Valichi: urgente un confronto tra amministratori lombardi e ticinesi

bandiera-svizzera-italia-free-300x199La Commissione speciale rapporti tra la Lombardia e la Confederazione svizzera si riunirà domani, giovedì 19 novembre 2015, alle 16, a Palazzo Pirelli, a Milano, per ascoltare in audizione i comuni interessati dalla chiusura dei sei valichi di confine nelle province di Como e Varese, ovvero Colverde, Bizzarone, Ronago, Dumenza, Cremenaga, Saltrio e Clivio. Ma Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione, fa notare ancora una volta come “non sia così utile un confronto con i nostri amministratori, perché sappiamo bene che cosa chiedono e di quali problemi soffrono. Era necessario che in Commissione ci fossero anche i rappresentanti delle amministrazioni ticinesi”, ribadisce.

“Il problema della sicurezza riguarda entrambi i lati del confine, per questo dobbiamo cercare di lavorare assieme – dice Gaffuri –. Così come stanno mettendo le cose gli svizzeri, non si fa altro che esasperare una situazione che è già molto tesa. Chiudere i valichi unilateralmente, senza un accordo preventivo, comporterebbe ripercussioni economiche per i nostri paesi di frontiera. È assolutamente urgente sedersi tutti attorno a un tavolo e discuterne assieme”, conclude il consigliere Pd. Un primo momento di confronto potrebbe già esserci a breve all’interno della Regio Insubrica, fa sapere Mirko Baruffini, consigliere provinciale del Pd: “Intanto, rassicuro tutti i nostri cittadini preoccupati per la proposta fatta dalla controparte ticinese in merito alla chiusura notturna dei valichi secondari. Come delegato alla Regio Insubrica, la Comunità di lavoro transfrontaliera, ho ottenuto, con il consenso della presidente Maria Rita Livio, la convocazione di un tavolo che tratterà la questione, nel quale coinvolgeremo anche i nostri consiglieri regionali. Da tempo stiamo seguendo con attenzione la vicenda e insieme riusciremo a trovare proposte valide ed efficaci per la sicurezza di tutti”.

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>