Archivi tag: Comune

Recupero seminterrati, Guarisco: “Una legge non chiara, i rischi sono dietro l’angolo e si perderanno parcheggi”

seminterratiIl Gruppo comunale del Pd ha votato contro l’adeguamento normativo alla legge regionale sul recupero dei vani e dei locali seminterrati, nonostante sia stata accolto uno dei due emendamenti presentati. A spiegare i motivi Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd: “La legge regionale che ora dobbiamo attuare suscita perplessità: votata a marzo dal consiglio regionale, è stata già modificata ad agosto per introdurre almeno alcuni requisiti minimi tecnici, perché non tiene fede agli obiettivi di incentivare la rigenerazione urbana, contenere il consumo di suolo e favorire l’installazione di impianti tecnologici di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni in atmosfera. Peraltro, le modifiche mettono in discussione pure il requisito, già risicato, dei 2 metri e 40 di altezza dei locali oggetto di recupero, introducendo il concetto di altezza media, che consente di operare anche su porzioni d’immobili di 1 metro e 50”.
Per Guarisco “in via ipotetica potremmo vedere l’aspetto positivo di riqualificare l’esistente in un’ottica commerciale e terziaria, ma ci preoccupa molto la spinta alla realizzazione di nuovi spazi abitativi attraverso il recupero facilitato dei seminterrati. Spazi la cui abitabilità resterà sempre problematica e rivolta a chi ha possibilità economiche ristrette. Non crediamo poi che in questo tipo di operazioni di recupero vi sia un particolare interesse economico per il settore dell’edilizia, che può aspirare ad attività di maggior portata”.
E per spiegare meglio le preoccupazione del Pd, il consigliere ha ricordato “i pericoli idrogeologici: in un territorio fragile, con condizioni meteo sempre più instabili, collocare sotto terra attività e locali abitabili rappresenta un rischio. C’è poi l’impatto paesaggistico: di qui la nostra proposta di emendamento che chiedeva di considerare tra gli ambiti di territorio comunale esclusi dall’applicazione della legge regionale le porzioni di città che il Pgt vigente individua come ‘Città murata e borghi storici’ e come ‘Centri storici suburbani, nuclei storici ed edifici di valore storico e/o rilevanza artistica e/o ambientale’. Parliamo di edifici prenovecenteschi in cui i seminterrati non sono stati neppure lontanamente pensati come possibili locali d’abitazione”. Ma la proposta che in questi ambiti il recupero non possa avvenire e che vi sia una tutela dei loro caratteri storico-architettonici e paesaggistici è stata bocciata dalla maggioranza.
Approvato, invece, l’emendamento che affrontava il tema degli impatti dal punto di vista del carico urbanistico: “Se trasformo un garage o una rimessa seminterrata, sfratto l’automobile che veniva ospitata lì e la trasferisco in strada – ha spiegato Guarisco, convincendo la Giunta –. In una città affamata di spazi per la sosta com’è Como, questo è un problema. Noi abbiamo proposto di prevedere il vincolo del reperimento dello stesso numero di spazi di sosta anche quando ad andare persi, per via del recupero dei seminterrati, sono parcheggi non pertinenziati e, nel caso il reperimento non sia oggettivamente possibile, indichiamo una misura delle monetizzazioni che almeno al Comune consenta di realizzare stalli di sosta in egual numero. Tuttavia il problema è solo ridotto ma non risolto del tutto, perché la legge regionale ci consente di attivare questo meccanismo di compensazione solo nei casi in cui i locali recuperati abbiano una superficie maggiore di 100 metri quadrati”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Parco ex Zoo, Fanetti, Lissi, Guarisco: “Contro lo spaccio più illuminazione e più manutenzione del verde”

parcheggio centro lagoPer risolvere i problemi di sicurezza legati allo spaccio di stupefacenti nel parco di via Sant’Elia-via Recchi, più noto come ex Zoo, Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, propongono al Consiglio comunale una mozione che impegni sindaco e Giunta a dotare il parco di una maggiore illuminazione notturna e a eliminare le barriere visuali, anche tramite interventi sulla conformazione del verde e la sua manutenzione, in particolare nell’area del cosiddetto Giardino delle Rose.
L’atto è stato depositato e sarà discusso, si augurano i tre consiglieri, alla prima occasione utile in Aula.
“È notorio che nel parco sovrastante il parcheggio Centro Lago avvengano le attività illecite di spaccio di stupefacenti che alimentano un clima di insicurezza e allarme nella zona – ricordano Fanetti, Lissi e Guarisco –. Il modo di operare degli spacciatori nell’area si avvale degli alberi e dei cespugli dietro i quali si riparano durante le loro attività di smercio o nascondono le dosi di stupefacente”.
Ma è anche vero, precisano nella mozione i consiglieri Pd, che l’articolo 4 della Convenzione, sottoscritta dal Comune di Como, che è il concedente, con Parcheggi Italia Spa, che è la concessionaria, in data 15 dicembre 1999, alla voce ‘Utilizzo delle aree’, dice: «La Concessionaria si assume l’onere relativo alla manutenzione ordinaria del giardino pubblico, interessante l’intero appezzamento oggetto di concessione, fatte salve le porzioni interessate dai volumi indispensabili per l’accesso e la fuoriuscita di autovetture, nonché le porzioni strettamente necessarie per l’accesso all’impianto e quelle destinate al traffico veicolare e pedonale, per le quali la concessionaria si assume anche l’onere della straordinaria manutenzione. Il Concedente si riserva, comunque, la facoltà di concedere porzioni del giardino pubblico a terzi su specifiche istanze di utilizzo compatibili con la finalità e la fruibilità del giardino stesso. In tale circostanza il Concedente, qualora la richiesta consistesse nella installazione di manufatti, richiederà parere alla Concessionaria al solo fine di verificare la compatibilità tecnico-statica dell’utilizzo richiesto con il sotterraneo autosilo. L’eventuale porzione di suolo concessa a terzi dal Comune di Como sarà, ai soli fini della manutenzione, sgravata dagli obblighi assunti dalla Concessionaria».
Ed è tra le righe di questo accordo che il Gruppo comunale del Pd vede una possibile soluzione al problema che angoscia soprattutto i residenti in zona.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Giardini a lago, Fanetti, Lissi, Guarisco: “La Giunta Landriscina rischia di perdere i finanziamenti, ma chiama Sgarbi”

giardini a lago“Forse i nuovi amministratori del Comune di Como non si rendono conto che mandando a gambe all’aria i progetti che erano stati così ben avviati dalla Giunta Lucini, rischiano di perdere completamente i finanziamenti. Piacciano o meno, queste opere non possono finire in un flop a causa delle posizioni più ideologiche che altro di Landriscina e dei suoi assessori”, sono preoccupati Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, dopo aver appreso che l’ennesimo intervento della precedente amministrazione rischia uno stop da parte della nuova Giunta.
“Ci pare appena il caso di ricordare al sindaco che esiste un cofinanziamento regionale per la realizzazione dei giardini a lago, per 380mila euro, oltre ai soldi che ci ha messo il Comune, pari a quasi un milione di euro – proseguono i tre consiglieri –. Ma soprattutto, l’intera cifra regionale rischia di scomparire: esiste una convenzione tra Unioncamere e il Comune di Como che indica che Unioncamere è tenuta a erogare un acconto del 50% del contributo massimo totale concesso, entro 60 giorni dalla sottoscrizione della convenzione e il restante saldo entro 60 giorni dalla trasmissione della rendicontazione finale del Programma di intervento definitivo e previa verifica tecnico–contabile della rendicontazione trasmessa. Perciò, il Comune è tenuto a concludere i progetti inseriti nel Programma di intervento entro 12 mesi dalla data di sottoscrizione della convenzione, che è avvenuta il 22 novembre 2016, fatta salva la concessione dell’eventuale proroga di sei mesi. In sostanza, il termine massimo è il 22 maggio 2018”.
Per Fanetti, Lissi e Guarisco è incomprensibile come “Landriscina e i suoi possano solamente pensare a come distruggere quanto fatto finora: niente piste ciclabili, i lavori di riqualificazione di Villa Olmo visti quasi come fumo negli occhi, ora nemmeno i giardini a lago! Ma intanto si pensa a chiamare il critico Sgarbi, che non lavora certo gratis, per fare ciò che si può fare bene da soli, affidandosi a esperti del territorio, o per lo meno previo ascolto delle tante nostre associazioni che si occupano di cultura e arte. L’impressione è che a Palazzo Cernezzi regni la confusione più totale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Como: Stefano Fanetti sul voto della mozione di sfiducia a Luigi Cavadini

La scelta di almeno quattro consiglieri del Pd di non difendere l’assessore alla cultura Luigi Cavadini (sulla mozione di sfiducia presentata dalle minoranze hanno votato scheda bianca) «non va sottovalutata». Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , | Lascia un commento

Grande soddisfazione; per la prima volta a Como la Giunta, per metà, si tinge di rosa”

Grande apprezzamento per la scelta del Sindaco Lucini”, è  il commento dell’onorevole del Pd, Chiara Braga, all’indomani della presentazione della Giunta del Comune di Como. “Quattro donne  - prosegue la deputata comasca – in ruoli chiave dell’Amministrazione, nei quali  potranno mettere a frutto le loro competenze e sicuramente dar prova del contributo fondamentale e qualificato che può venire dalle donne nel governo della città”.

“Nel rivolgere a loro gli auguri per il lavoro che le attende, esprimo particolare soddisfazione per il fatto che queste donne assumeranno incarichi anche in settori tradizionalmente appannaggio di figure maschili, come i lavori pubblici e le attività economiche. Credo che questa scelta sia il più bel segnale del “cambio di passo” annunciato e fin da ora tradotto in fatti dal nuovo Sindaco di Como”.

In accordo con la deputata comasca è anche la coordinatrice provinciale delle Donne Pd e neo eletta consigliere comunale, Andrée Cesareo, che dichiara: “Esprimo grande soddisfazione per la scelta fatta dal nuovo Sindaco, di affidare la metà degli assessorati, quattro su otto, a delle donne. Per la prima volta nella storia di Como, la squadra di giunta, tingendosi per metà di rosa, rispetta in pieno la parità di genere. Un “cambio di passo” concreto e reale, nella direzione del giusto riconoscimento della competenza e della professionalità delle figure femminili”.

“Tutto il coordinamento provinciale Donne Pd – conclude la giovane consigliere del Pd – si unisce nel fare i migliori auguri di buon lavoro a Silvia Magni, Gisella Introzzi, Giulia Pusterla e Daniela Gerosa. La speranza è quella di continuare su questa strada, forti del fatto che merito e qualità siano sempre più  prerogative universali coniugabili sia al genere maschile che a quello femminile”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , , | 1 commento

Mario Lucini presenta il suo esecutivo

Ieri pomeriggio in Sala Stemmi, davanti a circa trecento persone, il sindaco Mario Lucini ha presentato la sua giunta.

“La vostra presenza quest’oggi testimonia la grande attesa con cui la città guarda al nostro lavoro –  ha spiegato il primo cittadino, rivolgendosi ai presenti  - Ci eravamo imposti tempi stretti per la giunta e abbiamo rispettato questo impegno. I criteri con cui mi sono mosso nella scelta delle persone che mi affiancheranno in questi cinque anni di lavoro per la città sono stati la competenza, la piena condivisione del programma e una grande apertura alla città e alla società civile. Ho potuto esercitare tutte le prerogative che la normativa attribuisce al sindaco e non ho avuto obblighi o pressioni da parte di nessuna lista, partito o movimento che fa parte della coalizione”.

L’esecutivo, i cui assessori hanno già sottoscritto l’accettazione dell’incarico, sarà composto da: Silvia Magni vice sindaco e assessore alle Politiche Educative, Università, Politiche Giovanili, Tempi della Città, Promozione della partecipazione, Rapporti con il Consiglio Comunale; Luigi Cavadini, assessore alla Cultura, Biblioteca, Musei, Grandi Eventi, Turismo, Sport; Daniela Gerosa, assessore a Mobilità e Trasporti, Acque e Strade, Edilizia Pubblica, Verde e Arredo Urbano; Marcello Iantorno, assessore al Patrimonio, Casa e Politiche Abitative, Provveditorato, Servizi Demografici ed Elettorali, Archivio e Protocollo, Servizi Cimioteriali,Sicurezza Civica, legalità e Trasparenza; Gisella Introzzi assessore alle Politiche Economiche e del Lavoro, Attività Produttive e Cooperazione, Artigianato, Commercio e Moda, Sportello Unico, Risorse Umane e Organizzazione, Finanziamenti Pubblici e Comunitari; Bruno Magatti assessore alle Politiche Sociali e di sostegno alla Famiglia, Solidarietà e Inclusione Sociale, Piani di Zona, Sanità ed Igiene, Ecologia ed Ambiente; Giulia Pusterla assessore al Bilancio, Politiche Finanziarie e Tributarie, Aziende e Partecipazioni, Pari Opportunità; Lorenzo Spallino assessore alla Pianificazione urbanistica, Edilizia Privata, Sistema Informativo Territoriale, Informatizzazione, Portale Web Comunale, Digitalizzazione Procedure, Statistica. Il sindaco Mario Lucini ha mantenuto le deleghe agli Affari generali e Legali, Pianificazione Strategica e Marketing territoriale, Controllo di Gestione, Relazioni Internazionali, Pace e Gemellaggi, Comunicazione, Urp, Grandi Opere, Polizia Locale, Protezione Civile.

Il Consiglio Comunale sarà convocato per la prima seduta lunedì 11 giugno. Vi parteciperanno già i consiglieri che subentreranno a quelli nominati assessori

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | 1 commento

Mario Lucini presenta la sua squadra: 0re 17.30 Sala Stemmi

Il neo eletto sindaco Mario Lucini presenta la sua giunta oggi alle 17.30 nella Sala stemmi del Comune di Como.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Valutazione dei dirigenti comunali: premiato il degrado

Stefano Legnani, segretario cittadino del Partito Democratico, commenta la notizia apparsa oggi sul quotidiano La Provincia sulla classifica di merito sul lavoro svolto dai dirigenti comunali.

Le migliori quotazioni sono state attribuite da Bruni a Viola e Ferro, responsabili dei lavori pubblici; a cui saranno corrisposti dei consistenti premi in denaro

“Lascia quantomeno perplessi la notizia che ai dirigenti comunali che si occupano del cantiere delle paratie sia stato assegnato dal Sindaco il punteggio più alto, quasi il massimo previsto, di valutazione per il lavoro svolto nel 2010. Oltretutto nessun altro dirigente ha avuto un punteggio maggiore, quasi che le migliore professionalità si trovino solo nel settore dei lavori pubblici. Guardando lo stato in cui è ridotta la città è difficile condividere questa lettura. Sfuggono i criteri che guidano queste valutazioni, considerando i numerosi problemi che si sono verificati nella gestione del cantiere delle parati tra i quali, non solo la costruzione di un muro non previsto che ha oscurato la vista del lago, ma anche i continui disagi dovuti ad un’opera che ad oggi non si sa neppure come e quando sarà ultimata. Oltretutto se le cosiddette grandi opere dovevano essere il fiore all’occhiello della maggioranza, il disastro delle paratie è l’emblema del fallimento dell’amministrazione”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento