono stati i motivi che hanno portato a questa rivoluzione per un servizio imprescindibile per le famiglie e per la nostra infanzia, e che non fa altro che creare disagio agli utenti quando questi sono bambini molto piccoli».

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento