Archivi categoria: Blog Dem

Tangenziale, Orsenigo: “Chi non ha voluto renderla gratuita? Intanto Fontana prende tempo e brancola nel buio”

tangenziale como ritagliata“Il termine del primo giugno per rendere gratuita la tangenziale, tanto sventolato da Maroni in campagna elettorale, dopo aver già rinviato la data da gennaio, salta: ce lo ha fatto sapere l’assessore all’Ambiente. Che succederà adesso? E che cosa intende fare Fontana per mantenere la promessa?”, se lo è chiesto Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, dopo aver appreso la notizia, al termine della conferenza stampa che si è tenuta a Como per la presentazione della Giornata del Verde Pulito 2018, cui ha partecipato anche l’assessore regionale.
Inoltre, Cattaneo ha detto, rispetto alla gestione degli ultimi anni, che, considerato che “nel Piano economico finanziario si sosteneva che i miglioramenti economici nel corso di realizzazione dell’opera si sarebbero dovuti primariamente destinare alla riduzione o abbattimento del pedaggio, e i miglioramenti ci sono stati, ad esempio la defiscalizzazione concessa dallo Stato già nel 2015, sarebbe stato opportuno operare con il Cipe per destinare lì le risorse. Peccato che società concedente Cal e società concessionaria Pedemontana della tangenziale hanno tralasciato questo obiettivo. Ma ci chiediamo: Cal, almeno per il 50%, e Pedemontana non sono società regionali? Quindi, di chi è stata la volontà di non procedere verso la gratuità del pedaggio, considerato che un assessore regionale è venuto a dirci che si sarebbe potuta applicare ben prima di adesso?”.
Per tutta risposta, “Fontana prende tempo e rinvia alle calende greche il momento in cui verrà deciso qualcosa in merito alla gratuità della tangenziale”, aggiunge Orsenigo, dopo le dichiarazioni del presidente lombardo.
“Secondo lui, bisogna prima cercare di capire come portare avanti il discorso della Pedemontana, dopo di che prenderà un provvedimento definitivo anche circa la tangenziale e il suo pedaggio. Non ha detto nulla di più, ma è sufficiente per capire che brancola nel buio. E intanto le date fissate a suo tempo da Maroni e già smentite dall’assessore Cattaneo, slittano all’infinito. Ma così proprio non funziona: Presenterò una interrogazione per avere risposte precise sia sui tempi, sia sulla gratuità. Inoltre, incontrerò i sindaci comaschi per fare fronte comune in merito a eventuali azioni di intraprendere. Chiedo agli altri consiglieri regionali di schierarsi e di condividere questa battaglia importante per le nostre comunità e per tutto il territorio”, conclude Orsenigo.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Tavolo competitività Como, Braga: “Fare squadra per trovare una soluzione al problema dei livelli di regolazione del nostro lago”

alto lago“Giusto fare squadra per trovare una soluzione al problema, ma serve che Regione Lombardia faccia quello che deve per supportare concretamente le ragioni del nostro Lago”. Lo  dichiara la deputata del Pd comasco Chiara Braga, a seguito della riunione del Tavolo della competitività della provincia di Como che ha affrontato il problema del livello minimo lacuale del Lario.
“Conosciamo bene  i seri problemi che l’attuale regolazione del livello del lago comporta sull’ecosistema e sulle sponde dei Comuni rivieraschi, insieme agli effetti negativi su vari settori dell’economia del nostro territorio, dalle attività turistiche-ricettive alla pesca – continua la parlamentare dem -. Già lo scorso anno, insieme all’on. Mauro Guerra, sindaco di Tremezzina, e di concerto con l’Autorità di bacino del Lario, avevamo rappresentato al Ministero dell’Ambiente la necessità di valutare una revisione degli attuali livelli di regolazione, così come si è fatto ad esempio per altri laghi lombardi, come quello Maggiore, avviando un percorso che però non si è concretizzato a livello regionale. Per sviluppare pienamente questa ipotesi serve un’assunzione di responsabilità da parte di Regione Lombardia, per comporre gli interessi, anche economici, contrastanti tra gli utilizzatori delle acque del bacino lacuale  – i produttori di energia e gli agricoltori, in primis – e per dare forza e rappresentanza alle esigenze del territorio. Anche rispetto all’ipotesi di destinare una quota dei canoni riscossi dalla Regione agli enti locali per gli interventi di sistemazione delle sponde e dei danni causati dal livello troppo basso del lago, è opportuno che la Regione assuma un’iniziativa concreta a riguardo, dialogando con la Provincia e i Comuni rivieraschi”.
L’on. Braga ha quindi confermato la piena disponibilità a riprendere il confronto con il Ministero dell’Ambiente, sia riguardo al tema della regolazione del livello del Lago sia rispetto all’opportunità di prevedere una maggiore rappresentanza territoriale all’interno del consiglio di amministrazione del Consorzio dell’Adda, responsabile della regolazione del lago attraverso la diga di Olginate.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Albate, Guarisco: “Via il centro civico dal piano delle alienazioni: perso uno spazio pubblico, rischio nuovo condominio e peggioramento della sosta”

albateIl consiglio comunale di Como ha votato il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari: la novità più rilevante è l’inserimento dell’ex Centro civico di via Giovane Italia, ad Albate, tra gli immobili comunali da porre in vendita, mutandone contemporaneamente la destinazione d’uso urbanistica per rendere l’edificio più appetibile per un eventuale compratore. In questo modo, chi lo acquisisse potrebbe abbatterlo e utilizzare l’area per scopi residenziali o anche commerciali.
“Ho presentato un emendamento che chiedeva di togliere l’ex Centro civico dalla lista degli immobili da vendere, ma è stato respinto dalla maggioranza, ovvero Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lista Insieme – fa sapere Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd –. L’alienazione comporterebbe il venir meno di uno spazio pubblico, senza che ne derivi un beneficio e questo, per la comunità di Albate, è inaccettabile: considerato che con l’approvazione del Piano è prevista la variazione di destinazione urbanistica dell’edificio per fini residenziali, che cosa ci guadagna il quartiere oltre alla probabile presenza di un nuovo condominio? In consiglio ho chiesto, senza ricevere risposta, se erano stati fatti approfondimenti sulle conseguenze dell’arrivo di nuovi abitanti in una zona, quella di via Giovane Italia e piazza IV Novembre, spesso già congestionata”.
E per quanto riguarda l’atteso guadagno dalla vendita, Guarisco fa sapere che “pare serva a sostenere le spese d’investimento che il Comune intende effettuare quest’anno, ma, come è emerso nel dibattito in consiglio, è dubbio che l’alienazione possa avvenire nel 2018, anche perché prima di effettuare l’asta occorrerà in ogni caso chiedere il nullaosta della Soprintendenza dei Beni culturali, trattandosi di un edificio pubblico costruito da più di settant’anni. Che fretta c’è, allora?”.
Inoltre, aggiunge il consigliere Pd, “nel giustificare la scelta della vendita, la Giunta ha detto che lo spazio è in disuso da alcuni anni: ma finché non lo abbiamo ricordato noi, in consiglio è stata taciuta la proposta, risultata vincitrice del concorso d’idee promosso dal Comune attraverso il progetto ComeVoglioComo, di destinare l’edificio alla realizzazione di un museo della vita contadina, avanzato e appoggiato dalle associazioni locali. La Giunta Landriscina e la maggioranza, mentre destinano più di mezzo milione di euro per due iniziative selezionate sempre attraverso la stessa iniziativa in altri quartieri della città, per Albate fanno una valutazione diametralmente opposta e vendono”.
Per Guarisco il risultato è chiaro: “Niente risorse per le iniziative del quartiere, uno spazio pubblico in meno, un condominio in più, incognite sulla vivibilità della zona. Non è quello di cui Albate ha bisogno”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Sagnino, Cereghetti: “Si facciano anche i lavori per la fognatura: le risorse sono già stanziate”

sagnino via papini“In via Papini, a Sagnino, sono urgenti anche i lavori per la fognatura: le risorse ci sono, facciamo gli interventi insieme e poi si asfalti”, è questa, in sintesi, la richiesta che viene da Barbara Cereghetti, segretaria del Circolo Pd di Como Nord, dopo la protesta dei residenti che hanno voluto garanzie, da parte dell’amministrazione comunale, circa l’asfaltatura dopo i lavori per la posa della rete del gas.
“Le opere fognarie sono urgenti in quanto obsolete – spiega Cereghetti –. Il sindaco Lucini, prima di concludere il suo mandato, aveva stanziato i soldi proprio per questo intervento. Quindi, l’attuale amministrazione non ha che da procedere con l’appalto e dare il via ai lavori. E se venisse avviato tutto subito, non solo gli scavi verrebbero fatti una volta sola, ma l’azienda del gas potrebbe poi asfaltare una volta per tutte, visto che, a differenza di quanto sostiene l’ex consigliere Mottola, ha l’obbligo di terminare la posa proprio con l’asfaltatura, prevista nel contratto”.
Insomma, il Pd, in questo caso e con queste premesse, si appella “al buon senso dell’amministrazione Landriscina”.

Pubblicato in Blog Dem, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Via alla campagna del tesseramento 2018

Riparte la campagna di tesseramento del Partito democratico per l’anno 2018. Ecco di seguito i dettagli.

Quote di iscrizione per l’anno 2018

Ordinario                                                                                                      25,00 euro

Giovani (fino 30 anni compresi)                                                                    15,00 euro

L’iscrizione ai Giovani Democratici può essere allo stesso tempo iscrizione al Partito Democratico. L’aderente ai GD però deve farne esplicita richiesta.

Anziano (dal 65° anno in poi)                                                                          15,00 euro


Quote differenziate per incarichi

Amministratori                                                                                            50,00 euro
(Consiglieri Comunali)

Amministratori                                                                                          100,00 euro
(Sindaci, Assessori, Presidente di Provincia,
Presidente del Consiglio Comunale, del Consiglio Provinciale
e Presidente delle Comunità Montane)

Parlamentare e Consigliere Regionale                                              200,00 euro

Componente Assemblea Nazionale, Regionale e Provinciale
Direzione Regionale – Segreteria Provinciale                                   50,00 euro

Le quote del tesseramento non potranno essere versate in conto “erogazione liberale “ per la detrazione del 20%.

Il tesseramento al Partito Democratico avviene tramite l’adesione al Circolo di riferimento per territorialità.

Requisiti per l’iscrizione

Per aderire al PD occorre:

  • avere compiuto 16 anni di età;
  •  non essere iscritti ad altri movimenti o partiti politici o aderenti a gruppi consiliari diversi da quello del Partito Democratico (quando quest’ultimo si è presentato alle elezioni con proprio simbolo);
  • versare  la quota associativa;
  • riconoscersi nei principi, nelle condizioni e nelle regole definite nel Codice Etico, nello Statuto e nel Manifesto dei Valori del Partito Democratico.

Si ricorda che il Partito Democratico e tutti i suoi iscritti sono impegnati a difendere la legalità e la democrazia, e a contrastare ogni forma di presenza e insediamento nelle nostre comunità, nelle istituzioni, nel sistema economico, delle organizzazioni criminose.

Come Aderire  Al  PD

L’iscrizione va effettuata esclusivamente tramite il Segretario del Circolo di riferimento del proprio comune, (i riferimenti dei circoli sono riportati sul sito del PD comasco al link:  http://www.blogdem.it/como/i-circoli ) oppure contattando gli uffici della Federazione provinciale.

Nel caso di impossibilità a contattare il Segretario di Circolo, è possibile recarsi presso gli uffici della Federazione provinciale  del Partito Democratico – Como Via Regina Teodolinda 17 – telefono 031.260311 o 031.305766 oppure inviare una mail a segreteria@partitodemocratico.co.it.  Gli uffici provvederanno a darne comunicazione al Segretario del Circolo di competenza, che provvederà a contattare l’aderente e a rilasciare la tessera.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Tommaso Legnani è il nuovo Segretario cittadino dell’Unione territoriale di Como del Pd

tommaso legnaniTommaso Legnani è il nuovo Segretario cittadino per Como del Partito democratico. La Commissione di garanzia ha proceduto, domenica, allo spoglio delle schede, attribuendo ai candidati – oltre a Legnani, Matteo Introzzi – i voti espressi dai Circoli di Como nel corso dell’ultima settimana che hanno determinato la vittoria di Legnani con 82 voti contro i 27 di Introzzi.
Legnani, 28 anni, analista funzionale nel settore informatico di un’azienda energetica, finora ha ricoperto il ruolo di Segretario dei Giovani democratici cittadini.
Nel corso della prossima assemblea cittadina, in programma per martedì 6 febbraio 2018, verrà ratificata l’elezione di Legnani quale nuovo Segretario cittadino che succede a Stefano Fanetti.
“Il risultato è più che chiaro – commenta proprio quest’ultimo, prima di passare ufficialmente il testimone –. E mi rende molto contento per Tommaso che non nascondo di aver appoggiato, anche per il grande lavoro che ha fatto in questi anni accanto a me. Ma ringrazio anche Introzzi perché è sempre meglio mettersi in gioco, nella vita come nell’impegno politico. E Matteo non mi sembra uno che si sottrae alle sfide. Sono sicuro che Legnani saprà apprezzare il valore aggiunto che Introzzi porterà alla nuova segreteria cittadina”.
E come prima dichiarazione, il neo segretario ringrazia proprio “Introzzi per il confronto leale e tutti gli iscritti che hanno partecipato al congresso, il cui dibattito è stato molto corretto e propositivo. Gli obiettivi che vedo nell’immediato per il partito sono due: rilanciare il Pd e iniziare a lavorare tutti insieme, coinvolgendo sia chi mi ha votato, sia chi non lo ha fatto, e in generale chiunque voglia dare un contributo positivo; concentrarci fin da subito sulla campagna elettorale, sia per le regionali che per le politiche”, conclude Legnani.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Corso di laurea in infermieristica, Gaffuri: “La Giunta riveda le regole e torni a riconoscere il contributo agli allievi”

misuratore pressione medico visitaDare voce alla richiesta ricevuta dagli studenti del corso di laurea in Infermieristica. Il consigliere Luca Gaffuri ha scritto all’assessore regionale alla Sanità per porre alla sua attenzione un problema importante che riguarda il corso di laurea in infermieristica, fondamentale dal momento che copre un comparto in costante carenza di organico.
“Fino all’anno accademico 2014/2015 a ogni nuovo studente iscritto al primo anno del percorso di studio in oggetto era riconosciuto un contributo di 800 euro. Un sostegno per merito, trasferito allo studente in relazione agli esami sostenuti. La misura, nel consentire agli allievi di compensare le spese di frequenza, conferiva valore alla professione, contribuendo al tempo stesso a contrastare la carenza del personale del comparto. Tuttavia, con le Regole di Gestione del servizio sociosanitario per l’esercizio 2016, la Giunta ha disposto che non venga più riconosciuto alle Asst , sedi del corso di studio, l’onere derivante dall’erogazione del contributo in oggetto. Eppure la carenza di organico del comparto è cosa nota – lamenta Gaffuri -. Inoltre gli studenti, durante il percorso formativo, sono anche impegnati sul campo arginando il bisogno di personale. Confidiamo pertanto nel fatto che, sebbene ormai al termine della legislatura, la Giunta voglia rivedere con provvedimenti urgenti, che prevedano nuovamente il riconoscimento del contributo per l’immatricolazione agli allievi infermieri, le disposizioni prese con la delibera delle Regole del 2016. Diversamente sarà un nostro impegno nel governo di Regione Lombardia”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Incendi impianti rifiuti, Braga: “Approvata la Relazione della Commissione Ecomafie. Fenomeno nazionale, non episodi locali”

EcomafiaLa Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, presieduta dall’onorevole Chiara Braga, ha approvato, all’unanimità, la Relazione sul fenomeno degli incendi negli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti. I relatori del documento sono la presidente Braga, i senatori Paolo Arrigoni e Laura Puppato e l’onorevole Stefano Vignaroli.
“I 261 episodi che abbiamo censito, mostrano che si tratta di un fenomeno nazionale e non di una mera sommatoria di episodi distinti. Per questo la commissione ha ritenuto di studiare a fondo il fenomeno, individuando alcuni elementi d’interesse. Una chiave di lettura è individuabile nella correlazione tra il fenomeno degli incendi e la mancata corretta chiusura del ciclo dei rifiuti”, ha detto la presidente presentando la relazione.
“Il fenomeno riguarda soprattutto il nord del Paese, dove si concentra quasi la metà degli episodi censiti – ha proseguito Braga –. L’incidenza è sicuramente maggiore in questa area anche per l’alta presenza di impianti, che ricevono molti rifiuti dal centro-sud, in una inversione dei flussi rispetto al passato”.
La Commissione ha costruito la sua indagine “chiedendo prima i dati alle agenzie ambientali regionali, per poi verificare con le Procure lo stato delle indagini e degli eventuali procedimenti penali. Non tutti gli episodi censiti erano conosciuti dall’autorità giudiziaria, mostrando l’esistenza di un’area oscura, una zona d’ombra con incendi sfuggiti alle maglie investigative – ha aggiunto la presidente della Commissione –. Spesso le inchieste hanno riguardato altre ipotesi di reato rispetto all’incendio doloso o colposo, mostrando come questo fenomeno sia in realtà la spia di cattive gestioni degli impianti e di illeciti ambientali”.
Nelle conclusioni della relazione, la Commissione ecomafie “pone l’accento sulla necessità di un maggiore coordinamento, anche investigativo, oltre che conoscitivo, a livello nazionale, per poter capire, e dunque prevenire, il fenomeno. Non c’è dubbio, infine, che sia prioritario arrivare ad una chiusura corretta del ciclo dei rifiuti, contribuendo in questo modo a chiudere lo spazio a possibili comportamenti illeciti”, ha concluso l’onorevole Braga.

Qui la Relazione incendi approvata dalla Commissione sulle Ecomafie

Relazione Ecomafie su incendi

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Notizie dal Parlamento, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Depositate le candidature a Segretario cittadino dell’Unione territoriale di Como

La Commissione di Garanzia per il congresso, nella seduta del 16 gennaio 2018, ha esaminato le candidature a Segretario Cittadino dell’Unione Territoriale di Como, pervenute nei tempi e nei modi previsti dall’art. 5 del regolamento, da parte di Tommaso Legnani e Matteo Introzzi, e verificate la regolarità delle stesse decide di ammettere alla fase di votazione nelle assemblee di circolo come previsto dall’art. 6 del regolamento.
Le assemblee di circolo avranno luogo tra il 20 e il 27 gennaio 2018 e saranno convocate entro cinque giorni prima dello svolgimento dell’assise dai segretari dei circoli avendo cura di avvertire tutti gli iscritti al circolo come previsto dall’art 5 del regolamento.
Al termine delle operazioni di voto di ogni assemblea non si procederà allo spoglio delle schede che avverrà, come previsto dal regolamento par. 7 comma 2, nelle 24 ore successive dal termine dell’ultima assemblea di Circolo, e più precisamente domenica 28 gennaio 2018, alle 21, nella sede del Partito Democratico – Como, in via regina Teodolinda 17.
La Commissione di Garanzia congressuale

Qui i programmi dei due candidati

programma Tommaso Legnani

programma Matteo Introzzi

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Elezione del segretario cittadino: ecco Regolamento e modulistica

Qui sotto, il regolamento per l’elezione del Segretario cittadino dell’Unione territoriale di Como, approvato dall’Assemblea provinciale nella seduta dell’8 gennaio 2018, e i relativi moduli.
Nel caso servisse, gli uffici della segreteria provinciale sono a disposizione per ogni chiarimento e per il ritiro della modulistica cartacea. Si invita a stampare il Modulo per la sottoscrizione della candidatura del segretario cittadino su un foglio A3 che possa poi tenere tutte le pagine insieme ed essere piegato a metà.

Regolamento Segretario Cittadino

Modulo candidatura segretario unione territoriale Como

Modulo sottoscrizione candidatura segretario cittadino

Pubblicato in Blog Dem, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento