Milano-Como-Chiasso, Gaffuri: “Sembra più un bollettino di guerra che un servizio ferroviario”

trenordIn Commissione Trasporti del consiglio regionale l’assessore Sorte si è presentato per rispondere a diverse interrogazioni sulla situazione di grande criticità di alcune direttrici lombarde. In particolare, in merito alla linea Milano–Chiasso-Como, che nei mesi di giugno e luglio è stata protagonista di gravi situazioni di sicurezza e pericolo, nonché di ripetute soppressioni e forti ritardi, guasti del materiale rotabile e costanti disservizi, l’assessore ha riportato dati per nulla rassicuranti, confermando che gli indicatori di puntualità della linea sono sotto il requisito minimo richiesto dalla Regione.
“Sembra più un bollettino di guerra che un servizio ferroviario – reagisce allibito il consigliere del Pd Luca Gaffuri, firmatario del documento – . Vorrei vedere l’assessore molto più arrabbiato nei confronti di chi effettua un tale servizio che rischia di mandare in tilt una linea di valenza internazionale, Regione Lombardia non può accettare una situazione di questo tipo”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Incendi, Braga: “Opera di criminali, ma favoriti da siccità e cambiamento climatico”

incendio“Fiamme anche sulle montagne comasche, come a Varese e in Piemonte, che vedono lavorare ancora alacremente Vigili del Fuoco, volontari di Protezione civile, Forze dell’Ordine. E nella quasi totalità dei roghi a scatenare questi disastri sono atti criminali compiuti da persone senza scrupoli. Ma accanto a questo non bisogna dimenticare che la siccità che perdura da mesi, assieme a venti caldi dalle Alpi come il Föhn, creano purtroppo le condizioni ideali per il verificarsi di incendi”. Lo afferma Chiara Braga, deputata comasca del Partito democratico, commentando la situazione gravissima degli incendi che stanno colpendo vaste aree del Piemonte e della Lombardia.
“C’è quindi una sola strada per affrontare queste emergenze – conclude Braga -: in primis, perseguire i responsabili con pene molto severe, ma allo stesso tempo implementare con la massima priorità il Piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico con misure di controllo e pulizia dei boschi, con uso razionale ed efficiente della risorsa idrica e riducendo infine le emissioni di anidride carbonica”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Como-Molteno-Lecco, Gaffuri: “Una linea con grandi potenzialità limitata dai continui disservizi”

757657-treno lomazzoIn Commissione Trasporti del consiglio regionale l’assessore si è presentato per rispondere a diverse interrogazioni sulla situazione di grande criticità di alcune direttrici lombarde. In particolare, in merito alla linea Como-Molteno-Lecco, il consigliere del Pd Luca Gaffuri aveva segnalato un peggioramento consistente della qualità del servizio a partire dal 12 giugno scorso, in concomitanza con il cambio di orario: nonostante la sostituzione di buona parte del materiale rotabile, questa linea ha raggiunto nei mesi estivi il record dei disservizi, soprattutto ritardi e continue soppressioni (tra l’11 e il 28 giugno ci sono state ben 26 soppressioni).
“I dati sono sotto gli occhi di tutti e parlano chiaro – commenta Gaffuri -: questa linea avrebbe molte potenzialità, ma i continui disservizi non favoriscono certamente la vita dei pendolari. Spero che con una maggiore attenzione da parte di Regione Lombardia, grazie all’introduzione di nuovi mezzi e anche grazie all’apertura dell’Arcisate-Stabio che consentirà una nuova pedemontana ferroviaria, si possa tornare a puntare su questa linea in termini di investimento”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 3 novembre, Camera di commercio, Como, incontro sul riordino della Protezione civile

protezione civile incontro comoVenerdì 3 novembre 2017, alle 14.30, alla Camera di Commercio di via Parini 16, a Como, si terrà il seminario “La Protezione civile e il ruolo dei tecnici. Focus sul riordino del sistema della Pc”, promosso dagli Ordini professionali degli Ingegneri e degli architetti Ppc, insieme ai Collegi dei geometri e laureati e dei periti industriali e laureati della provincia di Como.
Un’importante occasione per fare il punto sul percorso in atto dopo l’approvazione, avvenuta lo scorso marzo 2017, della Legge delega per il riordino del sistema nazionale di Protezione civile di cui l’on. Chiara Braga, deputata del Pd, è stata prima proponente e  firmataria, e un confronto con  tecnici e professionisti che fanno parte del sistema.

Pubblicato in Blog Dem, Eventi | Lascia un commento

Acqua, Braga: “Con Summit Italia pone questione fondamentale alla Cop23 di Bonn”

acqua“Con il summit internazionale ‘Acqua e clima, i grandi fiumi del mondo a confronto’, che si è tenuto in questi giorni in Campidoglio, il Governo Italiano pone al centro dei prossimi negoziati sul clima alla Cop23 di Bonn l’acqua e la gestione della risorsa idrica con un documento che punta a stabilire buone pratiche di gestione internazionali, diritto all’accesso sicuro e diffuso all’acqua, quale risorsa preziosa e fondamentale, ma purtroppo spesso all’origine di conflitti e tensioni in molte parti del mondo. I tanti interventi qualificati che hanno animato queste giornate e le parole importanti venute dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel suo messaggio conclusivo, hanno dato ulteriore forza  all’importante iniziativa dell’Alleanza delle imprese italiane per l’acqua e il cambiamento climatico, nella convinzione che per affrontare la sfida della gestione sostenibile della risorsa idrica debba vedere impegnate istituzioni, imprese e cittadini in uno sforzo comune”. Lo afferma l’on. Chiara Braga, deputata comasca del Partito democratico componente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati,  che ha preso parte ai lavori del Summit internazionale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Via per San Fermo, Fanetti, Lissi, Guarisco: “Il lutto cittadino è un simbolo, non una formalità”

municipio como“Tanto in comuni piccoli come in grandi città la proclamazione del lutto cittadino è un atto che trova il suo unico e sufficiente presupposto nel cordoglio e nella partecipazione dell’intera cittadinanza a un evento che ha colpito e lasciato attonita la comunità, sia che si tratti della scomparsa di una famiglia in un incidente stradale, del decesso di una personalità particolarmente amata e significativa o della morte di un concittadino in qualche attentato, come purtroppo è avvenuto di recente”, è la premessa da cui partono le considerazioni di Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, a proposito della proclamazione del lutto cittadino per la tragedia di via per San Fermo, da parte della Giunta Landriscina.
“Perciò riteniamo necessario che l’amministrazione comunale si faccia interprete anche in questo modo dei sentimenti dei comaschi, profondamente colpiti dalla vicenda tragica di Sophia, Saphiria, Soraya e Siff Haitot e dei loro genitori, e dia espressione alla unanime vicinanza dei cittadini al dolore della madre, dei vicini, dei compagni di scuola e degli insegnanti, dei volontari e degli operatori che li hanno assistiti – concludono i consiglieri –. La proclamazione del lutto cittadino in occasione dei funerali delle vittime del rogo di via per San Fermo è un simbolo, ma non una formalità: che il primo cittadino arrivi a comprenderlo è ciò che i comaschi si attendono”.

Pubblicato in Notizie da Como | Taggato , , , , | Lascia un commento

Energia, Braga: “Nuova Sen all’altezza dello sviluppo del Paese e del cambiamento climatico”

energia“Dalle parole dei Ministri Calenda e Galletti, in audizione a Commissioni riunite di Camera e Senato sulla restituzione della consultazione pubblica sulla nuova Sen (Strategia energetica nazionale), è chiaro che il sistema energetico italiano stia vivendo una fase di profonda trasformazione, sia nella sua struttura produttiva che nel quadro delle regole e nel funzionamento del mercato europeo. La vera prova è quindi accompagnare la transizione energetica avendo ben chiari i target fissati dall’Accordo di Parigi e dal pacchetto clima-energia al 2030. Questo ci impone anche la quotidianità: siccità, smog, revisione del costo dell’energia, sviluppo delle rinnovabili”. Lo afferma Chiara Braga, deputata comasca del Partito democratico in Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati, in occasione dell’audizione alle Commissioni riunite di Montecitorio e Palazzo Madama sulla Sen dei Ministri Calenda e Galletti.
“A ciò si aggiungano mobilità elettrica  efficienza energetica del patrimonio edilizio esistente, incremento delle rinnovabili, rafforzamento al tempo stesso dei sistemi di accumulo con lo sviluppo delle infrastrutture energetiche – prosegue Braga –. Sarà poi centrale anche l’obiettivo della decarbonizzazione che deve essere perseguito con forza e tempi precisi, adottando scelte conseguenti che garantiscano stabilità e sicurezza del sistema di approvvigionamento: su questo abbiamo chiesto al Governo l’impegno a perseguire l’obiettivo più sfidante. È questa la strada che l’Italia dovrà percorrere nei prossimi anni”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Parchi, Gaffuri: “Finalmente la Brughiera briantea diventerà Parco regionale come chiede da 20 anni”

parco brughiera brianteaIl consigliere regionale Luca Gaffuri si è detto soddisfatto dell’approvazione, da parte della Giunta regionale, con delibera del 17 ottobre scorso (Dgr 7216), dell’avvio dell’iter del progetto di legge per l’ampliamento dei confini del Parco regionale delle Groane e per l’accorpamento del Plis della Brughiera Briantea. Si tratta di una storia lunga e articolata che ha visto diverse interruzioni e che è cominciata nel lontano 1997 su sollecitazione di alcuni Comuni e del Plis stesso.
Se la prima proposta di legge di iniziativa consiliare per l’istituzione del Parco della Brughiera è infatti del 2000, la seconda di cui Gaffuri è stato firmatario (il pdl 152/2006) non è mai arrivata in discussione, ma un ordine del giorno del 2009 approvato dal Consiglio regionale riportava di attualità la questione nell’VIII Consiliatura. Infine nel 2013, l’assessore regionale all’Ambiente esplicitava le difficoltà a sostenere l’istituzione di un nuovo parco regionale, ma manifestava contemporaneamente la disponibilità a favorire l’accorpamento delle aree oggetto della proposta ad un parco regionale già esistente.
“Proposto da anni dal Pd, seguito con ardore dal Comitato promotore e da alcuni Comuni del territorio comasco e monzese, il territorio della Brughiera Briantea aspetta da 20 anni questo momento – afferma Gaffuri –. Un primo passo è stato fatto, siamo certi che questa nuova decisione potrà garantire maggiori tutele e valorizzare al meglio le aree interessate, come del resto i 13 Comuni adiacenti chiedono da anni. Ora è importante che l’ampliamento arrivi a termine entro fine della legislatura”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Lombardia-Canton Ticino, Gaffuri: “Sulla Commissione speciale veniamo informati da oltre confine”

bandiera-svizzera-italia-free-300x199“Che fine ha fatto la Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica? E come mai sembrava che fosse imminente un incontro con l’assessore regionale Brianza, tanto che persino i media ticinesi erano stati avvisati, e noi consiglieri regionali non ne sapevamo niente?”, l’intento di Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e segretario della Commissione, è chiaramente polemico. Troppo tempo che l’organismo non si riunisce: “Esattamente da fine marzo, quando abbiamo ricambiato, dopo anni, la visita al Gran consiglio a Bellinzona. Un’occasione per mettere sul piatto i molti temi ancora aperti, ma che nel nostro caso è rimasta totalmente in sospeso”, aggiunge Gaffuri.
E gli argomenti, appunto, non solo non mancano, ma crescono di mese in mese: “Se le questioni legate ai frontalieri e alla posizione della politica ticinese nei loro confronti è sempre in cima all’agenda, ricordo che i progetti sul trasporto ferroviario rimangono aperti: dovremmo verificare il rispetto del cronoprogramma dell’Arcisate-Stabio, ma vorremmo saperne di più anche sulla Milano-Chiasso e sugli interventi nella stazione svizzera”, ricorda Gaffuri.
Quest’estate si è aggiunta la vicenda della “frana del Cengalo che, sebbene sia più legata al Canton Grigioni, ha necessità di essere affrontata in Commissione speciale, visto che interessa le nostre popolazioni e il traffico frontaliero in quella zona”. Sempre sul fronte delle novità, il consigliere Pd fa presente che “la Giunta regionale ha approvato un progetto di legge di ratifica relativo alla cooperazione culturale tra Regione Lombardia, i Cantoni Ticino e Vallese e la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, che dovrebbe passare in Consiglio regionale, ma non è stata per ora calendarizzata. E naturalmente, men che meno, è previsto se ne parli in Commissione”.
Da segretario e consigliere Gaffuri ha più volte sollecitato, via lettera, il presidente della Speciale “a convocare almeno una seduta e reitererò l’invito in queste ore. Soprattutto dopo aver saputo dalle testate ticinesi che sarebbe stato in programma un incontro con l’assessore proprio in questi giorni. È interessante scoprire che oltre confine erano già stati allertati e noi, qui, al Pirellone, non ne sapevamo nulla”, conclude seccato il consigliere Pd.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Richiedenti asilo, Pd e Svolta Civica: “Comune stipuli una convenzione per impiegare i migranti in lavori volontari e dare loro dignità”

stranieriUn protocollo d’intesa per la realizzazione di attività di volontariato nell’ambito di progetti di inserimento sociale per i migranti nel Comune di Como. Con uno scopo ben preciso: il riconoscimento della dignità di queste persone e un principio di restituzione verso la comunità che li accoglie. È l’impegno che Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, assieme a Vittorio Nessi, Barbara Minghetti e Maurizio Traglio, consiglieri comunali di Svolta Civica per Como, chiedono a sindaco e Giunta in una mozione congiunta in cui trattano, appunto, il lavoro volontario dei migranti richiedenti asilo.
E per questo ricordano che “sul territorio comunale di Como sono ospitate diverse centinaia di persone richiedenti asilo politico che, in attesa di avere risposta sul riconoscimento del loro status, sono accolte in varie strutture cittadine”, ma anche che in città sono presenti numerose organizzazioni vincitrici di bando che, in stretto contatto con la Prefettura, si occupano di queste persone.
Durante l’iter di valutazione della domanda, “sarebbe auspicabile che i richiedenti asilo fossero coinvolti in attività di volontariato per iniziative di pubblica utilità sul territorio comunale, al fine di riconoscere loro dignità e di permettere di integrarsi restituendo alla collettività parte dell’aiuto che ricevono”, dicono i consiglieri.
Fanetti, Lissi, Guarisco, Nessi, Minghetti e Traglio fanno presente poi che “l’inattività forzata e prolungata espone questi soggetti al rischio di essere coinvolti in pratiche illecite o di sfruttamento del lavoro a fenomeni di radicalizzazione”.
Poiché diversi Comuni hanno già firmato accordi e convenzioni di questo genere e vi sono attività, come la cura del verde pubblico, il mantenimento del decoro urbano, il presidio di aree pubbliche per le quali l’amministrazione comunale è in difficoltà a reperire le risorse necessarie, anche sostenuti dalla normativa nazionale e internazionale, nulla osta, secondo i consiglieri di Pd e Svolta Civica, “ad attivare, di concerto con la Prefettura e le associazioni operanti sul territorio negli specifici settori potenzialmente interessati, un protocollo d’intesa per la realizzazione di attività di volontariato nell’ambito di progetti di inserimento sociale per i migranti”. E a questo fine allegano anche uno schema di convenzione tipo.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento