Archivi categoria: Blog Dem

DOVE E COME SI VOTA PER LE PRIMARIE DEL PD 2019

omenica 3 marzo si vota alle primarie del Partito democratico per eleggere il nuovo Segretario nazionale. Qui di seguito dove e come si vota

volantino 1

 

 

 

 

 

 

volantino 2

 

 

 

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Ospedale di Cantù, Orsenigo: “Presidio qualificato, ma mancano medici. Regione risponda all’appello”

ospedale-cantu-esterno“Ho partecipato con molta soddisfazione alla Festa dell’Ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù. Con piacere ho ascoltato la relazione che il direttore generale della Asst Lariana, Fabio Banfi, ha presentato in merito all’attività dell’ospedale, una struttura per casi acuti che è un punto di riferimento fondamentale per il territorio e che non subirà variazioni negli orari d’apertura del pronto soccorso, a cui è garantita un’operatività di 24 ore. Un presidio che può contare su ottimi medici e infermieri, su personale qualificato e appassionato. Un ospedale in grado di avere ottimi rapporti con le persone, con le fondazioni e le imprese del territorio da cui riesce ad avere fondi e donazioni. A tutti gli operatori va il nostro grazie per il lavoro che stanno facendo”, è quanto dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, al termine della visita al nosocomio canturino.
Orsenigo affronta anche un tema importante per il Sant’Antonio: “Mi domando se la Giunta regionale abbia pronte le risposte che l’ordine dei medici aveva chiesto rispetto alla mancanza drammatica di medici di famiglia e di chirurghi sul territorio. L’ordine denunciava che ‘il personale non viene rimpiazzato in modo regolare e programmatico’, per carenza di investimenti e perché le borse di studio ‘sono insufficienti’, come ha dichiarato”.
Il consigliere Pd ricorda che è “drammaticamente simile la situazione di pediatri e anestesisti. Anche di infermieri c’è bisogno sul territorio comasco: ne servirebbero 300 in più. A questo aggiungiamo, notizia di questi giorni, la difficoltà di reperire i medicinali per anziani e malati gravi. Francamente mi chiedo se la maggioranza che governa Regione Lombardia voglia continuare a darsi lustro, parlando di eccellenza europea, o voglia finalmente prendere atto del fatto che rischiamo di finire dritti in un fosso”.

Pubblicato in Blog Dem, Notizie da Como, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Un sabato di mobilitazione

Tutto pronto per la Giornata di mobilitazione di sabato 12 gennaio 2019. Anche nelle piazze di Como e provincia allestiremo i gazebo e faremo volantinaggio.

Meme_PD_Lombardia_120119

 

 

 

 

 

 

Con i cittadini contro le politiche del governo nazionale

In 15 comuni e tre distinti punti del capoluogo il Partito democratico comasco allestirà i gazebo informativi e distribuirà materiale con le proposte per contrastare l’azione dell’esecutivo gialloverde.
‘Mille no alla manovra delle tasse e delle bugie’ è il titolo dell’evento nazionale, “ma è anche una sintesi suggestiva dei pasticci che sta facendo questo governo e soprattutto delle tante fandonie che sta raccontando: ogni giorno arriva una smentita a una promessa elettorale o a una posizione che sembrava incontrovertibile. Spaziamo dalle banche ai vaccini, per non parlare dell’ambiguità sulle grandi opere che spesso ci tocca da vicino. Basti pensare a Pedemontana – commenta Federico Broggi, segretario provinciale del Pd –. Torniamo in piazza a parlare con le persone, a spiegare loro i contenuti della manovra e ci mobilitiamo rispetto a un modo di fare che delegittima in primis il Parlamento e prende in giro così tutti gli italiani. Qui non è nemmeno una questione di colore politico, ma di dignità dei cittadini che non sopportano più la disumanità di una parte di questa politica e il vuoto e la confusione che regnano nell’altra”.
La manifestazione prepara, inoltre, il Pd all’appuntamento elettorale: “Ricordo le nostre scadenze con le riunioni di circolo e le cosiddette convenzioni che avranno il compito di traghettarci all’importante data del 3 marzo, giorno delle primarie per l’elezione del segretario nazionale – conclude Broggi –. Gli incontri si svolgeranno a partire da questi giorni, ma saranno ancora più efficaci dopo l’evento di domani”.

Dove trovare i gazebo

Cantù, piazza Garibaldi, di fronte via Matteotti, dalle 10 alle 12.30;

Cernobbio, piazza Mazzini, dalle 9 alle 12;

Como centro, piazza Boldoni, dalle 9 alle 13;

Como Breccia, presso Coop comense, dalle 9 alle 12.30;

Cucciago, piazza Natta, dalle 9 alle 12;

Casnate, piazza San Carlo, dalle 9 alle 12;

Lomazzo, piazza Stazione, dalle 9.30 alle 12;

Mozzate, volantinaggio al supermercato Conad di piazza Einaudi, dalle 14.30 alle 17.30;

Olgiate Comasco, piazza Italia, dalle 10 alle 13;

Erba, largo Puecher (vicinanze cartoleria ex Ratti), dalle 9 alle 18;

Lenno, piazza Santo Stefano, dalle 10 alle 12;

Porlezza, lungo lago, piazza Mercato, dalle 9.30 alle 11.30;

Caccivio, piazzale Coop via XX Settembre, dalle 8 alle 12;

Solbiate, piazza Roma, dalle 8.30 alle 12.30;

Uggiate Trevano, piazza XXVII Gennaio, dalle 8.30 alle 13;

Lipomo, via Cantaluppi c/o Coop, dalle 9 alle 12.30.

 

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Torrente Cosia, Orsenigo e Fanetti: “Regione intervenga con manutenzioni costanti. E Comune si faccia sentire”

cosia“Sul Cosia Regione Lombardia deve prevedere interventi di manutenzione costanti e quanto meno annuali perché altrimenti la situazione di abbandono e degrado si ripropone periodicamente”, lo fanno presente Angelo Orsenigo e Stefano Fanetti, consigliere regionale e capogruppo in consiglio comunale a Como del Pd, sottolineando la condizione di abbandono in cui si trova il torrente che scorre in città.
“Ancora erbacce e incuria e nessun intervento da più di un anno. Ma così il rischio idraulico aumenta. Speriamo solo che non succeda nulla di grave”, si augurano i due esponenti Pd, temendo piogge abbondanti che non troverebbero sfogo in un canale ostruito di arbusti.
Orsenigo e Fanetti ricostruiscono la vicenda che vede protagonista il corso d’acqua: “Esattamente due anni fa, nell’estate del 2016, l’allora segretaria cittadina della Lega Nord Alessandra Locatelli, oggi vicesindaco, segnalava al sindaco Lucini il degrado in cui versava il torrente. Negli stessi giorni, il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri scriveva all’assessore regionale al Territorio Beccalossi per porre il problema alla sua attenzione, sottolineando che il torrente è ricompreso nel reticolo idrico principale di competenza di Regione Lombardia. La risposta era arrivata poco dopo e confermava la competenza, anzi, la stessa Beccalossi assicurava di aver investito la sede territoriale regionale della questione e che, come da richiesta della nostra amministrazione comunale, avrebbe stanziato delle risorse”.
In tutto 25mila euro, ricordano i consiglieri Pd, “che, tra fine 2016 e inizio 2017, l’Ersaf, con l’aiuto del Gruppo alpini comasco, avrebbe utilizzato per un intervento di pulizia dell’alveo. Ma da allora più niente e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”.
A questo punto, Orsenigo e Fanetti si domandano “se la Giunta Landriscina e soprattutto la vicesindaco Locatelli, tanto interessata alla questione quando governavamo noi, ha più chiesto alla Regione di intervenire al fine di evitare rischi sul Cosia. Quando li abbiamo sollecitati, attraverso una preliminare illustrata dalla collega consigliera Patrizia Lissi in Aula, non abbiamo ricevuto risposta. Ma ci auguriamo che stiano comunque lavorando in tal senso”.
E per quanto riguarda specificatamente Regione Lombardia, Orsenigo annuncia che chiederà “ufficialmente al nuovo assessore al Territorio Foroni di intervenire ancora, ma in modo costante, facendo manutenzioni ricorrenti, come dovrebbe essere per mantenere in salute e in sicurezza un corso d’acqua”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Notizie da Como, Notizie dalla Regione, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Cimiteri, Fanetti e Guarisco: “In Giunta non si parlano:gli Assessori dicono cose diverse”

cimiteri3“Non è la prima volta che lo notiamo: in Giunta non si parlano tra di loro. E così anche sui cimiteri, gli assessori Negretti e Bella danno per trovata una soluzione. Pettignano dice che sostanzialmente non c’è. Che si decidano”, lo fanno notare Stefano Fanetti e Gabriele Guarisco, capogruppo e consigliere comunali del Pd, dopo che in poche ore i tre assessori comaschi hanno fatto dichiarazioni contrastanti tra loro.
“Leggiamo che Negretti e Bella pensano a utilizzare un’impresa che già si occupa di manutenzioni per il Comune e che potrebbe comodamente farle anche per i cimiteri – incalzano gli esponenti Pd –. Ma d’altra parte, su altro organo di stampa, Pettignano boccia la soluzione prospettata dai due colleghi e appoggiata anche dal sindaco, e dice che non ci sono soluzioni immediate e che tutto è rinviato a settembre quando verranno assunte alcune persone, ma i tempi non sono brevi”.
Intanto, sottolineano ancora Fanetti e Guarisco, “i cimiteri sono allo sbando, i cittadini sono furiosi, il degrado è alle stelle. Lo abbiamo sempre detto, con Lucini sindaco, che la gestione dei camposanti non era una passeggiata. All’epoca ci dileggiavano, ma riuscivamo, anche grazie ai volontari, a mantenere almeno una situazione dignitosa. Ora, Landriscina e i suoi non solo non vogliano l’aiuto di chicchessia, ma non sanno nemmeno uscire da questo triste impasse”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Cimiteri,Guarisco e Greco: “Camnago Volta curato dai volontari, ma oggi pressoché in degrado. E il Mausoleo sparito dalle mappe”

Volta2Tra i cimiteri di Como sotto la lente dei consiglieri comunali del Pd, uno in particolare sta a cuore non solo agli esponenti del partito, ma a tutta la popolazione: quello che ospita il mausoleo di Alessandro Volta, a Camnago Volta. “Nel 2015, grazie alla disponibilità di un regolamento sulla partecipazione e a dei volontari del quartiere, è stato fatto un lavoro importante di riqualificazione – raccontano Elide Greco e Gabriele Guarisco, ex consigliere e attuale rappresentante del Pd in consiglio comunale –. I volontari si sono occupati di carteggiare e tinteggiare tutte le parti in ferro, cioè cancelli, cancellate, scale, corrimano, porte, sistemare i vialetti, estirpare l’erba, posare il ghiaino. Un lavoro che ha visto impegnate tante persone ben contente di donare dignità a un luogo importante per tutti i cittadini di Como”.
Nel contempo, aggiungono Greco e Guarisco, “la Giunta Lucini mise a bilancio circa 90mila euro per la sistemazione dei muri, il rifacimento delle gronde, la sostituzione della porta in legno, il rifacimento dei tetti delle cappellette che a causa delle infiltrazioni d’acqua avevano ormai corroso le pareti, dell’illuminazione della cupola con luci a led, dei fari esterni. Inoltre, venne fatto il taglio straordinario del verde che circonda il cimitero, mettendo anche in sicurezza tutta la struttura”.
Per quanto riguarda, invece, il cimitero nuovo, molti sono stati i lavori fatti: “La verniciatura di tutta la cancellata, il rifacimento del servizio igienico, l’impianto luci, la posa del cancello del passo carraio, la sistemazione della porta in ferro della cappelletta, la copertura del tetto nella parte centrale, il taglio degli alberi di entrambi i cimiteri, la tinteggiatura delle pareti esterne oggetto di vandalismo. Un lavoro che ha visto impegnate 20 persone, cittadini comuni, professionisti e sponsor – ricorda Greco che era una di loro –. Un geometra ha fatto il progetto di riqualificazione totale, evitando costi e tempo al Comune, il materiale di verniciatura è stato in parte messo a disposizione dall’amministrazione comunale, mentre il resto che, con il benestare della Sovrintendenza dovrebbe concludere il progetto, è stato donato da un’azienda che produce vernici”.
Ma c’è un ostacolo: “L’intervento condotto così professionalmente dai cittadini volontari non è terminato e oggi, purtroppo, la nuova amministrazione non ci permette di concludere i lavori, con la scusa che esiste una nuova normativa. Nessuno vuole trasgredire le regole, ma il buon senso dovrebbe prevalere – spiegano Greco e Guarisco –. Oggi lo stato di entrambi i cimiteri è di nuovo di degrado, il verde si sta ancora appropriando dei muri perimetrali, le infiltrazioni d’acqua nel camposanto nuovo, causate da una falda acquifera, non sono state incanalate, la manutenzione ordinaria è pressoché dimenticata. Capiamo le difficoltà, ma grazie al regolamento sulla partecipazione che permette ai cittadini di dare una mano, la città intera potrebbe essere diversa”.
Infine, la segnalazione di una situazione che i consiglieri Pd definiscono incresciosa: “Como è la città di Alessandro Volta, appunto, purtroppo, però, nell’itinerario voltiano della mappa turistica cittadina manca proprio la tomba di Volta, che custodisce le spoglie del grande scienziato ed è un bene riconosciuto a livello internazionale. Speriamo sia solo una svista”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio, Turismo | Taggato , , , | Lascia un commento

Cimiteri, Guarisco: “Albate tra erbacce e incuria. E dei lavori, con soldi già stanziati dal 2016,nemmeno l’ombra”

cimiteri2Erbacce ovunque, cantieri abbandonati, tegole a rischio caduta. Il cimitero di Albate, in questo viaggio nei camposanti di Como fatto dagli esponenti del Pd cittadino, appare davvero in stato di abbandono.
“Non so di chi sia la colpa, né mi sembra giusto addebitarla solo alle presunte ferie del personale. Ma quello che si vede nel cimitero del quartiere di Albate lascia senza parole la popolazione”, commenta Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd e residente proprio in quella località.
“Quello di Albate è un cimitero che veniva considerato ordinato, almeno rispetto alla media di Como – racconta Guarisco –. Ma in questi giorni i viali sono invasi dall’erba e, se non bastasse, adesso i due colombari più vecchi sono stati transennati perché dai tetti, che sono in cattive condizioni già da un po’, stanno scivolando giù delle tegole. Probabilmente qualcuna è caduta con un temporale”.
Sicuramente un problema di forza lavoro c’è: “A prescindere dalle ferie, il personale è chiaramente insufficiente e non da oggi. Il punto è, però, cosa pensa di fare l’attuale amministrazione comunale che su questo tema è sempre stata poco preoccupata. Se per il centrodestra il problema è di facile soluzione, i cittadini si chiedono come mai non viene risolto in fretta”, aggiunge il consigliere Pd.
Alcune alternative in passato si sono trovate: “Ormai parecchi anni fa, gli ospiti di casa Ozanam erano stati fatti intervenire per tenere puliti i viali del Monumentale. Lavori socialmente utili ante litteram che oggi potrebbero essere ripensati e riproposti per tutti i cimiteri cittadini”, propone Guarisco.
“Ma stavolta spetta agli assessori Negretti e Pettignano pensarci. I cittadini sono in attesa. Spero però che si agisca rapidamente, più di quanto sta accadendo per un altro problema del cimitero di Albate, ovvero il rifacimento dei bagni e l’abbattimento delle barriere architettoniche: i soldi sono stati stanziati sin dal 2016, la ditta esecutrice è stata individuata giusto un anno fa, ad agosto 2017, ma ancora non si è visto nulla”, conclude il consigliere.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Cimiteri, Lissi: “A una settimana dalla denuncia, l’Assessore ha fatto qualcosa? Per loro era un problema facile”

cimitero“A una settimana dalla denuncia dell’assessore Negretti, cosa è cambiato per i cimiteri comaschi?”, se lo chiede Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, che sul tema dei servizi cimiteriale era già intervenuta anche in Aula e oggi si chiede se qualche provvedimento è stato, nel frattempo, preso.
“Quando ho chiesto in consiglio, durante un mio intervento, come mai non erano iniziati i lavori con la ditta che aveva vinto l’appalto per la manutenzione dei cimiteri non avevo avuto risposta, come purtroppo spesso succede – racconta Lissi –. Tuttavia, mi sono meravigliata a leggere che l’assessore sia così scandalizzata da questa situazione: in campagna elettorale sembrava avessero la bacchetta magica e che chi li aveva preceduti non avesse fatto nulla”, ricorda la consigliera Pd.
Lissi non può fare a meno di sottolineare quanto succedeva durante la precedente legislatura: “Incredibile quello che ho sentito dire durante l’amministrazione Lucini anche sul problema dei cimiteri: accuse pesantissime, sembrava che fossimo noi gli incapaci e che i problemi fossero di facile soluzione. Invece, ora, dopo un anno che sono al governo, gli esponenti del centrodestra si stupiscono della complessità della situazione e non sapendo come uscirne hanno il coraggio di dare la colpa al personale.

 

 

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Comonext, Orsenigo: “Ok dal Consiglio Regionale alle risorse. Ma ora vigileremo affinchè vengano date quanto prima”

comonext“Avevo presentato un emendamento affinché per il Parco scientifico tecnologico Comonext di Lomazzo venissero subito stanziate risorse già nell’ambito dell’assestamento di bilancio, ma poi, visti i margini risicati della manovra, ho deciso di ritirarlo e ho accettato di sottoscrivere l’ordine del giorno presentato da tutti i consiglieri regionali comaschi”, lo dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, spiegando quanto successo in Aula sul tema del sostegno di Regione Lombardia a Comonext. L’ordine del giorno approvato “invita la Giunta a prevedere un adeguato stanziamento da destinare al Parco scientifico tecnologico Comonext per la realizzazione del dimostratore d’impresa 4.0 oppure individuare le risorse atte a fornire adeguati finanziamenti all’interno dei bilanci 2018/2020”, fa sapere Orsenigo. “Sarebbe stato meglio che queste risorse fossero state stanziate subito. Ora il mio compito sarà quello di vigilare affinché questo ‘invito’ e queste risorse vengano realmente date al nostro Pst e quanto prima”, aggiunge il consigliere Pd.
E a sostegno della necessità di prevedere un sostanzioso contributo per il Parco scientifico tecnologico comasco, Orsenigo ricorda che nel suo emendamento spiegava i presupposti di uno stanziamento urgente e immediato: “In analogia a quanto già avvenuto con la legge regionale 22/2017 relativamente al Parco tecnologico padano Science park di Lodi, chiedevo venisse autorizzato un contributo straordinario per Comonext, considerato che non ha mai usufruito di fondi regionali, pur essendo ampiamente riconosciuta la propria attività, anche grazie alle aziende che vi sono insediate, particolarmente virtuose”.

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Campione d’Italia,Braga: “Ministri Salvini e Di Maio convochino al più presto un tavolo per affrontare l’emergenza occupazione a Campione”

campioneditalia“La situazione di Campione d’Italia richiede un’assunzione di responsabilità da parte di tutte le istituzioni. Mi ha stupito leggere nei giorni scorsi lo scarno e “pilatesco” comunicato del sottosegretario Molteni, ma non voglio fare polemica. Penso che su una questione così preoccupante, come il rischio della perdita del posto di lavoro per oltre 600 persone, e così complicata, come il destino della Casa da Gioco di Campione, sia indispensabile lavorare a tutti i livelli per individuare una via d’uscita che metta al primo posto la salvaguardia dell’occupazione”. Lo dichiara la deputata comasca del Partito Democratico, Chiara Braga firmataria di un’interrogazione urgente presentata ieri al Governo.
“Per questo – prosegue la Braga – ho chiesto con un’interrogazione urgente ai due Vicepresidenti del Consiglio Matteo Salvini e Luigi Di Maio, Ministro dell’Interno e Ministro del Lavoro, competenti per materia, di convocare al più presto un tavolo di confronto e di trattativa con tutti i soggetti coinvolti, compresi i rappresentanti dei lavoratori, per affrontare l’emergenza occupazionale e valutare ogni possibile soluzione per consentire la continuità dell’attività della Casa da Gioco”.
“È nota a tutti la particolarità della situazione di Campione e certamente la soluzione di un problema così complesso non è semplice; ma i 492 lavoratori del Casinò, oltre ai lavoratori dell’indotto, che rischiano di perdere il posto di lavoro, i 102 dipendenti del Comune che da febbraio non percepiscono lo stipendio, i dipendenti della scuola materna già licenziati e l’impossibilità di erogare un servizio fondamentale alle famiglie dal prossimo mese di settembre, ci dimostrano che siamo in presenza di una crisi di sistema e l’impatto sociale, oltre che occupazionale, di questa condizione merita la massima attenzione anche da parte del Governo nazionale.”
“Mi auguro – conclude la deputata dem -che questa richiesta trovi orecchie attente nel Governo, a partire dal sottosegretario Molteni che conosce bene la situazione di Campione e proprio per la sua responsabilità nel Ministero degli Interni, titolare del rilascio della concessione dei giochi, potrà facilmente farsi promotore di un tavolo interministeriale.”

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como, Notizie dalla Provincia, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento