Archivi tag: riforma amministrativa

Accorpamento Province: il territorio resti unito

Un appello all’unità e alla compattezza del territorio arriva alla vigilia dell’audizione a Milano dalla deputata del Pd Chiara Braga. Appello che guarda alla Lega (che con i due deputati Molteni e Rivolta e il consigliere regionale Dario Bianchi che non hanno sottoscritto il documento del tavolo della competitività) e al commissario straordinario di Villa Saporiti, Leonardo Carioni (leghista pure lui) che aveva addirittura inviato all’Unione delle Province lombarde una lettera con la quale rivendicava l’autonomia di Como.

“E’ giusto il richiamo di Lucini – commenta Braga – per la salvaguardia del capoluogo perché è un’occasione storica che non ci possiamo far scappare soprattutto se ripensiamo alle Province intese come enti con un ruolo di coordinamento e di gestione del rapporto con altre centralità come Milano. Tenere separato Como e Lecco mi sembra una follia, dobbiamo creare una provincia forte Pedemontana con Como capoluogo”. E poi parla chiaro: “Questo obiettivo si potrà raggiungere solo se tutti lo sostengono non può essere che chi guida la Provincia (si riferisce a Carioni, ndr) proponga soluzioni irrealizzabili”. Braga dice che tutto si giocherà in Regione e in base alle decisioni , si deciderà poi come muoversi. “Monza – dice perentoriamente – deve capire che o torna tutta con Milano, come sarebbe più ragionevole oppure se vuole seguire la strada del distacco da Milano, non può non mettere nel conto di rinunciare al comune capoluogo. Per il sindaco, che tra l’altro è del Pd, non sarà facile. Ma dovrà essere così”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dalla Provincia | Taggato , , , , | Lascia un commento

Province: sbagliata la deroga per Isernia, Terni e Matera, la maggioranza ci ripensi

“La maggioranza ci ripensi, introdurre deroghe per tre piccole province sarebbe un grave errore”. Lo dichiara il capogruppo del PD in Regione Luca Gaffuri dopo la notizia dell’approvazione, oggi in commissione bilancio al Senato, di un emendamento presentato con firme di esponenti di PD e PDL che salverebbe le province di Isernia, Terni e Matera dalla chiusura.
“Noi – aggiunge Gaffuri – siamo pronti ad accettare la sfida della costruzione di un nuovo assetto degli enti territoriali valutando l’accorpamento di province con territori popolosi ed estesi, come sono quella di Como, di Varese e di Monza e Brianza. Ma non possiamo assistere ad accordi al ribasso per i quali ogni volta che si prende una decisione c’è sempre qualcuno che propone deroghe incomprensibili, con argomenti francamente risibili rispetto al passaggio epocale che stiamo affrontando. In Lombardia abbiamo province consistenti per territorio, numero di abitanti e di comuni, che non sono nemmeno comparabili alle tre che si vorrebbero salvare. Noi vorremmo parlare, pur con qualche perplessità sui criteri adottati, di una revisione degli enti territoriali che vada incontro alle linee guida della spending review per razionalizzare i costi e garantire servizi migliori ai cittadini, ma se comincia il gioco delle deroghe la discussione perde di senso”.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento