La Regione investa su Albate/Camerlata e prenda in considerazione anche il comasco per un centro intermodale

757657-treno lomazzoIl Consigliere Regionale Luca Gaffuri esprime la propria soddisfazione per la presa di posizione adottata nella giornata di ieri, lunedì 23 settembre, dal Tavolo per la Competitività e lo Sviluppo della Provincia di Como relativamente alla situazione del trasporto ferroviario e merci nel comasco. «Finalmente tutta la città incomincia ad interessarsi a questi problemi» sottolinea il consigliere, da anni fautore di una vera e propria “politica del trasporto su ferro” nel nostro territorio. «Condivido pienamente il documento sottoscritto da tutti i componenti del tavolo a conclusione della seduta. Su Albate Camerlata il mio pensiero è ben noto. E’ necessario che Regione Lombardia sposi al più presto il progetto di rilancio della stazione altrimenti si corre il serio rischio di perdere un’occasione importante per tutto il territorio comasco. Il comune di Como, con l’approvazione del Pgt ha fatto la sua parte, così come Rfi e Pedemontana che ha già previsto la presenza della nuova stazione nel progetto di collegamento tra il primo lotto della tangenziale di Como (svincolo Acquanera) e la via canturina. La Regione invece temporeggia troppo e Como non se lo può permettere visti i tempi stretti per l’ottenimento del finanziamento Por che indica come data ultime dicembre prossimo”.

«Per quanto concerne, invece, la realizzazione di un centro intermodale credo che questo sia quanto mai necessario per il traffico merci su rotaia visto l’attuale sovraccarico della linea Como-Monza-Milano ed i problemi di trasferimento del traffico pesante dalla ferrovia alla strada. Nella precedente legislatura l’allora assessore ai trasporti, Cattaneo, aveva investito su piccoli spazi di interscambio ma a Segrate, Mortara, Sacconago, Voghera e Bergamo/Montello, oltre al raddoppio del terminal fra Busto Arsizio e Gallarate. Como non c’è e non è mai stata presa in considerazione e questo è un problema che riguarda tutti».

Articolo scritto in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio e con i tag , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>