I consigli comunali “dimezzati”: così non si può reggere

È necessario, con urgenza, intervenire contro i consigli comunali dimezzati. I risparmi sono ridotti all’osso in quanto per ogni seduta di consiglio l’entità del gettone è al di sotto dei 20 euro e per contro gli organismi municipali fanno fatica a funzionare a causa delle composizioni eccessivamente ridotte di giunte e commissioni. Un intervento a livello parlamentare perché si proceda al più presto a una revisione della legge con ulteriore previsione di un terzo mandato da attribuire ai sindaci dei piccoli comuni è stato formulato da Mauro Guerra nel ruolo di rappresentante nazionale dell’Anci affinché vengano approvate le nuove norme contenute nel decreto Delrio entro le elezioni di primavera. «Rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche, ai gruppi parlamentari, al Governo – dice il parlamentare Pd – affinché le norme relative a piccoli comuni, convenzioni, unioni e fusioni, contenute nel disegno di legge Delrio divengano legge entro termini che ne consentano l’applicazione sin dalla tornata amministrativa di questa primavera nel momento in cui saranno rinnovati i consigli di 4.081 comuni, tra i quali 3.647 con meno di 10.000 abitanti e 3.081 con meno di 5.000 abitanti. Questi ultimi sono impegnati nel difficile processo di costruzione, attraverso convenzioni, unioni e fusioni, della gestione associata obbligatoria per tutte le funzioni fondamentali. «Nello stesso disegno di legge - prosegue Guerra – vi sono norme importanti che ridanno un minimo di dignità democratica e di spazio di partecipazione, senza alcun onere per le finanze pubbliche, alla dimensione degli organi consiliari dei comuni con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti. È aperta anche la annosa questione del limite di mandati nei piccoli comuni. È importante che queste norme diventino legge in tempo utile per essere applicate sin dal turno amministrativo di primavera. Sarebbe del tutto insensato eleggere consigli dimezzati per poi approvare qualche settimana dopo la legge che ripristina dimensioni democraticamente accettabili».

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>