Archivi tag: istituto Vanoni

Istituto Vanoni di Menaggio: Butti ora si muove ma aveva votato la riforma Gelmini

“Il problema dell’istituto polifunzionale di Menaggio non si risolve con una interrogazione parlamentare, soprattutto se a presentarla è uno di coloro che ha approvato la riforma che è all’origine dei problemi attuali”. Il capogruppo del PD in Regione Luca Gaffuri commenta così l’iniziativa dell’onorevole Alessio Butti sull’istituto Vanoni di Menaggio che rischia di vedere ridimensionato l’indirizzo tecnico turistico, con la soppressione di una sezione delle classi terze e con il possibile spostamento di alcuni studenti ad altri istituti. Anche le prime sarebbero tre anziché quattro e dunque l’offerta per gli studenti si ridurrebbe.

“I vertici dell’Ufficio Scolastico Provinciale hanno tutti gli elementi per valutare bene i disagi che deriverebbero agli studenti e alle loro famiglie se si desse corso alla riduzione delle sezioni dell’indirizzo turistico. Lo sbocco turistico è un indirizzo particolarmente apprezzato per le possibilità professionali che assicura a questo territorio – rileva Gaffuri -. La decisione di istituire tre classi prime e di formare una sola classe terza crea evidenti problemi alle famiglie ed agli studenti. Già in passato ho fatto notare come la difficoltà dovuta ai collegamenti stradali con Como e il resto della provincia si ripercuoteranno sulla vita di questi ragazzi nel caso siano impossibilitati a frequentare l’istituto di Menaggio. Sono infatti numerosi gli esempi di giovani che hanno deciso di iscriversi a Como e che poi hanno rivisto la loro decisione per le evidenti difficoltà derivanti dagli spostamenti da casa a scuola e viceversa con i mezzi pubblici. Ricordiamo che stiamo parlando di adolescenti per i quali è ancora previsto l’obbligo scolastico e che lo Stato deve quindi assicurare loro l’istruzione. Auspico che, come insegna la recente esperienza vissuta per ciò che concerne il liceo scientifico menaggino, l’Ufficio Scolastico Provinciale riveda la sua posizione ripristinando le classi che da tempo caratterizzano questo importante istituto superiore per il prossimo anno scolastico”.

Pubblicato in Scuola, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Istituto Vanoni di Menaggio: occorre rispettare il dovere di assicurare l’istruzione

“Confido in un’attenta valutazione della situazione da parte dei vertici dell’Ufficio Scolastico Provinciale affinché, dopo aver scongiurato la diminuzione di nuove classi per il liceo scientifico nel prossimo anno scolastico, ora non sia l’istituto tecnico turistico a pagarne le conseguenze. I disagi per i ragazzi coinvolti e per le loro famiglie, infatti, non sono di poco conto in un contesto oltretutto complesso come quello del lago di Como reso ancor più delicato dall’attuale situazione economica”. Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale, interviene sulla prospettata nuova organizzazione dell’indirizzo tecnico turistico dell’istituto polifunzionale Vanoni di Menaggio per l’anno scolastico 2012/13. L’Ufficio Scolastico Provinciale, infatti, ha recentemente comunicato alla segreteria ed ai genitori interessati che da settembre non sarà più possibile mantenere tutte e due le future classi terze dell’attuale ciclo di studi mentre le classi prime, per tanti anni suddivise in quattro sezioni, saranno solo tre. Nel primo caso si dovrebbe, dunque, procedere ad un accorpamento degli alunni che hanno appena concluso gli studi della classe seconda sennonché il numero di studenti, 37, supera di sette unità i limiti imposti dalla Legge. Per questi adolescenti, e per le loro famiglie, il rischio concreto è quello di essere costretti a cambiare scuola o indirizzo, oppure proseguire in questo corso di studi ma in un’altra località della provincia di Como con evidenti ripercussioni in termini di spostamento e di tempo. Per ciò che concerne, invece, l’organizzazione delle future classi prime, finora, all’istituto Vanoni venivano allestite quattro sezioni per l’ambito tecnico che riguarda gli sbocchi turistico e ragioneria. L’Ufficio Scolastico Provinciale ha annunciato che non è possibile assicurare l’organizzazione di quattro sezione che, dunque, saranno portate a tre. “Lo sbocco turistico è un indirizzo particolarmente apprezzato per le possibilità professionali che assicura a questo territorio – rileva Gaffuri -. La decisione di istituire tre classi prime e di formare una sola classe terza crea evidenti problemi alle famiglie ed agli studenti. Già in passato ho fatto notare come la difficoltà dovuta ai collegamenti stradali con Como e il resto della provincia si ripercuoteranno sulla vita di questi ragazzi nel caso siano impossibilitati a frequentare l’istituto di Menaggio. Sono infatti numerosi gli esempi di giovani che hanno deciso di iscriversi a Como e che poi hanno rivisto la loro decisione per le evidenti difficoltà derivanti dall’andare a scuola e tornare a casa con mezzi pubblici”. “Un altro punto su cui l’Ufficio Scolastico Provinciale e quello Regionale dovrebbero riflettere attentamente, prima di prendere una decisione definitiva, è che stiamo parlando di adolescenti per i quali è ancora previsto l’obbligo scolastico. Lo Stato deve, quindi, assicurare loro istruzione. E’ questo il dovere delle Istituzioni, non quello di creare problemi ai ragazzi ed alle loro famiglie. Auspico che, come insegna la recente esperienza vissuta per ciò che concerne il liceo scientifico menaggino, l’Ufficio Scolastico Provinciale riveda la sua posizione ripristinando le classi che da tempo caratterizzano questo importante istituto superiore del lago di Como per il prossimo anno scolastico”.

Pubblicato in Notizie dalla Provincia, Scuola | Taggato , , , , , , | Lascia un commento