Commissione Svizzera, Gaffuri: “Alptransit, inerti, Interreg, frontalieri, Lia, Trentino: e non ci riuniamo da mesi”

bandiera-svizzera-italia-free-300x199I temi da trattare ci sono e sono tanti: Alptransit, il traffico di inerti, gli Interreg, l’accordo fiscale, il rapporti con il Trentino, lo scambio di incontri tra istituzioni… Eppure, “la Commissione speciale rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome non si riunisce da mesi”, lamenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e segretario della stessa Commissione.

“Sono costretto a fare un appello pubblico al presidente Formenti affinché cominci a calendarizzare le sedute perché ci sono alcune questioni che hanno urgenza di essere trattate – prosegue Gaffuri –. La più importante mi sembra quella legata ad Alptransit: l’incremento di traffico previsto andrà a riversarsi su una tratta ferroviaria già congestionata come la Chiasso-Como-Seregno-Monza-Milano. I comuni interessati dal passaggio della ferrovia sono preoccupati. Servirebbe un’adeguata attività conoscitiva, ascoltando, tra gli altri, i soggetti istituzionali del Canton Ticino”.

 

Altra questione che va approfondita, secondo il consigliere Pd, “la terza tappa della discarica di inerti di Stabio, per cui il Canton Ticino ha avviato una Valutazione di impatto ambientale. La Regione ha già risposto, ma vogliamo fare un’audizione con i tecnici per sapere quali sono le novità?”.

 

L’elenco continua: “Stanno partendo i progetti Interreg e noi non ne sappiamo nulla – prosegue Gaffuri –. L’ex presidente della Commissione, l’assessore Brianza, è appena stata nominata presidente della Regio Insubrica: sarebbe bene che venisse a raccontarci quali sono i suoi programmi e come possiamo interagire per affrontare tutti i problemi al meglio. Forse sarebbe anche il caso di fare una verifica dell’iter del nuovo accordo fiscale, visto che agita ancora molti nostri lavoratori frontalieri, come pure della Lia, la legge sugli artigiani, che pare sia stata rivista dai ticinesi. E ricordo a Formenti che dovevamo ricambiare gli incontri sia con il Canton Ticino, sia con i Grigioni”.

 

Ma la Commissione non si occupa solo di Svizzera: “Anche sul fronte delle Province autonome, dovevamo incontrarci con il Trentino per affrontare temi come il Parco nazionale dello Stelvio e l’interesse di alcuni comuni lombardi verso la regione contermine. Insomma, sembra che problemi non ce ne siano, a giudicare dal disinteresse totale della maggioranza di centrodestra verso questi rapporti. Invece, non è così. Formenti e la Lega ne tengano conto”.

Articolo scritto in Economia e lavoro e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>