Archivi tag: trasporto pubblico

Trasporto pubblico a Como: obiettivo 2020

Trasporto pubblicoUna serie di proposte sul trasporto pubblico comasco, dai piccoli miglioramenti a costo zero alle grandi prospettive strategiche di sviluppo: è questo l’argomento dell’evento “Trasporto pubblico a Como: Obiettivo 2020”, organizzato dal Partito Democratico cittadino, che si terrà martedì 24 marzo 2015, alle ore 21.00, presso il Salone del Dopolavoro Ferroviario (via Venini 7, a due passi dalla Stazione di Como San Giovanni).
Temi chiave della serata saranno lo sviluppo intermodale del sistema di trasporti, con attenzione all’integrazione tariffaria e alla promozione e alla comunicazione, oltre all’incentivazione della mobilità sostenibile e alla valorizzazione del sistema anche nell’ottica di una città a vocazione turistica.
“Siamo consci che il momento attuale non permette grandi investimenti in questo settore, e siamo altrettanto consapevoli della necessità di un’efficace sinergia tra le istituzioni”, dichiara il Segretario cittadino Stefano Fanetti. “Allo stesso tempo, pensiamo sia indispensabile ragionare in un’ottica di sistema e secondo un piano complessivo che non guardi all’oggi, ma si proietti al 2020; dentro questo piano, passo dopo passo, cercheremo di dare concretezza alle nostre idee per migliorare il trasporto pubblico comasco”.
A presentare le diverse proposte dei democratici sarà Patrizia Signorotto, delegata a mobilità e trasporti nella Segreteria cittadina, insieme a Luca Gaffuri, consigliere regionale PD Lombardia, e a Daniela Gerosa, assessore a Mobilità e Trasporti del Comune di Como.
Porteranno un contributo al dibattito, inoltre, Helmuth Moroder, attuale city manager del Comune di Bolzano e già direttore di Strutture Trasporto Alto Adige e di SBA (Infrastrutture Ferroviarie Alto Adige), e Fabio Bergamaschi, assessore a Mobilità e Viabilità del Comune di Crema.
Concluderà infine l’iniziativa il Sindaco di Como, Mario Lucini.

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Scaduto ieri il termine per l’istituzione delle agenzie di bacino. Da oggi le province e i comuni di Como, Varese, Lecco e Sondrio saranno commissariate

E’ scaduto ieri il termine ultimo per la costituzione delle agenzie di bacino per il trasporto pubblico locale così come richiede la legge regionale 6/2012 che disciplina il settore dei trasporti. Pertanto da oggi le province e i comuni che non sono riuscite a istituire la propria agenzia verranno commissariate così come recita il testo di legge. Nello specifico tre bacini su cinque sono rimasti sulla carta ovvero quelli di Milano, Monza, Pavia e Lodi; Cremona e Mantova; Como, Varese, Lecco e Sondrio. Il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri punta il dito contro l’inerzia della Giunta regionale che aveva il compito di monitorare tutto il processo e nel caso specifico intervenire per sollecitare i comuni capoluogo e gli enti provinciali a costituire il bacino di riferimento. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Mobilità | Taggato , | 1 commento

Investiamo una parte dei ristorni per il trasporto pubblico dei frontalieri

Si è parlato di ristorni dalla Svizzera alle province di frontiera oggi, giovedì 20 febbraio 2014, in Commissione speciale rapporti tra la Lombardia e la Confederazione elvetica del Consiglio regionale. I funzionari della Direzione regionale Famiglia e solidarietà sociale di Regione Lombardia, che si occupa della partita, hanno fatto la cronistoria della compensazione finanziaria – questo il nome tecnico – a favore dei comuni di confine dove risiedono i frontalieri. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | 2 commenti

Servizio pubblico autobus ASF, si faccia chiarezza

autobus-como“L’incidente che ha coinvolto la ragazzina caduta dal bus a Pellio Intelvi nei giorni scorsi è un fatto grave che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche. Ancor più grave è che ad oggi non è stata fatta ancora chiarezza sulle cause ma al contrario sono state fornite versioni diametralmente opposte. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Trasporto ferroviario: prossimi i rincari

«Un nuovo incremento che, seppur limitato, influisce sui costi di famiglie e studenti ma senza la consapevolezza che le somme raccolte siano poi investite per il rinnovo delle infrastrutture ferroviarie che chiediamo da tempo». Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale, interviene in seguito alla decisione, presa dalla Giunta regionale, di adeguare le tariffe del trasporto pubblico locale del 2,64% a partire dal 1° settembre. «In un anno il prezzo di biglietti e abbonamenti è cresciuto di oltre il 24% ma non abbiamo riscontrato benefici evidenti. I pendolari, infatti, continuano a registrare i soliti e numerosi disservizi che vanno dalla scarsa pulizia dei convogli alla mancata puntualità. Un nuovo incremento che, seppur contenuto (su una tratta di 50 chilometri, con un tagliando ordinario di 5 euro, l’aumento non supererà i 13 centesimi) sembra costituire l’ennesima beffa per gli utenti se si considera che il rincaro delle tariffe del trasporto pubblico locale è calcolato proprio su questi due parametri». Gaffuri, allo stesso tempo, torna a chiedere una maggiore attenzione alle infrastrutture ferroviarie: «Il futuro del treno in Lombardia non è circoscrittoalla sola Seregno-Saronno o al tracciato dell’Arcisate-Varese. C’è tutta una serie di importanti infrastrutture e servizi che hanno bisogno di interventi, anche urgenti. Sono anni, ad esempio, che denunciamo lo stato di incuria ed i disservizi che caratterizzano la stazione ferroviaria di Albate Camerlata, una stazione internazionale dato che è capolinea delle corse S10 per Bellinzona ma sui cui convogli non possono essere acquistati titoli di viaggio validi in Canton Ticino. Inoltre si tratta di un’infrastruttura dove abbondano le barriere architettoniche».

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Trasporto pubblico: Formigoni si scopre collaborativo, a fasi alterne

Il presidente Formigoni riscopre a fasi alterne e fuori tempo massimo il desiderio di collaborare con le opposizioni, dispiace constatare che questo suo spirito conciliante si manifesti solo a parole e nei momenti di difficoltà, quando la norma è insulti e provocazioni. Fa specie che affermi di non aver visto avanzare uno straccio di idea dalle opposizioni visto che ad esempio il progetto di riforma del trasporto pubblico locale approvato all’unanimità dal Consiglio regionale, di cui lui si appropria esclusivamente il risultato, è il frutto di un lavoro condiviso della Commissione territorio che ha lavorato nel merito della materia stravolgendo il testo licenziato dalla Giunta. Diversamente da quanto sostiene Formigoni, l’approvazione unanime dell’articolato, corretto nei punti essenziali dagli emendamenti presentati dalle opposizioni, è la prova provata che il centrosinistra in aula sta bene attento al merito dei provvedimenti e quando li condivide non ha difficoltà né remore a sostenerli. Peccato che troppo spesso l’atteggiamento della maggioranza vada esattamente nella direzione opposta.”

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento