Archivi categoria: Economia e lavoro

Casa, Gaffuri: “Maroni chiede più autonomia per le Aler, ma il centrodestra le gestisce in modo pessimo da vent’anni”

case aler“Davvero Maroni vuole chiedere maggiore autonomia allo Stato per gestire meglio le case Aler? Sono più di vent’anni che il centrodestra le gestisce e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ultimo esempio è il ritardo con cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, che doveva partire a gennaio scorso e ora si annuncia che sarà effettivo solo nel 2018. Peraltro, da quel che la Regione ha annunciato, non sembra rispondere alle esigenze dei cittadini lombardi”, lo dichiara Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, dopo le dichiarazioni del presidente lombardo a proposito delle novità introdotte da Regione Lombardia nella gestione delle case pubbliche.
“Il referendum consultivo è diventato una specie di paese dei balocchi. La verità dei numeri è che con i 50 milioni del referendum si potrebbe coprire quasi per intero il disavanzo annuo di una Aler grande quanto quella di Milano”, conclude Gaffuri.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Da Expo a Como internazionale: il candidato Traglio ne parla con il Ministro Martina

expo como martinaVenerdì 23 giugno 2017, alle 18, in via Pretorio, di fianco al duomo di Como, il candidato sindaco Maurizio Traglio incontra Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole e vice segretario nazionale del Pd. Sul tema della sVolta, si parlerà di “Da Expo 2015 a Como internazionale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Giornata mondiale rifugiati, Braga: “Agire contro cambiamento climatico significa affrontare questioni quali migranti e rifugiati”

stranieri“Le crisi globali come quella dei migranti e quella del cambiamento climatico sono tutte strettamente correlate. Papa Francesco, domenica scorsa, ci ha ricordato che le migrazioni non sono un fenomeno limitato ad alcune aree del pianeta, ma toccano tutti i continenti e vanno sempre più assumendo le dimensioni di una drammatica questione mondiale. Non si tratta solamente di persone in cerca di un lavoro dignitoso o di migliori condizioni di vita, ma anche di uomini e donne, anziani e bambini costretti ad abbandonare le loro case con la speranza di salvarsi da guerre e carestie, spesso peggiorate o persino dovute al cambiamento climatico, fenomeno sempre più impattante e repentino. L’Onu stima a più di 200 milioni di potenziali migranti ambientali entro il 2050. E sono i minori a pagare i costi più gravosi dell’emigrazione”. Lo afferma nella Giornata mondiale dei Rifugiati l’on. Chiara Braga, deputata del Pd e componente della VIII Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera.
“Nel 2018 i leader mondiali si riuniranno alle Nazioni Unite per concordare il ‘Global Compact for Refugees’, un impegno che si basa sulla condivisione delle responsabilità, anziché lasciare i singoli Stati a sostenere da soli il peso del grande numero di rifugiati costretti a fuggire – conclude Braga -. L’Unione europea deve perciò comprendere che proprio sull’accoglienza si gioca il futuro del nostro continente con scelte precise e lungimiranti e non assunte solo nell’emergenza. L’Italia, come ribadisce anche il Presidente Mattarella, onora l’Europa e fa già la sua parte quotidianamente nel Mediterraneo con grande dispendio di uomini, mezzi e risorse economiche”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nuovi treni, Gaffuri: “Basta parole al vento, i pendolari meritano di più”

757657-treno lomazzo“Abbiamo chiesto a Sorte di presentare una volta per tutte i contenuti, le risorse e le tempistiche del piano di investimento straordinario che aveva preannunciato lo scorso 17 febbraio, promettendo il rinnovo del parco circolante con 100 nuovi treni – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd dopo il question time discusso in Consiglio regionale sugli investimenti per il materiale rotabile della regione -. La risposta è stata chiara: non c’è nulla. Nessun piano concreto, nessuna tempistica o priorità, mentre le segnalazioni continuano ad arrivare numerose e i disservizi, i ritardi e i guasti sono all’ordine del giorno nella vita dei nostri pendolari”.
“Basta parole al vento – conclude Gaffuri –. I pendolari lombardi meritano un servizio migliore e una comunicazione più onesta e concreta”.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Sviluppo sostenibile, Braga: “Sul clima Gentiloni conferma che l’Italia sarà dalla parte giusta della storia”

160404 intervento braga direzione nazionale pd 2“Un plauso alle parole del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni affermate al convegno promosso dall’Asvis, a Montecitorio alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In questi momenti complicati, specie dal punto di vista dello scenario internazionale, è assolutamente importante tenere assieme sostenibilità ambientale con interesse economico, anche per incoraggiare  lo sviluppo del nostro Paese che pare avviato all’uscita dalla crisi. Su questi temi si gioca una delle carte fondamentali della competitività del Sistema Italia e del benessere dei nostri cittadini”. Così commenta l’on. Chiara Braga, deputata del Partito democratico, presente al convegno conclusivo promosso dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile alla Camera dei Deputati.
“Anche dal Festival dello Sviluppo sostenibile  viene una spinta corale e positiva alle istituzioni nazionali per proseguire sulla strada di una politica che faccia della sostenibilità un fattore di sviluppo economico e sociale del Paese. Da ultimo è una buona notizia l’annuncio di una cabina di regia a Palazzo Chigi per l’attuazione da  parte di ciascun Ministero dell’Agenda 2030”, conclude Braga.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Cop21, Braga: “Con il ritiro degli Usa da accordi sul clima, Trump non fa gli interessi del suo Paese”

clima“La decisione del presidente Usa Donald Trump di non onorare più gli impegni per il contrasto al cambiamento climatico assunti alla Cop21 Parigi dal suo predecessore Barack Obama, ipotizzando future rinegoziazioni, è miope e non è favorevole agli stessi interessi economici degli Stati Uniti: prima economia mondiale e tra i principali emettitori di gas a effetto serra del pianeta”. Lo afferma l’on. Chiara Braga, deputata del Partito democratico e già componente della Delegazione ufficiale del Parlamento italiano che partecipò, nel dicembre 2015, ai negoziati Onu sul clima alla Cop21 di Parigi.
“È infatti chiaramente noto che in tutti i paesi avanzati l’economia verde, assieme alle importanti azioni di tutela dell’ambiente, sia ‘labor intensive’ – prosegue l’on. Braga -. Infatti, mentre i settori tradizionali dell’economia diventano sempre più meccanizzati e richiedono meno lavoro per produrre, la green economy, oltre a creare ricchezza e innovazione tecnologica sostenibile, dà buone opportunità di generazione di posti di lavoro. Di più, oggi tutelare l’ambiente ha anche un grande valore geopolitico. Si pensi alle tensioni per il  controllo dell’acqua, alla ricerca di terre rare o da coltivare, alle migrazioni per cause climatiche. Giusto quindi proseguire con una stretta collaborazione tra Unione europea, Cina e India per tenere in vita la sfida del futuro della terra data dagli Accordi di Parigi, onorando quanto sottoscritto contro il riscaldamento globale grazie al taglio delle emissioni climalteranti, con l’auspicio che il nostro Continente, pur nelle difficoltà attuali, mantenga la sua leadership nelle tecnologie green, di cui l’Italia è grande esempio”.

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Frontalieri, Braga e Guerra: “Accolto odg su prestazioni previdenziali percepite dai lavoratori frontalieri italiani in Svizzera”

frontalieriAccolto dal Governo, alla Camera, un ordine del giorno presentato dai deputati comaschi del Partito Democratico Chiara Braga e Mauro Guerra, che indirizza verso un ulteriore chiarimento riguardo alle disposizioni previdenziali erogate ai lavorati italiani transfrontalieri in Svizzera.
“Con questo ordine del giorno, che di fatto – spiega Mauro Guerra –  si somma a quanto approvato qualche giorno fa in Commissione Bilancio alla Camera con un emendamento a mia prima firma al decreto-legge 50/2017, la cosiddetta ‘manovrina’, abbiamo impegnato il Governo ad equiparare anche le rendite erogate dagli Istituti Assicurativi Svizzeri per prestazioni di invalidità e malattia professionale alle prestazioni d’invalidità e malattia professionale italiane, non assogettandole quindi ad alcuna imposta”.
Inoltre, prosegue la deputata Chiara Braga, ”abbiamo previsto di esonerare dall’obbligo di versamento dei contributi per l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini pensionati in Svizzera che decidono di rientrare in Italia in modo definitivo”.
Due ulteriori misure che, accanto a quelle contenute nella ‘manovrina’, concludono Braga e Guerra, “ridefiniscono positivamente il sistema di tassazione e semplificazione delle prestazioni previdenziali percepite dai frontalieri italiani in Svizzera. Un risultato che è stato raggiunto anche grazie al lavoro di stimolo e confronto venuto dai sindacati frontalieri e, in particolare, di tutte le parti riunite nel Consiglio Sindacale Interregionale (Csir)”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

L’intervista de La Provincia di Como all’on. Mauro Guerra, relatore della manovra bis, a breve in Aula alla Camera

Mauro_Guerra-199x300Qui l’intervista che l’on. Mauro Guerra, parlamentare del Pd, ha rilasciato a Marilena Lualdi e pubblicata sul quotidiano “La Provincia di Como”. Guerra argomenta e definisce in modo chiaro la proposta emendativa che nel dl 50/2017, la cosiddetta manovrina, all’art. 54-bis, disciplina due importanti strumenti in materia di prestazioni
occasionali: il libretto di famiglia e il contratto di prestazione occasionale.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Frontalieri, Gaffuri: “Tassazione ridefinita: buona notizia. Ora sveleniamo il clima”

frontalieri freccia“Un’ottima notizia per i nostri lavoratori frontalieri quella della definizione della ritenuta sulla previdenza”, commenta così Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e segretario della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica, la novità contenuta nella manovra di bilancio del Governo.
“Come chiarisce il relatore del decreto legge, il nostro parlamentare comasco del Pd Mauro Guerra, la norma prevede che sulle somme corrisposte in Italia da parte della previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità svizzera, maturate sulla base anche di contributi previdenziali tassati alla fonte in Svizzera, si applichi la sola ritenuta del 5% – spiega Gaffuri –. Si tratta del famoso secondo pilastro, ma anche le forme di prepensionamento saranno assoggettate allo stesso modo”.
Non solo: “L’altra buona notizia che arriva da Roma è che i coniugi e i familiari di primo grado cointestatari o delegati su conti correnti intestati a frontalieri saranno esonerati dagli obblighi dichiarativi”, aggiunge Gaffuri.
Per il consigliere Pd si tratta di “un deciso passo avanti a favore dei nostri oltre 65mila lavoratori che, in un momento storico molto critico, soprattutto per il clima che si è creato in Canton Ticino, vedono almeno riconosciuto un loro fondamentale diritto”.
Rimangono, per Gaffuri, ancora dei nodi aperti “sia sul fronte del problema della sanità per i pensionati da lavoro in Svizzera che decidono di rientrare in Italia, sia, in particolare, sul fronte dei rapporti tra Italia e Confederazione elvetica che andrebbero sveleniti”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie dal Parlamento, Notizie dalla Regione | Taggato , , , | 1 commento

Manovrina, Guerra: “Ritenuta del 5% sulla previdenza dei frontalieri italiani”

d7c271d3788c730239ca5ad54e3104b9“In queste settimane, come relatore della manovra del dl 50/2017, tra le tante questioni affrontate, ho lavorato con grande impegno ad una norma che riguarda i lavoratori frontalieri, sino a proporre un intervento che ha avuto il via libera dal Governo ed è stato approvato in Commissione e quindi sarà nel testo definitivo della legge. La norma chiarisce che sulle somme corrisposte in Italia da parte della previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità svizzera (Lpp), ivi comprese le prestazioni erogate dai diversi enti o istituti svizzeri di prepensionamento, maturate sulla base anche di contributi previdenziali tassati alla fonte in Svizzera ed in qualunque forma erogate, si applica la sola ritenuta del 5%, già applicata in relazione alla voluntary disclosure”. Così ha annunciato il deputato comasco del Partito democratico, Mauro Guerra, relatore della manovra correttiva recante ‘Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo‘ all’esame in queste settimane della Commissione Bilancio della Camera e attesa a breve in Aula a Montecitorio.
“Si tratta di una disposizioni attesa e importante”, alla quale si aggiunge un’altra rilevante novità. “La norma da me riformulata, – rende noto Guerra – , nella seconda parte, consente a coniugi e familiari di primo grado dei lavoratori frontalieri, eventualmente cointestatari o beneficiari di procure e deleghe sui conti bancari di essere esonerati dagli obblighi dichiarativi”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , | Lascia un commento