Elezioni europee: appello alla doppia preferenza di genere

Un’occasione importante  quella delle elezioni del 25 maggio in merito all’applicazione della legge nazionale sulla doppia preferenza di genere.

Con la legge n. 215 del 2012 recante ‘Disposizioni per promuovere il riequilibrio delle rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte degli enti locali e nei consigli regionali‘ si stabilisce la parità di accesso alle cariche elettive e agli organi esecutivi di Comuni, Province e Consigli regionali

Grazie a quanto previsto da questa legge, nelle elezioni amministrative i cittadini dei Comuni superiori ai 5000 abitanti potranno esprimere due preferenze (anziché una, come previsto fino ad ora) purché riguardanti candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Un nuovo diritto, quello introdotto dalla legge del 2012, che stenta a trovare adeguata diffusione tra la cittadinanza: molti elettori ne ignorano ancora l’esistenza.

Le democratiche della provincia si stanno impegnando molto sul territorio per far conoscere la bontà e l’utilità di questa legge e sono convinte che sia lo strumento più adeguato per far sì che vengano elette sempre più donne all’interno delle istituzioni: la rappresentanza è anche fatta di numeri, oltre che di qualità, e siamo convinte che più donne alle cariche elettive rappresentino politiche più incisive in tutti i contesti.

La visione di genere non deve più essere un’eventuale integrazione delle politiche in generale, ma deve costituire parte integrante di esse

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>