Archivi categoria: Notizie dalla Regione

Treni, Gaffuri: “La Regione approva l’aumento di biglietti e abbonamenti, ma solo dopo le elezioni”

757657-treno lomazzoRegione Lombardia ha deciso l’aumento di biglietti e abbonamenti ferroviari che scatteranno però l’anno prossimo, dopo le elezioni regionali. L’aumento, contenuto in una delibera di Giunta, determina, dopo due anni di stop, la ridefinizione con un rialzo complessivo dello 0,93% per l’anno 2017, che viene però posticipato al 2018, quando verrà sommato alla quota prevista per l’anno in corso. Da notare che l’aumento 2017, che è calcolato ogni anno ad aprile e si basa sull’indice di inflazione, sarebbe stato dell’1,73%. È sceso a 0,93% perché tiene conto degli anni 2015 e 2016 in cui, a rigor di calcolo, la Regione avrebbe dovuto applicare delle riduzioni, che invece non ha applicato. L’anno prossimo, quindi, l’aumento sarà ragionevolmente almeno il doppio o anche il triplo di quello consueto.
“Maroni e l’assessore ai Trasporti Sorte con i pendolari fanno i furbetti –commenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd –. Annunciano in pompa magna investimenti miliardari sui treni fra 10 anni, ma nascondono la delibera con cui aumentano le tariffe dei pendolari lombardi, guarda un po’, subito dopo le elezioni regionali. Ma chi pensano di prendere in giro?”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Sanità, Gaffuri: “Tempi d’attesa fino a 25 volte più brevi se si prenota una visita intra moenia”

misuratore pressione medico visitaDieci giorni per fare una visita contro otto mesi, nella stessa struttura e con lo stesso medico: è la differenza che può passare tra una visita in regime di libera professione, pagando la prestazione per intero, e quella con il servizio sanitario nazionale, pagando il ticket. A rilevarlo è il Comitato dei Controlli di Regione Lombardia che nella relazione relativa al primo semestre del 2017 bacchetta l’amministrazione regionale sulle liste d’attesa in sanità.
Secondo le rilevazioni del Comitato, i tempi di attesa per le prestazioni in ‘intra moenia’ sono almeno dieci volte inferiori rispetto a quelli normali, ma in alcuni casi la differenza è addirittura di 25 volte. Troppo, secondo il Comitato, che chiede alla Regione di effettuare “un monitoraggio trimestrale sull’andamento delle liste d’attesa per prestazioni istituzionali ed in Alpi (libera professione) nonché delle azioni di intervento obbligatorio al fine dell’equilibrio dei tempi”. A tal fine l’organismo propone di inserire nei regolamenti aziendali anche la possibilità della sospensione delle prestazioni in libera professione, e di introdurre una valutazione dei direttori generali anche in base alle azioni in materia di libera professione e l’andamento delle liste d’attesa.
“Le liste d’attesa in sanità sono un problema molto serio a cui la Regione, in questi anni, non ha saputo porre rimedio, visto anche il fallimento dell’operazione ‘ambulatori aperti’ – commenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd –. Ora la Regione deve sgomberare il campo dal dubbio che la libera professione negli ospedali, anziché costituire un’opportunità in più per i cittadini, sia una causa dell’allungamento dei tempi di attesa. Purtroppo le considerazioni del Comitato non sembrano avere molto successo presso la Giunta Maroni, perché anche altre sollecitazioni non hanno avuto riscontro, come quella di unire le agende degli ospedali privati convenzionati a quelle delle strutture pubbliche per ridurre i tempi di attesa e per facilitare le prenotazioni da parte dei cittadini”.

Pubblicato in Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Gera Lario, Gaffuri: “Dalla Regione solo una risposta parziale. A quando il superamento dei passaggi a livello?”

passaggi a livello“Una risposta parziale che minimizza l’accaduto e che non sembra aver colto l’importanza del tema da noi sottolineato: la sicurezza e la necessità di procedere celermente alla sostituzione dei passaggi a livello in Lombardia”, Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, commenta così la risposta che l’assessore regionale ai Trasporti ha comunicato in commissione, dopo essere stato più volte interpellato in merito ai disservizi dei passaggi a livello nel territorio lombardo.
L’interrogazione in questione era stata presentata dopo una serie di segnalazioni pervenute dai pendolari della zona di Gera Lario, dove lo scorso aprile, nei pressi della località di Sant’Agata, al confine della Valtellina, lungo la linea ferroviaria Colico-Chiavenna, non si era abbassata la sbarra del passaggio a livello e il treno era passato lo stesso, fortunatamente senza nessuna conseguenza.
“Non si tratta purtroppo di un caso isolato – spiega il consigliere –. Abbiamo notizie di anomalie e malfunzionamenti che si ripetono in continuazione su tutto il territorio, si tratta di alcune decine di episodi, dai 40 ai 60 ogni anno”.
Gaffuri conclude ribadendo che “il superamento dei passaggi a livello è una questione di fondamentale importanza per la sicurezza di pedoni e autovetture e, in secondo luogo, per la vita e gli orari dei pendolari”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Milano-Chiasso, Gaffuri: “Dopo tre mesi solo una risposta formale sulla sicurezza”

757657-treno lomazzo“Va bene la risposta di rito, ma auspichiamo che la Giunta si attivi per davvero affinché certi episodi non si ripetano più”. Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, commenta così la risposta che l’assessore regionale alla Mobilità ha finalmente comunicato in Commissione Trasporti, dopo essere stato più volte interpellato in merito agli incidenti mortali che si sono verificati lungo la linea ferroviaria Milano-Chiasso.
Nello specifico, l’interpellanza in questione era stata presentata da Gaffuri ben tre mesi fa e si riferiva all’orribile incidente avvenuto tra le stazioni di Albate Camerlata e Cucciago lo scorso 11 aprile.
“Con riferimento ai ripetuti incidenti mortali, anche oltre la linea di confine – spiega Gaffuri – si chiedeva esplicitamente all’assessore se fossero state verificate le condizioni di sicurezza del treno coinvolto e se la Regione intendesse aumentare le misure di sicurezza lungo questa linea, per prevenire altre sciagure. La risposta non è stata molto articolata e si è fermata alle procedure formali. Peccato”.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Treni, Gaffuri: “L’assessore risponda dei disagi sulla Como-Molteno-Lecco”

757657-treno lomazzoLuca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, ha presentato una interrogazione all’assessore regionale alla Mobilità sullo stato del servizio ferroviario sulla linea Como-Molteno-Lecco. Gaffuri fa riferimento alle recente segnalazione da parte dei comitati di diverse linee dei numerosi disagi registrati nell’ultimo mese, con particolare riferimento alle soppressioni. Sulla Como-Molteno-Lecco la situazione è notevolmente peggiorata nel mese di giugno a partire dall’introduzione dell’orario estivo, e le numerose soppressioni (26 totali nel periodo 11-28 giugno – erano 6 nello stesso periodo del 2016 –, 8 soppressioni parziali – zero nel 2016 – e 41 corse con ritardi superiori ai 15 minuti – 3 nel 2016) sarebbero dovute a problemi sulla linea ferroviaria di competenza di Rfi e alle cattive condizioni del materiale rotabile di altre linee, il che avrebbe generato la necessità di spostare altrove i nuovi convogli appena messi in servizio sulla Como–Molteno–Lecco.
Il consigliere Pd chiede all’assessore innanzitutto se sia a conoscenza di questa situazione, se abbia avuto un’interlocuzione con i vertici tanto di Trenord quanto di Rfi e se intenda “sollecitare presso i gestori ferroviari o assumere in proprio azioni volte al miglioramento in termini di qualità, affidabilità e puntualità del servizio passeggeri; quali sono tali azioni e in che tempi sono previsti effetti percepibili”.
“È evidente che qualcosa non funziona – conclude Gaffuri – e l’assessore deve cambiare passo. Mancano gli investimenti, che la Regione può e deve fare, per acquistare almeno 150 nuovi treni e per intervenire sulle linee ferroviarie laddove è necessario. E deve ottenere da Trenord e da Rfi garanzie sulla qualità del servizio”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Milano-Chiasso, Gaffuri: “Aumentano i disservizi, ma la Regione dov’è?”

trenordSoppressioni, ritardi, guasti e disservizi ormai costanti e a tutte le ore. È un vero e proprio bollettino di guerra il resoconto del Comitato dei pendolari sulla Milano-Chiasso. E non solo sui treni regionali, ma anche sui convogli del Tilo.
“Da alcune settimane, in particolare da quando è entrato in vigore l’orario estivo, la situazione su questa linea già problematica, è andata peggiorando notevolmente. La Regione non può continuare a chiudere gli occhi”, commenta, preoccupato, Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, che ha presentato un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere all’assessore alla Mobilità se è a conoscenza dei disservizi segnalati nelle ultime settimane, se ha già contattato Trenord per avere chiarimenti e con quale esito, e se, infine, come si legge nel dispositivo, “intende sollecitare presso i gestori ferroviari o assumere in proprio azioni volte al miglioramento in termini di qualità, affidabilità e puntualità del servizio passeggeri; quali sono tali azioni e in che tempi sono previsti effetti percepibili”.
Gaffuri fa presente che “non è la prima volta che chiamiamo in causa l’assessore sulla Milano-Chiasso. Solo il mese scorso lo abbiamo interpellato in merito alle gravi situazioni di sicurezza che si sono verificate proprio su questa linea, ma ad oggi non abbiamo ricevuto ancora alcuna risposta. E i problemi continuano ad aumentare”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Legge fusione Comuni, Gaffuri: “Un passo verso la vera autonomia”

Albiolo, MunicipioCon 48 voti favorevoli, 16 contrari e 3 astenuti il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che rivede le procedure in materia di istituzione di nuovi comuni e di modifica delle circoscrizioni e delle denominazioni comunali.
“Sarà molto più semplice d’ora in avanti consentire i referendum comunali  – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, che insieme al suo Gruppo ha espresso un voto favorevole al provvedimento -. La procedura sarà più agile, più snella e rispettosa delle realtà territoriali. Un’evoluzione che porta sicuramente a una maggiore autonomia, più reale di quella tanto sbandierata ultimamente”.
E dopo l’approvazione della legge, l’Aula ha dato il via libera a due proposte di referendum consultivo riguardanti la provincia di Como: una per la fusione dei comuni di Albiolo, Rodero e Valmorea e l’altra per la fusione dei comuni di Casasco d’Intelvi, Castiglione d’Intelvi e San Fedele Intelvi.
“La fusione tra comuni omogenei ha una tradizione consolidata nel comasco -  aggiunge Gaffuri -. Ricordo, ad esempio, il caso di Gravedona e Uniti, di San Siro, Bellagio, Colverde e Tremezzina. E ancora Lanzo d’Intelvi, Ramponio Verna e Pellio Intelvi. È l’esempio che i cittadini vivono con naturalezza una collaborazione tra i comuni, un’opportunità significativa per proseguire nel superamento dei problemi legati all’eccessiva frammentazione amministrativa e per migliorare l’organizzazione e la gestione dei servizi comunali per i cittadini e le imprese. È giusto far proseguire questo percorso e dare la parola ai cittadini”, conclude il consigliere Pd.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Casa, Gaffuri: “Maroni chiede più autonomia per le Aler, ma il centrodestra le gestisce in modo pessimo da vent’anni”

case aler“Davvero Maroni vuole chiedere maggiore autonomia allo Stato per gestire meglio le case Aler? Sono più di vent’anni che il centrodestra le gestisce e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ultimo esempio è il ritardo con cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, che doveva partire a gennaio scorso e ora si annuncia che sarà effettivo solo nel 2018. Peraltro, da quel che la Regione ha annunciato, non sembra rispondere alle esigenze dei cittadini lombardi”, lo dichiara Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, dopo le dichiarazioni del presidente lombardo a proposito delle novità introdotte da Regione Lombardia nella gestione delle case pubbliche.
“Il referendum consultivo è diventato una specie di paese dei balocchi. La verità dei numeri è che con i 50 milioni del referendum si potrebbe coprire quasi per intero il disavanzo annuo di una Aler grande quanto quella di Milano”, conclude Gaffuri.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Invarianza idraulica, Gaffuri: “Entro giugno approvato il regolamento. Ma non è ancora sufficiente”

Fiume SevesoIn consiglio regionale si è discussa un’interrogazione a risposta immediata, presentata dal Gruppo regionale del Pd, sul tema della legge regionale 4/2016 sulla revisione della normativa regionale in materia di difesa del suolo, di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e di gestione dei corsi d’acqua, che sollecitava l’approvazione del regolamento per il rispetto del principio dell’invarianza idraulica e idrologica.
Il regolamento deve definire “gli ambiti di applicazione differenziati, il valore massimo della portata meteorica scaricabile nei ricettori, le modalità di integrazione tra pianificazione urbanistica comunale e previsioni del piano d’ambito, le indicazioni tecniche costruttive e le buone pratiche, tanto per citare alcuni importanti aspetti”, ricorda Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd.
Inoltre, il regolamento deve prevedere che “almeno tutte le nuove costruzioni debbano trattenere sul loro sedime l’acqua piovana perché non finisca nei fiumi a produrre rischio di dissesto idrogeologico. La legge è stata fatta più di un anno e mezzo fa, dopo di che dovevano essere approvati i regolamenti attuativi, ma nulla si è visto”, aggiunge Gaffuri.
Il dispositivo della question time chiedeva all’assessore proprio di sapere, “a distanza di oltre un anno dall’approvazione della legge, quali siano state le criticità che hanno impedito l’adozione, nei tempi previsti dalla norma medesima, del regolamento regionale ed entro quale termine la Giunta intenda colmare l’importante vuoto normativo, al fine di poter iniziare a dare finalmente attuazione ai principi annunciati”.
E la risposta è stata positiva, conclude il consigliere Pd: “Evidentemente, di fronte a un nuovo nostro sollecito, l’assessore regionale al Territorio non poteva far altro che assicurare che entro la fine del mese il regolamento verrà approvato. Bene, è una buona notizia, ma ancora una volta abbiamo dovuto costringerli a tirare fuori dal cassetto il regolamento, cioè a ricordarsi di completare le leggi approvate. La gestione del rischio idraulico nel nostro territorio, anche nel corso di questi ultimi mesi, ha continuato a non essere adeguata e c’è ancora tanto lavoro da fare”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Nuovi treni, Gaffuri: “Basta parole al vento, i pendolari meritano di più”

757657-treno lomazzo“Abbiamo chiesto a Sorte di presentare una volta per tutte i contenuti, le risorse e le tempistiche del piano di investimento straordinario che aveva preannunciato lo scorso 17 febbraio, promettendo il rinnovo del parco circolante con 100 nuovi treni – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd dopo il question time discusso in Consiglio regionale sugli investimenti per il materiale rotabile della regione -. La risposta è stata chiara: non c’è nulla. Nessun piano concreto, nessuna tempistica o priorità, mentre le segnalazioni continuano ad arrivare numerose e i disservizi, i ritardi e i guasti sono all’ordine del giorno nella vita dei nostri pendolari”.
“Basta parole al vento – conclude Gaffuri –. I pendolari lombardi meritano un servizio migliore e una comunicazione più onesta e concreta”.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento