Archivi tag: Legnani

Ex Trevitex a Como: scelta responsabile È un buon progetto

«Lunedì 28 aprile il progetto ex Trevitex arriva in commissione e la settimana successiva va in consiglio. Se mi piace? Io ho la sensazione che a Camerlata i residenti volessero soprattutto risolvere il problema, e che l’occasione fosse irrinunciabile» – commenta il presidente della commissione Urbanistica, nonché capogruppo del PD in Consiglio Comunale, Stefano Legnani (Pd). Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Newsletter PD a Palazzo Cernezzi: dall’Università ai Rifiuti

Leggi e scarica il secondo numero della newsletter, formato .pdf. L’archivio delle uscite sarà poi conservato presso la sezione di Blogdem/Como “A Como…in Comune”.

PD a Palazzo Cernezzi 02-13 (2)

 

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Manifesti fascisti nel comasco: episodio preoccupante che il PD Como condanna con fermezza

Un episodio preoccupante da condannare con fermezza. E’ univoca la posizione del PD di Como di fronte ai gravi episodi che hanno caratterizzato nella giornata di ieri non solo le sedi di alcune associazioni democratiche e sindacali, dal sindacato CGIL all’ARCI, a Como e Lomazzo ma anche il Monumento alla Resistenza Europea ai giardini a lago del capoluogo lariano. Testimonianza, quest’ultima, molto significativa simbolo del sacrificio e della lotta per la libertà contro ogni forma di autoritarismo. In questi luoghi, nella notte tra lunedì e martedì, mani ignote hanno appeso manifesti inneggiati al regime fascista. «L’attacco alle sedi sindacali e di associazioni democratiche, lo sfregio al monumento della resistenza europea con messaggi inneggianti alla folle ideologia fascista non possono essere derubricati come semplici atti di vandalismo, ma nascondono la volontà di esasperare un clima di tensione e contrapposizione sociale in un momento già molto difficile per il nostro Paese – sottolinea l’On. Chiara Braga -. Sono convinta che la società comasca ha dentro di sé, per il suo passato e presente democratico, gli anticorpi per reagire e combattere questi inquietanti tendenze. Ma questo non può avvenire se non attraverso una ferma posizione di condanna e di impegno nel riaffermare quotidianamente i valori della convivenza civile e della democrazia». 

«Quanto verificatosi a Como e a Lomazzo è un segnale da non sottovalutare per una società democratica – rileva Savina Marelli, Segretaria Provinciale del PD -. Senza dubbio modi, toni, linguaggi che rievocano un passato prevaricatore della libertà, sono molto pericolosi perché manifestazioni concrete di una tendenza che mira ad annullare l’avversario rinunciando a quel dialogo e a quel confronto tra soggetti con idee diverse che caratterizza una società libera. Ecco perché mi sento di condannare quanto accaduto negli ultimi giorni».

«Quanto verificatosi a Como nella notte tra lunedì e martedì rappresenta l’ultimo di una serie di provocazioni da parte di movimenti o attivisti anonimi riconducibili all’estrema destra che hanno caratterizzato il nostro territorio anche nella scorsa primavera – evidenzia Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale -. Di certo bisogna tenere alta la guardia perché il ripetersi di questi episodi non va certo sottovalutato. Occorre una ferma condanna da parte di tutte le forze politiche».

«Non si può che condannare con grande fermezza il gesto compiuto da persone che dietro l’anonimato hanno offeso non solo molte realtà associative impegnate sul territorio, ma soprattutto  un luogo dal grande significato simbolico quale è il Monumento alla Resistenza Europea: la memoria di chi ha dato la vita per la libertà non può essere sfregiata da un atto vile – ribadisce con fermezza Stefano Legnani, Segretario cittadino del PD e capogruppo del Partito Democratico a Palazzo Cernezzi -. Di fronte a rigurgiti  di matrice fascista più forte deve essere la vigilanza e la condanna unanime da parte di tutti: cittadini, associazioni e istituzioni”.

L’On. Chiara Braga ha predisposto il testo di un’interrogazione al Ministero degli Interni per sapere quali iniziative si intendono assumere per fronteggiare il ripetersi di episodi di tale gravità.

Interrogazione Manifesti fascisti Como 13092012

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Partito Democratico si presenta alla città a sostegno di Mario Lucini “Siamo orgogliosi di essere l’unico grande partito nazionale”

“Siamo orgogliosi di quello che siamo: l’unico grande partito nazionale in Italia. E questo può essere un valore aggiunto anche per Como, soprattutto oggi che è alle prese con tante liste civiche e con un centro-destra litigioso e frammentato in tanti personalismi”. Così Savina Marelli, segretario provinciale del PD, ha esordito nel corso della conferenza stampa svoltasi alla Sala Stemmi di Palazzo Cernezzi per la presentazione della lista del PD alle prossime Elezioni amministrative per la città di Como, sostenendo il Candidato Sindaco Mario Lucini.

“Il PD è il perno di questa grande coalizione che intende proporre, dopo 20 anni di litigiosità e inconcludenza, un’alternativa alla città di Como. I Comaschi sono stanchi di ascoltare solo ‘balle’ e di essere governati da un’amministrazione incapace di ascoltarli: chiedono onestà e trasparenza, serietà ed efficienza. E noi possiamo garantire queste virtù, a Como come a Roma”. “Fare squadra è stato, da subito, il metodo scelto dopo il confronto all’interno delle primarie del centro-sinistra. – ha continuato Stefano Legnani, segretario cittadino del PD comasco e capolista – Non ci appartengono le faide intestine del centro-destra. Per questo abbiamo lavorato insieme alle altre liste civiche che sostengono Mario Lucini per realizzare un programma unitario per la città”.

E ha continuato: “Di fronte al clima di antipolitica imperante, si risponde con la buona politica: una politica fatta di partecipazione, ascolto, trasparenza, legalità, servizio alla città. Siamo lontani anni luce dalla politica della giunta Bruni che, anche in occasione delle recenti nomine ai vertici delle aziende partecipate, ha usato il solito criterio dell’occupazione degli spazi di potere”. Sul percorso che ha condotto alla realizzazione del programma comune della coalizione che sostiene la candidatura di Mario Lucini è intervenuta Silvia Magni, già consigliere comunale del PD e uno dei coordinatori dei gruppi di lavoro, oltre che candidata alle prossime elezioni: “Abbiamo iniziato a lavorare subito dopo le primarie, mettendo da parte ogni personalismo e lavorando in squadra. Ho molto apprezzato la capacità di Mario Lucini di valorizzare il lavoro comune realizzato all’interno del suo programma elettorale: saper ascoltare e fare sintesi è segno di buona amministrazione”.

Un metodo, quello scelto dalla coalizione, sottolineato anche da Marcello Iantorno, consigliere comunale uscente e candidato alle prossime elezioni: “Le primarie sono state un momento di sana competizione e grande partecipazione. Ma il giorno dopo tutti noi ci siamo impegnati per portare il nostro contributo ad un progetto comune, offrendo un modello di coerenza e serietà politica. È la testimonianza che siamo maturi per governare la città. Anche perché abbiamo di fronte un centro- destra ancora una volta, come negli scorsi cinque anni, dilaniato dalle polemiche interne e dalle contraddizioni tra gruppi di potere. Votare per loro significherebbe condannare Como ad altri cinque anni di immobilismo”.

Valorizzare le risorse femminili e giovanili presenti in città: è questo l’impegno di Andree Cesareo, responsabile delle donne del PD e candidata alle prossime elezioni: “La nostra è una lista ricca di donne e giovani. Donne e giovani sono due risorse per Como. Vogliamo lavorare perché le donne e i giovani abbiano un posto particolare nelle attenzioni della prossima amministrazione comunale, a cominciare dal mondo del lavoro. Il Comune non può assistere muto alla trasformazione della nostra società. Deve svolgere un ruolo di facilitatore nello sviluppo dell’economia e dell’occupazione”. “Con il PD salgono a quattro le liste che appoggiano la mia candidatura a sindaco. – ha concluso Mario Lucini – Credo di poter dire che stiamo offrendo a Como una grande opportunità: eleggere un sindaco appoggiato da una grande coalizione dove, a fianco della società civile espressa dalle liste civiche, esiste il patrimonio di esperienza di un grande partito nazionale e popolare”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Nomine ACSM –AGAM: Bruni sistema i suoi fedeli

Si apprende dalla stampa che il sindaco Bruni, ormai in scadenza di mandato, ha proceduto alle nomine dei consiglieri di amministrazione della società ACSM –AGAM S.p.a. di competenza del Comune di Como.

Sulla questione interviene Stefano Legnani, Segretario Cittadino PD di Como: “Tale atto, pur se formalmente legittimo, appare gravemente lesivo dell’autonomia del prossimo sindaco di Como che, come è noto, non potrà essere lo stesso Bruni.

I nuovi consiglieri di amministrazione resteranno infatti in carica per quattro anni, e quindi per un periodo di tempo di fatto poco meno inferiore a quello di durata della prossima amministrazione comunale.

Tra l’altro si tratta di nomine relative ad una società quotata in borsa che gestisce importanti servizi pubblici a favore della collettività.

Correttezza avrebbe quindi voluto che una scelta così importante fosse affidata al nuovo sindaco che dovrà indicare, unitamente alla nuova maggioranza consiliare, gli obiettivi che la ACSM –AGAM S.p.a.  dovrà perseguire nell’interesse dei cittadini di Como.

Vi è la sgradevole sensazione che attraverso queste nomine il sindaco Bruni abbia voluto, prima di lasciare il suo incarico, collocare in posti ben remunerati persone a lui legate delle quali peraltro si ignora la specifica competenza nel settore dei servizi pubblici”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , | 1 commento

Legnani commenta i risultati delle primarie del PDL

Stefano Legnani, segretario cittadino PD, commenta i risultati delle primarie del PDL che si si sono svolte la scorsa domenica: “Tutte le volte che i cittadini sono chiamati a votare è sempre un fatto positivo per la democrazia; non si può quindi che apprezzare che anche il PdL abbia deciso di affidare la scelta del proprio candidato sindaco alle elezioni primarie, seguendo la strada sulla quale il centrosinistra si è posto ormai da molti anni.
Diverso è però il clima in cui sono svolte rispetto a quelle che hanno individuato in Mario Lucini il candidato sindaco del centrosinistra. Allora una leale competizione tra persone che si indentificavano in un condivisa visione della città, ieri un vera e propria guerra senza esclusione di colpi tra le diverse anime del PdL che hanno cercato entrambe di presentarsi come il nuovo rispetto alla precedente amministrazione; tentativo maldestro perché i due candidati erano in diretta continuità con chi ha amministrato la città negli ultimi anni.
Laura Bordoli, stimata e competente professionista, vincitrice delle primarie, è infatti espressione di quella parte del partito della quale fanno parte l’attuale sindaco, la quasi totalità degli assessori e dei consiglieri comunali, nonché il coordinatore provinciale del PdL, cioè i principali responsabili della drammatica situazione in cui si trova l’amministrazione comunale e soprattutto la città; tutti impegnati nelle scorse settimane a sostenerne la candidatura.
Per Como è invece necessario un vero e proprio “cambio di passo” che segni una netta discontinuità con il passato e che solo una candidatura autorevole come quella di Mario Lucini può garantire”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , | Lascia un commento

A como serve un impegno politico rinnovato. La risposta a Coletti

La riflessione ad alta voce su Como che Mons. Coletti ha fatto durante l’incontro con i giornalisti deve essere un’occasione, per tutti coloro che vogliono spendersi per la propria città, a ripensare stile, modalità e contenuti del proprio impegno politico.

Il forte richiamo alla condivisione e alla solidarietà, a costruire relazioni e luoghi di confronto, non può lasciare indifferenti coloro che si rendono disponibili ad assumersi la responsabilità di amministrare la città nei prossimi cinque anni.

Non può non interpellarci il suo forte richiamo alla necessità di una più profonda intelligenza, indispensabile per comprendere la complessità dell’odierna situazione nazionale e locale.

Il coraggio, l’amore e la passione per la città e per la comunità che in essa vi abita, ai quali il Vescovo si è richiamato, devono essere i tratti distintivi che segnano la differenza dal semplice amministrare un comune.

Ci piace infine sottolineare il suo appello ad una più profonda solidarietà per superare quell’individualismo sempre in agguato che impedisce di costruire il bene comune e che rischia di lasciare ai margini della comunità un numero sempre maggiore di persone, soprattutto in questo momento di grande di difficoltà e sofferenza sociale.  A tutti è richiesto di impegnarsi per “abbattere muri e costruire ponti”, anche all’interno della comunità locale.

Stefano Legnani Segretario Cittadino PD
Mario Lucini Capogruppo PD – Candidato Sindaco

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Appello al voto!

Domenica 27 novembre si svolgeranno a Como le primarie per eleggere il candidato Sindaco del centrosinistra in vista delle elezioni amministrative del 2012.

Il Partito Democratico ha sempre ritenuto che le primarie fossero lo strumento per mobilitare le migliori energie a condizione che queste elezioni fossero vere, aperte e realmente contendibili.

Le primarie 2011 a Como sono ciò che avevamo auspicato a luglio quando abbiamo avviato il percorso: quattro candidati accomunati dalla medesima passione per il bene della città e dal giudizio negativo sui vent’anni di governo di centrodestra e della Lega.

L’obiettivo è che il 27 novembre vincano innanzitutto le primarie per Como.

Quanto maggiore sarà la mobilitazione e la partecipazione, tanto più forte sarà il progetto che abbiamo condiviso, e più autorevole e legittimato il candidato Sindaco che vincerà.

Partecipare alle primarie sarà il primo segnale della volontà di voltare pagina a Como affinché persone serie, credibili e affidabili possano governare per il bene della città senza sperperare risorse pubbliche e lasciando da parte divisioni e atteggiamenti inconcludenti.

Una volta concluse le primarie continuerà il percorso di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini per la costruzione di un programma condiviso con il sostegno leale di tutti i candidati e delle forze politiche e civiche che hanno promosso le primarie.

L’obiettivo era e rimane quello di vincere le elezioni amministrative la prossima primavera.
Ecco perché vi invitiamo a partecipare e a far partecipare alle primarie il prossimo 27 novembre.
Per Como e per il suo futuro!

Savina Marelli – Segretario Provinciale di Como
Stefano Legnani – Segretario Cittadino di Como

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Le Primarie del centro sinistra: la posizione del Pd

Oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione dei candidati alle Primarie del centrosinistra a Como, Stefano Legnani, segretario cittadino del PD, ha ribadito la posizione del Partito Democratico nei confronti delle Primarie.

“Il Partito Democratico – dichiara – ha scelto di non appoggiare direttamente alcun candidato per lasciare a chiunque lo desiderasse la facoltà di presentarsi come candidato sindaco e lasciare la più ampia libertà sia ai votanti sia ai candidati di esprimere la propria volontà. Se avessimo individuato un candidato ci saremmo in un qualche modo sostituiti ai cittadini dando un’indicazione di voto, da una parte, e dall’altra, avremmo soffocato la libera iniziativa di quanti intendevano candidarsi. Inoltre – prosegue – il nostro statuto prevede espressamente che, in occasione delle primarie, il partito abbia una funzione di mera facilitazione, così come recita l’articolo 20. Vogliamo che vi sia la più ampia partecipazione alla definizione del futuro della città”

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

No agli aumenti dei biglietti! Al via una serie di iniziative nelle stazioni

No agli aumenti! È lo slogan della campagna che il Partito Democratico sta avviando in tutte le stazioni della Provincia per sensibilizzare i cittadini e in particolar modo i pendolari sull’ulteriore incremento del 9,09% delle tariffe del trasporto pubblico regionale approvato questa mattina in Giunta, in vigore da agosto, e che segue quello del 12% applicato per decisione della Regione a partire da febbraio.

Volantinaggi in tutte le 415 stazioni ferroviarie lombarde con la collaborazione dei circoli territoriali del PD, l’affissione di manifesti e l’apertura di una pagina web sul sito www.blogdem.it per chiedere alla Giunta regionale di non applicare l’ulteriore aumento del costo di biglietti e abbonamenti e per raccogliere le adesioni e le lamentele degli utenti di treni, autobus e tram.

L’aumento medio del 23% ricadrà su tutti gli utenti senza che vi sia alcun miglioramento del servizio e, nel caso del trasporto su gomma e urbano, con una riduzione significativa delle corse in molte località.

“Con questi ulteriori aumenti, i secondi nell’arco di sei mesi, verranno penalizzati quei cittadini che investono sul trasporto pubblico e che rinunciano all’auto – dichiara il capogruppo PD in Consiglio Regionale Luca Gaffuri -. Un aumento del 23% non c’era mai stato prima nella storia del trasporto pubblico regionale. la responsabilità prima di tutto è del Governo che ha tagliato pesantemente i trasferimenti alle Regioni per questi servizi, e anche della Regione che non ha compiuto per tempo scelte che potessero privilegiare la mobilità collettiva, meno inquinante di quella privata. Siamo preoccupati per l’aumento e per gli ulteriori tagli che il governo potrebbe effettuare per il 2012. La manovra nazionale rischia di colpire ancora il trasporto pubblico locale nel momento in cui in Regione si inizia a discutere del progetto di legge di riforma del settore in cui c’è una norma che autorizza la Regione a deliberare automaticamente aumenti delle tariffe in seguito ai tagli del Governo. Nell’ultima settimana di luglio ci sarà l’assestamento di bilancio e presenteremo emendamenti perché questi aumenti non si verifichino: se lo slogan era ‘Giù le mani dalle tasche dei cittadini’ sembra che invece la Regione le stia proprio affondando.”

“Questa nuova tappa del tour – prosegue Gaffuri – è partita ieri mattina da Erba e, in questo nuovo tour delle stazioni le – sgradite – sorprese non mancano. Se a dicembre i passeggeri erano rassegnati agli aumenti del costo dei biglietti e degli abbonamenti ora sono indignati. Nel mese di agosto le linee di autobus che collegano la città con Alserio e Longone al Segnino sono del tutto soppresse. Chi ci rimette sono soprattutto gli anziani che devono andare all’ospedale o che comunque non hanno altro modo di spostarsi. ”

Savina Marelli, segretario provinciale, aggiunge: “Di fronte a questo evento che tocca la vita dei, studenti e pendolari in particolare, e non solo le loro tasche dei cittadini non dobbiamo restare indifferenti: dobbiamo trasformare questa situazione in una battaglia politica e in un processo di partecipazione capace di individuare chiaramente i responsabili – Giunta Regionale e Governo – e che coinvolga i circoli Pd del territorio con l’obiettivo di sostenere l’iniziative che contrastano gli aumenti”

Stefano Legnani, segretario cittadino a Como, conclude: “Le risorse scarseggiano e capisco che gli amministratori debbano far fronte a questa scarsità. La cosa inconcepibile è che il servizio resti pessimo. Inoltre più aumentano i costi e più diventa concreto il rischio che il trasporto pubblico perda competitività rispetto al trasporto privato. Inoltre non viene mai affrontata la questione da un punto di vista integrato, ad esempio il caso di Como Borghi, ristrutturata in modo pregevole, ma senza prevedere spazi per lasciare le biciclette”.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | 1 commento