Archivi categoria: Ambiente e agricoltura

Patto per il Lago di Como, il Ceresio e i laghi minori, Braga: “Una via per interpretare e rispettare al meglio la bellezza ambientale del nostro lago”

laghi“Un patto per il lago di Como, il Ceresio e i laghi minori, aperto, che vuole segnare, nelle intenzioni dei diversi sottoscrittori, il rilancio del pensare e dell’agire collettivo, del fare rete per impostare strategie di sistema di medio e lungo periodo per valorizzare il territorio lacuale lariano. Ma anche e soprattutto un patto per dare soluzioni concrete, condivise e attuabili ai maggiori problemi del nostro lago di Como, come quello dei livelli idrometrici che, unito al fenomeno delle anomale precipitazioni annuali causate dal cambiamento climatico in atto, generano ricadute importanti sull’ambiente in termini morfologici, di stabilità e di consumo del territorio; come quello dello stato chimico definito dagli studi dell’Arpa di Regione Lombardia  “non buono”  dell’acqua del Lario con rilevanti conseguenze sull’ecosistema lacustre”. Lo dichiara la deputata comasca del Partito Democratico, Chiara Braga da anni impegnata sul fronte ambientale locale e nazionale che, seppur impegnata a Roma nell’attività parlamentare, non ha voluto far mancare il suo interessamento al convegno sugli “Stati Generali del Lago di Como Ceresio e laghi minori” tenutosi a Villa Erba, organizzato dalle Camere di Commercio di Como e Lecco e dal Tavolo per la Competitività e lo Sviluppo della provincia di Como, conclusosi con la sottoscrizione del “Patto per il lago di Como, il Ceresio e i laghi minori”.Un Patto che secondo la deputata dem sancisce “L’impegno di prendersi cura del patrimonio naturale, ambientale del lago di Como come risorsa unica al mondo, di metterne in risalto l’identità particolare, di tutelare il paesaggio e insieme valorizzarlo attraverso uno sviluppo sostenibile”.“Una via – conclude la Braga – per interpretare e rispettare al meglio la bellezza ambientale e culturale del nostro lago mettendo insieme i saperi e le intelligenze collettive del nostro territorio”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie da Como, Territorio, Turismo | Taggato , , | Lascia un commento

Incendi, Braga:”Per contrastarli necessario essere previdenti e mobilitarsi subito. Presentata interrogazione a Costa, Salvini e Conte”

incendi“Per contrastare efficacemente l’emergenza incendi che ogni estate rischia di devastare vaste aree del nostro prezioso territorio, servono politiche lungimiranti e azioni di prevenzione concreta. Oltre a strumenti efficienti e risorse umane, è opportuno intensificare i controlli e assicurare alla giustizia i criminali piromani; al tempo stesso è vitale per la tutela dei suoli e del patrimonio boschivo mettere in campo azioni di adattamento al cambiamento climatico. Infatti ad aggravare la situazione degli incendi estivi, spesso dolosi, ci sono lunghi periodi di siccità alternati a piogge molto intense. Per  questo chiedo ai Ministri Costa e Salvini e al Presidente del Consiglio Conte se il Governo intenda assumere le iniziative più utili, compresa una maggiore dotazione di risorse umane e strumentali, a supporto delle operazioni di prevenzione e spegnimento da parte delle donne e degli uomini della protezione civile, dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine impegnati sul campo; data l’evidente origine «criminale» di molti incendi, se non intendano attuare un piano straordinario di controllo del territorio al fine di prevenire e contrastare gli incendi dolosi che, devastando aree dall’alto valore ambientale e paesaggistico, distruggono il nostro futuro. Se, per quanto di competenza, i Ministri interrogati non vogliano attuare un monitoraggio nazionale del catasto incendi da parte dei Comuni interessati dai roghi, anche in passato”. Così dichiara Chiara Braga, deputata comasca del Partito Democratico, dando la notizia della presentazione di un’interrogazione scritta ai Ministri Costa e Salvini e al Presidente del Consiglio Conte per la lotta agli incendi e ai piromani.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Istituzioni, Sicurezza, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Enea, Braga:”Da azioni di efficientamento energetico passano innovazione e nuovo lavoro per l’Italia. Sostenibilità e’ unica scelta di sviluppo”.

enea“I dati del 7° Rapporto sull’Efficienza Energetica elaborati dall’ENEA dimostrano senza alcun dubbio che efficienza energetica, sostenibilità e ricerca producono innovazione, qualità – specie in edilizia – e occupazione stabile. E’ questa la strada che deve continuare a percorrere il nostro Paese, confermando e rafforzando il lavoro importante che i Governi di centrosinistra hanno messo in campo in questi anni con gli strumenti dell’ecobonus e del sismabonus ”. Lo dichiara Chiara Braga, deputa comasca del Partito Democratico da sempre impegnata sui temi dell’ambiente, partecipando alla presentazione del 7° Rapporto sull’Efficienza Energetica elaborati dall’ENEA all’Auletta dei Gruppi di Montecitorio.
“Grazie all’ecobonus – continua Chiara Braga -  le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per realizzare circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio di oltre 1.300 GWh/anno e più posti di lavoro. A ciò si aggiungono  un saldo negativo di circa 2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) con grande vantaggi in termini di emissioni in atmosfera e di risparmi per le famiglie, pari al 15% annui della bolletta energetica complessiva di un nucleo tipo. Questo – conclude Chiara Braga- anche il senso della bella campagna RAI di ENEA “Fai il cappotto al tuo palazzo, usa le detrazioni fiscali del 75%”. Un’operazione pensata per sensibilizzare i cittadini e imprese sulle opportunità e le novità offerte dagli ecobonus del 70 e del 75% e dai nuovi meccanismi di cedibilità del credito previsti dalla legge di Bilancio del Governo Gentiloni per incentivare la riqualificazione energetica dei condomìni. Oggi un fronte particolarmente interessante è quello della messa in sicurezza sismica, oltre che del miglioramento energetico, del patrimonio edilizio esistente, privato e pubblico, che può arrivare fino all’85% della detraibilità delle spese. Un meccanismo che ha consentito di avviare una filiera virtuosa anche nel settore edilizio, per orientare le scelte di investimento  sempre più alla rigenerazione delle nostre città piuttosto che al consumo di nuovo suolo. Edifici più efficienti e sicuri sono la strada per ridurre i costi, migliorare la qualità della vita e le condizioni di lavoro delle persone ed affrontare il problema crescente della povertà energetica”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , | Lascia un commento

Rifiuti speciali, Braga: “Rapporto Ispra su rifiuti speciali mette in evidenza luci e ombre nella filiera nazionale del trattamento”

rifiuti speciale“Il Rapporto sui rifiuti speciali 2018 dell’Ispra, presentato a Montecitorio, mette in evidenza luci e ombre, alcune criticità e grandi opportunità date dalle filiere di trattamento e di riciclo in Italia in termini di innovazione e occupazione. E ce lo dicono i tanti dati del rapporto: dopo gli anni della crisi economica, continua infatti a crescere la produzione di rifiuti speciali in Italia“. Lo afferma Chiara Braga, già presidente della Commissione bicamerale sul ciclo dei rifiuti e deputata comasca del Partito Democratico.
“Nel 2016 – chiarisce la Braga – è aumentata del 2% rispetto all’anno precedente, raggiungendo 135 milioni di tonnellate. Rispetto al 2014 l’aumento è del 4,5%. Allo stesso tempo però l’Italia è tra i primi europei per il riciclaggio dei rifiuti speciali, che nel 2016 ha raggiunto il 65%. Un esempio virtuoso è dato dal recupero dei pneumatici fuori uso, sono migliaia le tonnellate di PFU recuperate e già esiste l’obiettivo del 100% recupero di materia nella penisola. Una delle grandi sfide è il rafforzamento della dotazione di impianti e infrastrutture per sostenere lo sviluppo di una filiera vera del riciclo e del recupero, superando resistenze e ritardi”.
“E riguardo ai rifiuti speciali è fondamentale un approccio integrato, che guardi al rapporto tra rifiuti speciali e urbani, a partire dal lavoro dell’Autorità di regolazione che recentemente ha acquisto competenze importantissime anche sul settore dei rifiuti”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Istituzioni, Notizie dal Parlamento | Taggato , , | Lascia un commento

Sviluppo Sostenibile, Braga: “Cambio di paradigma necessario per una crescita inclusiva ed equa: ambiente, salute, lotta alle disuguaglianze”

svilupp“La sostenibilità non è la sfida del futuro, ma dell’oggi e lo si comprende bene dagli interventi di chiusura dell’edizione 2018 del Festival dello Sviluppo sostenibile di ASviS oggi a Montecitorio. L’Agenda 2030 ci chiede un concreto “cambio di paradigma” e del modello di riferimento in cui si collocano le scelte di governi, aziende e attori sociali. L’Italia non può sottrarsi a questa sfida che guarda all’innovazione, alla green economy, alla coesione, ad un futuro più giusto e sostenibile, che chiede a ciascuno di essere protagonista di questo cambiamento, come ricorda appunto lo slogan utilizzato da ASviS per questa edizione del Festival “senza di te lo sviluppo sostenibile non c’è”. Grazie al lavoro di questi anni si sono  fatti passi in avanti, ma l’Italia ancora non è sulla via di uno sviluppo sostenibile. Nelle scorse settimane ho già promosso alla Camera dei Deputati  la costituzione dell’Intergruppo per lo Sviluppo Sostenibile, impegno che il Partito Democratico si era assunto prima delle ultime elezioni aderendo all’appello ASviS. Ci sono state già adesioni da molti gruppi, ma altre forze, anche di maggioranza, finora sono state “distratte”. Ora, raccogliendo  anche lo stimolo venuto  dal Festival, si tratta di  ragionare insieme in Parlamento per sollecitare il nuovo Governo e accompagnare l’adozione di politiche e strumenti  efficaci per accompagnare una transizione del nostro Paese verso uno sviluppo sostenibile”. Così commenta Chiara Braga, deputata comasca del Partito Democratico presente all’evento conclusivo della seconda edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile organizzato da ASviS.’
“I 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’”Agenda 2030″ –  continua Chiara Braga – ci chiedono di interrogarci sul significato dei concetti di crescita e sviluppo sociale nelle economie avanzate, con l’obiettivo di definire un orizzonte condiviso di benessere e prosperità, in cui riconoscere noi stessi e gli altri e capace di garantire un punto di equilibrio tra gli interessi economici, politici e sociali”.
“Serve inoltre – conclude Chiara Braga – la piena consapevolezza che la sfida della sostenibilità è anche geopolitica. Il continente più vicino a noi, l’Africa, soffre ogni giorno di conflitti, migrazioni, terrorismo anche a causa di temi squisitamente ambientali: il controllo dell’acqua, delle risorse naturali. Mi auguro che il gruppo di lavoro di cui mi sono fatta promotrice continui il sentiero tracciato nella passata legislatura”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , | Lascia un commento

Giornata mondiale ambiente, Braga:”Nuovo Governo prosegua per il bene dell’ambiente sulla strada tracciata del riciclo e della plastica bio per cui l’italia è eccellenza”.

ambiente“Nell’edizione 2018  il tema della Giornata mondiale dell’Ambiente 2018, istituita dalle Nazioni Unite sin dal 1972 e che si celebra il 5 giugno di ogni anno, è fermare l’inquinamento da plastica che mette in pericolo l’habitat marino e anche la salute della specie umana. Secondo l’UNEP ogni anno vengono riversati negli oceani ben 8 milioni di rifiuti plastici ed è per questo che è stata dichiarata la “Lotta alla plastica monouso”, come recentemente ribadito anche dalla Commissione Europea con la sollecitazione ad emanare nuove norme da parte del Parlamento dell’Unione prima delle elezioni del 2019. Mari oceani sono messi a dura prova dalla plastica, ci ricorda sempre l’UNEP, perché ogni minuto nel mondo vengono acquistate 1 milione di bottiglie di plastica e solo una piccolissima parte di queste viene riciclata. E il problema tocca da vicino anche l’Italia: secondo Legambiente il 96% dei rifiuti galleggianti nei nostri mari è plastica. Una densità pari a 58 rifiuti per ogni chilometro quadrato di mare con punte di 62 nel mar Tirreno. L’Italia in tema di bioplastiche è all’avanguardia del mondo dalla plastica degradabile, ai sacchetti bio, dal divieto di cotton fioc con supporto in plastica non biodegradabile alle microplastiche nei cosmetici. Molto resta da fare come ad ad esempio sul campo dei detersivi e degli pesticidi. Per questo auguro buon lavoro al neo ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa.”. Lo dichiara Chiara Braga, deputata comasca del Partito Democratico da sempre impegnata su temi della difesa dell’ecosistema, sulla Giornata Mondiale dell’Ambiente promossa dall’ONU e che si festeggia oggi in tutto il pianeta.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Istituzioni | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Territorio, Braga: “Tragedia di Sarno impone ancora una volta impegno per la prevenzione e lo stop al consumo di suolo”.

sarno“La ricorrenza del ventennale della tragedia di Sarno, in cui morirono 160 persone a causa di una vasta frana, ci ammonisce ancora una volta su quanto sia necessario ed estremamente importante investire su prevenzione dal dissesto idrogeologico, conoscere il nostro territorio e i suoi cambiamenti – su questo l’Ispra sta facendo un ottimo lavoro – e al tempo stesso fermare il consumo di suolo. E’ giusto oggi ricordare Sarno, ma ancora più importante farlo tutti i giorni, proseguendo negli investimenti per contrastare il dissesto idrogeologico e sostenendo l’operato degli Amministratori locali, da sempre impegnati in prima fila su questo fronte. Con il lavoro di Italia Sicura e il riassetto delle Autorità di distretto le politiche di difesa del suolo oggi tutti possono proseguire nella giusta direzione, colmando ritardi del passato”. Così dichiara l’On. Chiara Braga, deputata comasca del Pd e da sempre impegnata sui temi della protezione civile, delle lotta alle ecomafie e al dissesto idrogeologico.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Consorzi forestali, Orsenigo (Pd): “Grave ritardo: l’assessore Rolfi risolva il problema subito”

consorzi forestali“Meno male che il neo assessore regionale all’Agricoltura Rolfi ha fissato il tavolo con i sindacati per il 28 giugno, ma è comunque tardissimo e la situazione dei nostri boschi e sentieri montani è al limite. Ma soprattutto ci sono 300 persone che attendono di sapere se lavoreranno o meno da fin troppo tempo. E questo è gravissimo”, è diretto Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, mentre commenta il rinvio a giugno, da parte di Regione Lombardia, della graduatoria che segue il bando sulle misure forestali e prevede l’assegnazione dei finanziamenti. “Un ritardo ingiustificabile”, aggiunge Orsenigo.
A questo punto, all’esponente del Pd non rimane che chiedere a Regione Lombardia “un cambio di rotta sul tema, visto che il precedente assessore Fava ha dimostrato in più di un’occasione ostracismo verso i consorzi forestali, al punto da non voler nemmeno ricevere i rappresentanti dei lavoratori. Al contrario, Rolfi, considerato che è così solerte quando deve dare la colpa al Governo o all’Europa su qualsiasi tema, una volta tanto cerchi di mettere una pezza nei riguardi di un bando che è più in ritardo dei treni regionali di Trenord. E per come sta andando il trasporto su rotaia in Lombardia, è tutto dire”, conclude ironicamente Orsenigo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Cinghiali, Orsenigo (PD): “La legge regionale c’è, mancano ancora i provvedimenti attuativi”

Cinghiali“Sono sempre più numerose le segnalazioni dei danni compiuti dai cinghiali nel territorio di Regione Lombardia, con episodi che hanno coinvolto anche la provincia di Como: dagli incidenti stradali ai danni alle colture, gli esemplari si spingono sempre più nell’abitato, negli orti e nei giardini privati, mentre nel Parco della Spina Verde l’aumento di capi è esponenziale e incontrollato”. Lo ricorda Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, che insieme ad altri colleghi ha presentato una interrogazione al neo assessore regionale all’Agricoltura, ricordando che “dopo nove mesi dall’approvazione della legge sul contenimento dei danni causati dai cinghiali sul territorio e sulla gestione delle popolazioni di questa specie (legge regionale 19/2017), Regione Lombardia non ha ancora approvato nessuno dei provvedimenti previsti dalla normativa, mentre avrebbe dovuto farlo entro i primi sei mesi”.
“Vogliamo sapere per quale motivo la Regione non ha rispettato i termini previsti dalla legge, sia per quanto riguarda la suddivisione del territorio in aree idonee, la cosiddetta zonizzazione, sia, di conseguenza, per quanto riguarda le modalità di gestione dell’animale, causando così ulteriori difficoltà a chi è chiamato a gestire questa emergenza sul territorio”, spiega Orsenigo.
“Infine, dati i tempi previsti dalla normativa, chiediamo entro quando si intenda procedere per attuare al più presto una legge che per il nostro territorio sta diventando sempre più importante”, conclude il consigliere Pd.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie dalla Regione, Sicurezza, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Economia circolare, Braga: “Ok al pacchetto. Rappresenta l’Europa migliore che guarda al futuro”.

economiacircolare“L’approvazione delle 4 direttive sull’economia circolare a Strasburgo rappresenta un traguardo importante  e insieme un punto di partenza per una sfida impegnativa verso un modello di sviluppo più sostenibile. In tutta l’Unione i rifiuti non saranno più considerati solo come un problema ma come  risorsa. L’innalzamento dei target di riciclaggio dei rifiuti urbani e da imballaggio, l’inserimento di un limite di conferimento massimo in discarica pari al 10 per cento, l’estensione degli obblighi di raccolta separata ai rifiuti organici, tessili e domestici pericolosi sono le principali novità di questo pacchetto”.  Dichiara l’on. Chiara Braga, deputata comasca del Partito Democratico, commentando l’approvazione da parte del Parlamento Europeo del pacchetto di direttive sull’economia circolare. “L’economia circolare – conclude Chiara Braga – rappresenta una delle grandi sfide del nostro tempo ed è bene che l’Europa abbia scelto di giocare un ruolo di primo piano nello scenario internazionale su questi temi. La palla ora passerà agli Stati membri, chiamati a recepire le nuove Direttive nei propri ordinamenti; lo potremo fare in modo efficace solo costruendo una forte capacità di collaborazione tra i diversi soggetti portatori di interessi: istituzioni, imprese, associazioni e i cittadini. Un lavoro importante, che chiamerà in causa Parlamento e Governo pere cogliere appieno le opportunità che le nuove Direttive offrono anche al nostro Paese”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Notizie dall'Europa | Taggato , , , , | Lascia un commento