Archivi tag: crisi

Presto il progetto di legge regionale per aiutare chi si trova in improvviso disagio

disagioAvviata in Commissione Sanità di Regione Lombardia l’istruttoria per il progetto di legge del Pd sul microcredito alle famiglie che si trovano in condizioni di temporanea difficoltà economica. Un progetto di legge che il partito democratico porta avanti dalla scorsa legislatura e che presto  vedrà la luce. “L’idea è quella di andare incontro a tutte quelle persone e quelle famiglie che non rientrano nelle statistiche di povertà assoluta ma per le quali un evento imprevisto e straordinario genera una temporanea difficoltà economica che non riescono ad affrontare da sole e così sono costrette a cambiamenti drastici di stili di vita” spiega il consigliere Luca Gaffuri. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Riforma dell’ALER e rilancio dell’Edilizia Residenziale Pubblica a Como

abitazioneDopo l’emergenza lavoro la seconda fonte di disagio sociale nel Comasco è l’emergenza abitativa. E spesso le due situazioni sono strettamente correlate. Quali risposte, quindi, può dare l’Edilizia Residenziale Pubblica alla domanda di abitazioni che arriva dal territorio lariano, dove inoltre il numero dei residenti è in crescita, è stato il filo conduttore dell’incontro pubblico “Riforma dell’ALER e rilancio dell’Edilizia Residenziale Pubblica a Como” promosso dal Partito Democratico della Lombardia e dal gruppo consiliare del PD in Comune a Como. Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Crisi Sisme: se ne occupi anche la Commissione Attività Produttive

SismeLa crisi che dal 2008 a oggi sta attanagliando l’ennesima azienda comasca e che oggi mette in pericolo oltre 200 posti di lavoro, ha indotto il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, assieme ai colleghi del territorio di ogni schieramento, a chiedere al presidente della IV Commissione Attività produttive e occupazione del Consiglio regionale di convocare un’audizione tra le parti. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

SS36, approvata mozione bipartisan in favore delle aziende danneggiate dai lavori

SS36Questo pomeriggio in Consiglio regionale è stata approvata all’unanimità una mozione congiunta, frutto di un lavoro di revisione della mozione presentata settimana scorsa dai consiglieri regionali del PD Luca Gaffuri e Raffaele Straniero. Con il documento, così come si chiede nel testo originale, si invita la Giunta regionale a prevedere, in fase di assestamento di bilancio e compatibilmente con le disponibilità finanziarie e ai vincoli di bilancio, uno stanziamento a fondo perduto a favore delle aziende danneggiate, comprese quelle del settori del commercio e del turismo,  dalla chiusura dalla SS36, una cifra analoga a quanto previsto per le aziende interessate dai lavori pubblici. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Sblocco dei pagamenti, fusioni comunali: un’agenda 2013 per i comuni

Sebbene in queste settimane l’attenzione sia puntata sull’evoluzione delle vicende politiche nazionali, benessere collettivo e tenuta sociale non possono prescindere dal ruolo spettante agli enti locali. La crisi che ha colpito duramente le imprese e le famiglie ha finito per produrre effetti pesanti anche sui comuni, chiamati a rispondere alle esigenze sempre più pressanti dei cittadini, specie in campo sociale, e contemporaneamente impossibilitati ad operare per l’aggravarsi dei tagli di risorse e per i penalizzanti vincoli di finanza pubblica. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Patto di stabilità: subito lo sblocco delle risorse per i Comuni

“Fianco a fianco con i Sindaci italiani in una giornata di grande partecipazione alla manifestazione indetta dall’ANCI a favore dello sblocco dei pagamenti alle imprese creditrici da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Un evento che ha visto compatti insieme non solo le Amministrazioni Comunali italiane bensì anche le Associazioni imprenditoriali, dall’ANCE Costruttori a Rete Imprese Italia, le associazioni artigiane e di commercio, i sindacati ed il forum del terzo settore”. E’ soddisfatto Mauro Guerra Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Crisi Holcim: Luca Gaffuri ha partecipato all’incontro tra sindacali e vertici aziendali

Luca Gaffuri ha partecipato quest’oggi all’incontro tra le rappresentanze sindacali ed i vertici della Holcim per discutere della situazione relativa al sito di Merone. Alla riunione ha partecipato anche il sindaco di Merone, Pietro Brindisi. “Dai colloqui è emersa una situazione che mi sento di arrivare a definire drammatica – ha commentato Luca Gaffuri -. Non è certo un momento favorevole per i numerosi lavoratori e capisco il clima di forte preoccupazione che è manifestato dalle maestranze. Reputo quindi un atto fondamentale l’analisi del piano industriale. Un atto che auspico possa concretizzarsi nei prossimi giorni”.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Carta d’intenti – Italia. Bene Comune – Patto dei democratici e progressisti

Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha presentato e firmato la “Carta d’intenti per il patto dei democratici e dei progressisti”. “L’Italia ce la farà se ce la faranno gli italiani. Se il Paese che lavora, o che un lavoro lo cerca, che studia, che misura le spese, che dedica del tempo al bene comune, che osserva le regole e ha rispetto di sé, troverà un motivo di fiducia e di speranza. L’Italia perderà se abbandonerà l’Europa e si rifugerà nel suo spirito corporativo, se prevarrà l’interesse del più ricco o del più arrogante. Se speranza e riscatto non saranno il capitale di un popolo ma scialuppe sole per i furbi e i meno innocenti.

Questa Carta d’Intenti vuole descrivere l’Italia che ce la può fare, che ce la può fare ricostruendo basi etiche e di efficienza economica; che ce la può fare con uno sforzo comune in cui chi ha di più dà di più. Sappiamo che la politica ha le sue colpe. E che quanto più profonda si manifesta la crisi, tanto più le classi dirigenti devono testimoniare il meglio: nella competenza, nella condotta, nella coscienza. Questo sarà il nostro impegno e la bussola per il nostro compito. Con la stessa sincerità, diciamo che non siamo tutti uguali. Non sono uguali i partiti, le persone, le responsabilità. Gli italiani sono finiti dove mai sarebbero dovuti stare perché a lungo sono stati governati male. Noi vogliamo chiudere quella pagina e aprirne un’altra.

L’Italia , come altre grandi nazini, è immersa nella fine drammatica di un ciclo della storia che aha occupato l’ultimo trentennio. La gravità del quadro elimina molte certezze. Ma sono proprio le grandi rotture a dettare le regole del futuro. Nel senso che da una crisi radicale non si esce mai come si è entrati. La sfida è spingere quel mutamento verso un progresso e un civismo più solidi, retti, condivisi. Davanti a noi, adesso, c’è una scelta di questo tipo: se batterci per migliorare tutti assieme o rinunciare a battersi. Se credere nelle risorse del Paese o affidarsi alle risorse di uno solo. Se unire le energie disponibili e ripensare assieme l’Europa, o attendere che altri scelgano e dicano per noi.

Volgiamo dunque proporre la traccia di una discussione aperta sull’Italia attorno ad alcune idee fondamentoli. Cerchiamo un patto con le forze poltiche democratiche, progressiste e di una sinistra di governo, con movimenti e associazioni, con amministratori, con ogni persona e personalità che voglia contribuire a un progetto per uscire da una crisi senza eguali nella nostra memoria. L’Italia è in grado di uscirne ma deve avere più fiducia nei suoi mezzi e meno paura del viaggio che dobbiamo fare. Non è più tempo di “contratti”, promesse, sogni appesi a un filo. Adesso è tempo di ripartire. Perché il peggio può essere alle nostre spalle. Se lo vogliamo”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Esodati, un censimento in Lombardia

Approvato all’unanimità dal Consiglio regionale l’ordine del giorno presentato dal Pd, sul tema degli esodati e dei giovani artisti. Il documento, spiegano i consiglieri regionali Luca Gaffuri e Carlo Spreafico, “stabilisce che per la nostra realtà e caratteristica regionale l’obiettivo che Regione Lombardia può e deve perseguire è quello di contribuire, con la propria azione, a definire, prima di ogni altra regione, chi e quanti sono i cosiddetti esodati. Serve un accordo sia con il Governo che con l’Inps per arrivare a un censimento pilota in Italia su un tema che sta a cuore soprattutto ai diretti interessati ma non solo, e che è indispensabile definire per conoscerne dimensione, entità, costo del problema”. Gaffuri fa presente l’importanza del censimento perché, come dice l’ordine del giorno, “gli esodati sono differenti a seconda che abbiano o meno la copertura del reddito sino al raggiungimento della pensione e noi in Regione Lombardia dobbiamo concentrare il nostro eventuale aiuto su quelli che alla fine di ogni percorso di tutela rientrassero per un periodo senza lavoro-pensione-reddito. L’obiettivo su cui puntare è che nessun lavoratore in Lombardia sarà abbandonato in questa situazione”. E aggiunge Spreafico: “Chiediamo anche al Governo di definire forme di anticipazione sociale dei trattamenti pensionistici con il concorso del sistema bancario supportato da fondi di garanzia”. Spreafico ricorda che l’ordine del giorno chiede alla Giunta interventi di “tutela del capitale umano lombardo rappresentato dai giovani artisti sui quali grava la grande crisi che coinvolge teatri e orchestre che devono fare i conti con la riduzione delle risorse economiche che provenivano da sponsor pubblici e privati”. In questo senso, “Regione Lombardia deve dare un segnale coraggioso a tutela dei giovani artisti che, in assenza di aiuti concreti al reddito e stimoli alla creazione di nuove imprese artistiche, saranno costretti ad abbandonare il settore”.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , | Lascia un commento

La Regione non affronta la crisi, occorre andare presto a elezioni

“È un assestamento al bilancio che non risponde alla fase storica di crisi che la Lombardia sta vivendo. È sempre più chiaro che questa amministrazione regionale non ha più nulla da dire e che per il bene dei lombardi sarebbe ora di andare a nuove elezioni”. È questo il giudizio del capogruppo del PD in Regione Luca Gaffuri all’assestamento di bilancio regionale 2012, approvato oggi in Consiglio regionale. “Temiamo che non sarà così – ha aggiunto Gaffuri, il cui gruppo aveva presentato un emendamento, bocciato dalla maggioranza, per far mettere a bilancio le risorse per le elezioni anticipate – ma è ormai urgente che, anche in un’ottica di spending review, il Consiglio approvi la riforma della sanità regionale, con l’efficientamento dei servizi e la modifica del sistema dei ticket nel segno dell’equità. Inoltre – conclude – va fatta presto la riforma elettorale, che è ancora ferma ai blocchi di partenza”.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , | Lascia un commento