Archivi tag: Regione Lombardia

Casa, Gaffuri: “Maroni chiede più autonomia per le Aler, ma il centrodestra le gestisce in modo pessimo da vent’anni”

case aler“Davvero Maroni vuole chiedere maggiore autonomia allo Stato per gestire meglio le case Aler? Sono più di vent’anni che il centrodestra le gestisce e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ultimo esempio è il ritardo con cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, che doveva partire a gennaio scorso e ora si annuncia che sarà effettivo solo nel 2018. Peraltro, da quel che la Regione ha annunciato, non sembra rispondere alle esigenze dei cittadini lombardi”, lo dichiara Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, dopo le dichiarazioni del presidente lombardo a proposito delle novità introdotte da Regione Lombardia nella gestione delle case pubbliche.
“Il referendum consultivo è diventato una specie di paese dei balocchi. La verità dei numeri è che con i 50 milioni del referendum si potrebbe coprire quasi per intero il disavanzo annuo di una Aler grande quanto quella di Milano”, conclude Gaffuri.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nuovi treni, Gaffuri: “Basta parole al vento, i pendolari meritano di più”

757657-treno lomazzo“Abbiamo chiesto a Sorte di presentare una volta per tutte i contenuti, le risorse e le tempistiche del piano di investimento straordinario che aveva preannunciato lo scorso 17 febbraio, promettendo il rinnovo del parco circolante con 100 nuovi treni – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd dopo il question time discusso in Consiglio regionale sugli investimenti per il materiale rotabile della regione -. La risposta è stata chiara: non c’è nulla. Nessun piano concreto, nessuna tempistica o priorità, mentre le segnalazioni continuano ad arrivare numerose e i disservizi, i ritardi e i guasti sono all’ordine del giorno nella vita dei nostri pendolari”.
“Basta parole al vento – conclude Gaffuri –. I pendolari lombardi meritano un servizio migliore e una comunicazione più onesta e concreta”.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Potenziamento Como-Lecco, Gaffuri: “Basta con gli annunci”

Chiasso-stazione-1“Nonostante alcuni segnali positivi, quali l’introduzione di nuove corse e l’istituzione di un tavolo regionale per rilanciare l’infrastruttura, il bilancio degli ultimi tre mesi, tra ritardi e soppressioni, sembra un bollettino di guerra”, è così che il Gruppo regionale del Pd si è rivolto all’assessore regionale ai Trasporti Alessandro Sorte, per presentare una question time sulla direttrice ferroviaria Como-Molteno-Lecco. Nell’atto, si chiedeva, anche in vista del prossimo cambio di orario di giugno, quali iniziative abbia in programma la Regione per potenziare una delle peggiori linee lombarde.
“La risposta dell’assessore ci ha soddisfatto, ma solo parzialmente – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd  -: a breve, ci ha detto l’assessore, è previsto un miglioramento progressivo del materiale rotabile e sarà istituito un tavolo tecnico per approfondire i motivi del numero elevato di soppressioni e ritardi. Possibili interventi infrastrutturali finalizzati a migliorare la regolarità del servizio sono previsti, ma non sicuramente nell’immediato e in ogni caso sono subordinati al reperimento delle risorse necessarie. Con il cambio di giugno, inoltre, non sono previste variazioni di servizio, mentre con il cambio di dicembre sarà aggiunta una coppia di corse Como-Molteno a completamento del cadenzamento della mattina, come indicato nell’Accordo Quadro”.
Non tutte novità: “Abbiamo già sentito questo tipo di annunci e non sempre sono stati avvalorati dai fatti – commenta ancora Gaffuri -, ma prendiamo atto che la programmazione a breve termine di interventi di miglioramento del materiale rotabile è un elemento sicuramente importante, così come accogliamo positivamente la volontà di istituire un tavolo tecnico per approfondire i motivi del numero elevato di soppressioni delle corse su questa tratta”.
Il consigliere Pd si augura che ”siano trovate delle risposte adeguate e che tutte le promesse annunciate siano mantenute”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

“Maroni non faccia scaricabarile e tenga in vita il punto nascita di Gravedona”

gravedona“Maroni per l’ospedale di Gravedona si deve assumere le sue responsabilità. L’organizzazione della sanità è di competenza regionale, non faccia scaricabarile su Roma”. Così risponde il consigliere regionale del PD Luca Gaffuri risponde al presidente Maroni che accusa il Governo di aver imposto la chiusura dei punti nascita in Lombardia sotto la soglia di 500 parti. Gravedona, in particolare, sarebbe a rischio, in ballottaggio con l’ospedale di Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Gaffuri sul Protocollo di collaborazione sull’aria: “Primo passo, ma Regione doveva agire in modo più diretto”

smogPiù trasporto pubblico locale, maggiori incentivi per i filtri per i vecchi diesel e la sostituzione delle caldaie e adesione obbligatoria per tutti i Comuni. “I sindaci dell’Anci avrebbero voluto vedere anche questo nel Protocollo di collaborazione sull’aria che hanno firmato questa mattina con Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Arpa”, commenta Luca Gaffuri, Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem | Taggato , , , , | Lascia un commento

Carta Sconto Benzina, Gaffuri: “La Regione si adoperi perché a Como siano mandate solo carte compatibili”

Incontro positivo in Consiglio regionale sulla carta sconto benzina, con il presidente di Lombardia Informatica Davide Rovera. È questo il giudizio del consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, che ha avuto modo di porre domande tecniche sul problema del malfunzionamento della carta nazionale dei servizi nei pos de benzinai.

“Abbiamo avuto rassicurazioni – spiega Gaffuri – sul fatto che ci si sta lavorando e che si stanno seguendo più strade. Nel frattempo l’invito, per chi non lo avesse già fatto, è di tenere la vecchia carta regionale, perché Lombardia Informatica ne sta valutando la riattivazione per il servizio specifico della Carta sconto. Intanto, però, c’è un altro fatto, ed è che le carte che non funzionano sono quelle prodotte da uno dei due fornitori, dotate di un chip a taratura più precisa e che perciò mostra problemi di comunicazione con i lettori Pos utilizzati per la gestione dello sconto regionale. Abbiamo chiesto alla Regione di concordare con il Ministero dell’Economia che nelle province interessate arrivino le carte prodotte dall’altro fornitore, che già in precedenza produceva le carte nazionali senza che si registrassero problematiche con lo sconto benzina. In questo modo, si può evitare che il problema si espanda a macchia d’olio. I tecnici della società che ha fornito i Pos ai distributori di benzina stanno intanto cercando di trovare una soluzione tecnica che valga per tutte le nuove carte e ci auguriamo che la possano trovare in tempi rapidi.”

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Click day, Gaffuri: “Mea culpa della Giunta,si cambierà procedura valutativa dei bandi. Ulteriori 8 milioni per i piccoli comuni”

Regione Lombardia darà seguito alla richiesta del Consiglio regionale provvedendo alla semplificazione delle procedure di accesso ai bandi regionali superando il sistema del click day. Lo ha annunciato l’assessore regionale Terzi rispondendo ad un’interrogazione presentata dal consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri a seguito dei problemi riscontrati il primo marzo scorso per l’accesso al bando riservato ai Comuni inferiori ai 1000 abitanti per interventi di risparmio energetico degli edifici comunali. “Apprezziamo il mea culpa della Giunta – dichiara Gaffuri – più volte avevamo denunciato il mal funzionamento del sistema del click day e la decisione di cambiare le procedure valutative dei bandi regionali è una segnale positivo che va nella direzione che chiedevamo. Per quanto riguarda il caso specifico della gara rivolta ai piccoli comuni per interventi di risparmio energetico la Regione ha dichiarato che finanzierà con ulteriori 8 milioni il bando così da rispondere a parte alle domande rimaste inevase”.  

Il consigliere Gaffuri, pur apprezzando il passo in avanti della Giunta, sottolinea comunque che rimane valida l’interpellanza con risposta scritta che chiede chiarimenti sulle motivazioni del diniego ai singoli comuni che hanno presentato domanda al bando.
Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Consiglio regionale boccia la mozione di sfiducia a Maroni

“Il centrodestra in Regione è condannato a una lenta agonia, ad andare avanti nonostante le sei inchieste e il sostanziale fallimento nell’impegno a fare pulizia. È condannato perché sa che i lombardi hanno capito che le ramazze erano solo ornamentali e che i rapporti scorretti tra la sanità, la politica ed operatori economici sono rimasti intatti. La nostra mozione è stata bocciata, ma i problemi che abbiamo indicato, a partire dai controlli fatti e poi ignorati e dalla conferma dei manager già coinvolti nelle inchieste, sono ancora tutti sul tavolo e in questo modo nuovi scandali non tarderanno a venire. Maroni si vuole ricandidare nel 2018? È pura arroganza, comunque saranno i cittadini a decidere.”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri dopo la bocciatura, oggi in Consiglio regionale della Lombardia, della mozione di sfiducia a Maroni depositata dalle opposizioni.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Regione Lombardia: PD e Patto Civico depositano la mozione di sfiducia a Maroni. In Aula il primo marzo

palazzo_lombardiaÈ stata depositata la mozione di sfiducia a Maroni annunciata ieri da Pd e Patto Civico. In calce le firme di tutti e 21 gli esponenti dei due gruppi. Il testo della mozione insiste sul tradimento della promessa della presidenza Maroni di interrompere la catena di scandali che aveva portato alla fine traumatica della scorsa legislatura. Questa volta, oltretutto, il tradimento dell’istituzione è avvenuto ad opera di un uomo di totale fiducia di Maroni, vicesegretario della Lega Lombarda, estensore materiale della riforma sanitaria. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Chiuso lo STER di Como. Gaffuri: “Maroni ha combinato un matrimonio con Varese”

STERMaroni ha deciso, gli Ster, le sedi territoriali della Regione, verranno chiusi e al loro posto si istituiranno otto “Uffici territoriali regionali” che aggregheranno più province. Si tratta di una decisione assunta in via sperimentale contenuta nel primo provvedimento organizzativo del 2016, approvato ieri dalla Giunta regionale. La riorganizzazione è fatta in vista del completo superamento delle Province che avverrà con l’approvazione della Riforma della Costituzione. L’assetto prefigurato nella delibera ricalca la proposta avanzata la scorsa settimana da Maroni di istituire in Lombardia otto cantoni. Saranno quindi cancellati gli Ster di Como e Varese anche se non è chiaro in quale delle due città avrà sede il nuovo UTR dell’Insubria. Se fosse seguito lo stesso criterio delle ATS sarà a Varese. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento