Archivi tag: disabilità

A Como si parla della legge del “dopo di noi”

convegno dopo di noiGiovedì 22 giugno, alle 17, nella sala di Confcooperative, in via Martino Anzi 8, a Como, si terrà il convegno, organizzato dal Pd e da Ecologisti – Reti civiche, sul tema “La legge del dopo di noi”. L’incontro pubblico vuole illustrare i contenuti della norma che intende tutelare le persone diversamente abili una volta rimaste prive di sostegno familiare.
Intervengono l’on. Elena Carnevali, relatrice della legge, Irma Missaglia, presidente della Cooperativa Simpatia, Giorgio Colombo, presidente dell’Associazione “Noi genitori” Erba, Marco Noseda, presidente dell’Associazione “Il sorriso” Como, Michele Piscitelli, direttore di Eureka Servizi alla cooperazione.
Introduce Giovanna Foa, Ecologisti e reti civiche. Partecipano Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione Sanità del Consiglio regionale, e Roberta Marzorati, pediatra.

Pubblicato in Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Disabilità: Regione Lombardia finanzi i programmi autogestiti di vita indipendente al posto del referendum

handicap“Si tratta di una legge cornice, di orientamento”. Così il Pd ha definito la proposta, presentata per la promozione e il supporto alla vita indipendente. I programmi autogestiti di vita indipendente, al centro della proposta, saranno oggetto, tra l’altro, venerdì 13 gennaio, di un convegno che si svolgerà in Sala Pirelli, alla presenza dei rappresentanti delle associazioni e degli amministratori locali e sarà l’occasione per fare il punto sulle nuove linee d’indirizzo a sostegno della disabilità. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

L’INPS revochi subito l’iniquo provvedimento contro gli Invalidi Civili

Con la circolare nr. 149 del 28 dicembre scorso l’INPS ha deciso, in assenza di qualsiasi normativa o indirizzo di natura politica del Governo o del Parlamento, di togliere la pensione di invalidità di 275,87 euro mensili a chi ha un reddito familiare superiore ai 16.127,30 euro lordi annui, calcolando, diversamente dal passato, non più il solo reddito personale della persona invalida ma anche quello del coniuge.  Ciò significa, secondo l’istituto di previdenza diretto dal milionario Presidente Antonio Mastrapasqua, che un disabile con il 100% di invalidità e il suo coniuge possono vivere in due con 1.343 euro lordi al mese.

«Il  provvedimento non solo è inaccettabile per la forma adottata dall’INPS in assenza di una decisione del Governo, ma è  iniquo sul piano della sostanza perché aumenterà, anche in Lombardia, il numero delle persone che entreranno nella spirale della povertà» commenta in proposito Luca Gaffuri

 

Gaffuri, che insieme al collega di Brescia, Gian Antonio Girelli nell’ultima breve legislatura regionale ha presentato un progetto di legge per contrastare il fenomeno della povertà in Lombardia, ha aggiunto “sosterrò le battaglie delle associazioni dei disabili e delle organizzazioni sindacali per sollecitare un intervento risolutivo del Ministro Elsa Fornero presso l’INPS per revocare da subito la circolare. Il tema della disabilità e del sostegno alle famiglie è uno dei temi più importanti nell’agenda politica del PD regionale”.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Autismo: la Regione si impegni

In Lombardia si stimano circa 150mila persone affette da una sindrome di spettro autistico che abbisognano di diagnosi precoce e di presa in carico. E’ un problema che le istituzioni devono affrontare congiuntamente. Per fare il punto della situazione e una ricognizione sugli ultimi strumenti legislativi il gruppo consiliare del Pd ha organizzato un convegno sull’autismo cui hanno partecipato numerose le associazioni e le famiglie, che chiedono alla Regione un Piano operativo di intervento volto anche al perseguimento di una legislazione regionale specifica e coerente con la Carta dei diritti delle persone con autismo e secondo le linee guida nazionali appena divulgate.

“Come ci hanno chiesto tutte le persone intervenute in più di 300 serve consapevolezza e presa in carico da parte delle istituzioni, non interventi spot o singole azioni. Oltre alla necessità di una maggiore integrazione tra interventi sociali e sanitari. La sindrome dell’autismo ha bisogno di percorsi omogenei e unitari e dell’individuazione di modelli organizzativi che facciano riferimento a precisi protocolli diagnostici – ha detto Luca Gaffuri caporgruppo regionale Pd – Per questo il nostro prossimo impegno come opposizione sarà quello di riproporre il tema in sede di bilancio, alla fine dell’anno, affinché la voce autismo abbia un capitolo dedicato e un’autonomia finanziaria non soltanto sperimentale”.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento