Archivi tag: Parlamento

#iononrinvio: firmiamo tutti la petizione per il diritto alla salute dei bambini

vacciniSui vaccini la scienza e la medicina indicano con chiarezza la direzione di marcia da seguire, al di là delle posizioni politiche di parte, per garantire sempre meglio la difesa della salute di tutti i bambini, anche di quelli immunodepressi che non possono vaccinarsi, e sconfiggere malattie gravi e mortali. I risultati della legge varata dal governo Gentiloni già si vedono e sono di segno positivo.
Ecco perché il Partito democratico aderisce all’appello “Io Vaccino” delle mamme dei bambini trapiantati e quindi, come conseguenza alla somministrazione dei farmaci post-trapianto, immunosoppressi: la petizione popolare si chiama “#iononrinvio. Vaccini: il diritto alla salute dei bambini non si rinvia”.
È necessario, per questo, dare la più ampia visibilità a questo link https://www.partitodemocratico.it/welfare/vaccini-il-diritto-alla-salute-dei-bambini-non-si-rinvia-firma-la-petizione/
È inaccettabile che oggi chi governa lasci spazio alla disinformazione antiscientifica giocando con la salute dei cittadini e dei bambini in particolare. È inaccettabile l’approssimazione con cui si giustificano scelte pericolose per la salute di tutti. Non si combatte la scienza, si combattono le malattie. Il diritto alla salute dei bambini non si rinvia. Si chiede ai deputati e ai senatori di non dividersi su un tema come questo e, qualunque sia il loro orientamento politico, di tutelare la salute dei nostri figli: il diritto alla salute dei bambini non si rinvia.
Il testo che viene sottoposto ai parlamentari è questo: “Deputati e Senatori, vi chiediamo di retrocedere dalla recente decisione presa dal Parlamento di rinviare l’attuazione della normativa sull’obbligo vaccinale, varata solo un anno fa. È una scelta che riteniamo grave e inaccettabile. Per i nostri cari e per tutti i bambini che vivono in Italia. Il nostro paese ha bisogno di invertire una pericolosa tendenza che ha fatto registrare negli anni un significativo calo delle coperture vaccinali”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Economia circolare, Braga: “Ok al pacchetto. Rappresenta l’Europa migliore che guarda al futuro”.

economiacircolare“L’approvazione delle 4 direttive sull’economia circolare a Strasburgo rappresenta un traguardo importante  e insieme un punto di partenza per una sfida impegnativa verso un modello di sviluppo più sostenibile. In tutta l’Unione i rifiuti non saranno più considerati solo come un problema ma come  risorsa. L’innalzamento dei target di riciclaggio dei rifiuti urbani e da imballaggio, l’inserimento di un limite di conferimento massimo in discarica pari al 10 per cento, l’estensione degli obblighi di raccolta separata ai rifiuti organici, tessili e domestici pericolosi sono le principali novità di questo pacchetto”.  Dichiara l’on. Chiara Braga, deputata comasca del Partito Democratico, commentando l’approvazione da parte del Parlamento Europeo del pacchetto di direttive sull’economia circolare. “L’economia circolare – conclude Chiara Braga – rappresenta una delle grandi sfide del nostro tempo ed è bene che l’Europa abbia scelto di giocare un ruolo di primo piano nello scenario internazionale su questi temi. La palla ora passerà agli Stati membri, chiamati a recepire le nuove Direttive nei propri ordinamenti; lo potremo fare in modo efficace solo costruendo una forte capacità di collaborazione tra i diversi soggetti portatori di interessi: istituzioni, imprese, associazioni e i cittadini. Un lavoro importante, che chiamerà in causa Parlamento e Governo pere cogliere appieno le opportunità che le nuove Direttive offrono anche al nostro Paese”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Notizie dall'Europa | Taggato , , , , | Lascia un commento

Parlamento, Braga: “Centrodestra e M5s impegnati a spartirsi le poltrone. Pd pronto a lavorare da subito in Commissione Speciale”

Camera-Deputati“Quello a cui abbiamo assistito è il consueto teatrino ripetutosi in queste settimane: la spartizione dei posti di potere all’interno degli organismi parlamentari, in spregio a ogni prassi istituzionale. Cosa che al centrodestra e al Movimento Cinque Stelle riesce anche male, visto che al neo presidente Molteni sono mancati 4 voti dei 31 disponibili per la sua elezione. Il Pd è pronto a lavorare nelle prossime settimane sul Def e ad esaminare i provvedimenti varati dal Governo, sui quali il Parlamento non si è ancora pronunciato. Lavoreremo sui contenuti e sul merito delle questioni, ma quel che si è verificato è un ulteriore pessimo segnale del modo in cui M5s e Centrodestra intendono impostare il lavoro istituzionale”. Così commenta la prima seduta della Commissione speciale per l’esame degli atti del governo, Chiara Braga, deputata comasca, indicata come componente della stessa commissione dal Partito democratico a Montecitorio.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , | Lascia un commento

Protezione civile, Braga: “Via libera dal Consiglio dei Ministri al decreto attuativo sulla riforma. Più sostegno a territori colpiti da calamità”

Protezione_Civile“L’anno si chiude con questo risultato importante per tutto il sistema della Protezione civile italiano; l’approvazione definitiva da parte del Consiglio dei Ministri del decreto attuativo di riforma della Protezione civile  è il completamento di un impegno che abbiamo portato avanti con grande convinzione in questi anni, a partire dalla legge delega approvata dal Parlamento” lo dichiara la deputata del Pd  Chiara Braga, prima firmataria della legge di riordino della Protezione civile.
“Abbiamo voluto dare alla Protezione civile strumenti e condizioni più efficaci di operatività e un quadro normativo più chiaro e stabile, che stabilisca ruoli, responsabilità e modalità di intervento non solo nell’emergenza determinata dalle calamità ma in tutto il ciclo di azione della Protezione civile, nelle fasi della prevenzione e della ripresa delle normali condizioni di vita nei territori. Il nostro obiettivo è stato fin dall’inizio quello di sostenere le comunità colpite da calamità e proteggere quelle soggette a rischio, attraverso un ulteriore efficientamento della macchina operativa del soccorso e della prevenzione che tutti gli altri Paesi ci invidiano. Vogliamo idealmente dedicare questo importante risultato a tutti gli operatori della Protezione civile, dai vertici che si sono succeduti in questi anni ai singoli volontari che ogni giorno danno il loro contributo prezioso in ogni angolo d’Italia, confermando la riconoscenza nostra e di tutto il Partito democratico per il lavoro che anche quest’anno hanno svolto nelle tante calamità che hanno colpito il nostro Paese e per la loro straordinaria testimonianza di impegno e passione civile”, spiega Braga.

Pubblicato in Notizie dal Parlamento, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Chiara Braga nuovo presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle ecomafie

chiara bragaCongratulazioni alla nostra parlamentare Chiara Braga per il prestigioso traguardo raggiunto: l’on. Braga è stata, infatti, eletta presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle ecomafie con il voto della maggioranza assoluta dei parlamentari che la compongono.
Come ha detto lei stessa, ora continuerà a occuparsi di ambiente e a difendere la legalità in un ruolo di maggiore responsabilità e a pensare che per essere al servizio dei cittadini sono necessarie concretezza, competenza e rettitudine, ma ci vuole anche passione. Tutte qualità che la nostra parlamentare ha.
In quest’ultima parte della legislatura, a Chiara Braga toccherà proseguire nella fase delicata di chiusura di molte rilevanti inchieste, dando continuità al lavoro del predecessore, Alessandro Bratti, assieme a colleghi deputati e senatori che svolgono la loro funzione con competenza.
Auguri per l’importante impegno da tutto il Pd della provincia di Como.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Mine antiuomo, Guerra: “La Camera approva la legge che contrasta il finanziamento delle imprese produttrici”

mine antiuomo“Alla Camera abbiamo approvato, definitivamente e all’unanimità, la proposta di legge che contiene misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo”, lo annuncia l’on. Mauro Guerra, parlamentare del Pd.
“Il provvedimento si inserisce nell’ambito di una serie di convenzioni internazionali, in particolare: la Convenzione di Ottawa, firmata da 127 Paesi nel dicembre 1997 e ratificata dall’Italia con la legge del n.106 del 1999 e la Convenzione di Oslo sulle munizioni a grappolo, o cluster munition, adottata a Dublino il 30 maggio 2008, e ratificata dall’Italia con la legge n.95 del 2011”.
Guerra conclude: “Il nostro Paese partecipa attivamente all’applicazione di queste Convenzioni e, tra l’altro, ha istituito il Fondo per lo sminamento umanitario in modo da realizzare programmi integrati relativi allo sminamento”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , | Lascia un commento

Piccoli comuni, Guerra: “Novità che tutelano la vera forza del nostro Paese”

piccoli comuni“Il Senato ha approvato in via definitiva la legge che tutela e valorizza i piccoli comuni vera forza del nostro Paese. Una legge per la riqualificazione e il sostegno dei Comuni con meno di 5.000 abitanti (o derivanti dalla fusione di 2 o più Comuni ciascuno dei quali con meno di 5.000 abitanti). Si tratta di un provvedimento che interessa 5.585 comuni che costituiscono il 57% del territorio nazionale, in cui vivono 10 milioni di cittadini ed operano oltre 400mila aziende agroalimentari. È il territorio della green economy e anche del Made in Italy”, spiega l’on. Mauro Guerra, parlamentare del Pd.
Ecco le principali norme previste dal provvedimento: viene istituito un Fondo per lo sviluppo strutturale, economico e sociale dei piccoli comuni, con una dotazione di 100 milioni: 10 milioni per l’anno 2017 e 15 milioni di euro l’anno dal 2018 al 2023. Il governo dovrà varare un Piano per la riqualificazione dei piccoli comuni finalizzato alla manutenzione del territorio, alla messa in sicurezza delle strade e degli edifici pubblici (tra cui le scuole), all’efficienza energica e alla promozione delle energie rinnovabili, all’acquisizione e alla riqualificazione di terreni ed edifici in stato di abbandono, alla ristrutturazione dei centri storici, al miglioramento dei trasporti; i piccoli comuni potranno individuare all’interno dei centri storici zone di particolare pregio in cui realizzare interventi pubblico-privati di riqualificazione e contro lo spopolamento, anche con la conversione in alberghi diffusi. Potranno inoltre acquisire terreni, immobili e case cantoniere abbandonati e promuovere la realizzazione di centri multiservizi per rendere più agevole agli abitanti l’accesso ai servizi postali, al pagamento dei tributi, ai trasporti e garantire la promozione turistica; le amministrazioni potranno lavorare per accedere alla banda ultra-larga, rientrando nelle aree cosiddette ‘a fallimento di mercato’ e promuovere l’artigianato digitale; i piccoli comuni potranno promuovere mercati locali per i prodotti agroalimentari della filiera corta; è inoltre previsto un piano per l’istruzione destinato alle aree rurali e montane, per la messa in rete delle scuole e la progressiva informatizzazione dei servizi.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Ambiente, Braga: “In Commissione auditi Protezione civile e Ilva, due impegni del Pd in questa legislatura”

Protezione_Civile“Sono stati auditi, in Commissione Ambiente di Montecitorio, il capo Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e i commissari straordinari del Gruppo Ilva di Taranto. Due questioni importanti di cui il Pd si è occupato lungamente in questa legislatura e che dimostrano tutto il nostro impegno per la cura del nostro territorio, la salute dei cittadini e lo sviluppo del Paese nel rispetto dell’ambiente”. Lo afferma l’on. Chiara Braga, deputata comasca del Pd e prima firmataria della legge delega al Governo per il riordino del Sistema nazionale di Protezione civile.“Personalmente, oltre ad aver seguito i vari provvedimenti sull’Ilva, ho proposto e seguito in Parlamento l’iter della legge delega sul riordino della Protezione civile approvata a febbraio di quest’anno. Oggi sono in fase di scrittura i decreti attuativi da parte del Governo: siamo di fronte a un passaggio decisivo per cogliere la sfida di rafforzare ulteriormente il sistema della Protezione civile che in questi anni ha dovuto gestire ripetute calamità, fornendo strumenti e modalità di organizzazione ancora più efficaci per rispondere alle aspettative di cittadini, istituzioni e imprese davanti a quella che è una priorità e un’opportunità nazionale: quella della cura dal dissesto idrogeologico”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Ecomafia, Braga: “Combattere ecoreati fa bene all’ambiente e all’economia del Paese”

Ecomafia“I dati del rapporto Ecomafia 2017, presentato da Legambiente a Montecitorio, dimostrano che la lotta al crimine ambientale produce effetti positivi, con una diminuzione dei comportamenti illegali ed una migliore repressione degli stessi. Grazie proprio alla legge sugli ecoreati, fortemente voluta e sostenuta in Parlamento dal Partito Democratico che progressivamente sta dispiegando i suoi effetti di prevenzione e di restituzione dell’integrità del bene ambientale”. Lo afferma Chiara Braga, deputata del Pd e componente della VIII Commissione Ambiente della Camera dei Deputati e della Commissione di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati.
“Non bisogna però abbassare la guardia nel perseguire reati e comportamenti che concorrono a minacciare il nostro ambiente, l’economia legale e virtuosa e la nostra salute. Serve soprattutto proseguire nell’attuazione di altre leggi approvate in questa legislatura, tra tutte quella sul Sistema nazionale di protezione ambientale, per rafforzare soprattutto il ruolo di controllo delle agenzie. Chiediamo quindi al Ministero dell’Ambiente, che è chiamato ad emanare i decreti attuativi, un forte e rapido impegno in questo senso, per rispettare i tempi e soprattutto le aspettative di un sistema che deve essere nelle condizioni di poter operare in modo efficace”, conclude la Braga.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Frontalieri, Braga e Guerra: “Accolto odg su prestazioni previdenziali percepite dai lavoratori frontalieri italiani in Svizzera”

frontalieriAccolto dal Governo, alla Camera, un ordine del giorno presentato dai deputati comaschi del Partito Democratico Chiara Braga e Mauro Guerra, che indirizza verso un ulteriore chiarimento riguardo alle disposizioni previdenziali erogate ai lavorati italiani transfrontalieri in Svizzera.
“Con questo ordine del giorno, che di fatto – spiega Mauro Guerra –  si somma a quanto approvato qualche giorno fa in Commissione Bilancio alla Camera con un emendamento a mia prima firma al decreto-legge 50/2017, la cosiddetta ‘manovrina’, abbiamo impegnato il Governo ad equiparare anche le rendite erogate dagli Istituti Assicurativi Svizzeri per prestazioni di invalidità e malattia professionale alle prestazioni d’invalidità e malattia professionale italiane, non assogettandole quindi ad alcuna imposta”.
Inoltre, prosegue la deputata Chiara Braga, ”abbiamo previsto di esonerare dall’obbligo di versamento dei contributi per l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini pensionati in Svizzera che decidono di rientrare in Italia in modo definitivo”.
Due ulteriori misure che, accanto a quelle contenute nella ‘manovrina’, concludono Braga e Guerra, “ridefiniscono positivamente il sistema di tassazione e semplificazione delle prestazioni previdenziali percepite dai frontalieri italiani in Svizzera. Un risultato che è stato raggiunto anche grazie al lavoro di stimolo e confronto venuto dai sindacati frontalieri e, in particolare, di tutte le parti riunite nel Consiglio Sindacale Interregionale (Csir)”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento