La nuova Provincia di Como: il PD al servizio di una sfida civica per una Provincia utile ai Comuni!

Il prossimo 12 ottobre gli amministratori locali eleggeranno il Presidente della Provincia di Como e il consiglio provinciale. Dopo anni di totale assenza politica, la nostra Provincia tornerà ad essere finalmente “governata”. Una Provincia nuova che non sarà più quella che è stata e che andrà ridisegnata con l’obbiettivo di mettere in grado i nostri amministratori di dare servizi sempre migliori e risposte efficaci in momento di crisi economica e sociale.

Si apre una fase “costituente” difficile ma ricca di grandi opportunità ed è questa la sfida che vede impegnato tutto il PD comasco.

Dopo l’assemblea provinciale dello scorso 18 luglio, domenica 25 luglio nell’ambito della festa del PD a Cantù si è svolto un incontro molto partecipato degli amministratori locali comaschi. Incontro presieduto dalla Segretaria provinciale del PD Savina Marelli con la presenza di Alessandro Alfieri, Segretario regionale del PD, degli on. Chiara Braga e Mauro Guerra e del consigliere regionale Luca Gaffuri. Un confronto utile sulla nuova provincia, su quali competenze, sull’opportunità di pensare a servizi associati nelle zone omogenee nell’ambito dei confini provinciali, sull’importante ruolo di coordinamento dei numerosi Comuni comaschi.

“Occorre riformare il sistema istituzionale e il funzionamento della pubblica amministrazione mettendoli in sintonia con le esigenze di modernizzazione di un paese nel quale la crisi economica e sociale continua a mordere. Anche il ripensare in modo innovativo alla nuova Provincia e al governo di aree vasta risponde a quell’obiettivo e in provincia di Como tocca al PD comasco sostenere una sfida civica che sappia coinvolgere gli amministratori locali sulla base di un progetto forte e all’altezza della sfida – ha sottolineato la Segretaria Provinciale del PD, Savina Marelli -.

Ed è appunto su quale sarà il ruolo che dovrà occupare la nuova Provincia che si è soffermato Alessandro Alfieri: “L’applicazione della riforma Del Rio non deve tradursi in un mero adempimento burocratico ma deve essere l’occasione per dar vita ad un’evoluzione istituzionale; una modernizzazione del nostro sistema che possa mettere in grado gli amministratori locali di rispondere meglio a quelle situazioni che si trovano quotidianamente ad affrontare. La nuova Provincia deve innanzitutto mettere gli enti in grado di rispondere sempre meglio ai bisogni dei cittadini e dei territori”.

Il PD comasco sta promuovendo una serie di incontri di informazione, ascolto e condivisione rivolti agli amministratori locali di liste civiche e non nelle 6 aree in cui il territorio è stato suddiviso (Como, Lago, Bassa comasca, Erbese, Olgiatese, Canturino-Marianese) raccogliendo contributi tematici da inserire in un progetto complessivo e disponibilità di candidature rappresentative di tutti i territori.

Le nostre linee programmatiche, alla cui definizione stiamo lavorando raccogliendo diversi contributi e che saranno illustrati in una iniziativa pubblica, saranno altresì la base per avviare una fase di condivisione anche con le altre forze politiche del territorio.

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>