Nuova Provincia di Como, si parte con un primo obiettivo: la variante della Tremezzina

P1060246La neopresidente della Provincia di Como, Maria Rita Livio, ha dichiarato la prima priorità dell’Ente di Villa Saporiti: la variante della Tremezzi na, per la realizzazione della quale lo Stato ha garantito 220 milioni di euro sui 330 necessari. «Ci sarà l’impegno della Provincia – ha detto Livio – per reperire i fondi necessari. Ma anche la Regione potrebbe fare la sua parte. Proprio la Regione ha obbligato ad inserire la Varese-Como-Lecco nelle pianificazioni territoriali dei Comuni, che non vogliono quest’opera. Ne discuteremo con il presidente della Regione. La Tremezzina è la prima cosa da portare a termine, su questo non c’è dubbio».

Tra le altre questioni sul tavolo Maria Rita Livio dovrà affrontare anche il tema del personale: a Villa Saporiti lavorano complessivamente 370 dipendenti: «Ci dovrà essere una riorganizzazione – ha spiegato – che dovrà essere discussa con i dipendenti e con i dirigenti per capire oggi quanti di loro si ritengono oggi sovraoccupati e quanti invece si sono ritrovati ad avere meno possibilità concrete di lavoro. A nostro giudizio servirebbe un’organizzazione di supporto ai Comuni e vedremo come farlo e sei i tempi lo consentono. Il nostro obiettivo è lavorare il più possibile con il consenso e l’assenso di tutti. La motivazione è molto importante per poter fare bene». L’amministrazione provinciale si vedrà ridurre le competenze, che saranno concentrate su Ambiente, Pianificazione Territoriale, Trasporti, Viabilità ed Edilizia scolastica. Per quanto riguarda le deleghe queste «potranno essere assegnate ufficialmente soltanto dopo l’approvazione dello Statuto, ma visto che non possiamo permetterci di aspettare l’approvazione dello statuto, lo farò ufficiosamente. Non si può aspettare, abbiamo due anni davanti. In ogni caso farò lavorare tutti fin da subito». Già domani sono previsti i primi incontri. «Appena possibile - ha assicurato – ci troveremo e decideremo insieme i piani d’azione. Abbiamo intenzione, infatti, di muoverci sul territorio in modo da poter incontrare i Comuni. Per me è fondamentale essere vicino ai sindaci, che si trovano a gestire problemi molto concreti». Per quanto riguarda i rapporti con la minoranza (conta 6 consiglieri, 7 quelli di maggioranza) Maria Rita Livio ha auspicato «una collaborazione fattiva visto anche che sono stata in consiglio provinciale e alcuni consiglieri sono stati rieletti in questa tornata».

Articolo scritto in Idee e politica, Notizie dalla Provincia e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>