Archivi tag: Parlamento

Sedici mesi alla Camera: le proposte del PD diventano fatti concreti

Parlamento_070928_aSono passati sedici mesi dall’inizio della XVII legislatura e, come di consueto, abbiamo ritenuto utile riepilogare e riordinare i dati principali dell’attività – sia legislativa, sia di indirizzo e di controllo – riguardanti tanto l’Assemblea nel suo complesso, quanto il lavoro svolto dal nostro gruppo parlamentare. Un gruppo numeroso, tra i più importanti della storia repubblicana, di cui diamo conto in tutte le sue articolazioni, tra Commissioni permanenti, bicamerali, d’inchiesta e Giunte. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Discussa alla Camera mozione in materia dismissione patrimonio immobiliare enti previdenziali

Parlamento_070928_aAlla Camera si è discussa la mozione a prima firma Morassut e sottoscritta anche dalla deputata comasca Chiara Braga, in materia di dismissione del patrimonio immobiliare degli enti previdenziali. “Parliamo quindi di casa, – ha ribadito la parlamentare Comasca nel suo intervento in Aula – un bene di primaria importanza per i cittadini, che oggi non è un eccesso definire una vera e propria emergenza abitativa nel nostro Paese. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Delega fiscale, via libera della Camera al disegno di legge

Parlamento_070928_aDopo sole due settimane di esame in Commissione Finanze, la Camera ha approvato il testo unificato delle proposte di legge Causi ed altri; Zanetti; Capezzone ed altri e Migliore ed altri, concernente delega al Governo recante disposizioni per unsistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita (C. 282-950-1122-1339-A). Il provvedimento che passa ora in seconda lettura all’esame del Senato, ripropone di fatto l’impianto di revisione del sistema fiscale iniziato e subito naufragato dal governo Monti. Qui sotto una sintesi delleprincipali novità introdotte dal provvedimento. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Dalla Camera un riassunto di questi primi giorni di lavoro

In questi primi giorni di avvio di Legislatura sono stati giorni complicati e proprio in queste ore siamo in attesa di conoscere le decisioni del Presidente Napolitano, per capire quale sarà il percorso che ci attende da qui in avanti. Credo che sarà utile tornare a discuterne appena il quadro sarà meglio definito e per me, come sempre, sarà importante confrontarmi con voi su un passaggio così delicato per il ruolo istituzionale che sono attualmente chiamata a ricoprire, per il nostro Partito e soprattutto per il Paese. Continua a leggere
Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Un inizio di legislatura complicato

The video cannot be shown at the moment. Please try again later.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Primo giorno per il nuovo Parlamento

Oggi primo giorno nel nuovo Parlamento per i rappresentanti del PD eletti nel comasco alla Camera dei Deputati, Chiara Braga e Mauro Guerra. Si tratta comunque di un ritorno in quanto vantano già esperienze alle spalle. “E’ un inizio di legislatura con molte incognite – commenta Chiara Braga – e sono ore molto complicate. Ciascuno di noi sta lavorando per provare ad interpretare al meglio questo passaggio e trovare le condizioni per una legislatura che consenta  di fare le cose fondamentali che ci chiede il Paese e, una su tutte, è la risposta alle necessità delle imprese. Dobbiamo avere tutti la consapevolezza che dalle nostre scelte dipende la responsabilità di dare delle risposte concrete”. “Le mie parole e le mie azioni – commenta Mauro Guerra – vanno all’appello lanciato dall’ANCI al Governo in carica e a quello che verrà. Mi riferisco all’assoluta necessità di sbloccare i pagamenti della P.A., ovvero i 9 miliardi che i Comuni hanno in cassa, ma che non possono pagare per via del patto di stabilità. La situazione è drammatica con le imprese che chiudono. La prima cosa di cui mi voglio occupare e mi sto occupando è proprio questa. Ci si confronta su tante cose ma questa urgenza sociale va affrontata subito. Ci sono le condizioni per un decreto legge e tutte le forze politiche devono garantirne l’appoggio perché non si può più continuare oltre”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Convocato Parlamento, prima seduta il 15

La Camera e il Senato sono stati convocati per la prima seduta della XVII legislatura venerdì 15, rispettivamente alle 10.30 e alle 11. All’odg figura: la costituzione dell’Ufficio provvisorio di Presidenza, della Giunta delle elezioni provvisoria e la proclamazione degli eletti; l’elezione del Presidente che avrà luogo per scrutinio segreto. La Camera sarà presieduta da Antonio Leone mentre il Senato da Emilio Colombo.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

Primarie per il Parlamento: la rivoluzione del PD

Il segno che l’Italia cambia. Tutto quello che c’è da sapere sulle primarie dei parlamentari Pd: il regolamento ed i modelli per la raccolta delle firme.

Regolamento candidature primarie parlamentari elezioni 2013

modulo sottoscriz firme parlamentari

modulo sottoscriz firme parlamentari (formato A3)

Altre informazioni sul sito:

http://www.primarieparlamentaripd.it/

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Approvata la Legge di Stabilità alla Camera

Con 372 sì, 73 contrari e 16 astenuti, la Camera ha approvato la legge di Stabilità. Il provvedimento, sul quale il Governo ha posto tre fiducie, passa ora per l’approvazione finale al Senato.  

“Noi voteremo a favore della legge di stabilità, una legge che approviamo ad un anno esatto dalla nascita del Governo Monti e a pochi mesi dalla conclusione della legislatura”. Questa la dichiarazione di voto del capogruppo del PD alla Camera, Dario Franceschini.Noi sappiamo che – sottolinea Franceschini nel suo intervento finale – ogni norma, ogni proposta emendativa, ogni virgola di qualsiasi provvedimento è stata proposta dal Governo, nei decreti-legge, e approvata qui e al Senato attraverso una mediazione tra i gruppi; quasi mai siamo arrivati ad uno scontro sui voti, sempre nella ricerca di un miglioramento per il Partito Democratico, sempre cercando di correggere e di migliorare ogni vostra proposta nel senso dell’equità e della giustizia sociale. Lo abbiamo fatto dall’inizio, sul «salva Italia», salvando l’indicizzazione delle pensioni, difendendo l’articolo 18 sul mercato del lavoro, sulla spending review, e così abbiamo fatto su questa legge di stabilità.

“Abbiamo detto che non andava bene, che andava cambiata e che andava migliorata. Certo, ci sono cose da cambiare al Senato, cito soltanto la non autosufficienza, i malati di SLA, ma è soprattutto il Patto di stabilità interno che va cambiato. Vogliamo dirlo: noi stiamo, senza esitazione, a fianco dei sindaci italiani. Abbiamo migliorato il testo in moltissimi punti e, come avevamo detto, senza toccare i saldi di bilancio. Abbiamo evitato l’aumento dell’IVA su i beni di prima necessità, che avrebbe colpito la povera gente. Abbiamo evitato il taglio dell’IRPEF anche sui redditi alti e altissimi. Abbiamo abolito la franchigia di 250 euro sulle spese deducibili, comprese quelle sanitarie, e il tetto di 3 mila euro, compresi i mutui. Abbiamo reintrodotto l’esenzione IRPEF sulle pensioni di guerra, c’è da fare adesso quella sulla reversibilità. Abbiamo incrementato le detrazioni per i figli a carico da 150 a 500 euro in più. Abbiamo ridotto l’IRAP attraverso le deduzioni e effettuato molti interventi sociali: rifinanziato il fondo per le politiche sociali di 300 milioni di euro; aumentato il fondo per la non autosufficienza, compresi i malati di SLA; stanziati 50 milioni di euro per le borse di studio; salvaguardati altri 10 mila esodati, e proseguiremo; abrogato l’aumento delle ventiquattr’ore ai docenti della scuola, un’altra botta sbagliata al modo della scuola che avrebbe portato a meno qualità dell’insegnamento e a trasformare 50 mila precari in altrettanti disoccupati. Abbiamo rifinanziato la cooperazione internazionale, riaperto il turnover delle Forze armate e delle forze dell’ordine, aumentato il fondo di produttività, evitato l’aumento dell’IVA alle cooperative sociali e il taglio ai patronati sindacali. E poi, all’ultimo momento, abbiamo stanziato i primi – solo i primi – 300 milioni di euro per le calamità naturali, compresa la Toscana. Altro che assalto alla diligenza, io penso che la Camera, tutta la Camera, debba essere orgogliosa del lavoro che è stato fatto sulla legge di stabilità”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

La riforma del mercato del lavoro è legge

La riforma del mercato del lavoro è legge. Dopo il consenso già ottenuto in Senato, la Camera ha approvato la riforma con 393 sì, 74 no e 46 astenuti.  L’aula di Montecitorio ha votato la quarta e ultima fiducia chiesta dall’esecutivo. Il premier Monti aveva raccomandato di approvare la riforma prima del vertice Europeo fissato per oggi 28 giugno e domani, per dimostrare ai partner internazionali che l’Italia è in grado di attuare riforme strutturali, condizione necessaria per chiedere agli altri Paesi europei, soprattutto alla Germania, più impegno per crescita e sviluppo. Soddisfatto Monti: “Ho apprezzato lo sforzo rilevante che il Parlamento ha fatto per approvare definitivamente la riforma di oggi – ha detto – proprio per presentare l’Italia in modo migliore in questo e importante e difficile vertice europeo a Bruxelles”. 

In allegato le schede su cosa cambia la nuova legge di riforma del Lavoro elaborate da Corriere e Repubblica

560_Riforma Lavoro Cosa cambia – Corriere e Repubblica – schede

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento