Archivi tag: immigrati

A Como venerdì 11 settembre “La marcia delle donne e degli uomini scalzi”

SCHEDA 4 - LAGO DI COMO

La Marcia delle donne e degli uomini scalzi per i diritti dei profughi è un impegno che ci interrogherà sul muro di indifferenza che spesso circonda le piccole e le grandi azioni di solidarietà della nostra provincia. Sarà un momento collettivo di consapevolezza su un fenomeno storico che ormai è strutturale nel nostro tempo e che deve essere affrontato con strumenti che solo gli stati e l’Europa hanno: corridoi umanitari, chiusura di quella terra di nessuno che sono i centri di detenzione, per una accoglienza vera e rispettosa, superamento del regolamento di Dublino e creazione di un sistema unico di asilo, forti investimenti statali. Gli uomini e le donne che per diversi motivi si spostano sono anche una risorsa fondamentale per le nostra economie. Venerdì 11 settembre, a Venezia e in altre 61 città italiane si svolgerà una marcia di donne e di uomini scalzi promossa da 300 organizzazioni e da 1500 personalità. Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , | Lascia un commento

Pediatri ai bambini irregolari

pediatriaAndare oltre le prese di posizione ideologiche. Lo chiede il Pd alla maggioranza sulla questione dell’assegnazione dei pediatri di libera scelta ai bambini irregolari di cui si è discusso oggi in Commissione sanità, con l’audizione delle principali associazioni che si occupano di salute e immigrazione. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Secondo rapporto annuale mercato del lavoro degli immigrati

E’ stato presentato il 10 luglio, nel corso di una conferenza stampa del Ministro Elsa Fornero, il Secondo Rapporto annuale sul Mercato del lavoro degli Immigrati. “Il Rapporto, – spiega il Ministro Fornero – ha una duplice finalità: conoscere per informare l’opinione pubblica, gli operatori e le altre istituzioni, ponendo fine all’assenza di una informazione sistematica, di carattere istituzionale. Assenza a cui sino ad ora hanno fatto in parte fronte, meritoriamente, importanti Organizzazioni del privato sociale; conoscere per decidere, per orientare l’intervento del Ministero nei campi che sono di sua competenza – la gestione dei flussi migratori finalizzati alla ricerca di lavoro e l’organizzazione del mercato interno di questa importante fetta di popolazione”.  

Secondo quanto riportato nel documento, sono 200 milioni i migranti nel mondo, pari a circa il 3% della popolazione totale. L’Europa è la destinazione principale verso cui si orienta circa un terzo dei migranti (32,6%), mentre il 28,7% interessa l’Asia e il 23,4% l’America settentrionale. La popolazione straniera presente in Europa dal gennaio 2011 ammonta a quasi 40 milioni, l’8% della popolazione residente. In cinque paesi si concentra il 77% della popolazione straniera europea: Germania (11,3%), Gran Bretagna (9,7%), Francia (6,9%), Spagna (15,2%) e Italia (7,5%). Spagna e Italia sono i paesi europei in cui, nell’arco di un decennio, tra il 2002 e il 2011, la crescita della componente straniera è stata maggiore.  La popolazione italiana cresce grazie al contributo della componente straniera. Se la crescita demografica dell’Italia negli ultimi dieci anni è stata abbastanza sostenuta, quella della popolazione straniera è stata tumultuosa, passando dagli 1,33 milioni del 2001 ai 4,57 milioni del 2011. La crescita delle popolazione straniera residente compensa, quindi il progressivo invecchiamento della popolazione italiana garantendo un importante contributo in termini di giovani generazioni.  

Cresce negli ultimi tre anni (2009-2011) l’occupazione straniera in Europa, anche se in Italia si ravvisa un decremento costante, ma cresce anche la disoccupazione. L’aumento della disoccupazione, concomitante con la crescita dell’occupazione, dipende dal fatto che oltre alla quota rilevante di stranieri che hanno perso il lavoro, cresce la quota di popolazione attiva straniera che cerca lavoro composta da persone regolarmente residenti. Tra i lavoratori dipendenti in Italia, 15,3 milioni sono italiani, 655 mila sono di nazionalità UE e 1,3 milioni circa sono stranieri di provenienza extraeuropea. Il dato più significativo riguarda la percentuale di lavoratori con contratti di lavoro permanenti che risulta significativamente maggiore tra i cittadini stranieri rispetto a quelli italiani. E dall’analisi delle comunicazioni obbligatorie viene confermata la maggiore diffusione dei contratti a tempo indeterminato tra i lavoratori stranieri rispetto a quelli italiani. Nel 2011, i settori della domanda straniera che hanno presentano le più alte quote di attivazione sono stati: l’agricoltura con il 32,3%, le costruzioni con il 27,9%, l’industria con il 20,8% e i servizi alla persona con il 6,1%. Rilevante è poi la partecipazione dei lavoratori extracomunitari alle politiche passive, cui si contrappone la bassa partecipazione alle politiche attive e ai servizi per il lavoro. 

“In definitiva, – afferma il Ministro Fornero – il Rapporto mette in evidenza come sia ormai sbagliato continuare ad affrontare il tema del lavoro degli stranieri in termini di carenza di offerta di manodopera, o di mismatching fra domanda e offerta in alcuni campi particolari. Come sta avvenendo anche nel mercato dei lavoratori non stranieri, il problema sta diventando quella di una carenza di domanda, il problema sta diventando quello di una carenza di domanda, a fronte di un’offerta in crescita spontanea, che richiede un’attenta modulazione di interventii anche su segmenti selezionati e qualificati del mercato del lavoro”. 

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , | Lascia un commento

Il Pd aderisce al presidio antirazzista “Adesso basta!”

L’Associazione antirazzista ed interetnica 3 Febbraio di Erba lancia un appello a tutti i cittadini  per  reagire uniti,  con forza e determinazione contro la violenza e il razzismo, in riferimento ai tragici fatti di Torino e Firenze. Tutte le associazioni , movimenti  e singoli cittadini  sono invitati  a dire  «Adesso basta!». Presidio  domenica 18 dicembre alle ore 15:00 Piazza Vittoria, Como.

Savina Marelli, segretario provinciale PD, dichiara: “Il Partito Democratico di Como aderisce a questa iniziativa perché è in linea con le iniziative che il Partito sta conducendo per la promozione e la tutela dei diritti degli immigrati. Di fronte ad atti così efferati, è importante che anche la politica si mobiliti e si unisca alle iniziative della società civile. Crediamo che una buona convivenza tra persone di culture diverse debba passare attraverso il riconoscimento dei diritti, civili e di cittadinanza, dei nuovi italiani. Questo creerebbe le condizioni perché si stabilisca un tessuto civile coeso e si origino quegli anticorpi sociali che, di fatto, impedirebbero questi episodi”.

L’on. Chiara Braga commenta: “I fatti di Firenze e Torino rappresentano l’ennesima dimostrazione di quanto sia importante contrastare con forza e decisione, prima di tutto sul fronte culturale, certe derive xenofobe e razziste che il clima di insicurezza derivante anche dalla crisi economica rischia di far esplodere in maniera drammatica. Le uniche risposte possibili devono essere quelle della legalità, del rispetto dell’altro e della solidarietà, elementi di cui è fatta la tradizione del nostro Paese e che siamo chiamati tutti, forze politiche e società civile, a difendere. Per questo ritengo che sia importante la partecipazione al presidio di domenica”

Ana Rosa Ruiz, componente della segreteria e del Forum Immigrati del Partito Democratico di Como conclude: “Si sono verificati in tutta Italia episodi carichi di intolleranza e di violenza che destano preoccupazione e fanno riflettere. Sabato la sedicenne che accusa falsamente di stupro due stranieri e la conseguente spedizione punitiva al campo rom alle Vallette a Torino, poi la strage dei senegalesi a Firenze. Due episodi in tre giorni che svelano un clima culturale di intolleranza, di esasperazione alla violenza e al razzismo che vanno subito condannati. Un modello di società migliore esiste: va costruito e portato avanti insieme nel rispetto di tutti”.

Hanno finora aderito A3f di Erba, Associazione Teranga Senegal di Cantù, Associazione dei connazionali senegalesi in Italia (A.C.S.I), ARCI COMO,FIM CISL, Federazione delle associazione senegalese del Nord Italia (F.A.S.N.I), Coordinamento Comasco per la Pace, ACLI, Partito Democratico Federazione Provinciale di Como. Per informazioni e adesioni: 3497136756, a3ferba@hotmail.it

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

La strage di Firenze un gesto folle

“Un gesto folle, di una follia razzista e xenofoba che lascia sgomenti”. Questo il commento dell’on. Chiara Braga sulla “strage dei senegalesi” avvenuta martedì in piazza Dalmazia e al mercato di San Lorenzo a Firenze, eseguita da un militante di estrema destra.

“Un fatto gravissimo – continua la parlamentare democratica – che turba le coscienze, figlio del fanatismo e di coloro che predicano l’odio e che danno origine a violenza e morte. Alla gravità dei fatti si aggiunge lo sconcerto per le inaccettabili parole che alcuni esponenti di forze di estrema destra hanno speso sull’episodio. Un’ennesima dimostrazione di quanto sia importante contrastare con forza e decisione, prima di tutto sul fronte culturale, certe derive xenofobe e razziste che il clima di insicurezza derivante anche dalla crisi economica rischia di far esplodere in maniera drammatica. Le uniche risposte possibili devono essere quelle della legalità, del rispetto dell’altro e della solidarietà, elementi di cui è fatta la tradizione del nostro Paese e che siamo chiamati tutti, forze politiche e società civile, a difendere”.

Sul tema interviene Mbaye Diongue, responsabile del Forum Immigrazione del Partito Democratico di Como. “Sono senegalese che, come anche altri miei amici, vive e lavora nella provincia di Como, e provo dolore per quel che è successo ieri a Firenze, per i miei connazionali che sono stati uccisi. Noi senegalesi, come tutti gli stranieri, siamo venuti qui in Italia per trovare lavoro, siamo gente che cerca di darsi da fare, che ha voglia di integrarsi, di non fare del male a nessuno e che merita rispetto e dignità”.
“Di fronte a simili fatti drammatici e violenti, il mio sostegno va a tutti gli stranieri che sono stati vittime di atti di razzismo e di xenofobia”.

“Sicuramente – aggiunge Diongue – porterò una riflessione all’incontro su “I nuovi italiani, partecipazione e responsabilità” che i Forum Immigrazione del Pd di Como e Lecco, hanno organizzato per il prossimo sabato 17 dicembre 2011 a Lecco. Per tenere sempre viva l’attenzione sugli immigrati, sul valore dell’integrazione, sui nuovi italiani; questioni importanti per la civiltà dei popoli”.

Ana Rosa Ruiz, componente della segreteria e del Forum Immigrati del Partito Democratico di Como conclude: “Si sono verificati in tutta Italia episodi carichi di intolleranza e di violenza che destano preoccupazione e fanno riflettere. Sabato la sedicenne che accusa falsamente di stupro due stranieri e la conseguente spedizione punitiva al campo rom alle Vallette a Torino, ieri la strage dei senegalesi a Firenze. Due episodi in tre giorni che svelano un clima culturale di intolleranza, di esasperazione alla violenza e al razzismo che vanno subito condannati. Un modello di società migliore esiste: va costruito e portato avanti insieme nel rispetto di tutti”.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Le iniziative a sostegno della campagna “L’Italia sono anch’io”.

Sabato 19 novembre ci sarà la 2° giornata  straordinaria di mobilitazione del Forum immigrazione del PD a sostegno della Campagna nazionale “L’Italia sono anch’io”.

Molte organizzazioni della società civile hanno promosso questa campagna per la raccolta di firme a sostegno di due progetti d’iniziativa popolare per il riconoscimento del diritto di voto nelle consultazioni elettorali locali agli stranieri residenti dal almeno cinque anni e per il riconoscimento della cittadinanza a tutti coloro che sono nati in Italia.

Savina Marelli, segretario provinciale del Partito Democratico, e Mbaye Diongue, responsabile del Forum immigrazione, commentano: “Il Partito Democratico, che già nel 2009 sostenne una proposta di legge bipartisan per la riforma del diritto di cittadinanza – successivamente bocciata in Parlamento-, appoggia la Campagna nazionale “L’Italia sono anch’io” con la convinzione che la partecipazione alla vita politica degli immigrati e la cittadinanza ai figli dei migranti nati in Italia siano tasselli fondamentali per costruire un paese civile e inclusivo. Per questo, anche il Pd di Como vuole impegnarsi affinché le due proposte di legge di iniziativa popolare raggiungano le 50.000 firme necessarie per la consegna delle leggi in Parlamento e abbiamo organizzato banchetti e altre iniziative per raccogliere le firme e contribuire a rendere effettiva l’uguaglianza di diritti tra italiani e stranieri che vivono, studiano e lavorano in Italia, così come sancito dall’articolo 3 della nostra Costituzione”.

Sabato 19 novembre

MARIANO COMENSE     dalle 15.30 alle 19,00    in piazza Roma
COMO                                 dalle 9.30 alle 12.30      in Piazza S.Fedele
CANTU’                               dalle 10.00 alle 19.00  in Via Matteotti

Mercoledì 23 novembre

BREGNANO                      dalle 21.00 alle 22.00    sede PD – Via Italia 38

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

L’Italia sono anch’io

Sono stati centinaia i cittadini che il 22 Settembre, in poche ore, al gazebo allestito in piazza del Pantheon a Roma hanno sottoscritto le due proposte di legge di iniziativa popolare promosse dalla campagna “L’Italia Sono Anch’Io” per modificare l’attuale normativa sulla cittadinanza e introdurre il diritto di voto alle amministrative per le persone di origine straniera. La raccolta di firme sostiene due leggi di iniziativa popolare: la riforma del diritto di cittadinanza in particolare per i minori, introducendo lo ius soli temperato, e il diritto di voto ai lavoratori regolarmente presenti da cinque anni.

Mbaye Diongue, responsabile Forum Immigrazione del Pd di Como, dichiara: “Il Partito Democratico appoggia in pieno l’iniziativa. Già due anni fa il Partito aveva presentato una proposta di legge (la proposta di legge Sarubbi – Granata) in tal senso che era stata poi respinta per una manciata di voti. Ci sembra naturale continuare a sostenere le iniziative che promuovono l’estensione dei diritti per gli immigrati di seconda generazione e per quanti vivono e lavorano in Italia. Anche per questo sarò a Roma il 9, come unico rappresentante per la Lombardia per quanto riguardano queste questioni, per la  preparazione della Conferenza Nazionale del PD”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento