Archivi tag: Comune di Como

PD a Palazzo Cernezzi: il 10° numero

Ecco il 10° numero di PD a Palazzo Cernezzi, anche da scaricare in formato .pdf

PD a Palazzo Cernezzi 10-13

Immagine1Immagine2

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Mario Lucini all’assemblea cittadina del PD

Mario_Lucini_corto-510x356Il partito Democratico della città di Como si è riunito la scorsa settimana in assemblea per fare il punto sulla situazione politica della città. Ospite della serata era il sindaco Mario Lucini che ha illustrato il percorso fin qui svolto e i prossimi temi che l’amministrazione comunale dovrà affrontare. La relazione del primo cittadino ha trovato ampio consenso nell’assemblea che ne ha approvato con soddisfazione l’operato e gli ha rinnovato senza eccezioni, a lui e alla sua giunta, il sostegno. Il Partito Democratico cittadino ha anche preso l’impegno, nei confronti del sindaco, di essere ancora più propositivo sui temi di carattere locale, offrendo tutta la propria competenza e disponibilità. In un confronto franco e rispettoso dei reciproci ruoli, il partito e il suo sindaco, hanno affrontato tutti i temi all’ordine del giorno, riproponendosi di dare a questa iniziativa una cadenza regolare.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , , | 1 commento

PD a Palazzo Cernezzi nr. 7

Ecco la settima uscita di “PD a Palazzo Cernezzi”, notiziario del gruppo consiliare del Partito Democratico in Comune a Como, da consultare o scaricare in formato .jpg o .pdf.

PD a Palazzo Cernezzi 07-13

PD a Palazzo Cernezzi 07-132PD a Palazzo Cernezzi 07-131

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Bilancio Comunale di Como: un incontro pubblico

Biblioteca_comoQuesta sera, alle ore 20.45 in Biblioteca, verrà presentato a Como il progetto del bilancio preventivo 2013. La presentazione del documento sarà svolta dall’assessore al Bilancio e alle Politiche Finanziarie e Tributarie, Giulia Pusterla, che illustrerà anche le scelte di gestione adottate. Continua a leggere

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , | Lascia un commento

PD a Palazzo Cernezzi: ecco il numero 5

Ecco il quarto numero della newsletter del gruppo consiliare del PD a Palazzo Cernezzi da scaricare in formato .pdf o .jpg.

PD a Palazzo Cernezzi 05-13

Immagine1Immagine2

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Mario Lucini martedì alle 21.15 ad Albate

Martedì 16 aprile alle ore 21.15 nella sede dell’ex circoscrizione in via Sant’Antonino ad Albate il sindaco di Como Mario Lucini incontrerà i residenti del quartiere. “Sarà un’occasione per condividere con i cittadini l’esperienza di questi primi mesi del mandato amministrativo – spiega il primo cittadino – e per confrontarsi sui problemi del territorio e sugli impegni futuri”. L’incontro di Albate sarà seguito da appuntamenti che coinvolgeranno anche le altre circoscrizioni. “Questa serata – aggiunge Lucini – risponde ad uno temi su cui ci siamo impegnati, ossia quello della partecipazione attiva. Con la scomparsa delle circoscrizioni, in particolare, momenti di confronto con i cittadini su temi specifici dei quartieri devono essere promossi e valorizzati”.

Pubblicato in Blog Dem, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Comune di Como-Scuole dell’infanzia paritarie: facciamo il punto

Un tavolo di confronto che permetta di ridefinire gli accordi in essere tra il Comune di Como e le scuole dell’infanzia paritarie ed una serie di incontri tra la vicesindaco Silvia Magni ed i diversi referenti per disporre di informazioni utili sugli istituti e sulle loro peculiarità. Così si è conclusa la “querelle” che ha animato le discussioni sui media ed a Palazzo Cernezzi tra il Consiglio Comunale di Como, con in prima fila il sindaco Mario Lucini e la vicesindaco Silvia Magni, e le scuole dell’infanzia paritarie. Da oltre trent’anni, infatti, il Comune di Como ha in essere convenzioni con diverse scuole dell’infanzia. Queste prevedevano l’erogazione annuale di un contributo pari a 22 milioni di lire per ogni sezione convenzionata che rispetti determinati criteri (da 28 alunni residenti all’insufficienza o alla mancanza di analoghe strutture pubbliche nella zona, ecc.), somma diventata 11.000 euro in seguito all’avvento della nuova moneta unica europea. Tale convenzione è stata rinnovata nel 2004 quando il Comune di Como ha confermato il suo impegno a proseguire nell’erogazione di tali contributi ma, allo stesso tempo, non ha proceduto ad accrescere il numero di sezioni relative alla convenzione pur di fronte a diverse nuove richieste.

Quest’anno, in seguito ad una serie di tagli di bilancio, anche tali contributi comunali hanno subito una riduzione. Di conseguenza il Comune di Como è venuto meno alla convenzione, assicurando comunque delle somme, ma procedendo al riconoscimento di nuove sezioni che dalle originali 31 sono ora 35. Al fine di evitare che le diverse scuole dell’infanzia paritarie decidano di applicare un incremento delle rette di frequenza a carico delle famiglie dei propri iscritti,la Giuntacomunale ha preso l’impegno di recuperare risorse al fine di versare, per l’anno scolastico 2012/13, la quota di 11.000 euro stabilita dalla convenzione mentre per ciò che concerne il prossimo anno scolastico, ovvero 2013/14, entro il mese di gennaio un tavolo di lavoro comune dovrà determinare come gestire le scarse risorse pubbliche a disposizione soprattutto in base alle esigenze dei singoli istituti. Concretamente l’Amministrazione Comunale cercherà di tenere nella dovuta considerazione le differenze di organizzazione e di utenza che attualmente caratterizzano le diverse scuole dell’infanzia paritarie con le quali è in vigore una convenzione.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , | Lascia un commento

Formigoni abbandona il lungolago di Como al suo destino dopo essersi fatto garante della sua realizzazione

«Usando una metafora, che ben si presta alla situazione visto che comunque stiamo parlando di acque, credo che la “nave” del progetto paratie di Como stia affondando ed il presidente della Regione, Roberto Formigoni, il quale ha più volte assicurato il suo assenso affinché l’opera giungesse a compimento, è il primo ad abbandonarla ed a mettersi in salvo». Così il capogruppo del PD in Consiglio Regionale, Luca Gaffuri, commenta la notizia secondo la quale il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, sia intenzionato a non dare il via libera al Decreto che approva la perizia di variante da 1,9 milioni di euro al progetto e che consentirebbe di riprendere i lavori sul lungolago. «La firma del Governatore lombardo rappresenta un atto indispensabile per riprendere l’attività dopo la bocciatura della stessa variante da parte dell’Amministrazione Provinciale di Como avvenuta ad inizio agosto – prosegue Gaffuri -. Gli operai dovrebbero tornare in cantiere lunedì 4 settembre. Ora invece tutto è rimesso fortemente in discussione e sembra che all’orizzonte si preannunci un autunno molto caldo per quanto riguarda il lungolago cittadino: cantiere fermo, impasse su come procedere e rischio sempre più concreto che la Sacaim presenti il conto della penale da 5 milioni di euro a carico di Palazzo Cernezzi, già in evidente crisi finanziaria, per il protrarsi dell’impossibilità di proseguire i lavori. Ed a complicare la situazione anche il fatto che la ditta, attualmente commissariata dal Tribunale di Venezia, è a rischio di fallimento». Dello stesso tono del Consigliere Regionale è anche l’opinione di Mario Lucini, capogruppo del PD a Palazzo Cernezzi: «Le dichiarazioni del presidente Formigoni gettano ancora di più nel caos la situazione del cantiere del lungolago. Forse, davvero, a questo punto sarebbe il caso di trovarsi tutti attorno ad un tavolo per individuare una via di uscita ragionevole per la città da questa opera che si è rivelata nefasta». In ogni caso, per quanto riguarda l’atteggiamento del presidente Roberto Formigoni, Luca Gaffuri vuole vederci chiaro: «Ho intenzione di presentare un’interrogazione con risposta scritta allo stesso Presidente al fine di conoscere nei dettagli quale è stato l’iter adottato da Regione Lombardia in questa vicenda e perché, improvvisamente, il cammino lungo un sentiero che sembrava ben segnato si è interrotto bruscamente. Quando si verificò il famoso caso del “muro”, ormai due anni or sono, lo stesso Formigoni si era fatto garante che il progetto del lungolago sarebbe stato portato a compimento ma allora eravamo a pochi mesi dall’appuntamento con le elezioni regionali».

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento