Archivi tag: siccità

Siccità, Braga: “Risorsa acqua sia centrale nel piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico”

acqua_1“Dal seguito dell’audizione del Ministro Galletti emerge ancora più palesemente la necessità di lavorare da subito per realizzare il Piano di Adattamento nazionale al cambiamenti climatico, per garantire una gestione efficiente della risorsa acqua, sempre più scarsa”. Lo afferma Chiara Braga, deputata comasca del Partito democratico e componente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati, a latere del seguito dell’audizione del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e dei rappresentanti di Utilitalia.
“Visto l’approssimarsi della scadenza naturale della legislatura – continua Braga –, mi auguro che nella legge di bilancio per il 2018 si possa trovare spazio per dare risposte adeguate anche al tema del corretto uso dell’acqua che contempli misure per la manutenzione degli acquedotti colabrodo assieme ad investimenti certi, specie nelle filiere agricole e industriali, in tecnologie che permettono un minore e un migliore utilizzo dell’acqua. E su questo punto anche le società di gestione devono fare la propria parte con responsabilità, in particolar modo sugli interventi di manutenzione ed efficientamento della rete. Infine, sulla governance delle Autorità di distretto, definita dal Collegato ambientale nel dicembre del 2015, serve accelerare per superare il ritardo accumulato e dare piena operatività ai soggetti e agli strumenti utili alla pianificazione e alla corretta programmazione delle risorse idriche”, conclude la deputata.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Siccità, Braga: “Questione nota da tempo: ora lavorare per adattamento alle prossime crisi idriche”

cementificazione1-1024x521“Quanto affermato dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, in audizione poco fa alla Camera, descrive un quadro fortemente critico rispetto alla situazione idrica del nostro Paese. Si pensi che a causa dell’assenza di precipitazioni, a partire dall’ultimo autunno, è mancato all’appello un volume d’acqua pari all’intero lago di Como, registrando un deficit di pioggia di 20 miliardi di metri cubi sull’intero territorio nazionale. Un allarme che, assieme ai colleghi Realacci e Borghi, avevo segnalato al Ministero sin dall’aprile scorso con l’interrogazione 5-11150 proprio al fine di scongiurare l’emergenza in atto”. Lo afferma Chiara Braga, deputata comasca del Partito democratico, presente all’audizione in Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici di Montecitorio.
“Ora  è prioritario non solo affrontare la crisi odierna, ma lavorare per dare concretizzazione al Piano di adattamento ai cambiamenti climatici, i cui scenari di previsione più seri paiono presentarsi prima del previsto, impegnandosi al tempo stesso in azioni di manutenzione contro gli acquedotti colabrodo, gli sprechi dei consumi industriali e agricoli, la prevenzione degli incendi, il mantenimento degli invasi e dell’equilibrio idrico dei laghi – conclude Braga –. Infine sulla governance delle Autorità di distretto, definita dal Collegato ambientale nel dicembre del 2015, serve accelerare per superare il ritardo accumulato e dare piena operatività ai soggetti e agli strumenti utili alla pianificazione e alla corretta programmazione delle risorse idriche”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Smog. Braga: “Bene impegno Governo su azione organica inquinamento e siccità”

smog“Bene la risposta data oggi dal Ministro Galletti al question time, alla Camera, sulla crisi idrica e problema smog che da mesi interessano il nostro Paese”. – Lo afferma Chiara Braga, deputata e responsabile nazionale ambiente del PD”.” Giusto affrontare organicamente e strutturalmente entrambe le questioni incentivando l’uso corretto dell’acqua, e non solo quella potabile, ma anche l’utilizzo per i consumi industriali e agricoli: intervenendo in primis sulle perdite di rete che sono ancora più del 30% grazie anche al lavoro degli osservatori di bacino proprio in attività da oggi. Per quanto riguarda lo smog – continua  Chiara Braga – la strada obbligata per affrontare questo tema passa sia da misure di emergenza sia dall’offerta di soluzioni infrastrutturali di intermodalità assieme a politiche organiche che possano dare una risposta, appunto, strutturale al problema. Necessario ora proseguire sulla strada dell’attuazione della Strategia Nazionale sull’Adattamento ai cambiamenti climatici e dare attuazione immediata alle norme prevista su trasporto e acqua dal Collegato Ambientale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , | Lascia un commento

Migliorare l’efficienza del consumo idrico in agricoltura non è più rinviabile”

Regione Lombardia attiverà precise azioni volte a promuovere e sviluppare progetti per l’efficientamento del consumo idrico in agricoltura, al fine di ridurre i costi, incrementare le produzioni e scongiurare il ripetersi in Lombardia dello stato di calamità verificatosi in questi mesi a causa della grave siccità. Questo è quanto prevede la mozione, presentata dal consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, votata all’unanimità martedì in Consiglio regionale.

“I dati parlano chiaro – spiega Gaffuri – nel 2050 il pianeta conterà 9 miliardi di abitanti e occorrerà aumentare del 70% la produzione agricola per sfamare l’umanità se non saremo in grado di intervenire con una cultura che promuova da un lato una corretta educazione alimentare e dall’altro l’innovazione tecnologica nel massimo rispetto della sostenibilità ambientale. A questo si deve aggiungere anche fenomeni legati ai cambiamenti climatici: solo nel 2012, fra mancati raccolti dovuti alla siccità e i maggiori costi di produzione, si sono registrati in Lombardia danni pari a circa 200 milioni di euro”.

Per il consigliere del Pd “il tema di Expo pone sul tavolo riflessioni importanti sui problemi connessi alla nutrizione, e quindi il fabbisogno alimentare nel mondo ed il sovra consumo di risorse. Ma ciò non basta. Secondo noi c’è bisogno di un nuovo protocollo di Milano, al pari di altri protocolli come kyoto e Rio, che sia un punto di riferimento nell’organizzazione di tutte le attività orientate alla sostenibilità alimentare. Sono necessari importanti cambiamenti strutturali – continua Gaffuri – in quanto scarsità idrica e la conseguente ridotta produttività dei campi coltivati sono solo alcuni degli effetti del sovra consumo di risorse. Con la mozione il Pd ha chiesto alla Giunta di mettere in pista progetti sperimentali su ambiti provinciali, che coinvolgano le associazioni di categoria e gli agricoltori, che incentivino e sviluppino maggiormente tecniche di irrigazione innovative finalizzate al risparmio idrico così da rendere meno dipendente la produzione agricola dai fenomeni atmosferici e renderla maggiormente produttiva e redditizia per le aziende di settore”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento