Archivi autore: Sezione provinciale Como

Domenica 26 maggio si vota per le amministrative e le europee

Europee fac simile scheda nord ovestLa prossima domenica 26 maggio si terranno sia le elezioni amministrative in 995 comuni Lombardi, sia le elezioni per il rinnovo del parlamento europeo. Si vota dalle 7 alle 23. Alle Europee si possono esprimere fino a tre preferenze, che dovranno però essere date a candidati di sesso diverso (una donna e un uomo in caso di due preferenze espresse oppure, se si esprimono tre preferenze, due donne e un uomo o due uomini e una donna).
Nelle elezioni Europee la Lombardia fa parte della Circoscrizione numero 1, Italia Nord-Occidentale, che comprende anche Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.

I 20 candidati della lista Pd alle elezioni Europee sono:

1 – PISAPIA Giuliano, Milano, 20/05/1949;

2 – TINAGLI Irene, Empoli (FI), 16/04/1974;

3 – MORANDO Enrico Antonio, Arquata Scrivia (AL), 30/09/1950;

4 – TOIA Patrizia Ferma Francesca, Pogliano Milanese (MI), 17/03/1950;

5 – BENIFEI Brando Maria detto Brando detto Bonifei, La Spezia, 01/01/1986;

6 – BRESSO Mercedes, Sanremo (IM), 12/07/1944;

7 – AVANZA Caterina, Brescia, 06/04/1981;

8 – FACCANI Giuliano, Imola (BO), 21/09/1949;

9 – BERSANETTI Monica, Ferrara, 08/05/1959;

10 – GRAGLIA Piero, Sanremo (IM), 18/04/1963;

11 – BORSOTTO Ivana, Fossano (CN), 18/11/1965;

12 – MAJORINO Pierfrancesco, Milano, 14/05/1973;

13 – CROSA Edda, Borgosesia (VC), 28/08/1957;

14 – FARINA Giovanni detto Gianni, Caiolo (SO), 10/01/1941;

15 – MASTROMARINO Anna, Torino, 19/04/1975;

16 – MOTTINELLI Pier Luigi detto Gigi, Cedegolo (BS), 12/01/1964;

17 – RADICCHI Angelica, Genova, 12/09/1989;

18 – PACENTE Carmine, Vallo della Lucania (SA), 01/09/1978;

19 – SIGNORONI LOMI Ernestina detta Tina, Lodi, 12/01/1947;

20 – VIOTTI Daniele, Alessandria, 08/03/1974.

 

Per maggior informazioni:

http://europa.partitodemocratico.it/

https://www.pdlombardia.it/elezioni-2019-info-e-materiali-utili-2/

Pubblicato in Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Notizie dall'Europa, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Una settimana di appuntamenti

Pd Ue

 

 

 

 

Ecco gli appuntamenti di questa settimana pre elettorale:

Venerdì 17 maggio, Alle 17.30, al Parco del Bersagliere di Cantù, prende il via la “Festa di campagna elettorale”. Alle 18.15, confronto tra i candidati della coalizione per Vincenzo Latorraca sindaco. Bar e ristorante sempre aperti.
Alle 20.45, nella sala riunioni del Centro civico di Porlezza, in via Garibaldi, di fronte al municipio, incontro sul tema “Sanità, servizi sociali e territorio. L’ospedale di Menaggio è a rischio?”, organizzato dal Circolo Pd Tremezzina-Menaggio, Porlezza e Valli, con l’intervento di Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd.
Alle 21.20, su Etv, al talk show “Nessun Dorma”, sulle elezioni europee sarà presente Carmine Pacente, candidato all’europarlamento per il Pd.

Sabato 18 maggio, alle 18.15, al Parco del Bersagliere di Cantù, alla “Festa di campagna elettorale”, il candidato sindaco Vincenzo Latorraca si confronta con Virginio Brivio, sindaco di Lecco. Alle 21, concerto degli Iron Mais. Bar e ristorante sempre aperti.

Domenica 19 maggio, alle 18.15, al Parco del Bersagliere di Cantù, alla “Festa di campagna elettorale”, dibattito con Irene Tinagli e Carmine Pacente, candidati al Parlamento europee, e con Alessia Mosca, eurodeputata uscente. Alle 21, Emilio Margheriti e Liberi Tutti in concerto. Bar e ristorante sempre aperti.

Lunedì 20 maggio, alle 18, in piazza San Fedele, a Como, incontro con Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano e candidato al Parlamento europeo, alla presenza di Vinicio Peluffo, segretario regionale Pd, Patrizia Lissi, consigliera comunale, Chiara Braga, parlamentare.

Martedì 21 maggio, alle 21, nel Palazzo storico delle Esposizioni, in via Matteotti 8, a Mariano Comense, incontro su “I cittadini sono al sicuro? – Le risposte della politica al femminile per chi non ha voce”, al quale interviene Caterina Avanza, candidata alle europee per il Pd.

Mercoledì 22 maggio, alle 18, in via Ettore Brambilla 3, a Cantù, incontro sul tema “La scuola non si arruola”, con la senatrice Simona Malpezzi e Vincenzo Latorraca, condidato sindaco per il centrosinistra.

Giovedì 23 maggio, alle 21, nella biblioteca comunale di Como, si terrà l’incontro “Identità, confini, migrazioni tra paura e accoglienza”, con Nello Scavo, giornalista di Avvenire, Giorgia Linardi, giurista e portavoce di Seawatch, Chiara Giaccardi, sociologa e presidente dell’associazione Eskenosen.

Gazebo Pd per le “Europee 2019”

Lunedì 20 maggio, dalle 9 alle 12, in piazzale Europa, a Uggiate Trevano.

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

Regolamento di polizia, ok al rinvio, ma più rispetto per l’Aula: per 120 emendamenti serve tempo

polizialocale“Nessun problema a rinviare le due sedute previste di consiglio comunale sul nuovo regolamento di polizia urbana, ma la Giunta doveva prevederlo che ci sarebbe voluto più tempo per esaminare 120 emendamenti”, ne fanno una questione di metodo e di rispetto dell’Aula, Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, ma l’annullamento delle due sedute di consiglio non passano inosservate.
“Alle 11.56 è arrivata la email con l’ordine del giorno per la sera, alle 13.56 è arrivata l’email con l’annullamento delle sedute – rivela Lissi –. Complimenti per l’organizzazione e per il rispetto verso i consiglieri”.
E Fanetti aggiunge: “Era ovvio che ci voleva tempo ad analizzare gli emendamenti. Tant’è che già il giorno prima si poteva procedere con l’annullamento delle sedute, se non altro per il fatto che anche in maggioranza si erano levate voci in questo senso”.
Quindi, “ben venga il rinvio, ma ancora una volta qualcosa ci dice che l’intenzione era di ignorare completamente la presenza di forze politiche nella loro casa, cioè il consiglio comunale. Apprezziamo, perciò, il gesto, e vorremmo che diventasse la normalità”, conclude Guarisco.

Pubblicato in Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

ELEZIONI EUROPEE: tutti gli appuntamenti in provincia di Como

In vista delle elezioni europee di domenica 26 maggio 2019, ecco tutti gli appuntamenti con i candidati e i gazebo che si potranno trovare in provincia di Como:

appuntamenti europee

Pubblicato in Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Per amore dell’Italia e per un’altra Europa, al via la mobilitazione nazionale

banchetti fotoAnche il Pd della provincia di Como ha aderito alla mobilitazione nazionale lanciata del segretario Nicola Zingaretti “Per amore dell’Italia” da cui parte la campagna per le elezioni europee, dal titolo “Per un’altra Europa”, e per il tesseramento. Qui di seguito i gazebo:

Venerdì 5 aprile
Lipomo, via Cantaluppi c/o Coop, 9-12.

Sabato 6 aprile 
Bregnano-Vertemate, piazza IV Novembre, 9-12;
Como Circoscrizione 8, Monteolimpino, via Bellinzona, fermata bus davanti Iperal, 9-13;
Erba, corso XXV Aprile, 9-13;
Olgiate Comasco, piazza Italia, 9.30-13;
Cantù, piazza Garibaldi , fronte via Matteotti, 13-17.

Domenica 7 aprile
Erba, corso XXV Aprile, 9-12.30;
Olgiate Comasco, piazza della Chiesa Ss Ippolito e Cassiano, 9.30-13.

Lunedì 8 aprile
Lomazzo, zona mercato, via del Rampanone, 9-12.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como, Turismo | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Gender gap, Pd: “Parte da Como la battaglia per superare la disparità tra uomo e donna”

campagna donneParte da Como la battaglia per chiedere la parità tra uomo e donna nel mondo del lavoro e colmare il cosiddetto gender gap. La campagna porta il titolo di ‘Io non valgo meno’, prendendo le mosse da una serie di dati: la media di occupazione femminile in Europa è del 62,4%, mentre in Italia, nel 2018, solo del 49,4%, contro il 68,5% degli uomini, evidenziando un gap di 20 punti; in Italia su 100 dirigenti solo 31 sono donne; a tre anni dal diploma solo il 38% delle donne ha un lavoro, contro il 50% degli uomini. Non migliorano i dati sulla differenza reddituale: in Italia nel 2018 questo gap arriva fino al 43,7% in alcune regioni.
La campagna per chiedere la parità tra uomo e donna nel mondo del lavoro è stata presentata, l’8 marzo, nella sede del Pd, da Vinicio Peluffo, Segretario regionale, Federico Broggi, Segretario provinciale, e Andrèe Cesareo, vicesegretaria provinciale del Partito democratico.
“Abbiamo scelto simbolicamente proprio l’8 marzo per il lancio di questa importante battaglia culturale che investe larga parte della società e la presenza del segretario regionale Peluffo ha dato ancora più valore all’iniziativa, perché non riguarda solo Como, ma partendo da Como deve diventare una comune battaglia di civiltà regionale e non solo – ha spiegato Broggi –. Sono convinto, infatti, che il partito non possa solo occuparsi solo di fare opposizione o mera critica, ma debba avanzare proposte concrete. Per noi è una campagna di buon senso che speriamo sia condivisa anche da altre forze politiche. Scriverò personalmente a ogni rappresentante politico comasco chiedendo di schierarci dalla stessa parte, indipendentemente dal colore politico, per vincere questa battaglia. Voglio incontrare e discutere con i sindacati e le realtà imprenditoriali. Non sarà solo una battaglia del Pd”.
Entrando poi nel merito Broggi ha sottolineato come ‘Io non valgo meno’ racconti “le difficoltà per le donne nel mondo del lavoro, sia dal punto di vista occupazionale, che reddituale. I dati sono impressionanti e non dovrebbero esistere in un Paese avanzato come l’Italia. Peggio di noi in Europa c’è solo la Grecia. Queste differenze ne fanno emergere una ancora più profonda disparità legata a un welfare da riformare perché non crei disuguaglianze. Per questo cercheremo di coinvolgere tante più realtà possibili sul nostro territorio”.
Con questa campagna il Pd avvia anche una raccolta firme per chiedere un intervento concreto da parte della politica, a tutti i livelli di competenza, affinché venga promossa un’iniziativa di legge volta a ridurre le disparità esistenti fra uomini e donne nel mondo del lavoro. Sarà possibile firmare presso i gazebo allestiti nelle prossime settimane e sul sito internet della campagna www.iononvalgomeno.it
“L’8 marzo è la Giornata internazionale della donna, ovvero, per il nostro partito, l’occasione per fare una verifica delle situazioni che vivono le donne e i loro diritti. Ma questa battaglia non si combatte una volta per tutte, le conquiste non sono definitive: basta pensare al volantino della Lega di Crotone che ci riporta dritti nel Medioevo – ha detto poi Cesareo –. Il problema della differenza salariale, ad esempio, non è superato: tocca l’Italia, l’Europa e tutto il mondo e ha portato, lo scorso anno, l’Unione europea a individuare una data simbolo, quella del 3 novembre, come giorno in cui ogni donna smette di essere pagata, rispetto al pari collega uomo, pur in presenza di uguale ruolo professionale. Da quel giorno, insomma, è come se non prendesse più lo stipendio”.
Ecco, allora le proposte, ha aggiunto la vicesegretaria Pd: “Sgravi fiscali per aziende che assumono donne, politica previdenziale che non penalizzi l’interruzione di carriera, welfare aziendale, con un aumento della retribuzione per il congedo parentale, l’approvazione di voucher per il baby sitting. Ma vogliamo sottolineare che è una battaglia di giustizia sociale, non del Pd o delle donne e basta”.
Il segretario Peluffo ha ringraziato il Pd di Como per aver dato corso alla campagna e a una parte di discussione avviata già in fase congressuale: “Per noi l’8 marzo è ogni giorno perché ogni giorno è quello giusto per ricordare i diritti che sono stati conquistati nel corso di tanti decenni. Non c’è nulla di scontato quando parliamo di diritti: c’è un disegno di legge incardinato, che porta il nome Pillon, che è un formidabile attacco ai diritti acquisiti. Quindi, ogni giorno è quello giusto per fare un passo in avanti. Un Paese come il nostro, che viene dalla più grave crisi dal dopoguerra e oggi rischia di ripiombarci, deve ripartire da queste battaglie: non è il momento di dare meno lavoro alle donne, ma di investire sull’occupazione femminile”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Crisi in Comune, Legnani: “Giunta allo sbando: basta teatrino o vadano a casa”

PALAZZO CERNEZZI“Se ne stanno andando tutti: finirà che il sindaco rimarrà da solo a governare un’intera città. Forse è ora che vadano a casa e passino nuovamente la parola ai cittadini”, è un chiaro invito quello di Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd, di fronte alla situazione che si sta creando, sotto gli occhi di tutti, in Comune a Como.
“La Giunta è allo sbando. Ormai, oltre a Landriscina, rimangono praticamente poche persone. E il sindaco non molla. Una situazione mai vista altrove, soprattutto in governi di città capoluogo”, insiste Legnani.
D’altra parte, fa notare il segretario Pd, “il clima è pesante, gli stessi assessori dicono che è impossibile lavorare, uno dopo l’altro staccano la spina. Adesso tocca alla Rossotti, arrivata entusiasta per occuparsi di cultura e turismo, poi se ne va via probabilmente anche Galli, che aspetta solo l’evento Giro d’Italia per togliere il disturbo. A questo punto, viene da dire peccato che non lasci anche Pettignano, e in modo definitivo, senza ripensamenti, così azzeriamo tutto e ricominciamo da capo”.
Dunque, è ipotesi elezioni anticipate: “A questo punto la smettano con questo teatrino, oppure vadano a casa e lascino nuovamente la parola ai cittadini di Como, perché la città ha bisogno di essere governata in modo serio. Certo che così non si può continuare: il sindaco che doveva essere indipendente dai partiti, non riesce a tenere sotto controllo alcunché e i risultati sono plateali: cantieri e iniziative ferme, manifestazioni cancellate, lavori in ritardo. Forse al centrodestra serve fare una riflessione e prendere una decisione definitiva”.

Pubblicato in Idee e politica, Istituzioni, Notizie da Como | Taggato , , , | Lascia un commento

Area ex Lechler-Albarelli Cereghetti: “Dopo l’incontro con i progettisti, molte le preoccupazioni emerse”

 d7c271d3788c730239ca5ad54e3104b9L’assessore alla riqualificazione e pianificazione urbanistica del Comune di Como, assieme ai progettisti incaricati dai proprietari, ha incontrato, a Ponte Chiasso, la cittadinanza per presentare il progetto preliminare per la riqualificazione delle aree ex-Lechler/Albarelli. “Erano molti i residenti presenti e anche parecchio scettici e preoccupati del nuovo progetto – fa sapere Barbara Cereghetti, segretaria del Circolo Pd Como Nord –. Tanti anche gli interventi, da parte del pubblico, che hanno evidenziato delle problematiche non da poco. Ad esempio, dovrebbero essere tolti i parcheggi a raso lungo l’ultimo tratto di via Bellinzona, dove sorgono le attività commerciali. Ci si è chiesti chi andrebbe mai a parcheggiare in un centro commerciale per poi recarsi a piedi fino ai negozi di via Bellinzona”.
Ma i temi toccati dai residenti sono stati anche altri, come spiega Cereghetti: “Far proseguire la banchina ferroviaria fino alla stazione di Chiasso vorrebbe dire che i frontalieri andrebbero diretti a prendere il treno senza passare dalla via Bellinzona, dove al mattino sostano per un caffè nei bar. Poi c’è la questione dei parcheggi: 1400, ma solo 200 saranno liberi, cioè a disposizione di residenti e frontalieri, ma ancora non è chiaro se a pagamento o meno, sicuramente insufficienti. Una grande perplessità viene anche dal fatto che, a proposito delle cubature dei cosiddetti centri commerciali, il Piano generale del territorio comunale prevede nella zona una media distribuzione, attorno ai 1500 metri quadri, ma il progetto ne prevede 2500/3000. I progettisti hanno risposto di fare riferimento alla normativa nazionale e che, dopo un consulto con un avvocato, hanno capito di poterlo fare e lo faranno. Cosa che non è piaciuta per nulla ai residenti”.
A questo punto, alla segretaria Pd non resta che augurarsi “vivamente che l’assessore Butti faccia tesoro delle preoccupazioni di chi abita in questo quartiere, che abbia un occhio di riguardo per i commercianti della zona e che faccia in modo di avere il migliore progetto possibile di riqualificazione di Ponte Chiasso e di salvaguardia della piccola distribuzione. Faccio presente che il progetto non è pubblicato sul sito del comune come faceva l’amministrazione Lucini, e che prima di fare gli incontri con i progettisti andavano incontrate le persone. Questa non è certo partecipazione”, conclude la Cereghetti.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Primarie: una vittoria per tutto il Partito democratico. Anche a Como vince Zingaretti

risultati co

 

 

 

 

 

 

I risultati in provincia di Como

Le Primarie del 3 Marzo 2019 sono state una vittoria per tutto il Partito Democratico: una grande partecipazione popolare ha mostrato che il partito è vivo e pronto a lavorare coeso per costruire una rinnovata proposta politica. L’affluenza ha superato le previsioni più ottimistiche con oltre 8.750 votanti, oltrepassando i dati delle primarie del 2017.
Un grande ringraziamento va a tutti i militanti e agli elettori che hanno reso possibile questa rinascita democratica. In Provincia di Como sono stati oltre 400 i volontari che hanno contribuito con successo alla gestione del voto nei 53 seggi aperti. Queste primarie hanno visto la vittoria di Nicola Zingaretti, che è stata particolarmente significativa anche a Como dove ha raccolto il 63,6% dei consensi. Maurizio Martina ha ottenuto il 23,4% dei voti e Roberto Giachetti il 13%.
“È stata una giornata bellissima, che ha restituito a tutto il Pd l’entusiasmo necessario per ripartire dopo le difficoltà di questi mesi – dichiarano Federico Broggi e Angelo Orsenigo, segretario provinciale e consigliere regionale del Pd – Le tante persone che hanno affollato i gazebo ci chiedono di tornare in mezzo a loro, di coinvolgerli, di occuparci dei loro problemi. Dopo le 200 mila persone della manifestazione di ieri, l’oltre milione e mezzo di votanti di questa fantastica festa della democrazia ci dice chiaramente che il Paese ha voglia di un cambiamento forte: le persone sono stanche degli insulti e dei toni urlati del governo e chiedono alla politica di dare un messaggio positivo”.
“È stata anche l’occasione per raccogliere ulteriori firme per la petizione relativa al parcheggio dell’ospedale Sant’Anna. Tante persone hanno sottoscritto questa battaglia insieme a noi, a ulteriore testimonianza dell’urgenza del problema. Nei prossimi giorni proseguiremo con la raccolta delle firme e, a breve, le porteremo in Regione Lombardia per chiedere di rivedere la convenzione”, ha aggiunto Orsenigo.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

DOVE E COME SI VOTA PER LE PRIMARIE DEL PD 2019

omenica 3 marzo si vota alle primarie del Partito democratico per eleggere il nuovo Segretario nazionale. Qui di seguito dove e come si vota

volantino 1

 

 

 

 

 

 

volantino 2

 

 

 

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento