La legge di riforma delle Aler non ci soddisfa ma è un primo propositivo passo

casa-icon“Il testo licenziato in Aula è una soluzione che non ci soddisfa completamente, soprattutto dal punto di vista della rappresentatività territoriale, ma è comunque un primo propositivo passo nella discussione generale di revisione del riassetto delle politiche abitative in Lombardia. Con i nostri emendamenti, approvati in Aula, abbiamo migliorato qualitativamente una legge di riforma che, così come licenziato dalla Commissione, rischiava di lasciare irrisolte questioni per noi fondamentali quali ad esempio la tutela dei lavoratori e la trasparenza all’interno dlele Aler su cui vigilerà adesso un Osservatorio ad hoc aperto anche alle parti sociali e al comitato degli inquilini”. Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Alessandro Alfieri motivando il voto positivo del Gruppo consiliare del PD al testo di riforma della governance delle Aler approvato a larga maggioranza.

“Con il nuovo assetto a 5 Aler si registrerà una significativa cura dimagrante nei bilanci delle Aler – spiega il consigliere regionale Luca Gaffuri – ma le risorse che verranno risparmiate non saranno sufficienti per affrontare la situazione economica attuale e la pressante richiesta di alloggi popolari. Il nostro ordine del giorno accolto dalla Giunta impegna la Regione ad individuare strumenti nuovi e coraggiosi per dare stabilità alle Erp regionali. Noi ci rendiamo disponibili sin da ora a collaborare in questa direzione soprattutto in vista della riforma della legge 27 che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi”.

Articolo scritto in Economia e lavoro e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>