Archivi tag: Como San Giovanni

Tavolo tecnico in Regione sulla Milano – Chiasso

Si è tenuto a Palazzo Lombardia un tavolo tecnico relativo alle modifiche d’orario dei treni da Zurigo a Milano, e viceversa, dal prossimo giugno. All’incontro hanno partecipato i funzionari responsabili del trasporto ferroviario regionale, le società Trenord, Trenitalia e Rfi, i rappresentanti dei comitati pendolari della tratta Milano – Chiasso e i delegati degli enti locali interessati. Rispetto a quanto prospettato negli scorsi mesi, saranno ancora cinque i treni da Zurigo e Lucerna e quattro verso le città svizzere che fermeranno a Como durante la giornata. La stazione lariana non vedrà però la sosta di sette convogli che fermeranno unicamente a Chiasso. Favorita dal nuovo orario sarà al contrario Monza che, acquistando sette fermate EuroCity, diventa di fatto la prima stazione italiana dopo la frontiera. Con il nuovo orario si libereranno slot che permetteranno l’attivazione di cinque nuove corse Tilo (10.50, 16.50, 18.50 da Como verso Sud e 17.10 e 19.10 da Milano verso Nord) per un costo per la Regione di 1,5 milioni di euro all’anno. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Interrogazione alla Camera: Tilo, nodo interscambio Como-Camerlata, stazione Como San Giovanni

Como SG (2)“Abbiamo presentato ieri alla Camera un’ interrogazione a risposta in Commissione rivolta ai Ministri delle infrastrutture e dei trasporti, per gli affari regionali e le autonomie   per chiedere se e quali iniziative il Governo intenda attuare in considerazione dei futuri sviluppi strategici riguardanti  i collegamenti ferroviari transfrontalieri per i quali Regione Lombardia e Canton Ticino hanno preso accordi e firmato intese congiunte volte a promuovere la realizzazione di interventi di comune interesse nel settore dei trasporti su rotaia”. Lo dichiarano i deputati del Partito Democratico Chiara Braga e Mauro Guerra. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

La Regione investa su Albate/Camerlata e prenda in considerazione anche il comasco per un centro intermodale

757657-treno lomazzoIl Consigliere Regionale Luca Gaffuri esprime la propria soddisfazione per la presa di posizione adottata nella giornata di ieri, lunedì 23 settembre, dal Tavolo per la Competitività e lo Sviluppo della Provincia di Como relativamente alla situazione del trasporto ferroviario e merci nel comasco. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Como San Giovanni: interrogazione urgente al Ministro Lupi

Como San GiovanniA fronte dell’intenzione di Rete Ferroviaria italiana e di Ferrovie Federali Svizzere di operare un sostanziale declassamento della stazione di Como San Giovanni, i deputati comaschi del PD Chiara Braga e Mauro Guerra hanno depositato nel corso della giornata di ieri alla Camera un’interrogazione urgente al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Como San Giovanni, quale futuro?

Como San Giovanni“Mi chiedo quale sia la visione strategica che si vuole avere per la stazione di Como San Giovanni. Prima si afferma che la principale stazione del capoluogo lariano sarà oggetto di un quanto mai doveroso e necessario restyling che, tra l’altro, finalmente permetterà all’immobile di superare la presenza delle numerose barriere architettoniche dell’immobile, e poi si annuncia che da domenica prossima 15 giugno, e fino al 15 settembre, la domenica ed i festivi gli sportelli della biglietteria saranno chiusi. Proprio quando c’è maggiore afflusso turistico in Como la decisione delle nostre ferrovie è quella di procedere alla chiusura degli sportelli lasciando i malcapitati turisti o chi deve prendere il treno in balia solo dei distributori automatici. Una decisione che certamente non va nella direzione di una città turistica”. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Da giugno 2014 addio alla stazione internazionale di Como San Giovanni?

Como SG (2)La stazione di Como San Giovanni rischia di non essere più stazione internazionale. Sarebbe questo l’effetto della revisione completa della linea eurocity Milano Zurigo in via di definizione da parte delle Ferrovie federali e di Trenitalia, che prevede che a partire da giugno 2014 i treni da e verso Zurigo non fermino più in centro a Como ma solo a Chiasso. Il lato positivo della riorganizzazione è che verranno aumentate le corse del Regio Express di TILO da Como a Milano. Questi dati si evincono dal progetto di orario ferroviario sottoposto alla valutazione degli utenti svizzeri sul sito www.progetto-orario.ch . Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Parte il Lombardia Express ma ancora una volta Como è stata esclusa

«Mi chiedo se a Trenord interessino più le operazioni di “facciata” o il bene del servizio pubblico a favore di studenti e lavoratori ed anche se considera il comasco “baliaggio” del Canton Ticino più che un importante territorio lombardo vista la pressoché nulla considerazione che riserva alle sue esigenze di mobilità ferroviaria». Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale, non è certo tenero nei confronti del gestore del trasporto ferroviario regionale con l’arrivo del mese di settembre, la ripresa di tutte le attività e l’avvio di nuovi servizi che escludono il comprensorio lariano. «Mi fa piacere che giovedì 6 settembre si svolgerà il primo viaggio del Lombardia Express da Varese e che dal successivo lunedì 17 questi convogli veloci collegheranno il centro bosino e Bergamo con il capoluogo regionale – sottolinea Gaffuri -. Forse Trenord si dimentica che tra Varese e la città orobica esiste anche Como, il cui bacino di utenti ferroviari non ha nulla da invidiare a quello delle altre due città. O forse, invece, sa benissimo che sulle rive del lago esiste la città che ha dato i natali ai Plinio perché quando si tratta di “tagliare” corse o ridurre i servizi, Como e il suo circondario sono sempre in “prima linea”. Ormai, infatti, non fanno quasi più notizia le soppressioni di treni da Como San Giovanni o Como Lago a Milano e la conseguente trasformazione di convogli diretti in omnibus con, immagino, estrema soddisfazione da parte degli utenti a bordo o in attesa alle diverse stazioni». Luca Gaffuri chiede, innanzitutto, chiarimenti: «L’Assessore regionale ai trasporti, Raffaele Cattaneo, e l’AD di Trenord, Giuseppe Biseuz, dovrebbero spiegare in modo chiaro e senza chiosare promesse che poi non manterranno, come testimonia l’involuzione dei collegamenti ferroviari tra il comasco e Milano in corso negli ultimi anni, perché i treni veloci partono solo dalla città natale dello stesso Cattaneo e da Bergamo. Ma le spiegazioni non devono essere dirette a me quale consigliere regionale bensì a tutti i pendolari lariani. E per favore non si dica che i comaschi possono usufruire dei convogli TILO che hanno altra finalità e sono proposti da un differente gestore!». «E’ tempo che le cose cambino. Per quanto riguarda le relazioni ferroviarie Como sembra proprio sia stata ridotta al rango di un avamposto in territorio nemico appartenente solo formalmente all’Impero “a vita” del Governatore Roberto Formigoni. Ecco perché, addirittura, – chiude con ironia il capogruppo regionale del PD – non mi meraviglierei se un giorno si decidesse di far partire un treno veloce per Milano da Monza anziché da Como San Giovanni».

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento