Il nuovo 416-Ter del Codice penale: una norma efficace contro mafia e voto di scambio

Sono passati circa 20 anni da quando è stato introdotto nel nostro ordinamento l’articolo 416-ter del codice penale che sanziona la fattispecie di reato denominata “Scambio elettorale politico-mafioso”, ovvero lo scambio con cui l’organizzazione criminale si infiltra nelle istituzioni elettive, tanto locali quanto nazionali, per condizionare le decisioni governative e di distribuzione delle risorse e trarne vantaggio per l’intera organizzazione mafiosa. Sin da subito emersero le criticità di tale formulazione: la fattispecie non era infatti idonea a coprire tutte le condotte che nella realtà dei fatti sono sembrate comunque riconducibili allo scambio elettorale politico-mafioso.

A distanza di più di due decenni, la Camera ha approvato il 3 aprile 2014 la tanto attesa riforma dell’articolo 416-terche estende le tipologie delle condotte penalmente sanzionabili riconducibili al voto di scambio politico mafioso. Il testo è stato approvato in prima lettura dalla Camera, all’unanimità, nel mese di luglio 2013. Successivamente, è stato modificato dal Senato. Tornato in seconda lettura alla Camera, è stato approvato, con modificazioni, il 3 aprile 2014. Il provvedimento torna adesso al Senato per la sua approvazione definitiva.

Il testo approvato dalla Camera il 3 aprile 2014, in seconda lettura, prevede che venga sanzionato con la reclusione da 4 a 10 anni chiunque – in cambio dell’erogazione di denaro o di altra utilità – accetti la promessa di voti, con le modalità proprie dell’associazione di tipo mafioso specificate dal terzo comma dell’articolo 416-bis.

Il nuovo testo è il risultato di un importante sforzo delle principali forze parlamentari, d’intesa con il governo, e costituisce un punto di sintesi e di equilibrio che tiene conto delle problematicità e delle criticità emerse nel corso dell’iter parlamentare. È stato fatto un importantissimo passo avanti nella lotta alla mafia, riuscendo a coniugare le esigenze di efficienza ed efficacia dell’azione investigativa e giudiziaria con quelle di tipicità e tassatività della condotta di rilevanza penale punita.

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>