Archivi categoria: Istituzioni

Lombardia-Canton Ticino, Orsenigo: “Dopo l’incontro, tanto ottimismo, ma nulla di concreto. La Commissione incontri il Gran Consiglio”

IT-TI“Abbiamo percepito molto ottimismo, ma nulla di davvero concreto”, è il commento di Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, al termine dell’incontro di stamattina tra vertici di Regione Lombardia e Canton Ticino.“Possiamo anche capire che ci sia una certa riservatezza sui contenuti della road map che le due istituzioni contermini stanno affrontando, ma qualche indicazione in più non sarebbe guastata – prosegue Orsenigo –. Ad esempio, quando parlano di rifiuti, intendono gli inerti che la Svizzera pensa di scaricare in Lombardia? E sulla depurazione delle acque dei laghi cosa c’è di nuovo rispetto al passato? Non solo: mi pare appena il caso di ricordare che le tanto decantate, da parte svizzera, linee di bus sono state volute grazie a un’intesa portata avanti dalle Province di Como e Varese a guida Pd”. Insomma, per Orsenigo ci sarebbe voluta qualche parola in più, su alcuni temi, che spera “almeno vengano rivelati durante un’auspicabile prossima seduta della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Svizzera che, come nella migliore tradizione della precedente legislatura, già non viene più convocata. Quando qualcuno della maggioranza si degnerà di riunirla, fin da ora annuncio che chiederò che la stessa Commissione, che rappresenta tutte le forze elette in Regione, si incontri con il Gran Consiglio del Canton Ticino”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Rifiuti, Braga: “Via libera Commissione Ecomafie: proseguire impegno su legalità ambientale”

ChiaraBraga02“È un’ottima notizia l’approvazione del Senato all’unanimità della legge che istituisce anche in questa Legislatura la Commissione di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ambientali, frutto anche di una proposta di legge a mia prima firma presentata alla Camera dei Deputati”. Lo afferma l’on. Chiara Braga, capogruppo PD in VIII Commissione Ambiente a Montecitorio e già Presidente della Commissione d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti nella passata XVII Legislatura. “Dopo l’importante lavoro – prosegue Chiara Braga – svolto dalla Commissione di cui sono stata Presidente nella precedente Legislatura, che ha prodotto 26 Relazioni su temi di grande rilevanza come il traffico transfrontaliero di rifiuti, la bonifica dei SIN, il fenomeno degli incendi in impianti di trattamento rifiuti è incoraggiante che la legge sia stata approvata all’unanimità e in tempi rapidi da entrambi i rami del Parlamento. È fondamentale proseguire in questa direzione per contrastare l’illegalità ambientale, partendo proprio dalla conoscenza delle caratteristiche e della dimensione dei fenomeni illeciti che riguardano molte aree d’Italia”. “Così – conclude Chiara Braga – come è stato in passato l’auspicio è che il lavoro della Commissione “Ecomafie” possa continuare a fornire strumenti di conoscenza e di supporto al lavoro legislativo e all’azione del Governo, per rafforzare gli strumenti a tutela dell’ambiente e accompagnare uno sviluppo sostenibile del Paese”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dal Parlamento, Sicurezza, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Rsd Grandola ed Uniti, Orsenigo: “Sulle Maggiori risorse alla montagna la Regione fa solo chiacchere”

rosa“Regione Lombardia fa tante chiacchiere sulle maggiori risorse alla montagna che ha persino giustificato l’Ats omonima con la necessità di un’attenzione particolare a questi territori. Poi, quando chiedi sostegno e risorse per servizi fondamentali in quelle zone, ti risponde picche”, è amareggiato Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, del ‘no’ al suo ordine del giorno all’assestamento di bilancio in cui chiedeva di sostenere con specifici finanziamenti la contrattualizzazione de La Rosa Blu di Grandola ed Uniti.
“Nell’atto spiegavo il motivo della richiesta: il Polo unico integrato per la fragilità e la disabilità di Grandola ed Uniti rappresenta un progetto innovativo e sperimentale di gestione pubblico-privato ed è regolato da una convenzione sottoscritta tra Anffas Onlus Centro Lario e Valli e le Comunità montane Lario Intelvese e Valli del Lario e del Ceresio, in rappresentanza di 54 Comuni della Provincia di Como. L’obiettivo del Polo unico è offrire alle persone fragili una struttura polifunzionale capace di rispondere in modo appropriato ai diversi gradi di protezione richiesti, mettendo in comune i servizi sociosanitari offerti dalla Residenza sanitaria disabili (Rsd) di Grandola ed Uniti con quelli a disposizione ne ‘La Rosa Blu’, confinante con la Rsd, il tutto secondo un’ottica di massimizzazione delle possibili risposte diurne, ambulatoriali, domiciliari e residenziali, prevedendo un’offerta territoriale flessibile e diversificata”.
“Il territorio non offre nulla del genere per i disabili o per le persone con necessità di riabilitazione post-traumatica e post-ospedaliera – ribadisce il consigliere Pd –. Perciò, chi si trova ad aver necessità di questo tipo di servizio ha nella struttura una risposta che permette di non doversi spostare”.
Nell’ordine del giorno Orsenigo impegnava la Giunta “a sostenere con specifici finanziamenti la contrattualizzazione de La Rosa Blu di Grandola ed Uniti, ma Fontana e il centrodestra hanno preferito abbandonare il territorio”.

Pubblicato in Idee e politica, Istituzioni, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

FORZE DELL’ORDINE COMO, Braga : “Molteni dovrebbe dire grazie a Minniti per le nuove assunzioni, frutto del lavoro del Governo Gentiloni”

forze“Molteni dovrebbe dire grazie a Minniti, perché come lui stesso ben sa ‘il più importante potenziamento degli organici degli ultimi anni nel territorio di Como per la sicurezza dei cittadini’ è frutto del lavoro del ministro Minniti e del Governo Gentiloni”. Lo dice la parlamentare comasca Chiara Braga replicando alle parole del sottosegretario leghista Nicola Molteni che proprio ieri sulla stampa locale ha tentato di appropriarsi di un merito non suo.
“Il rafforzamento dell’organico delle forze dell’ordine – chiarisce la Braga – deriva da scelte e risorse stanziate dai Governi Renzi e Gentiloni: il ripristino del 100 per cento del turn-over azzerato dai Governi Berlusconi, sempre sostenuti dalla Lega, e la copertura del 50% degli organici con nuove assunzioni stabilito nell’ultima legge di Bilancio del Governo Gentiloni”.
“Le nuove forze per la sicurezza del territorio, contro furti, spaccio e criminalità organizzata della provincia di Como che andranno a potenziare le stazioni di Lomazzo, Cermenate, Appiano Gentile, Cantù, Lurago d’Erba, Lurate Caccivio, Mozzate, Turate e Mariano Comense, sono quindi possibili perché il Ministero dell’Interno a guida Minniti ha formato e assunto nuovo personale, che ora, una volta terminato il percorso di formazione, entra in ruolo operativo. Un risultato positivo quindi, di cui siamo tutti contenti; sarebbe il caso però che chi ora si appunta medaglie che non sono sue avesse almeno il buon gusto di dire la verità.”

 

 

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dalla Provincia, Notizie dalla Regione, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Tangenziali Como e Varese, ORSENIGO E ASTUTI : “ANCORA UNA CONFERMA: LA LEGA BOCCIA IL NOSTRO EMENDAMENTO E NON VUOLE LA GRATUITÀ”

tang“Ancora una volta la Lega conferma la sua posizione sulle tangenziali di Como e Varese: non vuole la gratuità”, lo dicono Angelo Orsenigo e Samuele Astuti, consiglieri regionali del Pd, dopo che il consiglio regionale, riunito in queste ore per votare l’assestamento di bilancio, ha bocciato un loro emendamento sul tema.
“Ci aspettavamo un altro esito, visto che in fase di approvazione del Piano regionale di sviluppo il centrodestra aveva approvato un nostro ordine del giorno che impegnava la Giunta proprio su questo – raccontano i due consiglieri Pd –. Nell’emendamento di oggi chiedevamo, conseguentemente, che venisse aumentato lo stanziamento sul capitolo apposito di 1 milione di euro, prendendo le risorse dagli accantonamenti e dal fondo di riserva. Sarebbe dovuto servire a finanziare la gratuità del transito sulle due tangenziali nel periodo 1 settembre-31 dicembre 2018. Niente: bocciato sonoramente”.
A questo punto, aggiungono Orsenigo e Astuti, “dopo che le medesime informazioni sono giunte da Roma, oggi la Lega che governa Regione Lombardia ha dato un’ulteriore dimostrazione che quelle formulate da Maroni prima e Fontana poi, sono state solo promesse elettorali e che non c’è nessuna intenzione di sgravare comaschi e varesini di un costo che nessun altro cittadino in Lombardia paga per percorrere la propria tangenziale”.

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Istituzioni, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Rsd Gravedona, Orsenigo : “Regione Lombardia contrattualizzi ‘La Rosa Blu’ e i suoi indispensabili servizi”

La-Rosa-Blu-Grandola“Regione Lombardia sostenga con specifici finanziamenti la contrattualizzazione de La Rosa Blu di Grandola ed Uniti”, è quello che chiede Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, in un ordine del giorno all’assestamento di bilancio che verrà discusso lunedì 30 e martedì 31 luglio in consiglio regionale.
Nell’atto Orsenigo spiega il motivo della richiesta: “Il Polo unico integrato per la fragilità e la disabilità di Grandola ed Uniti rappresenta un progetto innovativo e sperimentale di gestione pubblico-privato ed è regolato da una convenzione sottoscritta tra Anffas Onlus Centro Lario e Valli e le Comunità montane Lario Intelvese e Valli del Lario e del Ceresio, in rappresentanza di 54 Comuni della Provincia di Como. L’obiettivo del Polo unico è offrire alle persone fragili una struttura polifunzionale capace di rispondere in modo appropriato ai diversi gradi di protezione richiesti, mettendo in comune i servizi sociosanitari offerti dalla Residenza sanitaria disabili (Rsd) di Grandola ed Uniti con quelli a disposizione ne ‘La Rosa Blu’, confinante con la Rsd, il tutto secondo un’ottica di massimizzazione delle possibili risposte diurne, ambulatoriali, domiciliari e residenziali, prevedendo un’offerta territoriale flessibile e diversificata”.
L’ordine del giorno spiega anche come è strutturata ‘La Rosa Blu’: è composta da quattro livelli abitativi, comprensivi di cucina, lavanderia, palestra, piscina coperta, micronido aziendale, laboratorio ergoterapico e nucleo inserimento lavorativo, cinque minialloggi con cucina e soggiorno, una comunità alloggio per disabili medio-lievi o per turisti disabili e un nucleo Rsd con venti camere anche per disabili psicofisici gravi, può accogliere fino a 70 ospiti, più 30 in diurnato, rispondendo a diverse esigenze di carattere sociale e sanitario”.
“Il territorio non offre nulla del genere per i disabili o per le persone con necessità di riabilitazione post-traumatica e post-ospedaliera – aggiunge il consigliere Pd –. Perciò, chi si trova ad aver necessità di questo tipo di servizio ha nella struttura una risposta che permette di non doversi spostare. Ricordo anche che a dicembre 2017 sono stati accreditati 28 posti letto di Rsd e successivamente autorizzati al funzionamento 10 posti letto di comunità alloggio. E ricordo pure che quando venne istituita l’Ats della Montagna si erano assicurate maggiori risorse a disposizione del territorio”.
Per questo l’ordine del giorno impegna la Giunta “nell’ambito dell’Assestamento di Bilancio 2018/2020, a sostenere con specifici finanziamenti la contrattualizzazione de La Rosa Blu di Grandola ed Uniti, struttura in grado di rispondere alle esigenze di carattere sanitario e sociale di un territorio, quale quello dell’Ats della Montagna che presenta caratteristiche geomorfologiche e condizioni di svantaggio strutturale”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dalla Provincia, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Viale Varese, Legnani: “Assemblea pubblica fatta troppo tardi. E il progetto va ripensato”

varese2“Siamo contenti che la Giunta comunale abbia convocato l’assemblea pubblica sul futuro di viale Varese, come richiesto sia da noi che dalle varie associazioni ambientaliste. È importante, su un tema così impattante e di rilevante interesse pubblico, coinvolgere i cittadini e le associazioni interessate”, lo dice Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd, a proposito dell’incontro che si terrà sul progetto di nuovi parcheggi sotto le mura.
Tuttavia, precisa Legnani, “l’assemblea si poteva convocare ben prima, non a ridosso della scadenza entro cui il Comune deve decidere, senza un’adeguata comunicazione e, per di più, in un periodo in cui diversi cittadini sono già in ferie”.
Perciò, al segretario Pd sorge spontanea una domanda: “Il fatto che la convochino il giorno prima non è che vuol dire che una decisione è già stata presa? I cittadini non dovrebbero essere coinvolti all’inizio del procedimento piuttosto che alla fine?”.
Per il resto, “noi rimaniamo contrari poiché non vediamo un interesse pubblico nel progetto proposto. Come già detto più volte è a ridosso delle mura che andrebbero riqualificate, sacrifica il verde, l’impatto economico sarà negativo per il Comune, la concessione per 30 anni è troppo lunga, ci sono altri spazi più idonei per fare un posteggio, tanto per ricordare i tanti motivi che ci vedono contrari”.
In definitiva, per Legnani e il Pd “meglio respingere la proposta così come formulata e, se c’è la volontà politica, avviare una discussione seria e partecipata sui posteggi in Convalle, ma dopo il periodo estivo e magari ripartendo dal famoso piano del traffico, che oltre tutto dovrebbe venire prima dei singoli interventi, visto che ne stabilisce gli obiettivi”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Mobilità, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Rifiuti, Braga: “Via libera per l’Aula alla legge istitutiva della Commissione Ambiente. Proseguire l’importante lavoro del Pd sulla legalità ambientale”

braga_eco“La Commissione Ambiente della Camera ha dato oggi il via libera alla legge istitutiva della commissione Ecomafie, frutto anche di una proposta del PD a mia prima firma e del lavoro svolto nella scorsa legislatura come Presidente della Commissione”. Lo afferma Chiara Braga, capogruppo PD in commissione Ambiente della Camera.
“La Commissione – prosegue Braga – si occuperà del ciclo dei rifiuti, degli incendi negli impianti di gestione, delle opere di bonifica e di verificare lo stato di attuazione della normativa ambientale, a partire dalla legge sugli ecoreati. Una norma lungamente attesa e approvata durante i governi del PD, che ci pone all’avanguardia in Europa sulla tutela ambientale, rappresentando un vero e proprio unicum, con l’inserimento di nuovi delitti, l’inasprimento delle sanzioni e il raddoppio dei termini di prescrizione. Mi auguro che l’iter di istituzione della nuova Commissione possa avvenire in tempi rapidi, per l’importante lavoro di indagine svolto in questi anni dal Partito Democratico sui temi della legalità ambientale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Istituzioni, Notizie dal Parlamento, Sicurezza | Taggato , , , | Lascia un commento

Cantù e Como, Orsenigo: “Centrodestra comasco in crisi. Due grossi comuni in serie difficoltà”

cantùcomoIl sindaco di Cantù che decade, il consiglio comunale di Como che si spacca: per Angelo Orsenigo, segretario provinciale del Pd, “è in atto una vera e propria crisi nel centrodestra comasco e questi sono i due casi più eclatanti”.
Forse nemmeno tanto inaspettati perché “la situazione che si è creata, nel capoluogo e nel comune capofila del canturino, è solo l’apice di una serie di difficoltà nei comuni amministrati da loro”, aggiunge Orsenigo.
Se su Cantù, infatti, “si attendeva praticamente dall’insediamento di capire cosa sarebbe successo alla nuova amministrazione comunale, a Como sul voto alla centrale unica degli appalti, si è visto chiaramente che la Giunta scricchiola e i segnali erano già stati tanti. Forse è colpa del fatto che a Roma ormai Lega, Forza Italia e Fdi sono contrapposti. Oppure, è proprio un problema locale. Fatto è che due grossi centri della nostra provincia si ritrovano in grandi difficoltà e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”, conclude il segretario Pd.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Notizie dalla Provincia | Taggato , , | Lascia un commento

Commissione Ecomafie, Braga: “Calendarizzata la proposta di legge istitutiva”

braga_ecoNel primo Ufficio di Presidenza della Commissione Ambiente della Camera abbiamo deliberato l’immediata calendarizzazione della proposta di legge istitutiva della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e agli illeciti ambientali come da proposta dei Deputati PD.
Ambiente e legalità sono elementi prioritari per tutto il Partito Democratico, anche in questa XVIII Legislatura.
E’ infatti fondamentale, anche considerando i sempre più frequenti fatti di cronaca, che il Parlamento abbia una sede stabile in cui garantire una particolare attenzione ai fenomeni di maggiore impatto ambientale, già oggetto di indagine delle precedenti Commissioni parlamentari di inchiesta istituite senza soluzioni di continuità a partire dalla XIII Legislatura.
Per la tutela della legalità è necessario che le Amministrazioni locali, i cittadini e le associazioni possano contare sul sostegno dei Legislatori, dialogando in maniera efficace con la Magistratura e con le Forze di polizia. Questa Commissione bicamerale di inchiesta è un punto di osservazione e di controllo parlamentare che ha restituito l’immagine di un’Italia storicamente segnata da attacchi all’ambiente e alla salute dei cittadini ma desiderosa di legalità e concretezza.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dal Parlamento | Taggato , , | Lascia un commento