Archivi tag: legalità

Caso Giammario: subito al voto per ridare credibilità alla Regione

“L’avviso di garanzia ad Angelo Giammario è l’ennesimo ad un esponente della passata giunta Formigoni, in qualità di sottosegretario con delega ai rapporti con l’area metropolitana, e attuale consigliere. Non entriamo in alcun modo nel giudizio sul caso in questione e auguriamo al consigliere del Pdl di poter dimostrare la propria estraneità ai fatti su cui la magistratura indaga. La nostra richiesta tuttavia è netta: la stagione formigoniana è finita, occorre tornare al voto e rinnovare l’istituzione regionale. Troppe sono le crepe in questa maggioranza, andare al voto è la strada maestra per restituire credibilità alla Regione”.

Così Luca Gaffuri, capogruppo Pd in consiglio regionale della Lombardia, commenta l’avviso di garanzia al consigliere regionale del Pdl Angelo Giammario.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

8 Maggio festa della donna

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Gaffuri: subito al voto e Boni si dimetta.

“Occorre andare presto al voto e ridare la parola agli elettori. Boni è l’ennesimo ex assessore di Formigoni colpito da un’indagine della magistratura. Dalle bonifiche alle cave, dalla sanità ai centri commerciali, emergono fatti gravi sui maggiori campi di competenza della Regione. L’inchiesta su Boni è anche un duro colpo alla Lega, perché Boni è un suo esponente di primo piano, a cui sono stati affidati ruoli importanti”. Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Luca Gaffuri dopo l’avviso di garanzia al presidente del Consiglio regionale lombardo Davide Boni.

“Per rispetto dell’istituzione – aggiunge Gaffuri – Boni si deve dimettere subito dalla presidenza del Consiglio regionale. Lo invitiamo a fare un passo indietro, per ridare serenità all’Aula e per garantire quel decoro che Boni stesso ha più volte richiesto”. Boni, ricorda Gaffuri, nella sua veste di presidente dell’assemblea lombarda è al momento anche coordinatore della conferenza dei presidenti delle assemblee legislative regionali e delle Province autonome.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Voto su Cosentino: ecco la vera faccia della Lega

A scrutinio segreto, con 309 voti contrari, 298 favorevoli e 22 deputati che non hanno partecipato al voto, la Camera dice no all’arresto di Nicola Cosentino, il deputato e coordinatore campano del Pdl indagato dalla magistratura di Napoli per collusione con la camorra.

“L’on. Cosentino – commenta la deputata democratica Chiara Braga – deve dire grazie alla Lega Nord che martedì scorso, nella giunta per le Autorizzazioni a procedere della Camera, aveva votato a favore dell’arresto, salvo poi ribaltare completamente posizione al momento del voto segreto di quest’oggi in Aula. Basta andare a rileggersi la dichiarazione di voto del deputato leghista che hanno riscosso grandi applausi dai banchi del Pdl”.

“Questo rovesciamento totale di fronte – continua la parlamentare comasca -  metta a nudo, ancora una volta l’anima più bieca del  Carroccio, pronto a salvare personaggi come il deputato Cosentino accusato di avere agganci con i colletti bianchi della camorra, mentre è pronto ad evocare il pugno di ferro della legalità contro gli immigrati ai quali scadono i permessi di soggiorno”.

“Nonostante le dichiarazioni di Roberto Maroni – conclude la Braga – siano state dirette, in questo ultimo periodo, a considerare ormai chiusa l’alleanza con il Pdl, questo voto ha reso evidente la sua sconfitta dentro la Lega Nord e la prevalenza di legami ed interessi di potere ancora fortissimi tra Bossi e Berlusconi. Questo è quel che emerge dal voto di oggi; chissà cosa penseranno di tutto questo gli elettori della Lega”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Ineleggibilità del consigliere Costanzo, il commento di Gaffuri

“Come è nostro costume rispettiamo le decisioni della magistratura, in questo caso quella amministrativa, a cui ribadiamo la nostra fiducia. Ma mi preme esprimere l’apprezzamento per il lavoro che Angelo Costanzo svolge in Consiglio regionale con competenza e impegno. Voglio anche esprimere la solidarietà mia personale e del gruppo del PD all’uomo, che si trova oggi immeritatamente al centro di una campagna politica che mette sullo stesso piano vicende che nulla hanno in comune. Spiace rilevare che il legalitarismo dei radicali in questa giornata ha colpito Costanzo e ha salvato Cosentino”. È quanto dichiara Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio regionale della Lombardia.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | 1 commento

In memoriam

È trascorso un anno dall’assassinio di Angelo Vassallo per mano della Camorra.

Il PD di Como ricorda il Sindaco di Pollica, un grande uomo coerente, onesto e coraggioso che lottava contro la criminalità a partire dalle piccole cose e dall’amore per la sua comunità e il suo paese.

La Federazione Provinciale ha deciso di onorarne la memoria dedicandogli un albero, piantato in occasione dell’inaugurazione della festa provinciale lo scorso luglio.

Guarda le foto della fiaccolata in ricordo del Sindaco di Pollica fatta a Como lo scorso ottobre.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Infortuni sul lavoro: Il caso di Poste Italiane: il Governo intervenga per tutelare i portalettere

“Nella giornata di ieri il sottosegretario al Lavoro, l’on. Bellotti, ha risposto in commissione lavoro alla mia interrogazione n. 5-04468, relativa alla tutela dei portalettere dipendenti di Poste Italiane, vittime di infortuni sul lavoro. L’interrogazione è stata presentata anche in relazione al drammatico incidente stradale che nel marzo 2008 ha   visto la   morte, a Limido Comasco, del giovane portalettere comasco, Filippo Scavo”.

Questo l’annuncio della deputata democratica Chiara Braga che commenta: “Mi dichiaro insoddisfatta della risposta resa dal Governo; seppur tecnicamente molto dettagliata, al contempo è burocratica e non esauriente. Non viene a mio avviso, affrontata la questione della mancata assunzione di responsabilità da parte di Poste Italiane in ordine al mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza per le attività svolte dai portalettere su motocicli e automezzi della società stessa”.

“Inoltre, – prosegue l’onorevole comasca – come ho già ribadito nell’atto di sindacato ispettivo, la tutela dell’INAIL per i lavoratori a tempo determinato di Poste italiane risulta essere ancora oggi del tutto inadeguata, soprattutto per quanto concerne gli incidenti avvenuti durante l’orario di lavoro che vengono considerati alla stregua di qualsiasi altro incidente stradale”.

“Mi auguro – conclude la Braga – che il Governo intervenga con urgenza su questo versante affinché, da un lato siano assicurate ai lavoratori in questione e alle loro famiglie – da tempo in attesa di adeguate risposte – le tutele loro spettanti di diritto e, dall’altro, vengano predisposte misure idonee a scongiurare il verificarsi di incidenti mortali in un conteso lavorativo di simile pericolosità”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | 1 commento

Infortuni sul lavoro dei portalettere. Prima udienza in Tribunale a Como per la tragedia di Roberto Scavo

Si è tenuta stamane la prima udienza civile presso il Tribunale di Como di Roberto Scavo, un giovane portalettere di 21 anni assunto a tempo determinato da Poste Italiane, che ha perso la vita nel 2008 in un incidente stradale con il ciclomotore mentre prestava regolare servizio di consegna della posta.

Fuori dal Tribunale oggi, insieme ad altri gruppi organizzati, anche un piccolo presidio di Giovani Democratici e di rappresentanti del Pd comasco.

“Come Giovani Democratici – dichiara Guido Rovi, responsabile del Lavoro per i GD di Como – riteniamo fondamentale schierarci a favore delle vittime di una società che sta mettendo sempre più in secondo piano i lavoratori, anche quando ci si trova di fronte a tragedie come quella per cui siamo stati presenti oggi davanti al Tribunale. La nostra manifestazione di solidarietà alla famiglia – continua il giovane comasco – è totale e cogliamo l’occasione per ricordare come la politica del Governo spesso a maglie troppo larghe, lasci coni d’ombra dove la sicurezza viene a mancare. Si è parlato molto di sicurezza in questi anni, puntando il dito contro gli immigrati, dimenticando però che la priorità è invece quella di una sicurezza sul e del lavoro”.

“Gli infortuni sul lavoro dei portalettere – commenta la parlamentare comasca Chiara Braga che al riguardo ha recentemente presentato un’interrogazione in Commissione Lavoro pubblico e privato di cui si attende tuttora risposta – continuano ad essere ancora oggi un fenomeno di assoluta gravità. Basti pensare che, secondo stime sindacali, nel periodo gennaio–settembre 2010 nella sola regione Lombardia si sono verificati 1.200 infortuni di portalettere di cui circa 800, ovvero il 65%, avvenuti con l’uso del motomezzo, e che l’incidenza di questa tipologia di infortuni sul totale dei 5.600 portalettere lombardi risulta essere pari al 20%”.

“Se consideriamo l’elevato numero di infortuni e di contratti a tempo determinato per questo particolare settore lavorativo – prosegue la Braga – è chiaro che occorre intervenire per fornire adeguate tutele a tutti quei dipendenti di Poste Italiane che svolgono il proprio mestiere soprattutto su motocicli e automezzi, compresi i lavoratori con contratto determinato”.

“Ad oggi invece la tutela dell’Inail per i portalettere a tempo determinato risulta al quanto inadeguata. Molto spesso infatti gli incidenti stradali anche mortali che coinvolgono i postini provvisti di moto nell’esercizio dell’attività lavorativa vengono ingiustamente classificati come normali incidenti stradali e non come infortuni sul lavoro”.

“Purtroppo, – conclude la parlamentare comasca – anche nella provincia di Como si sono verificati casi di incidenti mortali di questo genere, l’ultimo dei quali, avvenuto nel 2008 e sottoposto proprio oggi all’esame del Tribunale, ha visto perdere la vita del giovane comasco Roberto Scavo”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento