Fondo sostegno affitti: la delibera regionale è inefficace. La Giunta cambi il testo o si rischia di perdere i fondi statali

Anche nel Comasco hanno iniziato ad operare i diversi Sportelli affitto comunali che saranno attivi fino al prossimo 16 ottobre. In Regione Lombardia, commissione Casa del Consiglio regionale, si è svolta un’audizione in merito agli effetti della delibera della Giunta regionale, la numero 2207 del 25 luglio scorso, concernente l’emergenza abitativa e nello specifico i criteri per ottenere i contributi previsti dal fondo sostegno affitti. Diversi comuni lombardi, infatti, lamentano una percentuale di cofinanziamento ai fondi, 40 % secondo la delibera regionale, troppo alta rispetto alle possibilità economiche degli enti attenti a rispettare i vincoli di bilancio, e delle tempistiche troppo strette per poter accedere al fondo.  

Secondo i rappresentanti del PD la Giunta regionale ha deliberato un testo che non coglie appieno i bisogni dei territori ma al contrario si corre il rischio di arrivare al 15 dicembre, termine ultimo per l’accesso al bando, e di perdere i fondi statali. E’ un paradosso che deve essere corretto subito. La Regione si metta in ascolto: o scriva un documento interpretativo alla delibera che corregge le criticità emerse oppure deliberi un nuovo testo. Il Partito democratico non accetterà che vengano persi soldi e tanti a fronte problemi che ci sono sul territorio soprattutto nelle città ad alta densità abitativa.    
Articolo scritto in Economia e lavoro e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>