Archivi tag: calamità

Brienno dimostra la priorità di rivedere l’applicazione dei vincoli del patto di stabilità per gli enti locali

“L’esasperazione del Sindaco Nava è più che comprensibile, soprattutto se legata alla mancanza di risposte adeguate da parte dell’ente provinciale. Ma la condizione del Comune di Brienno, sconvolto dalle frane del luglio 2011, dimostra ancora una volta la priorità di rivedere l’applicazione dei vincoli del patto di stabilità per gli enti locali, come il PD ha chiesto con forza anche in questi giorni in Parlamento al Governo in carica”. Queste le parole della parlamentare comasca Chiara Braga in merito allo stallo dei lavori di ricostruzione di Brienno.

“In particolare – spiega la Braga – la riduzione delle possibilità di spesa in conto capitale determinata dalle regole ottuse del patto di stabilità ha colpito indistintamente anche settori di intervento prioritari, come quelli della prevenzione del dissesto idrogeologico e della cura del territorio, per i quali la tempestività degli interventi di prevenzione permette di evitare costi ben maggiori per la gestione delle emergenze. Non a caso su questi temi già nella precedente legislatura avevamo ottenuto un impegno del Governo, su una mozione a mia prima firma, per escludere dai vincoli del patto di stabilità le spese per la manutenzione diffusa del territorio e dei corsi d’acqua. Un impegno che chiediamo di assumere con forza anche al nuovo Parlamento e al futuro Governo”.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Frane e calamità, passa proposta del PD

Copertura totale da parte della Regione Lombardia per gli interventi di “somma urgenza” per i Comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti, ammettere al finanziamento regionale anche gli interventi effettuati in “urgenza”, ristabilire i limiti degli importi finanziabili in caso di frane e calamità naturali.

Sono queste le richieste di un Ordine del giorno presentato il 26 luglio dai consiglieri regionali del PD, Luca Gaffuri e Giuseppe Villani, nella seduta relativa all’approvazione dell’Assestamento al bilancio per l’esercizio 2011 ed al bilancio pluriennale 2011/2013. «I recenti fenomeni calamitosi che si sono verificati dal 30 maggio al 10 giugno nell’Oltrepo pavese e il 7 luglio a Brienno, hanno evidenziato le difficoltà che i comuni più piccoli incontrano nel fronteggiare l’impatto delle urgenze» ha sottolineato Gaffuri. La Delibera adottata dalla Giunta regionale IX/924 lo scorso 1° dicembre, che ha modificato le modalità di contributo regionale per le opere di pronto intervento, abbassando al tetto massimo dell’80% la compartecipazione regionale e in ogni caso non al di sopra dei 75mila euro per ogni singola opera, e che subordina inoltre l’erogazione dei contributi all’esistenza di un piano di emergenza da parte dei Comuni interessati, ha sollevato preoccupazioni e contrarietà da parte di molti Comuni e Comunità Montane, impossibilitate concretamente a reperire nei propri bilanci le risorse economiche necessarie per gli interventi urgenti.

«Con questo Ordine del Giorno – aggiunge Gaffuri – il Consiglio Regionale e la Giunta si sono impegnati ad affrontare le necessità di Pronto Intervento in caso di eventi calamitosi soprattutto per  ciò che comporta la compartecipazione alle spese per i Comuni piccoli, come nel caso del paese rivierasco di Brienno colpito in modo drammatico in occasione delle frane lo scorso 7 luglio».

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie dalla Provincia, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento