Erba, il PD boccia lo sciopero fiscale

Municipio di Erba«Uno sciopero fiscale? Siamo al limite del ridicolo». Quando il segretario del Pd, Michele
Spagnuolo, ha letto le parole dell’assessore Franco Brusadelli ha strabuzzato gli occhi. «Brusadelli propone uno sciopero dei sindaci proprio nel momento in cui il governo abbassa le tasse a carico dei cittadini, eliminando la Tasi, agevolando i comodati sulla seconda casa e abolendo l’Imu agricola». I vantaggi per i cittadini, secondo Spagnuolo, sono innegabili. «Ma l’amministrazione di Erba si lamenta per ragioni politiche di parte. Mi sembra evidente che il sindaco Marcella Tili e il suo assessore Brusadelli si trovano a dover compattare il centrodestra, ritrovando l’alleanza con la Lega: per farlo inneggiano allo sciopero fiscale quando le tasse vengono in realtà ridotte». Brusadelli, insomma, «parla alla pancia dei cittadini come da anni fa la Lega. Sbaglia però il momento e il motivo: lo sciopero fiscale non si fa mai quando si è amministratori e uomini delle istituzioni. Se proprio devono scioperare, lo facciano quando le tasse verranno alzate veramente: qui abbiamo un governo che ha tolto imposte ai cittadini». Evidentemente, conclude Spagnuolo, «l’assessore vuole che la Tasi venga mantenuta: eppure elogiava Berlusconi quando proponeva di tagliare le tasse sulla casa. Se lo fa il governo di Matteo Renzi, inneggia alla ribellione».

Articolo scritto in Notizie dalla Provincia e con i tag .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>