Archivi tag: terremoto

Terremoto, Braga: “Otto per mille ai beni danneggiati per ricostruire bellezza e comunità”

Terremoto“Da quest’anno e per 10 anni, tutti i cittadini italiani potranno contribuire concretamente al recupero dei preziosi beni culturali danneggiati dal sisma, indicando lo Stato come destinatario dell’8xMille nella propria dichiarazione dei redditi. Di tutte le risorse incamerate, l’intera quota statale destinata alla conservazione dei beni culturali sarà utilizzata esclusivamente per interventi di ricostruzione e restauro del patrimonio culturale nelle aree colpite”, lo fa sapere l’on.Chiara Braga, deputata del Pd e componente della Commissione Ambiente, territorio, lavori pubblici della Camera, commentando la misura dell’8 per Mille per i beni danneggiati dal sisma del Centro Italia.
“Una misura contenuta nel Decreto Terremoto approvato ad aprile dal Governo e di cui sono stata relatrice. Una norma voluta in particolare dal Ministro Franceschini e sostenuta senza indugio dal Pd in Parlamento.Il tema della ricostruzione e dell’economia turistica delle aree interne riveste infatti un’importanza particolare: un modo per restituire al mondo le bellezze culturali e artistiche che hanno reso le regioni del Centro Italia un patrimonio di tutti, ma anche per rafforzare il senso di comunità in quei territori, come ho avuto modo di constatare in queste settimane visitando l’Umbria e le Marche”, conclude Braga.

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , | Lascia un commento

Braga (Pd): ”Proseguono audizioni alla camera su dl terremoto”

36eaf868-6da5-4484-ada3-3f7376cc0e26“Prosegue anche oggi il ciclo di audizioni per valutare e migliorare le misure previste dal decreto terremoto varato dal governo Gentiloni e di cui sono relatrice per la VIII Commissione della Camera dei Deputati. Importante poi  quanto dichiarato in tale sede dal Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, sull’indispensabile lavoro di vigilanza diretta sugli appalti della Struttura di missione per il sisma del Centro Italia, necessaria per avere una ricostruzione rapida e trasparente e tenendo così lontano il malaffare. Quello che si prefigge il decreto in discussione in queste ore ha proprio lo scopo di velocizzare e semplificare le procedure, senza tuttavia ridurre gli obiettivi di massima legalità e apertura al mercato a concreto sostegno di quei territori”. Lo afferma Chiara Braga, deputata del PD e relatrice per la VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici del terzo decreto sisma che ha colpito il Centro Italia.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato | Lascia un commento

Chiara Braga, terremoto: “Scenario post-sisma impressiona ma Governo, Istituzioni locali e sistema Protezione Civile stanno dando il massimo. Ora avanti su ricostruzione”

Terremoto“Nelle aree del cratere sismico lo scenario di devastazione che si presenta ai nostri occhi è impressionante. Ma il Governo, Istituzioni locali,  sistema della Protezione Civile e volontari stanno dando il massimo: già dal momento della prima scossa e rappresentano l’orgoglio dell’Italia”. Lo afferma Chiara Braga, mentre partecipa alla missione della VIII Commissione Ambiente della Camera dei Deputati nelle zone colpite dal sisma del Centro Italia, tra cui i

Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Braga, terremoto: “Celerità, trasparenza e rigenerazione nel decreto post sisma”

Terremoto“Mantenuta oggi una promessa verso i terremotati. E’ stato approvato in tempo e all’unanimità il “Decreto Terremoto” che contiene misure urgenti per le popolazioni del Centro Italia colpite a più riprese da gravi eventi sismici. Il provvedimento riconosce il 100% dei contributi per la ricostruzione e la riparazione degli edifici privati – prime e seconde case – colpiti dalle scosse che dal 24 agosto hanno Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Braga, terremoto: “Bravi in tutta la ricostruzione, non solo nei giorni dell’emergenza”

Terremoto“Molto importante quanto sta emergendo dall’incontro promosso dalla Presidente Boldrini alla Camera con circa 600 sindaci riuniti nell’Aula di Montecitorio. Sono presenti, tra gli altri, i sindaci di Norcia, Amatrice, Ussita ovvero quelli delle zone colpite dal terremoto del Centro Italia. Dai loro interventi si apprende che non bisogna solo essere eccellenti nella gestione delle prime ore di emergenza, come ha fatto anche questa volta il Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem | Taggato , , , | Lascia un commento

Terremoto, Braga: “Imparare dalla tragedia e avviare azione straordinaria di prevenzione antisismica”.

“Di fronte alla catastrofe che ha colpito Amatrice, Pescara del Tronto, Accumoli occorre anzitutto stringersi attorno ai cittadini colpiti dai lutti e dalla devastazione delle proprie abitazioni e agli operatori che stanno lavorando nell’emergenza per salvare vite umane ed evitare altri pericoli. Voglio esprimere tutto il sostegno allo straordinario impegno del sistema dei soccorsi coordinato dalla Protezione civile, che ancora una volta ha dimostrato il suo straordinario valore”. Commenta Chiara Braga, deputata e responsabile nazionale Ambiente del Partito Democratico, seguendo sin dalle prime ore gli effetti del catastrofico terremoto che ha colpito la provincia di Rieti e Ascoli Piceno. “Non bisogna lasciare infatti nessuno da solo” – come ha già dichiarato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita ai territori distrutti dal terremoto di ieri notte. E’ poi necessario – prosegue Chiara Braga – oggi più che mai, visto anche il susseguirsi di forti eventi sismici con cadenza temporale sempre più ravvicinata, attuare un serio piano straordinario di prevenzione e consolidamento antisismico nell’intera Penisola. Un’occasione per proseguire nella direzione di  investimento in questo settore già intrapresa in questi anni dal Governo e una opportunità di lavoro per le nostre imprese, che già oggi posseggono tecnologie all’avanguardia nel campo della prevenzione dagli effetti dei terremoti. L’audizione del Sottosegretario De Vincenti – conclude Chiara Braga – prevista a Montecitorio presso la Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici il prossimo 1° settembre, ci darà lo stato dell’arte delle azioni assunte da Palazzo Chigi già a partire da queste ore per fronteggiare l’emergenza e le intenzioni del Governo per rafforzare ulteriormente le politiche di prevenzione antisismica”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , | Lascia un commento

Migranti, Braga e Guerra: “Bene l’individuazione area, non servono slogan ma serietà per gestire fenomeno migranti”

“L’individuazione dell’area ex Rizzo dove posizionare nelle prossime settimane i moduli temporanei per l’accoglienza dei migranti in città è la risposta più autorevole a chi anche oggi cerca di speculare qualche consenso su una questione che invece richiede impegno e serietà nel ricercare soluzioni adeguate. Il percorso che ha portato a questa soluzione è quello che avevamo condiviso la scorsa settimana negli incontri con Sindaco e Prefetto; il Governo, attraverso l’azione del Prefetto Corda, ha sempre assicurato la massima disponibilità anche nel valutare tutte le opzioni possibili, per individuare la soluzione migliore in ragione delle esigenze di tempo e di effettiva praticabilità. Quello che stiamo vivendo a Como è un frammento di una questione ben più ampia, che continueremo a seguire nell’interlocuzione con il Governo nazionale, a partire dalla questione dei minori non accompagnati. Per affrontare un problema così complesso non servono urla e slogan, ma serve proseguire nel lavoro serio che è stato compiuto fin qui dalle istituzioni, dalle forze di polizia ma anche dai tanti volontari e cittadini che dimostrano di avere a cuore il bene della nostra città e delle persone che fuggono dai proprio paesi di origini a causa di altra violenza” lo dichiarano i parlamentari comaschi del Partito Democratico, Chiara Braga e Mauro Guerra.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , | Lascia un commento

40° terremoto del Friuli, Braga: “Lezione di un Paese capace nella gestione delle emergenze”

ilmessaggeroveneto7maggio1976_2b“Ricorre oggi il triste 40esimo anniversario del terremoto che colpì il Friuli nel 1976. I morti furono quasi un migliaio e decine di migliaia gli sfollati. Ma se la vicenda del Belice del 1968 fu il sisma dell’improvvisazione e dell’incapacità statale,  quello del Friuli Venezia Giulia, con il motto “dove era e come era” fu il punto di riferimento per il sistema della Protezione civile italiana, come ha avuto modo di dire poco fa anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un modello di eccellenza, fondato sul ruolo fondamentale dei sindaci e delle comunità locali, sul contributo prezioso del volontariato. Lo stesso spirito ha animato la proposta di Legge sul riordino della Protezione Civile, approvata alla Camera e ora al Senato, che vuole rendere  più pronta e omogenea per cittadini, istituzioni e imprese la capacità di intervento nelle emergenze e soprattutto dà certezza di gestione anche nelle fase successive alle calamità. Mi auguro quindi che l’iter della proposta di riforma, anche nel ricordo del sisma friulano che ha avuto una ricostruzione eccellente, possa procedere spedito anche a Palazzo Madama”. Lo afferma Chiara Braga, deputata e Responsabile Ambiente del Partito Democratico, in occasione del 40esimo anniversario del terremoto che colpì il Friuli nel 1976.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Da Como in visita a Pegognaga per gettare “ponti” e dare aiuto

Un gruppo di 15 persone, tra sindaci e amministratori, della Federazione Provinciale di Como del PD, coordinati dal consigliere regionale Luca Gaffuri, hanno visitato nella giornata di ieri, mercoledì 1 agosto, il paese di Pegognaga, località mantovana colpita dal rovinoso sisma dello scorso mese di maggio. L’occasione è stata quella di verificare quanto non solo il ricordo del terremoto sia ben vivo in queta zona ma anche lo stato in cui versano edifici pubblici e realtà economiche. Momenti centrali della giornata sono stati gli incontri della delegazione con il sindaco di Pegognaga, Dimitri Melli, e la visita ad una cooperativa di agricoltori, specializzata nella produzione del Parmigiano Reggiano dove sono ancora evidenti i danni provocati dal sisma. Il basso mantovano è stata infatti una delle zone più duramente travagliate dal terremoto che verso la fine di maggio ha devastato buona parte della Pianura Padana. Oltre a tante abitazioni il terremoto ha colpito anche alcuni luoghi pubblici come il Municipio, lo storico teatro (il più importante della provincia di Mantova per la cui futura ricostruzione si sono già adoperati alcuni importanti attori italiani) ma anche una scuola elementare che dovrà essere completamente abbattuta in quanto le onde sismiche l’hanno divisa in tre parti. Il prossimo anno scolastico sarà vissuto da 400 bambini scuole ricavate da container. “Articoli di giornale e comunicati hanno contrassegnato il sisma come “emiliano” – ha sottolineato il consigliere regionale Luca Gaffuri -. Non è così. Nel mantovano c’è chi col terremoto ha bisogno di sostegno tanto quanto la popolazione del modenese” ricordando l’impegno dimostrato nel passato da Como e dal suo territorio a favore di popolazioni colpite da un sisma come fu per il Friuli nel 1976. L’obiettivo da parte delle amministratori comasche è ora quello di conoscere quali sono le necessità concrete di cui la realtà di Pegognaga, ma anche i paesi limitrofi, hanno bisogno. Una volta pronto questo elenco di progetti sarà inoltrato alle realtà comasche. “Questa è stata un’esperienza che ci ha permesso di conoscere, da un lato, la realtà di Pegognaga, dall’altro i danni provocati dal terremoto – sottolinea il sindaco di Olgiate Comasco, Rita Livio -. Danneggiamenti che non hanno colpito solo abitazioni, luoghi pubblici ma anche le coopertive agricole, principali realtà economiche del territorio, e le persone, ferite nei loro gesti di vita quotidiana. Con le autorità del posto abbiamo concordato di risentirci presto al fine di intraprendere quelle azioni che queste comunità ritengono prioritarie per un ritorno a quella vita che noi definiamo “normale”. Al termine del confronto con il primo cittadino di Pegognaga, Andrée Cesareo, consigliere comunale di Como, ha consegnato a nome di tutti i Giovani Democratici una somma raccolta a favore del paese mantovano: “Nel grande mare delle nostre necessità anche una piccola goccia come questa ci è molto utile” ha sottolineato Melli, ringraziando sentitamente i Giovani Democratici comaschi.

Il video della visita:

 

Nella foto: la consegna da parte di Andrée Cesareo della somma raccolta dai Giovani Democratici di Como a favore del paese colpito dal sisma

 

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Terremoto: approvata la legge sugli interventi urgenti a favore delle popolazioni colpite dal sisma

La Camera ha approvato, in prima lettura, la legge di conversione del Dl 74/2012 relativo agli interventi urgenti a favore delle popolazioni colpite dal sisma che lo scorso mese di maggio ha colpito l’Emilia Romagna, la provincia di Rovigo e anche la Lombardia nella Provincia di Mantova.

“È un primo passo importante, – commenta la deputata comasca Chiara Braga – che rende possibili interventi immediati a sostegno delle popolazioni sfollate e che affronta il tema centrale del riavvio delle attività produttive pesantemente colpite da questo terremoto, in un’area che produce poco meno del 2 per cento del PIL nazionale”.

“Le misure approvate – continua la democratica – vanno dalla sospensione degli adempimenti fiscali per le imprese, seppure soltanto fino al 30 novembre 2012, ma con un impegno del Governo ad estenderle fino al 2013 e alla concessione di contributi per la ripresa delle attività economiche e per evitare la delocalizzazione. Oltre all’esigenza di reperire ulteriori risorse rispetto ai 2,5 miliardi individuati da questo primo decreto, restano altre questioni aperte da affrontare: una su tutte la revisione dei vincoli del Patto di stabilità per le amministrazioni dei territori colpiti, come il Governo si è impegnato a fare con l’accoglimento di ordini del giorno del PD”.

Ricordando poi che i Presidenti delle Regioni sono stati nominati Commissari straordinari per la ricostruzione, la deputata ribadisce: “In questi giorni abbiamo purtroppo verificato la diversità di attenzione e tempestività con cui il Presidente della Regione Emilia Errani, e quello della Regione Lombardia Formigoni, hanno lavorato per migliorare questo decreto. Basti pensare al ritardo con cui Regione Lombardia ha redatto e trasmesso al Ministero l’elenco delle scuole inagibili o danneggiate e degli edifici culturali compromessi, a fronte della tempestività dell’Emilia Romagna, nonostante la sproporzione dell’estensione dei territori colpiti dal sisma”.

 

“A nulla – prosegue la Braga – valgono le polemiche del Presidente Formigoni sulla ripartizione dei fondi; a noi non interessa speculare su questa tragedia, ma ci auguriamo che nonostante i tanti guai della regione Lombardia si possa contare su un lavoro proficuo e attento a sostegno dei cittadini e delle imprese mantovane”.

“Resta sullo sfondo di questo decreto la questione ineludibile della prevenzione sismica nel nostro Paese,  ancora molto carente. In questa direzione vanno le proposte di un piano nazionale antisismico aggiornato alla nuova zonizzazione del territorio italiano e dell’estensione, rendendola strutturale,  della detrazione fiscale del 55% agli interventi di messa in sicurezza sismica degli edifici, come noi del Pd chiediamo di fare già nella discussione del decreto per la crescita in discussione alla Camera”.

 

“Questo provvedimento infine, seppur nella sua specificità, – conclude la giovane parlamentare – rappresenta una base di partenza utile ed importante per pensare finalmente ad una legge complessiva che affronti in un quadro stabile e certo le frequenti calamità (terremoti, frane, alluvioni) che purtroppo scuotono così frequentemente il nostro Paese. La sicurezza del territorio e degli insediamenti  deve diventare una priorità delle politiche di gestione del territorio. In questo senso vanno orientati i flussi di destinazione delle risorse, perché gli investimenti nella prevenzione sono il miglior modo per contenere i costi elevatissimi e sempre meno sostenibili necessari a fronteggiare l’emergenza”.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento