Archivi tag: Iniziative

Da Expo a Como internazionale: il candidato Traglio ne parla con il Ministro Martina

expo como martinaVenerdì 23 giugno 2017, alle 18, in via Pretorio, di fianco al duomo di Como, il candidato sindaco Maurizio Traglio incontra Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole e vice segretario nazionale del Pd. Sul tema della sVolta, si parlerà di “Da Expo 2015 a Como internazionale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

La nostra città cambia: i risultati della lotteria

Ecco tutti i numeri estratti e i relativi premi:

1° Numero estratto:     9501 - Tv led 22, gbc,full-hd con digitale terrestre e usb play e rec.

2° Numero estratto:   10210 - Bicicletta da donna tipo “olandese”, accessoriata, colore nero

3° Numero estratto:     5687 – Batteria di pentole in acciaio inox 12 pezzi

4° Numero estratto:   11571 – Aspirapolvere “shinelco”

5° Numero estratto:     5621 - Radio am/fm da tavolo, con orologio, gbc, stereo sintonia digitale su lcd illuminato con ingresso mp3

6° Numero estratto:     3007 – Orologio sveglia , gbc, con jubo display

7° Numero Estratto:   13955 - Radio portatile, gbc, vintage anni ’60, in legno

8° Numero estratto:   16947 – Torcia, gbc, tascabile 9 led

9° Numero estratto:     4788 – Torcia, gbc, tascabile 9 led

10° Numero estratto:    5638 - Torcia, gbc, tascabile 9 led

I premi andranno ritirati presso:

Partito Democratico – Como via Regina Teodolinda 17  – tel 031.260311 – 031.305766    entro il 30 luglio 2012

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , | Lascia un commento

Cena di beneficenza per il Basso Mantovano

Nel terremoto che ha duramente colpito le zone dell’Emilia, attorno alle quali si è stretta la comunità nazionale in un incredibile profondersi di energie e di solidarietà, è rimasta duramente colpita anche l’area lombarda del basso mantovano, che ha riportato ingenti danni infrastrutturali.

I Giovani Democratici di Como si sentono vicini ai loro coetanei mantovani e a tutta la comunità colpita e, per contribuire alla difficile ricostruzione, organizzano una cena di beneficenza che si terrà giovedì 14 giugno alla pizzeria Como Nuoto, in viale Geno 14 a Como.

Alla cena parteciperà una delegazione dei Giovani Democratici di Mantova, guidata dalla segretaria provinciale Beatrice Benaglia, e sarà una preziosa occasione di condivisione ed un gesto concreto da parte di una Como rinnovata e solidale.

Il costo della cena è 20€ con 5€ già inclusi da devolvere.
È richiesta conferma di partecipazione, ad uno dei seguenti indirizzi mail:
gdcomo@gmail.com; segreteria@partitodemocratico.co.it

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

4 giugno: giornata di lutto nazionale per le vittime del terremoto

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Letta: “Riforma del lavoro: sono fiducioso che nel passaggio parlamentare si risolva il nodo dell’articolo 18”

“La gente oggi ha bisogno di un messaggio di fiducia, deve sapere di non essere
sola, alle prese con questa crisi. I tifosi del Liverpool usano un inno bellissimo: you’ll never walk alone,non camminerai mai solo. Questo è quanto noi del PD dobbiamo dire alla gente. C’è un partito che non ti abbandona, che ti sta vicino, che in questo momento di grandissima difficoltà sta lavorando perché tutti noi, il nostro Paese e l’Europa intera possano farcela”.
È stato questo il messaggio conclusivo lanciato ieri dall’On. Enrico Letta, vice-segretario del Partito Democratico, agli oltre 150 comaschi intervenuti all’incontro “Generare lavoro: una sfida per Como”,promosso dal PD in vista delle prossime elezioni amministrative cittadine.
Letta non ha mancato di intervenire nell’occasione sul tema della riforma del mercato del
lavoro: “Sono molto tranquillo. Credo infatti che, dopo il passaggio parlamentare, anche chi oggi si dice contrario a questa riforma si ricrederà. Servono correttivi, ma ciò non può farci dimenticare come, dentro questa riforma, ci siano molti elementi positivi”. E ha spiegato: “Nel nostro Paese c’è stata fino ad oggi una flessibilità cattiva. In questa riforma si introduce un nuovo tipo di flessibilità, buona, che fa incontrare le esigenze delle imprese con quelle dei lavoratori. Si premia infatti il contratto di lavoro indeterminato, consentendo all’impresa che trasforma un contratto da determinato a indeterminato di recuperare l’aggravio fiscale. Si mette fine alle false partite IVA e agli stage gratuiti. E poi si riformano
gli ammortizzatori sociali, introducendo una filosofia non più di stampo fordista e salvaguardando finalmente i lavoratori delle PMI”.
“Il vero errore – ha continuato Letta – sta nell’articolo 18. Se da un lato è giusto eliminare i problemi causati sino ad oggi dalla lentezza della giustizia, il ricorso all’articolo 18 deve comunque svolgere una funzione deterrente rispetto a licenziamenti troppo facili. E’ un’avventura che ci fa soffrire ma sono sicuro del suo lieto fine”.
Il vice-segretario del PD ha poi ricordato i numerosi provvedimenti messi in campo dal governo Monti: “Nel decreto Salva Italia il governo ha iniziato a metter mano al cambiamento dell’IRAP, premiando le assunzioni di giovani e donne. È l’inizio di un percorso che deve permetterci di cambiare l’IRAP nella sua applicazione, che fino ad oggi ha penalizzato che crea lavoro”. Ma soprattutto ha sottolineato la centralità del ruolo di Mario Monti e Mario Draghi, due italiani, nel quadro europeo: “Stanno svolgendo un compito importantissimo e delicatissimo: spiegare al resto dell’Europache siamo tutti nella stessa barca e che dobbiamo salvarci tutti insieme. Per far questo occorre che
pieghino le resistenze dei tedeschi che, dopo esser stati quelli che hanno avuto maggiori vantaggi dall’applicazione dell’Euro, oggi perseguono una linea ispirata solo al rigore e non alla crescita. In questo scenario è centrale la battaglia per l’introduzione degli Eurobond per favorire investimenti e infrastrutture”.

Infine ha toccato il tema del ritardo dei pagamenti della pubblica amministrazione.: “È uno dei problemi che stanno alla base della grave crisi dell’economia italiana. Ne siamo consapevoli. Per questo ci stiamo battendo da un lato per una modifica del Patto di Stabilità interno che premi le amministrazioni virtuose, dall’altro per l’utilizzo della Cassa Depositi e Prestiti come garanzia per lo sblocco di alcuni dei pagamenti più urgenti. Ma anche le banche devono fare il loro dovere, rimettendo nel mercato i fondi agevolati che sono stati concessi loro dalla BCE”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Giovani Democratici: Bookcrossing contro le Mafie

Il 21 marzo ricorre la Giornata in memoria delle vittime della Mafia, una giornata dedicata alla memoria e all’impegno di chi, a scapito della propria vita, ha lottato contro quel male che attanaglia il nostro Paese ormai da troppo tempo, la mafia.

I Giovani Democratici della Provincia di Como hanno deciso di commemorare questa giornata  attraverso l’iniziativa del “Libro Libero” o “Bookcrossing”.

“I GD  - racconta Barbara Vaccarella, segretario provinciale del gruppo – hanno acquistato alcuni libri di testimonianza sulle criminalità organizzate, dalle storia che raccontano delle vittime alle  testimonianze e inchieste di Pietro Grasso, procuratore antimafia. Questi libri saranno dimenticati sulle panchine, sui mezzi pubblici, insomma in giro per la nostra Provincia. Chiunque potrà trovarli e leggerli: il nostro desiderio è diffondere, anche nel nostro territorio, la consapevolezza di quello che la criminalità organizzata significa e causa, per annullare l’ignoranza e il silenzio che spesso ammantano la questione”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Braga Canone Rai: “Decisione inopportuna, colpisce le imprese già provate dalla crisi”

Presentata dal PD un’interrogazione in commissione al Ministro dello Sviluppo economico per “sapere attraverso quali provvedimenti il Governo intenda sospendere gli effetti delle richieste di pagamento inviate dalla Rai per la corresponsione del canone speciale di abbonamento nei confronti di chiunque eserciti un’attività commerciale, a scopo di lucro diretto o indiretto, e possieda un dispositivo collegato alla rete internet, in quanto strumento atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni”.

“Un decisione – commenta la deputata del Pd, Chiara Braga – inopportuna, che la Rai ha deciso di attuare in forza di un Regio decreto del 1938 che stabilisce il versamento della tassa per tutti coloro che “detengano uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni.  Una norma che solo quest’anno, facendo riferimento all’art. 17 del decreto “Salva Italia”, Viale Mazzini ha deciso di formalizzare e attuare attraverso la spedizione dei vaglia di pagamento”.

“Un’iniziativa  – continua la deputata democratica – che va a colpire in particolare, e senza peraltro avere nessun riscontro oggettivo, aziende e liberi professionisti già pesantemente provati dalla situazioni di crisi economica e finanziaria in corso”.

“L’auspicio è che, come sembra trasparire dagli orientamenti della RAI e del Governo  di queste ore, si risolva rapidamente la questione escludendo dalla manovra il passaggio che impone a società e imprese di dichiarare il pagamento del canone Rai”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Donne e giovani, quali servizi in Provincia di Como?

Il Gruppo Provinciale del PD di Como sta svolgendo un’indagine con l’obiettivo di monitorare il grado di conoscenza dei servizi rivolti alle donne e ai giovani offerti sul territorio comasco. A tale scopo sono stati predisposti due questionari, che ti chiediamo gentilmente di compilare. I questionari sono ANONIMI, e tutte le informazioni verranno utilizzate per fini statistici.

Se vuoi lasciarci il tuo indirizzo email (nell’apposito spazio all’interno del questionario) ti terremo aggiornato sugli sviluppo della ricerca e sui risultati.
Per cortesia, compila il questionario entro il 29 febbraio 2012.

Compila il questionario sulle donne

Compila il questionario sui giovani

Pubblicato in Notizie dalla Provincia | Taggato , , | Lascia un commento

Prossima fermata Como

La Provincia di Como - Film, idee e parole in libertà. Il centrosinistra imita Renzi. Pienone al Lucernetta: «È nato il vocabolario della Como di domani»

«Libertà è partecipazione», cantava Gaber e la voglia di intervenire nella vita politica “dal basso” non si quieta, tanto più in una città come la nostra che, da mesi, si sente alla vigilia delle elezioni amministrative.

Così ha riscosso un buon successo, ieri pomeriggio, l’iniziativa di “Prossima fermata Como”, organizzata alla Lucernetta da un comitato e non da un partito, aperta agli interventi più vari (anche con filmati e pure canzoni) per formare «il vocabolario della prossima Como che verrà messo on-line sul sito» www.prossimafermatacomo.it. Può sembrare un esercizio di democrazia, ma di certo non è stato sterile né fine a se stesso e, anche se non sono mancati gli interventi di personalità note del centrosinistra, primo fra tutti il candidato sindaco eletto nelle Primarie Mario Lucini, il microfono è andato in mano alla gente comune, segnatamente a persone che troppo spesso sono dimenticate, come i diversamente abili: le barriere architettoniche di uno spazio, peraltro pregevole dopo il recupero, come La Lucernetta, possono essere un punto di partenza per la prossima amministrazione che non deve trascurare quelli che sono problemi quotidiani per chi non vuole vivere come cittadino di serie B.

Lucini non si è limitato all’ascolto di tutti gli interventi, ma nel suo ha delineato le linee guida di quello che si potrebbe individu- are già come obiettivo principale di un suo quinquennio alla guida di Palazzo Cernezzi: la parola scelta è “Qualità”. «Esiste – dice – un bil, una sigla che indica il benessere interno lordo che spesso, anzi, quasi mai coincide con l’aumento del pil». Restituire a Como, insomma, una qualità della vita che è andata persa nel corso degli ultimi anni. Tra gli altri volti noti della politica la deputata Chiara Braga, il consigliere regionale Luca Gaffuri, Bruno Magatti e, soprattutto, Pippo Civati: il “volto giovane” del Pd, organizzatore, assieme a Matteo Renzi, del convegno nazionale “Prossima fermata: Italia” da cui ha preso il via anche l’iniziativa di ieri.

Sono stati proposti anche numerosi filmati sulla situazione cittadina, ma c’è anche chi ha voluto proporre un frammento dell’esilarante “Brian di Nazareth” dei Monty Python come monito a non cadere in divisioni inutili favorendo i personalismi. Tra gli interventi più significativi, oltre a quelli dei diversamente abili, oltre a chi ha voluto giustamente sottolineare come a Como le “quote rosa” siano ancora una gentile concessione, anche quello musicale di Andy Jonathan Fender che tra poesia e canzone ha ricordato il “Rock club” di piazza Roma, uno spazio comune rimasto nella memoria collettiva, oggi trasformato in appartamenti di lusso, simbolo di tutti quei luoghi che mancano in una Como che, secondo i promotori, non deve rassegnarsi a diventare un«dormitorio elegante di Milano».

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Preserviamo la Rotonda di Inverigo

Venerdì 3 febbraio 2012 la Giunta Comunale di Inverigo non ha approvato un piano che prevedeva la costruzione di un motel e di diverse ville proprio ai piedi della collina della Rotonda, con ciò oscurandone largamente le vista e compromettendo la fruibilità di un contesto di rara bellezza. Con questo atto, l’Amministrazione Comunale ha fatto dietro-front rispetto a un progetto perseguito tenacemente e da lungo tempo.
Tale decisione è stata imposta dall’azione di un Comitato costituito dai rappresentanti delle due minoranze consiliari (“Inverigo 2021” e “Uniti per Inverigo”), dal circolo 20 del Partito Democratico e dalle Associazioni ambientaliste “le Contrade” e “L’Orrido”, da molti anni attive nel paese. Questo comitato ha agito su più fronti: con ossevazioni al progetto e con una mozione consiliare unitaria; con interventi di informazione e sensibilizzazione degli enti superiori quali il “Parco Valle del Lambro” e la Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Pesaggistici competente; soprattutto però promuovendo una petizione tra la popolazione che ha raccolto in meno di due mesi (feste comprese) oltre 1300 firme di inverighesi e altre 900 di cittadini dei comuni vicini: a tutti costoro sta a cuore la salvaguardia di un bene storico-artistico e ambientale che è espressione e simbolo dell’”identità lombarda” e che come tale deve essere salvaguardato da appetiti e interessi privati.

Si tratta dunque di un successo politico pieno del Comitato, che è riuscito a informare su questo tema una larga parte della popolazione, costruendo un canale concreto di dibattito pubblico e di partecipazione.

Si tratta però solo dell’”andata” di una competizione – per restare nella metafora calcistica – che prevede anche una partita di ritorno: l’Amministrazione Comunale infatti ha già fatto sapere che intende riproporre il progetto di edificazione sulla collina della Rotonda all’interno del Piano di Governo del Territorio di imminente adozione.

Il gruppi che hanno dato vita al Comitato, da parte loro, intendono continuare la loro iniziativa sia nel Consiglio Comunale sia attraverso l’informazione e la sensibilizzazione della popolazione. Il nuovo obiettivo è il seguente: ottenere la salvaguardia integrale e definitiva della collina della Rotonda, con il divieto di ulteriori edificazioni.

Ciò costituirà la condizione necessaria perché si possano salvaguardare e poi valorizzare altri beni storico-ambientali, tra loro connessi: la Rotonda stessa con il suo parco, la scalinata del Gigante, il castello Crivelli (attualmente soggetto all’inaudito scempio del cosiddetto autosilo), il viale dei Cipressi, il comparto ex-Victory…; un insieme di strutture e ambienti che costituisce un patrimonio unico e perciò prezioso per il presente e per il futuro non solo di Inverigo ma dell’intera Brianza.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dalla Provincia, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento