Cronici, Orsenigo: “Flop annunciato, la riforma va cambiata. l’assessore gioca con i numeri: meno del 2% i malati presi in carico”

cronici“Tre milioni di lettere inviate e meno di 60mila pazienti cronici che hanno, ad oggi, un piano personalizzato di cura con il nuovo sistema, meno del 2%, su base regionale, dei lombardi che hanno una o più patologie croniche. I numeri sono impietosi e certificano che la riforma voluta dall’assessore regionale al Welfare non sta funzionando. L’assessore è costretto a fare i giochi di prestigio con i dati per mascherare la dura realtà. Il picco negativo riguarda gli ospedali, pubblici e privati, a riprova del fatto che la presa in carico ha senso se mette al centro il rapporto tra il medico di base e il paziente, non un anonimo Call center. La riforma è un flop e va cambiata”. Lo dichiara Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, dopo la presentazione dei dati di adesione al nuovo sistema regionale di presa in carico dei malati cronici.
“Con questi dati, l’assessorato conferma che i piani di assistenza individualizzati (Pai) effettuati con il nuovo sistema, depurati di quelli già in essere in virtù della sperimentazione Creg (la precedente sperimentazione per la cura dei cronici, ndr), è inferiore a 60mila unità”, conclude Orsenigo.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica, Istituzioni, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>