Archivi tag: alptransit

Alptransit: nuova interrogazione di Chiara Braga al Ministro Lupi

Un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi per chiarire come il nostro territorio, a partire dallo Stato centrale e dalla Regione, risponderà alla sfida della nuova trasversale ferroviaria alpina dell’AlpTransit soprattutto dopo i finanziamenti garantiti dalla Svizzera per la realizzazione del “Corridoio 4 metri” lungo la linea Luino-Gallarate, è stata presentata in questi giorni in Commissione alla Camera dalla deputata varesina Maria Chiara Gadda e sottoscritta, tra gli altri, anche dalla collega comasca, responsabile Ambiente della segreteria nazionale Pd Chiara Braga. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Alptransit: si faccia presto

“Mentre i lavori alle Gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri procedono a pieno ritmo, occorre che anche l’Italia dia risposte adeguate”. Lo dichiara la deputata democratica Chiara Braga.

“A fronte dell’approssimarsi del completamento del tratto svizzero dell’AlpTransit, – spiega la parlamentare comasca – risulta quanto mai necessario definire con certezza e tempestività le scelte di potenziamento della rete ferroviaria sul territorio italiano sciogliendo il nodo della direzione da privilegiare per la connessione verso sud, ancora incerta tra le ipostesi di collegamento in direzione Milano, attraverso la direttrice Chiasso-Como-Milano, oppure verso Malpensa, attraverso Varese. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Più che alla TAV attenzione ad Alptransit

“Nel nostro Paese si discute quasi ogni giorno di TAV. Eppure, a breve periodo, è il collegamento Alptransit che ci interessa di più”. Così il consigliere regionale Luca Gaffuri al termine di un incontro che ha avuto presso la sede del Consiglio Regionale con i vertici lombardi di Legambiente, nelle figure del presidente, Damiano Di Simine, e della direttrice, Barbara Maggetto. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Commissione Lombardia-aree di confine

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato oggi, martedì 9 aprile 2013, l’istituzione della Commissione speciale che curerà i Rapporti tra Regione Lombardia e le aree di confine. Favorevole anche il Gruppo regionale del Partito democratico. “Ovviamente condividiamo l’istituzione di questa commissione che si occuperà, in particolare, dei rapporti con il Canton Ticino – conferma Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Centro intermodale ferro/gomma: disponibili ad un confronto con la Svizzera

“A Como siamo disponibili a qualsiasi confronto relativamente alla possibilità di realizzare un centro intermodale ferro/gomma che consenta di sfruttare le possibilità offerte dai nuovi collegamenti ferroviari Alptransit”. Il consigliere regionale comasco, Luca Gaffuri, tende una mano al mondo politico/istituzionale del Canton Ticino alla luce dell’interpellanza presentata da Roberta Pantani Tettamanti, Consigliera nazionale a Berna per la Lega dei Ticinesi, al Consiglio Federale elvetico Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Alptransit, il cantiere chiuderà nel 2016: non si può più aspettare

“Crediamo non sia arrivato il momento in cui non si possa più tergiversare. Occorre attuare una politica concreta di potenziamento del collegamento ferroviario Chiasso-Como-Milano. Alptransit è ormai alle porte”. L’On. Chiara Braga e Luca Gaffuri, Consigliere Regionale, tornano ad occuparsi delle ripercussioni che potrebbe avere nel nostro territorio Alptransit, ovvero il nuovo sistema di corridoi ferroviari alpini che entrerà in vigore tra tre anni. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Il Governo affronti il nodo del collegamento Sud dell’Alptransit

Questo pomeriggio la deputata del Partito Democratico Chiara Braga ha presentato un’interrogazione urgente al Ministro Passere per conoscere quali “iniziative il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti intenda intraprendere al fine di definire con chiarezza e tempestività le scelte nazionali di sviluppo delle infrastrutture ferroviarie italiani ad alta capacità, necessarie a garantire un efficace collegamento in direzione Sud della nuova Traversale Ferroviaria Alpina – AlpTransit, ormai prossima al completamento, tenendo conto delle importanti ricadute che la stessa avrà sul tessuto economico e produttivo lombardo e dell’intero Paese”.

“Nel contesto strategico delle reti europee di trasporto, – commenta la deputata comasca – si colloca l’importante progetto del corridoio ferroviario Nord-Sud che ha come obiettivo quello di unire il Mare del Nord con il Mediterraneo e che al suo interno vede svilupparsi   la nuova infrastruttura ferroviaria svizzera ad alta velocità dell’AlpTransit. Un’opera imponente e importante dal punto di vista del trasporto su rotaia che permetterà di ridurre notevolmente il traffico di merci e passeggeri su gomma. Tuttavia, per l’efficacia del progetto infrastrutturale è fondamentale che gli assi in corso di completamento siano adeguatamente collegati, in direzione sud, alla rete ferroviaria italiana ad alta capacità”.

“Una volta che il tratto svizzero dell’AlpTransit sarà completato – continua l’esponente democratica – occorrerà capire su quali linee italiane il corridoio proseguirà il suo cammino tra le due ipotesi di collegamento ad oggi in campo: l’ipotesi della direzione Milano, attraverso la direttrice Chiasso-Como-Milano, o quella in direzione Malpensa, attraverso i collegamenti di Varese. Un nodo che il Governo dovrà sciogliere al più presto”.

“Inoltre – conclude la Braga – è notizia di pochi giorni fa’ l’intenzione del Consiglio Federale della Confederazione elvetica di “prefinanziare” i lavori sulla rete ferroviaria a Sud dell’AlpTransit in Italia per un importo pari a circa 230 milioni di franchi. Chiediamo quindi al Ministro quali siano gli orientamenti in merito a questa proposta di   investimento svizzero e se sono già stati presi contatti con il Governo elvetico per la stipula di una   dichiarazione di intenti volta a disciplinare anche la creazione di capacità aggiuntive nei terminali dell’area di Milano, così come indicato in una nota ufficiale di Berna”.  

In allegato il testo dell’interrogazione sull’AlpTransit

Interrogazione AlpTransit 26092012

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Berna finanzia il quadruplicamento ferroviario Como-Seregno?

Da anni ripeto che è indispensabile arrivare al quadruplicamento ferroviario tra Chiasso e Seregno altrimenti i Tir invaderanno l’autostrada e la viabilità ordinaria portando al collasso il già fragilissimo equilibrio del nostro compromesso tessuto viabilistico. Si tratta però di un intervento che è stato accantonato. Apprezzo la lungimiranza della Confederazione Elvetica che mette a disposizione risorse finanziarie per l’Italia e chiederò senz’altro, in sede di Commissione all’assessore alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo come intende intervenire, visto che Regione Lombardia si è sempre nascosta dietro al fatto che il Cipe non aveva finanziato il quadruplicamento dei binari.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Chiude lo scavo per Alptransit: si affrontino le questioni aperte

Da Lucerna arriva la conferma dei vertici di Alptransit: l’ultimo diaframma della galleria di base del San Gottardo cadrà tra pochi giorni, il 15 ottobre. «La completa realizzazione dello scavo è un momento storico non solo per la Svizzera ma anche per il nostro territorio in quanto assicurerà tra qualche anno collegamenti più puntuali e veloci tra Nord e Sud Europa anche se resto personalmente preoccupato dell’inattività dimostrata su questa tematica da parte italiana».

Così Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale, interviene all’annuncio che mancano ormai poche ore a completare lo scavo degli ultimi metri di roccia sotto le Alpi. «Auspico che il tavolo politico-tecnico tra Canton Ticino e Regione Lombardia, deciso nel corso dell’incontro avvenuto a Bellinzona lo scorso 21 settembre tra i rappresentanti degli Uffici di Presidenza delle due Istituzioni, possa affrontare al più presto le questioni relative ai collegamenti ferroviari a sud del San Gottardo e del Monte Ceneri per essere pronti anche tra Milano e Como al nuovo intenso traffico ferroviario che, come auspicato del resto dalle autorità elvetiche, possa portare ad un brusco calo nel numero di mezzi pesanti in transito sulla direttrice autostradale comasca».

L’inaugurazione della nuova linea si terrà tra sette anni con l’apertura ufficiale della galleria più lunga del mondo (57 km) che consentirà un collegamento più veloce fra Nord e Sud e diversi sono gli argomenti che potrebbero essere inseriti all’ordine del giorno nelle discussioni del tavolo al più presto: «I problemi sono numerosi in campo ticinese con i dubbi ancora da sciogliere sui tracciati nel Bellinzonese e a sud di Lugano, ma soprattutto nel nord della Lombardia – sottolinea Gaffuri -. Penso, ad esempio, all’attuale sovraccarico della linea Como-Monza-Milano, ai problemi di trasferimento del traffico pesante dalla ferrovia alla strada ed alle realizzazione del nodo intermodale per consentirlo soprattutto alla luce delle ultime decisioni del Parlamento elvetico che, insieme all’Ufficio federale dei trasporti, ha predisposto la pianificazione di un corridoio ferroviario che consenta il trasporto tra Basilea e Chiasso di autocarri con una sagoma di carico di 4 metri come stabilisce la norma europea».

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Alptransit: e la Lombardia rimane al palo

“Le dichiarazioni rilasciate dall’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo sul potenziamento della linea ferroviaria di Alptransit a nord del Monte Ceneri, che pongono in secondo piano il quadruplicamento della linea tra Como e Seregno, problematico per la mancanza di fondi, mi hanno lasciato molto perplesso. Infatti, ricordando un passaggio di evangelica memoria, mi sembra che l’assessore voglia far risaltare la pagliuzza nell’occhio dei politici ticinesi piuttosto che accorgersi della trave nel suo”.

Così Luca Gaffuri, capogruppo del Pd in Consiglio regionale, commenta l’intervento di Cattaneo, che nella giornata di ieri si è incontrato, all’Infocentro di Pollegio, in Svizzera, con il Consigliere di Stato ticinese Marco Borradori, per fare il punto sul cantiere Alptransit, dove si sta realizzando il nuovo tunnel ferroviario sotto le Alpi che assicurerà collegamenti migliori e più veloci tra l’Italia e il nord Europa.

“Quello che è emerso dall’incontro è che fino a Lugano tutto procede per il meglio e secondo il cronoprogramma – rileva Gaffuri –. I problemi riguardano il progetto a sud della città ticinese e soprattutto la parte ricadente in territorio italiano, dove l’attuale linea non è in grado di sostenere il futuro aumento di transito. Purtroppo il quadruplicamento tra Como e Seregno non verrà realizzato in breve tempo, ma ribadire che questo intervento non è necessario al momento e può essere superato con il potenziamento, a livello tecnologico, delle infrastrutture già esistenti, è quantomeno discutibile. Persino Assoedilizia ha voluto sottolineare, sul piano delle prospettive di sviluppo per la Lombardia, che il ritardo nella realizzazione del quadruplicamento rischia di trasformarsi in un grave gap competitivo”.

E aggiunge Gaffuri: “Mi sembra inaccettabile che l’assessore abbia consigliato alle autorità elvetiche di procedere con nuovi lavori all’interno della Galleria del Monte Ceneri per evitare situazioni di congestionamento, perché, anche se per caso queste opere fossero tradotte in realtà, il cosiddetto effetto ‘collo di bottiglia’ si verificherebbe comunque e in territorio italiano, ovvero nel tratto appunto tra Como e Seregno. E’ proprio vero che Cattaneo preferisce guardare la pagliuzza nell’occhio altrui piuttosto che occuparsi della trave nel suo”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento