Archivi categoria: Scuola

Mense scolastiche, Lissi: “Chi era contrario alla nostra idea del centro unico di cottura, adesso affida il servizio a una ditta lontana 40 chilometri”

mensa“È ancora fresco il ricordo della levata di scudi contro il progetto di centro unico di cottura, predisposto dalla Giunta Lucini. Tra le argomentazioni dei contrari: la distanza, la qualità del cibo, il rischio che arrivasse freddo sulle tavole dei ragazzi”, lo dice Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, a proposito della nuova gestione delle mense scolastiche comasche.
“Ricordiamo le parole della pasionaria Anna Veronelli, allora consigliera comunale di opposizione, che la considerava una decisione assurda, che lamentava il fatto che la pasta cucinata alle 9 del mattino non può essere uguale a quella cucinata e scolata nella cucina della scuola poco prima del pranzo. Invece adesso, grazie al bando magistralmente confezionato dall’amministrazione comunale di centrodestra, di cui fa parte la stessa Veronelli, il servizio verrà affidato a una ditta, la cui cucina ha sede a Garbagnate Milanese, ovvero 37,7 chilometri da Como e 40 minuti con traffico scorrevole solo per arrivare in città. Non prendiamoci in giro”.
Adesso, continua Lissi, “le preoccupazioni per i tempi di percorrenza dal punto di cottura alle scuole sono miracolosamente svanite nel nulla. Direi che tra Garbagnate e Camerlata la distanza c’è. Peccato che sia la Veronelli che il suo collega Butti su questo avevano sollevato molte obiezioni”.
Inoltre, per la consigliera Pd, “restano i dubbi sul destino futuro del servizio: dopo questi 3 anni è difficile pensare che vogliano tornare indietro. Esternalizzeranno anche il restante 47% dei pasti? Che ne sarà delle nostre cuoche? E il punto unico costava troppo? Questa non mi sembra una soluzione economica, tanto più che è previsto anche un aumento del costo pasto”.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como, Scuola | Taggato , , | Lascia un commento

Elezioni, il Partito democratico presenta i risultati ottenuti per Como

tremezzinaGiornata comasca per Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd e capolista al Senato al collegio plurinominale di Como. Dopo aver visitato alcune strutture formative, incontrato i sindacati e le imprese e in procinto di partecipare a un incontro sul tema della sanità regionale a Mariano Comense, il segretario ha affrontato con la stampa alcuni temi elettorali regionali e prettamente comaschi, ripercorrendo con i candidati le tappe del grande lavoro fatto dal Governo e sostenuto dai deputati uscenti Chiara Braga e Mauro Guerra.
“Quella che stiamo vivendo è una campagna strana, perché noi cerchiamo il confronto con le altre forze politiche ma ci viene negato – ha fatto notare Alfieri –. Eppure, soprattutto a livello regionale, le candidature in campo sono sostanzialmente due. Si tratta proprio di scegliere tra due modelli: quello che offre Gori, uomo dalle spalle forti, con le sue liste competitive, con la garanzia di saper guidare una macchina complessa come la Regione per la serietà e la preparazione che ci sta mettendo. Oppure, si opta per il modello Fontana, un nome scelto alle solite cene di Arcore, con buona pace di Salvini. E infatti il candidato del centrodestra è preoccupato, spaurito, fugge da tutti i confronti. Quindi, siamo estremamente fiduciosi che, al di là delle urla e dei proclami, prevalga la concretezza”.
Tra i tanti argomenti ‘caldi’ per il territorio comasco, Alfieri ha voluto affrontare quello dei frontalieri: “Se l’accordo non è ancora stato firmato è perché i rappresentati istituzionali locali del Pd a Roma, per Como gli onorevoli Braga e Guerra, hanno lavorato affinché venisse fermato e fossero affrontate questioni importanti, come i carichi famigliari, la franchigia, la gradualità, i ristorni che vanno sciolte prima che diventi definitivo. Anche in questo caso, ci distingue il modo di trattare le cose: il candidato del Carroccio al mattino dice di stare con i frontalieri, al pomeriggio va a braccetto con la Lega dei ticinesi”.
Per Luca Gaffuri, candidato al plurinominale di Como, “l’aspetto più evidente di questa legislatura è il finanziamento della variante della Tremezzina, ovvero un intervento chiave per la sponda ovest del lago, non risolutivo di tutto, ma che può dare fiato a una situazione complessa e migliorare sensibilmente la qualità della vita per chi vive in quei luoghi, ottenuto grazie al lavoro costante dei nostri due parlamentari uscenti. In questi anni, si è trovato un punto di equilibrio per l’inserimento dell’opera”.
Altri risultati importanti da parte del Governo “la variante alla statale Briantea e gli oltre 20 milioni di euro per l’edilizia scolastica, ovvero finanziamenti importanti, diffusi su tutta la provincia, che hanno connotato le scelte di governo, dopo decenni in cui non si ammodernavano le strutture scolastiche. Invece, in questo caso, si è voluto investire sul futuro dei giovani, portando nel contempo lavoro in un settore in difficoltà nella nostra provincia come l’edilizia”.
Sulla Pedemontana per Gaffuri “Gori è stato fin troppo esplicito: l’opera non è sostenibile e il progetto va rivisto. E il candidato presidente regionale ha detto chiaramente ciò che pensa anche sulla tangenziale, che doveva diventare gratuita a gennaio, ma ancora non lo è”.
E per quanto riguarda i frontalieri e i rapporti con il Canton Ticino, “in questi anni abbiamo ottenuto risultati straordinari che si aspettavano da decenni: intanto un chiarimento sul servizio sanitario che la Lega voleva far pagare, mentre il Governo ha detto definitivamente che era un’assurdità. Poi, la tassazione del secondo pilastro al 5% e la stessa percentuale per le pensioni”.
Tutti temi, compresa la Lia, su cui “la Regione in questi anni non ha saputo rispondere, né respingere al mittente i pesantissimi attacchi ai nostri lavoratori. È necessario che chi governerà a Milano e a Roma, rappresentando questi territori, abbia la schiena dritta e sappia far valere le nostre peculiarità”.
Infine, il candidato ha fatto un accenno a “uno dei cento punti del programma del Pd: l’ammodernamento delle strutture alberghiere grazie al superammortamento. Un elemento importante in un territorio dove il turismo sta crescendo notevolmente”.
Insomma, il Pd chiede, per voce della candidata nel collegio di Cantù Savina Marelli, “un voto per rendere veramente eccellente la nostra Regione. E per permettere al Governo di continuare una stagione di riforme che ha visto tante cose fatte e tante ancora da fare. Vorremmo proseguire lungo un filo conduttore che ci aiuti a portare avanti il grande lavoro fatto finora”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, Notizie da Como, Notizie dal Parlamento, Scuola, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Conoscere la Buona scuola: a Tavernerio un incontro sul tema venerdì 26 gennaio

tavernerio incontro scuolaVenerdì 26 gennaio 2018, alle 21, al Centro civico “Livatino” di Tavernerio, in via Risorgimento 21, si terrà un incontro pubblico sul tema “La Buona Scuola e dintorni”, organizzato dal Circolo 37 del Pd.
I relatori saranno la prof. Silvana Radaelli, docente, e il prof. Flavio Pavoni, dirigente scolastico dell’Istituto paritetico don Lorenzo Milani di Tavernerio. Tutta la popolazione è invitata.

Pubblicato in Eventi, Notizie da Como, Scuola | Taggato , , | Lascia un commento

Nidi gratis, Gaffuri: “Strutture non possono fare da banca. Pagamenti siano più rapidi”

asilo-nido“Troppe strutture che lavorano con il sistema regionale si trovano, per inadempienze di Regione Lombardia, a fare ‘da banca’, aspettando di essere rimborsate e spesso andando in sofferenza”, così Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, ha detto, intervenendo in Aula, nell’ambito dell’interrogazione sulla misura ‘Nidi gratis 2017-2018’, presentata dai democratici per sapere quali siano le motivazioni per le quali i Comuni non hanno ancora potuto rendicontare la spesa a carico della misura in questione, ritardando così a loro volta l’erogazione dei fondi alle proprie strutture convenzionate.
L’incertezza e i ritardi della fase istruttoria stanno mettendo a rischio l’operatività delle strutture. L’assessore ha ricostruito le fasi di attuazione della delibera che ha introdotto la misura nel luglio del 2017, assicurando una sua sistematizzazione e un incremento di risorse in funzione del numero di aderenti crescenti.
“Abbiamo chiesto nello specifico quando avverranno i trasferimenti ai Comuni – aggiunge Gaffuri –. La mia impressione è che il sistema sia stato ingolfato in questi mesi e a farne le spese sono state purtroppo le strutture che ogni mese erogano il servizio avendo a proprio carico costi di personale, derrate e servizi vari”.

Pubblicato in Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Scuola, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Violenza sulle donne: tutti i numeri del Governo

Contro La Violenza di Genere 1Sabato 25 novembre si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. L’occasione giusta per ricorda cosa ha fatto, in questi anni, il Governo per contrastare un fenomeno assolutamente grave. E se alla base serve un deciso cambio di mentalità, gli strumenti in campo, a partire dalle scuole, oggi ci sono.

Pubblicato in Eventi, Idee e politica, Sanità e welfare, Scuola, Sicurezza | Taggato , , , | Lascia un commento

Scuola di Trecallo, Guarisco: “La Giunta mantenga risorse e impegni per tutti gli interventi già previsti dalla passata amministrazione”

asilo trecallo“Trovo positivo il fatto che finalmente si stia lavorando nella scuola materna di Trecallo per riparare i danni provocati dalla grandine di inizio settembre e le conseguenti infiltrazioni d’acqua. C’è però un punto che voglio sottolineare: i 100mila euro per sostituire la copertura del tetto, ormai del tutto ammalorato dopo le nuove piogge, sono stati trovati utilizzando le risorse che ad aprile l’amministrazione Lucini aveva stanziato per provvedere, oltre a una manutenzione straordinaria del tetto, anche ad adeguare alle norme i vetri dei serramenti dell’edificio e il servizio igienico del personale docente, nonché per la protezione degli spigoli vivi e per la tinteggiatura interna”. Insomma, per Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd, non è tutta farina del sacco dell’attuale Giunta quella di cui si vantano gli assessori.
“I serramenti, i bagni, gli spigoli, la tinteggiatura, tra l’altro, non si potranno fare se non «allorquando sarà possibile reperire la necessaria copertura finanziaria», come recita la determina comunale del 20 settembre scorso, dove oltre tutto si evince a quando risalgono gli stanziamenti. L’invito al sindaco Landriscina e all’assessore Locatelli è di mantenere, nonostante l’inconveniente poi occorso al tetto, l’impegno già assunto dalla precedente Giunta comunale per l’adeguamento anche di questi aspetti del plesso”, conclude Guarisco.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como, Scuola, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Bonus asilo nido, Braga: “Contributo di 1.000 euro e domande all’Inps dal 17 luglio al 31 dicembre 2017″

Lego“Dopo il #BonusMamme è in arrivo un altro importante provvedimento per le famiglie, previsto dalla legge di bilancio 2017, il #BonusNido. Infatti, l’Inps con la pubblicazione della Circolare 88/2017, ha reso operative le istruzioni per accedere alle ‘Agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati’ previste dal Governo Renzi”, lo fa sapere l’on. Chiara Braga, parlamentare del Pd.
“Il bonus ha un importo complessivo di 1.000 euro, è suddiviso in 11 rate da 91 euro erogate con cadenza mensile, ed è destinato al pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati per i bambini fino a tre anni – prosegue la Braga -. #BonusNido potrà essere richiesto per i bimbi nati dal 1° gennaio 2016. Non è previsto alcun limite di reddito massimo, quindi non occorre richiedere la dichiarazione Isee”.
Le domande si potranno presentare dal prossimo 17 luglio e fino al 31 dicembre seguendo tre vie:
- on line tramite i servizi telematici dell’Inps, eseguendo l’accesso con Pin, Spid o Carta nazionale dei servizi;
- via telefono chiamando il Contact Center dell’istituto al numero verde 803.164 (gratuito) da rete fissa o il numero 06164.164 da rete mobile (con tariffazione a carico);
- rivolgendosi di persona ad un Patronato.

Per maggiori informazioni https://www.inps.it/CircolariZIP/Circolare%20numero%2088%20del%2022-05-2017.pdf

Pubblicato in Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare, Scuola | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Edilizia scolastica, Gaffuri: “Grazie al nostro ordine del giorno, via libera a un piano di interventi da 14 milioni”

scuolaVia libera in Lombardia agli interventi per l’edilizia scolastica, grazie a un ordine del giorno, presentato dal Gruppo regionale del Pd, nell’ambito della discussione dell’assestamento di bilancio, in Consiglio regionale, approvato all’unanimità. L’atto impegna la Giunta regionale “ad aprire entro la fine del 2016 un bando rivolto agli enti locali per interventi dedicati all’edilizia scolastica che prevedano la messa in sicurezza, ristrutturazione, rinnovo di arredi e impiantistica degli immobili adibiti all’istruzione scolastica, nonché a interventi rivolti al miglioramento delle palestre esistenti; affinché tale bando preveda la dotazione finanziaria dell’intero importo giacente presso il Fondo Finlombarda dedicato all’edilizia scolastica (stimato intorno ai 14 milioni di euro); a garantire l’accesso al bando anche agli enti locali che non abbiano già presentato richiesta per fondi precedentemente destinati all’edilizia scolastica”. Inoltre, aggiunge Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, “l’assessore al Bilancio Garavaglia ha chiesto di inserire anche un impegno rivolto alla Giunta per quel che riguarda la rimozione di eventuale amianto presente negli edifici scolastici”. Continua a leggere

Pubblicato in Scuola | Taggato , | Lascia un commento

Scuole dell’infanzia paritarie. Gaffuri: “Votato l’emendamento per ripristinare gli 8 milioni a bilancio”

scuolaGrazie a un emendamento dell’assessore regionale all’Economia Garavaglia, questo pomeriggio, in I Commissione Bilancio, si sono potute ripristinare per intero le risorse destinate da Regione Lombardia alle scuole dell’infanzia paritarie che hanno ora di nuovo a disposizione 8 milioni di euro. “Abbiamo votato convintamente a favore dopo aver sollecitato in ogni modo il ripensamento della posta di bilancio, in un primo momento tagliata esattamente della metà – fa sapere Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione –. Appena ci siamo accorti della decisione della Giunta di portare a 4 i milioni di euro di risorse, abbiamo lanciato l’allarme: in questo modo, tante piccole scuole che in tutte le province lombarde, ma in particolare nelle zone più disagiate, suppliscono alla mancanza di analoghe strutture pubbliche, rischiavano di chiudere. Con tutti i danni sociali e didattici che questo avrebbe comportato”. Continua a leggere

Pubblicato in Scuola | Taggato , | Lascia un commento

Dote Scuola. Gaffuri: “Contributi per i libri solo a fine settembre. L’Assessore ha confermato”

scuolaA differenza degli altri anni Dote scuola di Regione Lombardia è in ritardo e le famiglie dovranno anticipare i soldi per i libri, la voce che interessa di più e che pesa maggiormente sul bilancio famigliare. “Ma l’assessore regionale all’Istruzione Aprea ci ha assicurato che poi la Regione pagherà. E noi monitoreremo che ciò avvenga”, fa sapere Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, dopo che oggi, martedì 8 settembre 2015, l’assessore ha risposto a una question time del Pd sul tema, durante la seduta d’Aula. Continua a leggere

Pubblicato in Scuola | Taggato , , | Lascia un commento