Erba, troppo cemento nella variante?

Erba, panorama«La rotatoria all’incrocio tra viale Resegone e via Milano sarà in grado di sopportare tutto questo? Io temo il caos, mi auguro abbiano fatto serie valutazioni sull’impatto viabilistico». All’ex sindaco Enrico Ghioni, oggi capogruppo del Pd in consiglio comunale, non piace per niente l’ipotesi di variante generale del Pgt predisposta dall’amministrazione di Marcella Tili. «In un’area molto delicata come l’incrocio tra via Milano e la provinciale Lecco-Como – dice - ci ritroveremo con nuovi ristoranti, discoteche, cinema, locali. Hanno idea di cosa significhi sul fronte del traffico?». Nuovi locali potrebbero effettivamente sorgere al posto dell’ex tessitura Pontelambro, dell’Hotel Erba e nei prati della zona. «L’ingresso della città – dice Ghioni – sarà una colata di cemento, il comparto del divertimento di via Milano si estenderà sempre di più verso il centro. Mi sembra che manchi una strategia complessiva: chiediamoci che città vogliamo, perché di questo passo Erba sembrerà la periferia di Milano con una serie di outlet e capannoni». Quanto all’ex tessitura Pontelambro, «il sindaco Tili aveva promesso che sarebbe rimasta a vocazione produttiva: ma il cambio di rotta non mi sorprende, ormai ci siamo abituati». Ghioni si riserva valutazioni più approfondite per le sedute della commissione territorio nel corso delle quali verranno illustrati i dettagli della variante.

Articolo scritto in Notizie dalla Provincia e con i tag .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>