Archivi tag: tangenziale di Como

Tangenziale di Como si torna al primo progetto

pedemontana2--400x300A Villa del Grumello a Como si è tenuto il tavolo della competitività chiamato a discutere anche del futuro della tangenziale di Como. Tra i presenti anche l’architetto Regalia, ex amministratore di Pedemontana e consulente del comitato dell’autostrada Varese – Como – Lecco, il quale ha proposto il completamento della tangenziale utilizzando, per il secondo lotto, la soluzione della canna unica, come già successo per la superstrada Valcamonica – Edolo. In questo modo si dà senso alla tangenziale favorendone l’utilizzo anche attraverso la riduzione del costo del pedaggio. Altro aspetto sottolineato da Regalia è la riqualificazione della provinciale Novedratese. “Finalmente si ragiona tenendo conto della status quo del territorio – dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri -, e si parte per il secondo lotto da un progetto già delineato abbandonando così alternative che si riducono a semplici linee tracciate sulla carta. È inoltre necessario riqualificare la provinciale Novedratese quale collegamento naturale tra Varese, Como, Lecco e Bergamo – aggiunge – che al momento rappresenta davvero l’unico collegamento reale e funzionante tra l’est e l’ovest della provincia di Como”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento

Tangenziale Como, Gaffuri: “Pedemontana non riscuote i pedaggi dagli utenti del Conto targa”

TangenzialeDopo la pubblicazione dei dati di traffico forniti dalla società Pedemontana sulla tangenziale di Como e il numero insufficiente di utenti rispetto alle stime, il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri denuncia una stortura nel meccanismo di pagamento del pedaggio. “Ci sono arrivate diverse segnalazioni in questi mesi da numerosi utenti iscritti al Conto targa – dichiara – che a tutt’oggi non hanno ancora avuto addebiti da parte del sistema per i viaggi effettuati su Pedemontana e tangenziale di Como. Questo comporta un ammanco nei bilanci della società che non solo deve fare i conti con il numero esiguo di utenti rispetto alle attese ma non riscuote nemmeno il pedaggio. Questa è un’ulteriore dimostrazione del fatto che il pagamento del pedaggio non sta portando alcun beneficio ma al contrario allontana gli utenti, che preferiscono percorrere strade alternative, e la Società non si sta incamerando gli introiti previsti. Ci chiediamo, ancora una volta, se la società non debba rivedere tutta la questione”, conclude.

Pubblicato in Mobilità, Notizie da Como | Taggato , | Lascia un commento

Tangenziale Como, Gaffuri: “I dati di transito forniti da Pedemontana confermano poche auto e introiti bassi”

TangenzialeSu richiesta del consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, la società Pedemontana ha fornito i dati relativi al traffico sulla tangenziale di Como. Nel periodo che va dal primo al 19 gennaio sulla tratta Acquanegra – Villa Guardia sono transitati 27.779 veicoli mentre nel verso opposto 25.790. “Numeri insufficienti rispetto alle previsioni – commenta l’esponente del Pd – che rischiano di trasformarsi in una doppia beffa: i comaschi, costretti a pagare il pedaggio, trovano alternativa mentre la società, a fronte di introiti irrisori, rischia il fallimento. Se si fa un confronto generale con ottobre il risultato è impietoso: parliamo del transito attuale di quasi 2.819 auto al giorno rispetto ai 14mila di quanto il tratto era gratuito. Questi numeri pongono nuovamente il dubbio sulla sostenibilità del piano economico – finanziario della società e ci chiediamo ancora se non sia il caso di ripensare il sistema di tariffe e togliere il pedaggio della tangenziale di Como. La società Pedemontana Spa rinuncerebbe in tutto, secondo un’ipotesi fatta sui numeri a nostra disposizione, a soli 55mila euro al mese. L’alternativa è il serio rischio di fallimento”.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , | Lascia un commento

Pedemontana, Gaffuri: “Con la tangenziale a pagamento introiti molto bassi, la società può farne a meno”

TangenzialeTogliere il pedaggio della tangenziale di Como si può, perché la società Pedemontana Spa rinuncerebbe in tutto, secondo un’ipotesi fatta sui numeri a nostra disposizione, a soli 230mila euro annui. A sostenerlo è il Consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, intervenuto oggi pomeriggio in commissione territorio e mobilità del Consiglio regionale durante l’ennesima audizione in merito. Oggi il tema era la petizione popolare per il pedaggio gratuito, illustrata da Alberto Gaffuri, sindaco di Albese con Cassano, e Alberto Monti, vicesindaco di Lomazzo. In Aula era presente anche la società Pedemontana Spa con il direttore amministrativo Ivano Tonelli e il direttore tecnico Enrico Arini. Continua a leggere
Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento

Tangenziali di Como e Varese. Gaffuri: “Renderle gratuite è interesse anche della Regione”

La Regione non intende impegnarsi per togliere il pedaggio delle tangenziali di Como e Varese. La maggioranza di centrodestra ha infatti votato contro l’ordine del giorno del consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri che intendeva chiedere alla Regione un impegno nei confronti della società Autostrada Pedemontana Lombarda Spa, di concerto con CAL Spa, perché riformuli il piano finanziario dell’opera escludendo il pedaggio per le tangenziali. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento

Tangenziali Como e Varese, Lega sbaglia bersaglio. Le scelte sono in mano a Maroni

pedemontana2--400x300“Il piano finanziario di Pedemontana è condizionato dalle scelte di Regione Lombardia guidata dal leghista Roberto Maroni. Se il Cal, governato dagli uomini del presidente della Regione, presenterà un nuovo piano che prevede di non far pagare i pedaggi sulle tangenziali di Como e Varese, sono certo che il Governo farà la sua parte come, peraltro, ha sempre fatto su Pedemontana. La Lega, al posto di presentare emendamenti inefficaci, richiami Maroni alle sue responsabilità”. Lo dichiara il segretario e consigliere regionale del Pd Alessandro Alfieri in risposta al segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi in merito all’emendamento alla legge di stabilità che chiede al Governo di farsi carico degli oneri finanziari dei pedaggi delle tangenziali di Como e Varese.

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Tangenziale di Como: il secondo lotto sarà reintrodotto nella programmazione territoriale

pedemontana2--400x300Il Consiglio regionale ha chiesto alla Giunta di reinserire il secondo lotto della tangenziale di Como nel piano territoriale regionale. È quanto prevede un emendamento alla risoluzione relativa al documento di economia e finanza regionale condiviso da tutte le forze politiche e approvato a larga maggioranza (contrario il Movimento 5 Stelle). Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , | Lascia un commento

Tangenziale. Gaffuri: “La Regione reinserisca il secondo lotto nel Piano territoriale regionale”

pedemontana2--400x300La Regione reinserisca nel Piano territoriale regionale il secondo lotto della tangenziale di Como. Lo chiede il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, che oggi, martedì 24 novembre, presenterà in Consiglio regionale due emendamenti che vanno proprio in questa direzione. L’occasione sarà la discussione del documento di economia e finanza regionale (DEFR), e l’emendamento, tecnicamente, è alla relativa risoluzione: in pratica, se ci sarà, come auspica il Pd, un voto favorevole dell’Aula, spetterà alla Giunta reinserire nel Piano territoriale regionale il secondo lotto della tangenziale, e dovrà farlo entro la discussione del bilancio del prossimo triennio, ovvero entro Natale. La richiesta di Gaffuri è di ripristinare il progetto definitivo che la Concessioni Autostradali Lombarde e Autostrada Pedemontana Lombarda Spa avevano presentato nel 2009 in Regione o, in subordine, almeno il progetto preliminare del 2006. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Tangenziale di Como. Gaffuri: “Gli sconti non sono certo una soluzione soddisfacente”

pedemontana2--400x300«La soluzione non è soddisfacente», per Luca Gaffuri, consigliere regionale Pd e aderente al comitato “No-pedaggio”: «Non esistono tangenziali a pagamento in Italia e non esiste che l’unica sia la nostra. È necessario un tavolo di confronto tra Autostrade per l’Italia e Pedemontana per rimodulare le tariffe dei due gestori. Le infrastrutture devono essere al servizio dei cittadini». Il pagamento del pedaggio può avvenire con tre sistemi e l’unico che permetterà di avere la gratuità a novembre e lo sconto da dicembre è il “conto targa”. Si basa sul il sistema “free flow”, “a flusso libero”, senza i caselli ma con le telecamere installate sui portali di ogni svincolo. Permette di pagare solo la percorrenza effettiva, in linea con la direttiva Ue che prevede una tariffa chilometrica per le autostrade di nuova realizzazione. La targa viene letta e il pedaggio addebitato sul conto o sulla carta di credito. Le targhe non registrate vengono associate al proprietario in base alla banca dati della motorizzazione. Il proprietario ha tempo 15 giorni per pagare online o in alcuni punti individuati (in provincia il Punto Verde all’uscita di Mozzate lungo la tratta A, il distributore
Eni a Como in via Cecilio, il distributore Total Erg di Luisago), poi partirà un sollecito con spese aggiuntive. Infine, il Telepass viene rilevato dai portali e non dà diritto alle agevolazioni; per averle occorre sottoscrivere il “conto targa” segnalando il possesso del Telepass.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , | Lascia un commento

Pedemontana, il primo lotto della tangenziale di Como sarà inaugurato il 23 maggio. Pedaggio gratuito fino a fine anno

pedemontana2--400x300Il Consiglio regionale ha approvato a larga maggioranza, con il voto di astensione del Movimento 5 stelle, la mozione presentata dal consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, primo firmatario, e condivisa con i colleghi comaschi Daniela Maroni (Maroni Presidente), Dario Bianchi (Lega nord),Francesco Dotti (Fratelli d’Italia) e Alessandro Fermi (Forza Italia) relativa al futuro del primo lotto della tangenziale di Como. Con il dispositivo si chiedeva un impegno alla Giunta regionale affinché l’ apertura alla circolazione veicolare del tratto avvenga contestualmente al termine dei lavori di realizzazione di pedemontana, il cui completamento è previsto per luglio 2015. Inoltre per quanto concerne il pagamento di un eventuale pedaggio, così come ipotizzato dai giornali, si chiedeva che l’avvio dell’esercizio del primo lotto avvenisse in regime di gratuità per gli utenti durante un periodo analogo a quanto deciso nel caso del primo lotto della tangenziale di Varese. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato | 2 commenti